www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo

Giorgio Esposito

'Travel & Tourism Development Index 2024' del World Economic Forum
La classifica dei paesi più visitati del mondo come fonte di ricchezza dei territori


NEW YORK (USA) - In cima alla lista delle economie del 2024 ci sono Stati Uniti, Spagna, Giappone, Francia e Australia. Il Medio Oriente ha registrato i tassi di ripresa più elevati negli arrivi di turisti internazionali (20% in più rispetto al livello del 2019), mentre Europa, Africa e Americhe hanno tutte mostrato una forte ripresa di circa il 90% nel 2023. Questi sono alcuni dei principali risultati del Travel & Tourism Development Index 2024 (TTDI), un rapporto biennale pubblicato in collaborazione con l’Università del Surrey, che analizza i settori dei viaggi e del turismo di 119 paesi attorno a una serie di fattori e politiche.

Informazioni sull'indice di sviluppo dei viaggi e del turismo 2024 - L'edizione 2024 del TTDI è stata prodotta in collaborazione con l'Università del Surrey. In qualità di partner dell'indice di conoscenza, l'università ha fornito un prezioso supporto tecnico e strategico per il TTDI e i relativi contenuti. Il TTDI copre 119 economie. Le economie coperte dal TTDI 2021 ma non coperte dal TTDI 2024 sono Capo Verde, Ciad, Hong Kong SAR, Lesotho e Yemen. Le economie aggiunte al TTDI del 2024 sono Algeria, Barbados, Iran, Giamaica, Oman, Uzbekistan e Zimbabwe.



Ecco i 'Reportage di viaggi' in tutto il mondo con info e consigli utili >>> (Italia News Press Agency - www.italianews.org)

Riproduzione non consentita ©





 
 
www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo

Giorgio Esposito

Airports, 2023 global data for passengers, movements and cargo
Aeroporti, i dati mondiali del 2023 per passeggeri, movimenti e cargo

La ripresa dei viaggi aerei è vicina ai livelli pre-pandemia


ROMA (Italy) - Airports Council International (ACI) World ha svelato gli attesissimi primi 10 aeroporti più trafficati del mondo per il 2023, mostrando cambiamenti significativi guidati dalla ripresa dei viaggi aerei internazionali. La previsione globale di passeggeri totali per il 2023 si avvicina agli 8,5 miliardi, riflettendo una notevole ripresa del 93,8% rispetto ai livelli pre-pandemia. In particolare, la ripresa del traffico internazionale si è avvicinata a quella del traffico interno. Le classifiche degli aeroporti si basano sui dati raccolti da oltre 2.600 aeroporti in più di 180 paesi e territori a livello globale. Conferme positive anche dai 5 maggiori aeroporti d'Italia che, insieme a tutti gli altri lungo la penisola, complessivamente raggiungono quasi 200 milioni di passeggeri.

Passeggeri - I dati preliminari indicano che il numero totale di passeggeri globali nel 2023 è vicino a 8,5 miliardi, con un aumento del 27,2% rispetto al 2022 o un recupero del 93,8% rispetto ai risultati pre-pandemia (2019). Mentre il mercato interno è cresciuto del 20,2% (o un recupero del 96,8% rispetto al livello del 2019), il mercato internazionale ha guidato la ripresa con un tasso di crescita del 36,5% (o del 90,4% rispetto al livello del 2019). I primi 10 aeroporti che rappresentano quasi il 10% del traffico globale (806 milioni di passeggeri), hanno registrato un aumento del 19,8% rispetto al 2022 o un aumento dello 0,7% rispetto ai risultati del 2019 (801 milioni di passeggeri nel 2019). L'aeroporto internazionale di Hartsfield-Jackson Atlanta mantiene la prima posizione ed è seguito per la prima volta dall'aeroporto internazionale di Dubai, superando l'aeroporto internazionale di Dallas Forth Worth in terza posizione. Nella top 10 della classifica per traffico passeggeri totale, 5 aeroporti si trovano negli Stati Uniti. Il salto più grande nella top 10 della classifica si registra per Tokyo Haneda, balzando dalla 16a posizione nel 2022 alla 5a posizione nel 2023.

L'Italia conferma i 5 aeroporti maggiori - Al primo posto per volumi di traffico si conferma Roma Fiumicino con una quota del 20,5%, pari a circa 40mln di passeggeri. Seguono nell’ordine Milano Malpensa (13,2%; 26mln), Bergamo Orio al Serio (8%; 16mln), Napoli Capodichino (6,3%; 12mln) e Venezia Tessera (5,7%; 11 mln di passeggeri).

L'aeroporto internazionale Hartsfield-Jackson di Atlanta ospiterà l'ACI World Customer Experience Summit and Exhibition 2024, dal 23 al 26 settembre ad Atlanta, negli Stati Uniti.


Movimenti degli aerei -
I movimenti aerei globali nel 2023 sfiorano i 95 milioni, rappresentando un aumento dell’11,8% rispetto ai risultati del 2022 o una ripresa del 92,7% rispetto ai livelli pre-pandemia. I primi 10 aeroporti, che rappresentano oltre il 6% del traffico globale (6 milioni di movimenti), hanno registrato un guadagno del 7,4% rispetto ai risultati 2022 o un recupero del 96,4% rispetto ai risultati 2019 (6,2 milioni nel 2019). L'aeroporto internazionale Hartsfield-Jackson di Atlanta è al primo posto, seguito dall'aeroporto di Chicago O'Hare al secondo e dall'aeroporto internazionale di Dallas Fort Worth al terzo.


Traffico merci -
Si stima che i volumi delle merci aeree siano diminuiti del 3,1% su base annua (-4,6% rispetto al 2019), raggiungendo quasi 113 milioni di tonnellate nel 2023. I volumi del trasporto aereo di merci tra i primi 10 – che rappresentano circa il 26% (29,6 milioni di tonnellate) dei volumi globali nel 2023 – hanno perso il 3,5% nel 2023 anno su anno. Il declino può essere attribuito alle continue tensioni geopolitiche e alle interruzioni del commercio globale e delle catene di approvvigionamento. L'aeroporto internazionale di Hong Kong è rimasto al primo posto, seguito dall'aeroporto internazionale di Memphis e dall'aeroporto internazionale di Shanghai Pudong. L'aeroporto di Anchorage è al 4 ° posto ed è seguito dall'aeroporto internazionale di Incheon al 5°.


Airports Council International (ACI), l'associazione di categoria degli aeroporti del mondo, è un'organizzazione federata che comprende ACI World, ACI Africa, ACI Asia-Pacifico e Medio Oriente, ACI EUROPE, ACI America Latina e Caraibi e ACI Nord America. Nel rappresentare gli interessi degli aeroporti durante le fasi chiave dello sviluppo delle politiche, l’ACI fornisce un contributo significativo per garantire un sistema di trasporto aereo globale che sia sicuro, efficiente e sostenibile dal punto di vista ambientale. A partire da gennaio 2024, ACI serve 757 membri, gestendo 2109 aeroporti in 191 paesi.

