Author: Giorgio Esposito
www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo

Viaggi e turismo - Itinerari: Costiera Amalfitana, tra borghi da sogno e incantevoli scenari naturali
"La divina costiera" si snoda per 52 km da Sorrento fino a Vietri sul Mare

ROMA (Italy) - Borghi paradisiaci, spiagge assolate, calette segrete e giardini di agrumi, da scoprire percorrendo la Divina Costiera, come spesso viene chiamata. Un mix straordinariamente suggestivo che hanno fatto di questa zona della Campania una delle mete predilette di milioni di viaggiatori. Situata tra il Golfo di Napoli e il Golfo di Salerno, comprende Sorrento, Positano, Praiano, Furore, Conca dei Marini, Amalfi, Atrani, Ravello, Minori, Maiori, Cetara e Vietri sul Mare. 52 chilometri della Strada Statale 163 dichiarati Patrimonio dell’umanità dall’Unesco, da percorrere in auto in una assolta giornata di Primavera escludendo possibilmente gli affollati weekend.


Ecco un itinerario ideale che durerà una giornata intera partendo dal Caffè a Positano fino ad una gradevole cena nella suggestiva Vietri sul Mare considerata la culla della maiolica e passando per un succulento pranzo nella incantevole Ravello.

Sorrento si trova sul versante Nord-Occidentale della penisola che ne prende il nome. La sua posizione strategica permette di raggiungere (preferibilmente in treno Circumvesuviana) in pochissimo tempo Pompei, Ercolano e in un’ora Napoli. Sorrento è un grande rilievo di tufo che si erge a picco dal mare per circa 50 metri dominando l’orizzonte con un affaccio privilegiato sull’isola dei sogni Capri. E' una meta privilegiata dei viaggiatori planetari che ne amano la sobrietà e la tranquilla vita cittadina. La capitale della penisola è anche un eccellente Hub per raggiungere agevolmente tutti i centri turistici più noti della Campania Felix.

Positano, per i suoi paesaggi che sono famosi in tutto il mondo, è stata definita la “Perla della Costiera Amalfitana”, ma è anche un paese ricco di storia. Le sue case bianche, i suoi vicoli angusti, le sue gradinate, il suo mare cristallino e le sue spiagge suggestive rendono questa cittadina una meta turistica imperdibile ed è luogo di villeggiatura fin dall’epoca dell’impero romano, con le sue bianche case degradanti verso il mare. Tipici i suoi piccoli corsi ricchi botteghe, dove poter acquistare prodotti dell’artigianato locale e le tantissime “scalinate” che dall'alto del paese giungono in basso, alla spiaggia.

Tra le spiagge principali ricordiamo la Spiaggia Grande e quella di Fornillo, entrambe raggiungibili a piedi; La Porta, Arienzo e San Pietro Laurito, tutte accessibili principalmente via mare. Oltre al mare, al panorama e alle attrazioni culturali, ciò che distingue Positano dalle altre località della Costiera è la vita notturna, qui più frizzante che altrove. Si comincia dagli aperitivi nel centro e si continua nei bar e nei ristoranti che animano la località.

Praiano è un piccolo comune molto pittoresco situato tra Positano e Conca dei Marini. Pur essendo meno conosciuta rispetto ai più rinomati centri della Costiera, questa cittadina vanta una lunga tradizione turistica. Praiano si estende fino alla Marina di Praia, la spiaggia alla fine del vallone di Praia e incastonata tra alti costoni rocciosi. Alcune delle sue meravigliose spiaggette sono raggiungibili solo via mare.

Proseguendo si arriva a Furore, denominato “il paese che non c´è” per la sua particolarità di avere un abitato sparso composto da case che spuntano da costoni di roccia lungo il suo celebre fiordo che nasconde una delle spiaggette più deliziose dell’intera regione. Una minuscola insenatura raggiungibile solo a piedi attraverso una ripida scalinata. Il fiordo è scavalcato dalla strada statale mediante un ponte sospeso alto 30 metri, dal quale, ogni estate, si svolge una tappa del Campionato Mondiale di Tuffi dalle Grandi Altezze. Dal 1997, come tutta la Costa d'Amalfi, è entrato a far parte del Patrimonio Mondiale UNESCO. Fa parte, inoltre, del Club dei borghi più belli d'Italia.

Raggiungendo l’incantevole baia di Conca dei Marini, si arriva alla Grotta dello Smeraldo che deve il suo nome alla particolare colorazione dell’acqua che riflette la luce creando effetti cromatici dalle sfumature che vanno dal blu cobalto al turchese fino al verde smeraldo, appunto. La grotta è ricca di stalattiti e stalagmiti.

Amalfi è un centro turistico di fama internazionale, che deve il suo prestigio alle sue incomparabili bellezze e alla dolcezza del clima. Il comune di Amalfi, da cui prende il nome la Costiera Amalfitana, è stato dichiarato dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità. Antica Repubblica Marinara, Amalfi detenne per lungo tempo il monopolio del commercio nel Mar Tirreno. Il magnifico Duomo di Amalfi impreziosisce il centro cittadino con la sua lunga scalinata e la variopinta facciata in stile romanico e barocco. Attraverso i vicoli, lasciatevi conquistare dal profumo dei limoni di Amalfi sorseggiando una spremuta genuina e rinfrescante e non fatevi mancare l’acquisto del mitico limoncello nella sua originale e tradizionale ricetta. Per gli amanti di storia, può essere molto interessante visitare nella zona della marina il Museo dell’Arsenale che racconta la storia dell’Antica Repubblica Marinara.