Ecco i 'Reportage di viaggi' in tutto il mondo con info e consigli utili >>> (Italia News Press Agency - 'Credit Press Airports Council International' - www.italianews.org)

Riproduzione non consentita ©






 
 
www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo

Giorgio Esposito

Japan, 'hanami' (cherry blossoms) an experience to live at least once in a lifetime
Giappone, 'hanami' (fioritura dei ciliegi) un’esperienza da vivere almeno una volta nella vita
The long reportage in the country of the Samurai - Il lungo reportage nel paese dei Samurai


ROMA (Italy) - Il fiore di ciliegio giapponese, detto anche sakura, è stato adorato a lungo da persone di tutto il mondo. È considerato un simbolo di rinnovamento, bellezza e vitalità. Ogni anno, durante la stagione primaverile, migliaia di persone giungono in Giappone per ammirare il meraviglioso spettacolo di questi fiori bianchi o rosa, che sbocciano in massa. Anche le famiglie giapponesi attendono con impazienza questo momento. Molti partecipano ai festival dei fiori di ciliegio o semplicemente amano l‘hanami, la tradizione di godersi la bellezza di questi fiori. Molte persone si concedono picnic sotto i ciliegi in fiore. Se vuoi programmare un viaggio in Giappone per vedere la fioritura dei ciliegi nel 2024, ci sono due cose che devi prendere in considerazione: dove e quando andare. Ci sono molte località principali da visitare con diverse caratteristiche: alcune offrono alberi molto antichi, altre sono vicine ad aree storiche o siti di interesse.

I ciliegi iniziano a fiorire a sud alla fine di marzo, nel Kyushu, dove le temperature iniziano a salire prima e i ciliegi fioriranno verso nord fino all’inizio di maggio nell’Hokkaido. Il tempo medio di fioritura dei sakura (fiore di ciliegio in giapponese) può variare a seconda della posizione geografica all’interno del paese. Le aree con climi invernali più miti vedono fiorire prima i ciliegi. Solitamente, nelle regioni meridionali la fioritura avviene prima, procedendo man mano verso nord. Il vento, la pioggia e la temperatura possono anticipare o posticipare la fioritura e allungare o accorciare la stagione dei fiori di ciliegio. Ecco la mappa con le medie dei periodi di fioritura e il lungo reportage nel paese dei Samurai.

Ecco il lungo reportage giornalistico in Giappone con informazioni e consigli utili per vivere al meglio il paese dei Samurai >>> (Italia News Press Agency - www.italianews.org)

Riproduzione non consentita ©





 
 
www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo

Giorgio Esposito

Airport, rankings of the 10 busiest airports on the planet, international and europe
Airport, le classifiche dei 10 aeroporti più trafficati del pianeta, internazionali ed europei
Da Atlanta a Londra passando per Dubai


ROMA (Italy) - Travel, the busiest airports in the world. Viaggi, gli aeroporti più trafficati del mondo. I dati aggiornati mese dopo mese riguardano il numero dei viaggiatori dei singoli aeroporti quali utilizzatori delle compagnie aeree sia in partenza, arrivo o transito. I nostri 'Consigli di viaggio' riportano quindi 3 classifiche tra 'Aeroporti globali', 'Aeroporti internazionali' e 'Aeroporti europei'. La classifica degli 'aeroporti globali' vede mantenere la prima posizione lo statunitense 'Atlanta Hartsfield-jackson Intl Apt' che nel periodo pre-pandemia vantava circa 100 milioni di viaggiatori annui. La classifica degli 'aeroporti internazionali' vede invece in testa il 'Dubai International' già primo nel 2023. Per la classifica degli 'aeroporti europei' il 'London Heathrow Apt' resta sempre al primo posto consolidando la posizione del 2023.


Ecco i 'Reportage di viaggi' in tutto il mondo con info e consigli utili >>> (Italia News Press Agency - www.italianews.org)

Riproduzione non consentita ©





 
 
www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo

Giorgio Esposito

Travel, the "warm" destinations where you can enjoy the rest of the Eu winter
Viaggi, le destinazioni "calde" dove potersi godere il resto dell'inverno europeo
Dall'Australia alle Canarie e tante altre amabili e calde locations in tutto il mondo


ROMA (Italy) - Anche se quando si viaggia non si può mai sapere che tempo si troverà, e adesso ancora meno con i cambiamenti climatici, in gran parte dell'Europa è ancora inverno e in molti luoghi fa freddo, piove o addirittura nevica. Ecco perché molti viaggiatori che possono partire in questo periodo dell'anno sono soprattutto alla ricerca di mete calde dove poter godere di sole, temperature elevate e praticare attività all’aria aperta senza cappotti. Per questo, il potente motore di ricerca 'jetcost' ha verificato quali sono le destinazioni che i suoi utenti cercano maggiormente in questo periodo e alcune di seguito sono tra le più gettonate. Ecco i nostri reportage giornalistici con info e consigli.

In Australia è ormai estate e si sta per entrare in un autunno mite. Sebbene Sidney non sia la capitale, è senza dubbio la città più dinamica dell'Australia. Circondata dall’acqua e con i suoi abitanti che sono fanatici della vela, vanta un porto che è uno spettacolo con lo scenario dell'Opera House e dell'Harbour Bridge sullo sfondo. Il Royal Botanic Gardens (Domain Park) è poi un luogo ideale per godersi la vita all'aria aperta, mentre Bondi Beach è il paradiso dei nuotatori e dei surfisti. La "golden land" vissuta e raccontata in un reportage esclusivo di 40mila chilometri. La terra dei canguri è visitabile tutto l'anno considerando le differenze climatiche tra i sei Stati. Il reportage >>>

È anche conosciuta come "l'isola degli dei", una definizione che non sembra esagerata in quanto la sua bellezza e varietà la rendono una meta “magica”, in cui si respira un’atmosfera particolare e unica. Anche se di piccole dimensioni, offre una ricca varietà di paesaggi tra templi, vulcani, spiagge, ripide risaie e gente affascinante. La "isola degli dei" ti accoglie con l'eterno sorriso stampato sulla bocca dei balinesi. Le località più gettonate vanno dalle soavi spiagge di Nusa Dua e Sanur ai centri ricchi di “movida” quali Kuta, Legian e Seminyak. Il periodo ideale per un soggiorno a Bali resta da giugno ad settembre con una media di 10 ore di sole ed un caldo accettabile, con Agosto che svetta quale mese più attrattivo quale periodo più secco. Il reportage >>>

“Il paese dei sorrisi” la definizione con cui in tutto il mondo riconosce l’attuale Thailandia ex Siam. Chi non ha visto il celeberrimo film “Anna and the king” ha perso un’occasione d’oro per comprendere meglio questo popolo e il suo straordinario paese. Da un lato la cultura, la rettitudine religiosa, l’educazione, l’attaccamento alla propria terra, contrastano con un territorio in forte crescita e in cui la parola crisi non è neanche menzionata. Un paese all’avanguardia tecnica in cui si sentono fortemente gli squilibri tra campagna-periferia e città. Il periodo ideale per visitarla è da dicembre ad aprile soprattutto evitando la stagione dei Monsoni. Ecco quindi un Reportage in Thailandia che in molti definiscono "l'esperienza di viaggio più bella del mondo >>>

L'Argentina è ricca di contrasti e di paesaggi che sembrano ritrovarsi alla fine del mondo. La dolcezza delle alte montagne innevate e la freschezza dei ghiacciai, come il Perito Moreno, si mescolano a spiaggie deserte, foreste e steppe che incorniciano l'Argentina. Il turismo è di ogni genere, dalla cultura allo sport e avventure nella Pampa, cascate di Iguazù, Ushuaia, Patagonia o Terra del Fuoco. La capitale, Buenos Aires, regala un tocco moderno al paese, mentre il fascino del tango stupirà anche i più scettici. Trovandosi nell'emisfero meridionale, naturalmente in Argentina le stagioni sono invertite rispetto all'Europa ed il periodo migliore per andarci è tra novembre e marzo. Ecco il reportage >>>

Il Sudafrica prima si sogna e poi si ama per sempre. Questo il motivo per cui è nell'agenda dei viaggiatori più esigenti di tutto il mondo ... e fortunatamente anche snobbato dal turismo di massa. "La nazione arcobaleno" - visitabile per tutto l'anno anche se il periodo migliore resta da dicembre a marzo - offre scenari naturali indimenticabili, mixati ad una cultura tribale. I profumi e i colori autentici si trovano ancora nelle immense Savane, dominate da animali di ogni tipo, delle quali è ricco l'entroterra, e nelle distese oceaniche in cui nuotano con regalità le balene e con simpatia i pinguini. Ma Sudafrica è anche terra di vini pregiati nonchè splendide città baciate da una "beautiful life" come Cape Town, Durban e Port Elisabeth. Reportage >>>

Le Canarie , seppure colonia spagnola, vive una quasi totale indipendenza e rappresenta in pochi Kmq il frutto dell'esotico per eccellenza. Tenerife è anche l'unico posto al mondo dove durante l'inverno si scia sul suo vulcano "il Pico del Teide" di 4000 m. e contemporaneamente ci si tuffa in mare lungo le sue coste. Le sette isole, ricche di villaggi turistici e hotel, nonché di grandi attrazioni e divertimenti, meritano sicuramente di essere visitate in ogni stagione. Note: estate torrida  al sud e meno calda al nord. Si consiglia: viaggi minimo di una settimana, effettuare molte escursioni o noleggiare un'autovettura per godersela interamente. Da Roma si raggiunge in circa 3 ore di volo. Il reportage >>>

Ecco i 'Reportage di viaggi' in tutto il mondo con info e consigli utili >>> (Italia News Press Agency - www.italianews.org)

Riproduzione non consentita ©





 
 
www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo

Giorgio Esposito

Airport lounges, in the report the most beautiful and comfortable in the world
Lounge aeroportuali, nel reportage le più belle e comode del mondo
Dalle indipendenti a quelle delle compagnie aeree, ecco cosa sono e come accedervi


ROMA (Italy) - Aeroporti di tutto il mondo si trasformano continuamente, insieme alle compagnie aeree, per accogliere al meglio e fidelizzare i viaggiatori con offerte e benefit, spesso esclusivi. Tra questi benefit rientrano le 'Lounge' (indipendenti o appartenenti alla compagnia aerea con la quale si viaggia) che offrono servizi esclusivi quali bar, ristoranti, connessioni rete, sale letture e tv, assistenza voli e bagagli, business room, stanze riposo, suite private, trattamenti termali ..... Le lounge indipendenti prevedono ingresso solo ad 'appartenenti a club' o soci di un 'programma' oppure a clienti business delle compagnie aeree o a pagamento. Quelle delle 'airlines', invece, concedono accesso solamente a propri viaggiatori. Ecco quindi un reportage con la classifica planetaria sulle lounge più belle, comode, con servizi di eccellenza, maggiormente richieste dai viaggiatori seriali.

Le 'Lounge aeroportuali indipendenti' cioè non appartenti sia a compagnie aeree che agli stessi aeroporti che le ospitano, vedono al vertice "Priority Pass", i cui soci hanno diritto all’accesso in oltre 1.300 lounge in più di 600 città in ben 148 Paesi, a prescindere dalla compagnia aerea o dalla classe in cui viaggiano. Alle sale "Priority Pass" accedono i propri soci del programma (pagando una quota annuale, membri di organizzazioni vip, viaggiatori delle singole compagnie aeree autorizzati dallo status del volo. Altre organizzazioni di 'lounge indipendenti' sono "Escape lounge", "Airspace lounge", "Plaza premium lounge".

La più famosa 'lounge indipendente' resta invece la "The Centurion" di American Express che offre servizi prestigiosi e di lusso ai propri clienti con 40 Lounge in Usa e nel mondo, tra le quali: Las Vegas, Dallas-Fort Worth, New York JFK, New York La Guardia, Houston-George Bush, San Francisco International Airport, Miami, Seattle, Philadelphia, Washington DC, Hong Kong, London Heathrow, Sydney, Melbourne, Mumbai, New Delhi, Buenos Aires, San Paolo, Mexico City, Monterrey. Tra i servizi gratuiti offerti: Assistenza personale, Ristorazione con piatti freschi di stagione sviluppati in collaborazione con rinomati chef locali. Cocktail d'autore, superalcolici e vini curati. Aree di lavoro private con connessioni di rete, TV e biblioteca digitale di riviste e quotidiani, servizi termali, area degustazione vini, sala conferenze, family room, armadi per bagagli.

Le "Airlines Lounge" hanno invece delle procedure esclusive per i passeggeri che volano solamente con il proprio brand. Una esclusività dedicata poi ai soli clienti con ticket premium, business e prima classe.