A pochissima distanza, nella valle del Dragone sorge la graziosissima Atrani, uno dei borghi più belli d’Italia, ben lontana dal turismo di massa. La cittadina è da visitare per la bellezza del suo centro abitato composto da cortili e scalinatelle con le case dai balconi fioriti che, dalla spiaggia, salgono lungo le pendici rocciose della collina. Vale la pena salire fino alla terrazza della Collegiata di S.M. Maddalena da cui si gode un panorama spettacolare sul golfo di Salerno. Il mare di Atrani è pregevole e da qui potete salire su una barca, per un’escursione lungo la costa.

Ravello è un centro turistico molto famoso, scoperto e frequentato da numerosi vip attratti dal suo richiamo intellettuale e dal fascino delle sue architetture. Alle pendici dei Monti Lattari, ed è una delle destinazioni più note ed amate della Costiera Amalfitana. Ravello, imperdibile tappa, resta comunque la Capitale della Musica Classica che in estate attrae turisti e intenditori da tutto il mondo. Non è difficile, infatti, incontrare i più famosi VIP del pianeta che si beano della “terrazza panoramica della Costiera” perché da qui, a 350 mt. di altezza, è possibile ammirare un paesaggio mozzafiato che in molti, definiscono il panorama più bello d’Italia.

Importanti anche i borghi pescatori di Minori e Maiori uniti dal bellissimo e profumatissimo “Sentiero dei limoni”, che distano tra loro 1 solo km e che restano tra i centri balneari più frequentati per la loro spiagge di sabbia fine. Lungo la costa, si incontra prima lo splendido gioiello rappresentato dal paese di Minori, definito l’Eden della Costiera per il clima ventilato e fresco. Un tempo la cittadina era ricca di mulini per la produzione della eccellente pasta locale utilizzata in varie ricette salernitane e presente nei menu dei caratteristici ristoranti minoresi. Proseguendo in auto o a piedi per soli 800 mt., si giunge a Maiori percorrendo il Lungomare che dà l'opportunità di ammirare lo splendido scenario della costa e le piccole case raggruppate che si affacciano sul mare. Il paese è una rinomata località balneare, e la sua spiaggia resta l'attrazione principale soprattutto per escursioni in barca per visitare le grotte Pandane.

Vale una consistente sosta il caratteristico borgo di Cetara la cui economia ruota attorno alle tradizioni marinare. La flotta peschereccia, infatti, è una delle più nutrite del Mediterraneo e specializzata nella pesca del tonno e delle Alici che qui hanno un sapore unico anche soprattutto per la celeberrima “colatura di alici”. La deliziosa componente gastronomica, non è altro che il prodotto scaturito dal pescato di Alici messo a macerare e dal quale deriva un sughetto prelibato ideale condimento per un piatto di spaghetti. Per questo, il borgo è rinomato tra i posti perfetti per una pausa pranzo in riva al mare.

Vietri sul Mare è famosa e apprezzata per l'unicità e la bellezza delle ceramiche che vengono prodotte e che la collocano al vertice mondiale nella produzione. Situata in una zona protetta del golfo, Vietri raccoglie consensi unanimi per le deliziose casette con tegole in cotto e chiese con cupole in maiolica colorata. L’acqua del mare è blu e cristallina, con calette e spiagge da sogno, assolate e amatissime dai turisti. Giova anche rammentare che la cittadina è patrimonio dell'umanità insieme agli altri paesi della Costiera Amalfitana, che proprio qui termina il suo percorso dopo 52 chilometri di scenografiche e paradisiache visioni. Un'idea gastronomica: tra i piatti più popolari troviamo gli scialatielli ai frutti di mare ...

Quando andare in Costiera - Il periodo ideale appare quello primaverile e fine estate lontano dalle affollatissime giornate estive (e dei weekend) nelle quali di accalcano molte migliaia di turisti che rendono i luoghi spesso invivibili sia per praticità che per le lunghissime code che si verificano sulla panoramica ma pur sempre angusta strada statale 163. Aprile - Maggio e Settembre - Ottobre, quindi, rappresentano i mesi idonei per una giornata o più, all'insegna del relax lungo la "divina costiera"

La Costiera si raggiunge in auto da Napoli attraverso l’autostrada A2 ex A3 Napoli - Salerno con uscita Castellammare di Stabia direzione Sorrento, volendo percorrerla in senso nord-sud oppure uscita Vietri sul Mare se si vuole percorrerla nel senso sud-nord. In treno con la Circumvesuviana (linea Napoli-Sorrento) e poi in pullman della Sepsa per raggiungere qualsiasi destinazione amalfitana. In estate viene attivato il Metrò del mare, che fornisce un servizio frequente di trasporto dal Golfo di Napoli (isole comprese) a quello di Salerno prevedendo soste anche a Positano e Amalfi. (Photo Stock)


Riproduzione non consentita ©

Emirates migliore linea aerea del mondo. L'annuncio da Skytrax World Airline Awards 2016. Questa è la quarta volta che Emirates vince il miglior riconoscimento da quando i premi sono stati introdotti 15 anni fa; la compagnia ha vinto il primo riconoscimento Skytrax come Migliore compagnia al mondo nel 2001, ancora nel 2002 e nel 2013. In totale, Emirates ha vinto un totale di 20 premi Skytrax World Airline dal 2001. (Continua...)