Tra queste tipologie di lounge, ogni anno viene stilata più di una classifica mondiale sulle migliori, più efficienti, più comode etc. Noi ci affidiamo a quella di Skytrax che resta 'al top' in quanto raccoglie i giudizi dei viaggiatori con verifiche ripetitive. 'Global Lounge Star Ratings' per le lounge premium e pay-to-use di compagnie aeree, alleanze e indipendenti vengono infatti ispezionate e dettagliate con analisi professionali e valutazione degli standard di qualità da parte del team di audit Skytrax. Per il 2022, ecco le lounge migliori del mondo (nessuna italiana in classifica, ndr) che hanno ottenuto "5 star lounge": ABU DHABI Etihad Airways First, AUCKLAND Air New Zeland, BAHRAIN The Pearl Lounge, BANGKOK EVA Air, BEIJING Hainan Airlines, DOHA Qatar Airways, FRANKFURT Lufthansa First Class, FUKUOKA: ANA All Nippon Airways, HONG KONG: Cathay Pacific The Bridge e Plaza Premium First, HOUSTON GEORGE BUSH United Airlines Polaris, ISTANBUL Turkish Airlines, JAKARTA Garuda Indonesia First, JOHANNESBURG SAA Platinum, LONDON HEATHROW: Qatar Airways T4 e Singapore Airlines T2, MEDINA Saudi Arabian Airlines, MUNICH: Munich Airport Lounge World T1, Munich Airport VIP Wing, MUSCAT Primeclass Lounge, PARIS CDG: Air France First - Qatar Airways - Salon Paul Maxence at T2A, QUITO: Sala VIP Domestic e Sala VIP International, SEOUL INCHEON: Asiana Airlines First e Korean Air First, SINGAPORE: Qatar Airways e Singapore Airlines Private Room, SYDNEY Air New Zealand, TOKYO HANEDA: ANA All Nippon Airways e Japan Airlines, TOKYO NARITA: ANA All Nippon Airways e Japan Airlines, TORONTO PEARSON Air Canada Signature Suite, ZURICH: SWISS First Terminal E e SWISS First Terminal A.


Nel panorama delle lounge legate ai viaggi aerei non può non essere citata la splendida e funzionale "lounge onboard prevista sugli A380 di Fly Emirates". Il gigante dei cieli degli Emirati, che ospita con vera comodità oltre 600 passeggeri, è infatti dotato di una eccellente sala bar-ristorante, sita al piano superiore, che allieta il viaggio degli ospiti Business e First.

Ecco i 'Reportage di viaggi' in tutto il mondo con info e consigli utili >>>

Riproduzione non consentita ©





 
 
www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo

Giorgio Esposito

World airport 2022, the definitive ranking of the 20 busiest airports on the planet
World airport 2022, la classifica definitiva dei 20 aeroporti più trafficati del pianeta
Gli States sempre al top con Atlanta, Dallas e Denver


ROMA (Italy) - Airports Council International (ACI) World ha pubblicato i dati definitivi dei 20 aeroporti più trafficati del mondo per il 2022 e rivelando le classifiche dei movimenti aeroportuali di passeggeri, merci e aeromobili per oltre 2.600 aeroporti in più di 180 paesi e territori. Dalle prime 20 classifiche, 10 aeroporti sono negli Stati Uniti. I risultati chiave del set di dati confermano il traffico passeggeri globale totale per il 2022, che supera i 6,6 miliardi , il ritorno del traffico internazionale e la prevalenza degli aeroporti statunitensi ai vertici della classifica. I passeggeri totali globali hanno superato i 6,6 miliardi nel 2022 , rappresentando un aumento del 43,8% rispetto al 2021 o una ripresa del 72,5% rispetto al risultato pre-pandemia (2019).

Airports Council International (ACI) World ha pubblicato oggi l'ultimo World Airport Traffic Dataset , confermando i primi 20 aeroporti più trafficati del mondo e rivelando le classifiche dei movimenti aeroportuali di passeggeri, merci e aeromobili per oltre 2.600 aeroporti in più di 180 paesi e territori.

Airports Council International (ACI), l'associazione di categoria degli aeroporti mondiali, è un'organizzazione federata che comprende ACI World, ACI Africa, ACI Asia-Pacific, ACI EUROPE, ACI Latin America and the Caribbean e ACI North America. Nel rappresentare i migliori interessi degli aeroporti durante le fasi chiave dello sviluppo delle politiche, ACI fornisce un contributo significativo per garantire un sistema di trasporto aereo globale che sia sicuro, protetto, efficiente e sostenibile dal punto di vista ambientale. A partire da gennaio 2023, ACI serve 712 membri, gestendo 1925 aeroporti in 171 paesi. Ecco i 'Reportage di viaggi' in tutto il mondo con info e consigli utili >>> (Italia News Press Agency - 'Credit Press Airport Council International' - www.italianews.org)

Riproduzione non consentita ©





 
 
www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo

Giorgio Esposito

Viaggi, le moschee più spettacolari nei cinque continenti
Dagli Emirati al Marocco, passando per Malesia, Turchia, Oman, Iran, Pakistan e Mali,
ecco il reportage con informazioni e consigli per ammirare questi capolavori architettonici


ROMA (Italy) - Le moschee sono i luoghi di culto dei fedeli della religione islamica, come le chiese lo sono per i cristiani. Un rapporto identifica in ben 2 miliardi il numero dei musulmani indietro ai cristiani che nel mondo arrivano quasi a 2,5 miliardi. Oltre ad accogliere i fedeli, questi meravigliosi templi sono vere e proprie splendide attrazioni architettoniche con sontuosi archi, minareti, cortili, cupole e coloratissime decorazioni. Una ideale classifica è impossibile da stilare perchè questi imponenti luoghi di culto, presenti in ogni continente, si distinguono in virtù di diverse variabili tra i quali periodo storico di costruzione e motivi di realizzazione. Ecco quindi un reportage con info e consigli per apprezzare quelle moschee considerate tra le più spettacolari del mondo.

Indipendentemente dalla propria fede o confessione, i luoghi sacri non solo forniscono una visione religiosa, ma anche una migliore comprensione della storia... L’Islam è una Religione monoteistica fondata da Maometto e la parola musulmano è un aggettivo usato per indicare qualsiasi cosa inerenti all’islam o islamismo e viene usata anche come sostantivo, per indicare una persona che segue la religione islamica. In sintesi, non vi è alcuna differenza tra islamici e musulmani perché i due termini fanno riferimento alla medesima religione attinente all’Islam. Le uniche differenze in questo ambito religioso è dato da due 'correnti religiose' Sciiti e Sunniti. Quest'ultimi costituiscono circa l’85% del mondo islamico, mentre gli Sciiti sono una minoranza geograficamente collocati soprattutto in zone come l’Iran, l’Iraq, Baherein, Yemen, Libano, Siria, Pakistan e Arabia Saudita. Tra loro, elementi ben distinti li separano ma tutti, però, pregano in quelle che sono i monumenti al loro culto. Ecco quindi un excursus tra quelli più spattacolari e monumentali tra loro presenti in Africa, Asia ed Europa.

Moschea di Jumeirah - La Moshea di Jumeirah, uno dei monumenti più emblematici di Dubai, accoglie i visitatori di qualsiasi credo e ed è in grado di ospitare oltre 1.200 fedeli. Fu costruita interamente in pietra bianca secondo la tradizione medievale fatimidica, con due minareti gemelli che svettano su una grande cupola centrale. Con la luce del tramonto si riescono a distinguere meglio gli elaborati elementi artistici e ad apprezzare la sua vera bellezza. Seguendo una politica "Porte aperte, menti aperte", i rappresentanti locali della moschea sono a vostra disposizione per un tour guidato di 75 minuti, che si svolge alle 10 del mattino sei giorni su sette. Durante il tour, vengono descritti dettagliatamente i riti, le tradizioni, i costumi, la gastronomia e le festività islamiche. Gli ospiti sono incoraggiati a fare domande ed è consentito scattare fotografie. Potete inoltre assaggiare alcune specialità arabe tradizionali come il caffè, i datteri e altre tipicità. Si consiglia di tenere un comportamento consono e un abbigliamento sobrio; potete anche indossare un capo tradizionale preso in prestito. Durante la visita, le donne devono indossare una sciarpa o un foulard che copra il capo e le spalle. (foto sotto a sinistra)

Moschea dello Sceicco Zayed - Oltre a essere una delle moschee moderne più imponenti del mondo, la Sheikh Zayed di Abu Dhabi è anche una delle più belle. La sua costruzione è iniziata nel 1997 ed è stata inaugurata 10 anni dopo senza badare a spese. Cittadini provenienti da tutto il mondo e di ogni estrazione sociale visitano la moschea per ammirarne la bellezza architettonica. La moschea fu eretta per volere dello Sceicco Zayed bin Sultan Al Nahyan, Padre Fondatore degli EAU, ed è una delle più grandi al mondo. Lo Sceicco aveva immaginato la creazione di un’accogliente oasi culturale che fungesse da fonte di ispirazione per tutti i cittadini. Anche la sua edificazione è stata una vera e propria collaborazione culturale tra professionisti provenienti da ogni parte del mondo, tra cui 1.300 artigiani iraniani che hanno intrecciato a mano il tappeto che riveste la sala di preghiera principale, nonché la più grande al mondo. Poi, lampadari in Swarovski placcati d’oro, ampi mosaici dai tasselli in marmo nel cortile e specchi d’acqua che riflettono alcune delle tantissime colonne incastonate con ametiste e diaspri. Una volta all’esterno, ammirate i quattro imponenti minareti che svettano in tutta la loro grandiosità a un’altezza di 106 metri. inoltre, all'interno si trova il più grande tappeto persiano del mondo, con una superficie di 5.627 metri quadrati. Per accedere alla Grande Moschea dello Sceicco Zayed è richiesto un abbigliamento consono a un luogo sacro. Tutti i venerdì, la sala di preghiera principale rimarrà chiusa ai visitatori tra le 12:00 e le 15:00 in occasione della preghiera del venerdì. (foto sopra a destra)

Moschea Blu - La Moschea Blu è la moschea più importante di Istanbul. Il suo nome in lingua turca è Sultanahmet Camii, ovvero Moschea del Sultano Ahmed e venne inaugurata nel 1617 durante il mandato di Mustafa I. La Moschea Blu possiede sei minareti, un fatto che all'epoca della sua costruzione scatenò una certa polemica, giacché era lo stesso numero di torri della Mecca. Posteriormente, per placare gli animi dei fedeli, alla Mecca venne aggiunto un settimo minareto. Entrando nella Moschea Blu si comprende subito il perché del suo nome: più di 20.000 piastrelle di ceramica turchese adornano le pareti superiori e la cupola della moschea. Le piastrelle provengo dalla città di Nicea, l'attuale Iznik. L'illuminazione della moschea proviene dalle oltre 200 vetrate e dai lampadari che pendono dal tetto. Per entrare nella Moschea Blu (come in tutte le moschee) dovrete indossare abiti appropriati e togliervi le scarpe prima di entrare. Le donne dovranno avere le spalle e il capo coperti. Se non disponente di uno scialle per coprirvi, all'ingresso vi lasceranno tutto l'occorrente. Durante le ore di culto, l'accesso alla moschea per i turisti viene sospeso. (foto sotto a sinistra)

Moschea di Hassan II - La moschea di Hassan II di Casablanca è la moschea più grande del Marocco e la terza al mondo dopo la Masjid al-Haram della Mecca e la moschea del Profeta di Medina. L’edificio è stato costruito su un promontorio che si affaccia sull’oceano Atlantico e può contenere fino ad un massimo di 25.000 fedeli al suo interno e altri 80.000 nella piazza circostante. La moschea, che è lunga 200 metri e larga 100, è interamente realizzata in cemento armato e tutte le decorazioni sono di tipo tradizionale marocchino, unite ad elementi islamici. Tra le caratteristiche architettoniche degne di nota figurano la cupola, le cospicue colonne, gli archi a ferro di cavallo e le innumerevoli muqarnas, ovvero delle tipiche decorazioni, che impreziosiscono i soffitti. All’interno la grande sala di preghiera è divisa in tre navate, di cui quella centrale è più alta rispetto alle laterali ed è coperta da un tetto apribile, che consente ai fedeli di poter pregare sotto le stelle durante le notti limpide. In cima al minareto ha un faro con una portata di 30 chilometri che proietta ogni notte la luce verso la Mecca. (foto sopra a destra)

Moschea di Shah - Eretta nel 1629 al lato sud di Piazza Naqsh-e jahàn, una delle piazze più grandi del mondo, il cui complesso è stato dichiarato dall'UNESCO patrimonio dell'umanità nel 1979. Costruita durante il periodo safavide, l'edificio è un eccellente esempio di architettura islamica dell'Iran e dell'arte islamica in generale. La moschea è riconosciuta come uno dei più grandi capolavori dell'architettura persiana. La gigantesca piazza, sulla quale si aprono le bellissime moschee, è chiamata ufficialmente Meydan Naqsh-e Jahan (ovvero Piazza Metà del Mondo). Il portale della moschea principale, uno dei gioielli dell’arte e dell’architettura islamica, indica la direzione della Mecca. È alto 27 metri e affiancato da due minareti di 42 metri. Tutte le mura sono decorate con tessere di mosaico di sette colori. L’arco del portale forma un iwan (nella foto) una sorta di ambiente chiuso e coperto, che sembra richiamare l’interno di una grotta impreziosita da piccole stalattiti. Un gioco di forme, volumi e colori che non finisce mai di stupire. Con la caduta dello Scià di Persia nel 1979 e l'istituzione della Repubblica islamica dell'Iran (vedi Rivoluzione islamica), la moschea dello Scià è stata ribattezzata moschea dell'Imam, con riferimento all'imam leader della rivoluzione Ruhollah Khomeyni. (foto sotto a sinistra)

La Moschea del Sultano Qaboos - Costruita nel sobborgo di Ghubrah nel 2001, l'edificio simbolo è un'impresa impressionante dell'architettura islamica contemporanea e una delle più grandi moschee del Golfo, con i suoi 40.000 metri quadrati di terreno in grado di ospitare un incredibile 20.000 fedeli contemporaneamente. Situata all'interno di un vasto complesso recintato, su cui si affacciano 5 torreggianti minareti, la Grande Moschea comprende due sale di preghiera circondate da un cortile, giardini e una serie di giochi d'acqua. Incorporando elementi di design omanita, persiano ed egiziano, il complesso è interamente scolpito in incontaminata arenaria bianca indiana e comprende una sala da preghiera per donne, una biblioteca e sale riunioni. Il coronamento della moschea è la sontuosa sala di preghiera centrale, una massa scintillante di marmo bianco e grigio adornata con elaborate piastrelle e con un lampadario in cristallo Swarovski alto 14 metri e il secondo tappeto più grande del mondo - un 70 metri- lungo tappeto iraniano tessuto a mano. Sotto la spettacolare cupola dorata alta 50 metri, c'è spazio per un massimo di 6.600 tappetini per la preghiera. Mentre la moschea accoglie i visitatori, i non musulmani possono entrare nella sala di preghiera principale solo durante gli orari prestabiliti e sia gli uomini che le donne che entrano nella moschea sono tenuti a seguire il codice di abbigliamento: braccia, gambe e capelli (solo donne) devono essere coperti. (foto sopra a destra)

Moschea di cristallo - La moschea di Kuala Terengganu, meglio conosciuta con il nome di Moschea di Cristallo (Masjid Kristal), è un esempio di ingegno architettonico. Costruita sull'isola di Man Wan in Malaysia, tra il 2006 e il 2008, è stata ufficialmente inaugurata l'8 febbraio 2008 dal sultano Mizan Zainal Abidin. L’edificio, che ha una superficie di 2146 metri quadrati, 4 minareti e una capienza di 700 persone, è stato costruito in vetro e acciaio unendo lo stile arabo musulmano e lo stile cinese. Il vetro, che copre gran parte della moschea, riflette sia l'acqua che la luce solare creando un’ atmosfera davvero particolare e l’illuminazione interna fa si che le cupole risultino brillare. Fornita di tutti i comfort moderni come aria condizionata, sistema di distribuzione automatica dell'acqua per le abluzioni, apparecchiature audio e video multimediali, la moschea è dotata anche di strutture informatiche e di copertura WiFi, in modo da consentire al turista e agli utenti di accedere a tutti i servizi che vengono offerti dall'amministrazione della moschea. (foto sotto a sinistra)

Grande Moschea di Djenné - La Moschea prende il nome da questa meravigliosa città “la città di fango” tutte le costruzioni infatti sono state realizzate con mattoni di terra cruda. La Grande Moschea di Djenné è il più imponente tra tutti gli edifici, con i suoi 20 metri di altezza e 75 metri di lato. Costruita nel 1909, la sua struttura si basa su un impasto di argilla, sabbia e paglia essiccata al sole da cui si ottengono i mattoni, che vengono leggermente bagnati prima di essere assemblati. La moschea è talmente enorme che può ospitare ben 3000 fedeli e l’entrata si affaccia proprio sulla piazza principale del mercato della città. Per proteggerla ha un sistema di tubi che sporgono dalle pareti e convogliano l’acqua verso l’esterno. Dalle torri alte 20 metri il muezzin chiama i fedeli alla preghiera per ben 5 volte al giorno. La circolazione dell’aria è garantita da 104 fori di areazione. L’interno della moschea è composto da due ampi spazi, uno occupato da un cortile di preghiera e l’altro al coperto. Il monumento è patrimonio umanitario dell’Unesco. (foto sopra a destra)

Moschea Badshahi - La Moschea con le sue grandi cupole bianche è un esempio di architettura mongola e fu costruita nel 1673 con il suo caratteristico colore rosso dell'arenaria. La Moschea Imperiale a Lahore, commissionata dal sesto imperatore Moghul Aurangzeb è la seconda moschea per ordine di grandezza in Pakistan e in tutta l'Asia meridionale e quinta per grandezza al mondo. Sintetizzando in sé tutta la bellezza, la passione e la gloria dell'era dell'Impero Moghul, costituisce la maggiore attrazione turistica di Lahore. Si trova nel parco Iqbal, a Lahore, Pakistan. Nel 1993 il Governo del Pakistan ha raccomandato l'inserimento del sito fra i Patrimoni dell'umanità dell'Unesco. È dunque ora fra i candidati a una possibile inclusione. (foto sotto a sinistra)

Moschea di Salahuddin Abdul Aziz - Nello stato di Selangor, in Malesia, si trova la Moschea del Sultano Salahuddin Abdul Aziz, considerata non solo una delle più belle moschee del sud-est asiatico, ma del mondo intero. Costruita nel 1988 vanta imponenti forme poliedriche e colori bianchi e blu che gli conferiscono un'atmosfera unica. La Moschea Sultan Salahuddin Abdul Aziz Shah, nota anche come Moschea di Stato di Selangor, fu inaugurata nel 1988 completata da Sua Maestà, il Sultano di Selangor Darul Ehsan. La Selangor State Mosque è attualmente la più grande moschea della Malesia. Combinando architettura islamica e malese, questa moschea è composta da tre piani. (foto sopra a destra)

Ecco i 'Reportage di viaggi' in tutto il mondo con informazioni e consigli utili >>>

Riproduzione non consentita ©





 
 
www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo

Giorgio Esposito

The most beautiful cathedrals in Europe conquer travelers from all over the world
Le cattedrali più belle d'Europa conquistano viaggiatori da tutto il mondo
Il reportage nelle basiliche gotiche più spettacolari d'Europa


ROMA (Italy) - L'architettura gotica rifletteva gli ideali, i gusti e la spiritualità dell'epoca. Dopo il periodo più buio del romanico, si cercarono luce e verticalità, caratteristiche essenziali dell'architettura delle chiese e delle cattedrali gotiche, con le variopinte vetrate che lluminano gli spazi interni con una miriade di colori. L'architettura gotica nacque nel XII secolo, forse ispirata dai Goti che occupavano gran parte del continente, e divenne nota come "stile francese"; solo nel XVI secolo fu chiamata “gotica”, termine usato in modo dispregiativo, in quanto i Goti erano considerati barbari. Le prime cattedrali gotiche risalgono alla seconda metà del XII secolo, per costruirle venivano chiamati i migliori architetti, scalpellini, carpentieri e vetrai e la loro realizzazione poteva richiedere centinaia di anni di lavoro e il contributo di intere città.

Sebbene esempi di architettura gotica siano presenti in molti palazzi, municipi e castelli dell'epoca, questo stile trova la sua massima espressione nelle splendide cattedrali e Basiliche presenti nel vecchio continente. Ecco le cattedrali e Basiliche più imponenti scelte dagli utenti di Jetcost in tutta Europa:

Il Duomo di Milano (Italia) - Milano è una città vibrante e vivace e la sua storica cattedrale è considerata il cuore della città. È dedicata a Santa Maria e la figura dorata della Madonna, appollaiata sulla guglia più alta, è un emblema della città. È la chiesa più grande d'Italia dopo San Pietro in Vaticano e può ospitare fino a 40.000 persone. È riccamente ornata di sculture gotiche, figure e gargoyles. Tra queste, la "Nuova Legge" (1810), che potrebbe aver ispirato Auguste Bartholdi per la sua Statua della Libertà a New York. La costruzione del Duomo di Milano è durata più di 600 anni ed è ancora incompiuta. La sua facciata fu inaugurata nel 1418, ma rimase incompleta per secoli fino all'intervento di Napoleone. È ancora in fase di restauro e pulizia per preservare i suoi marmi bianchi e rosa. (foto sotto a sinistra)

Basilica di San Francesco d'Assisi (Italia) - La Basilica di San Francesco d'Assisi è una popolare meta di pellegrinaggio per i cattolici di tutto il mondo. La sua architettura sorprende i visitatori, è un vero e proprio mix di elementi gotici e romanici. Simboleggia l'inizio di un nuovo periodo creativo. Infatti, la basilica appare come una vera e propria chiesa doppia, con edifici e funzioni distinte. La Basilica Superiore, di stile prettamente gotico, destinata agli eventi e alla predicazione, mentre la Basilica Inferiore, con la cripta di San Francesco, destinata alla riflessione e alla devozione privata. Il progetto della chiesa raggiunge un insieme raffinato ed equilibrato; sono presenti elementi legati alla tradizione romanica umbra, come la facciata a capanna e le robuste torri quadrangolari, e parti ispirate allo stile gotico più contemporaneo. Gli archi a sesto acuto della navata, i contrafforti e le volte a crociera sono esempi di questa influenza. (foto sopra a destra)

Cattedrale di Burgos (Spagna) - La Cattedrale di Burgos è una chiesa dedicata alla Vergine Maria, come molte altre, famosa per le sue grandi dimensioni e la sua singolare architettura gotica; è stata la prima cattedrale gotica della penisola iberica e il suo nome originale è Santa Iglesia Catedral Basílica Metropolitana de Santa María. La costruzione della Cattedrale di Burgos iniziò nel 1221 secondo gli schemi del gotico francese, anche se subì importanti modifiche nell'XI e nel XVI secolo e, dopo una lunga pausa di quasi due secoli, fu completata nel 1567. Dichiarata Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO nel 1984, è l'unica cattedrale spagnola a detenere questo riconoscimento. È senza dubbio uno dei gioielli dell'arte gotica universale, anche se il suo interno presenta anche elementi decorativi rinascimentali e barocchi. Nel 1919 la cattedrale divenne il luogo di sepoltura di Rodrigo Díaz de Vivar, "El Cid", e di sua moglie Doña Jimena. Un elemento curioso all'interno della cattedrale è il cosiddetto El Papamoscas, un automa che suona una campana ogni ora, aprendo e chiudendo la bocca mentre muove il braccio destro per azionare il batacchio di una campana. A causa del distacco di una figura dalla facciata, nel 1994 si decise di restaurare la cattedrale. In totale sono stati investiti più di 30 milioni di euro, il che la rende il monumento europeo che ha ricevuto più fondi per il suo restauro, che è durato più a lungo.

Notre Dame de Paris (Francia) - È probabilmente la più riconoscibile e conosciuta di tutte le chiese gotiche medievali. È anche la più tristemente attuale a causa del devastante incendio del 15 aprile 2019 da cui non si è ancora “ripresa"; la cattedrale non aprirà fino al 2024, in concomitanza con i Giochi Olimpici di Parigi. La sua facciata, circondata da due torri gotiche, è uno dei monumenti più emblematici della Francia. Fino alla costruzione della Torre Eiffel nel XIX secolo, le torri della cattedrale erano le più alte dello skyline parigino. È una cattedrale a croce latina a cinque navate e a doppio corridoio. Notre Dame è stata anche una delle prime strutture a incorporare contrafforti volanti, rendendola una spettacolare realizzazione dell'ambizioso stile gotico Rayonnant. La cattedrale fu progettata per essere una sorta di "libro per i poveri", con sculture che raccontavano storie religiose attraverso immagini per le masse di fedeli analfabeti. (foto sotto a sinistra)

Cattedrale di Siviglia (Spagna) - La Cattedrale di Siviglia, concepita in grande stile dai Canonici di Siviglia nel 1401, rimane la più grande cattedrale gotica e la terza chiesa più grande del mondo. Non delude i visitatori, e non solo per le sue enormi dimensioni: la navata principale raggiunge l'impressionante altezza di 42 metri. Tra le opere d'arte all'interno c'è il magnifico Altare Maggiore e, sebbene l'architettura sia prevalentemente gotica, vi sono alcuni aspetti architettonici islamici, poiché fu costruita sopra la principale moschea almohade e alcune caratteristiche sono sopravvissute; in particolare la torre Giralda o il cortile degli aranci che faceva parte della moschea. (foto sopra a destra)

Cattedrale di Lincoln (Inghilterra) - La Cattedrale di Lincoln è considerata da molti uno dei grandi tesori dell'Inghilterra. La sua costruzione iniziò per fasi nel 1072 e, come le altre cattedrali europee di quel periodo, il suo stile copia il primo gotico, un progetto rivoluzionario alla fine del periodo romanico. Un incendio e uno dei più forti terremoti nel Regno Unito costrinsero a cambiare il progetto della cattedrale e gli architetti utilizzarono lo stile gotico inglese antico per le strutture. Con il progredire dell'architettura, si utilizzarono anche metodi appropriati all'epoca, come l'arco a sesto acuto, i contrafforti volanti e le volte a crociera per sostenere le pareti esterne della cattedrale gotica. Questi cambiamenti permisero di incorporare grandi finestre per far entrare ancora più luce. Nel XIV secolo, la torre della cattedrale gotica fu innalzata a 83 metri di altezza e furono aggiunti due grandi rosoni in vetro colorato. Una curiosità: è il luogo di sepoltura di Eleonora di Castiglia.

Cattedrale di Chartres (Francia) - La Cattedrale di Chartres, dedicata alla devozione della Vergine Maria, è una pietra miliare dell'architettura gotica. I suoi portali, le vetrate, gli ornamenti e le statue scolpite sono in ottime condizioni. Essi rendono la chiesa uno degli esempi meglio conservati per lo studio del periodo. La facciata occidentale è racchiusa tra due torri, come tipico del gotico francese. È una grande rappresentazione del gotico stravagante. La Portail Royal ha tre ingressi con una moltitudine di rilievi, sculture e colonne statuarie. La sua iconografia, che rappresenta i cicli delle stagioni, le costellazioni e persino un bizzarro bestiario, in alcuni casi è ancora legata a influenze romaniche. Tuttavia, è il famoso labirinto di Chartres ad aver attratto i simbolisti. Si trova sul pavimento della navata principale e rappresenta un percorso di santificazione che i viaggiatori devono seguire per poter discernere tra bene e male.

Cattedrale di Colonia (Germania) - La Germania non è nota solo per i suoi castelli e le sue fortificazioni medievali, anche le chiese gotiche ebbero un ruolo di primo piano durante tutto il Medioevo. La Cattedrale di Colonia, ad esempio, è la più grande chiesa gotica del Nord Europa. Le sue due torri con enormi capitelli sono alte più di 150 metri e fino al 1884 erano la struttura più alta del mondo. Come meta di pellegrinaggio, è anche tra i luoghi più visitati della Germania, poiché ospita le reliquie dei Magi del Medioevo, che furono rimosse da un'altra cattedrale di Milano da Federico Barbarossa, il Sacro Romano Imperatore. Questa sacra reliquia, incredibilmente importante per la devozione cristiana, è ora custodita in uno scrigno d'oro progettato dal famoso orafo Nicolas de Verdun. Durante la Seconda Guerra Mondiale fu bombardata 14 volte e una delle sue bellissime vetrate fu distrutta. Gerhard Richter, un artista visivo moderno, l'ha ricreata nel 2007, realizzando una vetrata moderna e un nuovo tipo di vetrata gotica. (foto sotto a sinistra)

Cattedrale di San Vito a Praga (Repubblica Ceca) - La Cattedrale di San Vito è una chiesa gotica situata nel parco del famoso Castello di Praga, che domina la Città Piccola di Praga. È senza dubbio uno dei monumenti più notevoli e riconoscibili della capitale ceca e dell'intero Paese. La cattedrale gotica è molto più di una meravigliosa destinazione per la devozione cristiana e il ritiro religioso, è un'opera d'arte eccezionale e offre una vista mozzafiato sulla città. È considerata uno dei monumenti più importanti del Paese e un'icona spirituale della Repubblica Ceca. Ospita il vescovo della diocesi di Praga dal X secolo. Oltre a tenersi qui un numero inconcepibile di funzioni e altri eventi cattolici, vi sono stati incoronati diversi monarchi e regine cechi. È l'ultima dimora di molti monarchi, santi, signori e arcivescovi. (foto sopra a destra)

Cattedrale di Santa Maria di Toledo (Spagna) - La Cattedrale di Toledo è considerata da molti la massima espressione dell'architettura gotica in Spagna. La sua costruzione iniziò nel 1226, durante il regno di Ferdinando III il Santo, e le sue cupole furono chiuse nel 1493, durante il regno dei Re Cattolici. Questa cattedrale ha cinque navate, un transetto e un doppio deambulatorio con l'anomalia che le navate esterne sono leggermente più larghe delle altre. La parte più antica conserva i trifori originali. Tuttavia, durante il periodo gotico, questi furono sostituiti da grandi finestre. Quelle che rimangono oggi hanno una chiara influenza mudéjar. La collezione conservata nella Sacrestia è meravigliosa, con El Expolio e Apostolado di El Greco, dipinti di Caravaggio, Tiziano, Van Dyck, Goya, Morales, Rubens, Bassano e molti altri. Una menzione speciale va fatta per Giovanni di Borgogna e Luca Giordano, i cui dipinti più importanti sono gli affreschi che ricoprono rispettivamente le pareti della Sala Capitolare e il soffitto della Sacrestia.

Cattedrale di Santo Stefano (Vienna) - La Cattedrale di Santo Stefano (Stephansdom), situata nel cuore di Vienna, è sopravvissuta a molte guerre e oggi è un simbolo della libertà della città. La cattedrale gotica sorge sulle rovine di due chiese precedenti e fu in gran parte iniziata da Rodolfo IV, duca d'Austria, nel XIV secolo. La sua caratteristica più riconoscibile è il tetto di tegole, oltre 250.000 a rombi, che ha avuto bisogno di restauro dopo essere stato gravemente danneggiato durante la Seconda Guerra Mondiale. Sul lato destro della cattedrale si trova un ingresso chiamato Porta dei Cantanti, che non poteva essere utilizzato dalle donne. L'interno della Cattedrale di Vienna ospita le spoglie di molti membri della famiglia d’Asburgo ed è stato il luogo del matrimonio e del successivo funerale del magnifico Mozart. (foto sotto a sinistra)

Monastero dos Jerónimos a Lisbona (Portogallo) - È forse il monumento più imponente di Lisbona, anche se si trova alla periferia della città. Questo imponente monastero del XVI secolo è il luogo di riposo di luminari come il poeta Luís de Camões, autore del poema epico “I Lusiadi”, e Vasco da Gama, il comandante in capo dell'armata che salpò per l'India nel 1497. Dichiarato Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO, anche se non è di per sé una cattedrale, il Monastero dos Jerônimos è uno dei più importanti esempi di architettura tardo-gotica manuelina in Portogallo ed è intrinsecamente legato all'epopea delle Scoperte. Le facciate, la chiesa e i chiostri sono particolarmente degni di nota. All'interno si può apprezzare la sala della chiesa, un capolavoro dello stile manuelino, realizzato da João de Castillo. Vale la pena notare come, in un'audace impresa architettonica, la bella volta del transetto non sia sostenuta da alcuna colonna. Nelle cappelle laterali sono sepolti i re, i principi e le principesse dei discendenti di Manuele I. Nella cappella principale, ricostruita successivamente da Jerónimo de Ruão, si trovano le tombe del re Manuele I, di suo figlio Juan III e delle loro mogli. Merita una menzione speciale il tabernacolo in argento massiccio, opera dell'oreficeria portoghese della metà del XVII secolo. (foto sopra a destra)

Ecco i 'Reportage di viaggi' in tutto il mondo con info e consigli utili >>>

Riproduzione non consentita ©





 
 
www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo

Giorgio Esposito

Travel, 'Business Traveller Middle East Awards 2023': Here are all the winners Viaggi, 'Premi Viaggiatori d'affari nel Medio Oriente 2023': ecco tutti i vincitori
Le migliori Airline, Aeroporti, Hotel nelle classifiche Mediorientali


ROMA (Italy) - La prestigiosa cerimonia della 22esima edizione a Palazzo Versace di Dubai. Nella categoria delle compagnie aeree, Emirates conquista quattro premi, Etihad Airways tre riconoscimenti e Qatar Airways due premi. Premi anche per aeroporti e gli iconici Hotel del Medio Oriente. L'elenco completo dei vincitori.

Compagnie aeree: Emirates: "Migliore compagnia aerea del mondo", "Compagnia aerea con la migliore classe economica premium", "Compagnia aerea con la migliore prima classe" e "Migliore lounge aeroportuale del Medio Oriente". Etihad: "Compagnia aerea con il miglior equipaggio di cabina", "Compagnia aerea con la migliore classe economica" e "Compagnia aerea con il miglior programma frequent flyer". Qatar Airways: "Compagnia aerea con la migliore classe business" e "Migliore compagnia aerea regionale che serve il Medio Oriente". Singapore Airlines "Migliore compagnia aerea asiatica che serve il Medio Oriente. Turkish Airlines "Migliore compagnia aerea europea che serve il Medio Oriente.

Aeroporti: International Airport Dubai vince due premi "Miglior aeroporto del Medio Oriente" e "Miglior aeroporto del mondo".

Hotel: Raffles Doha è il 'Miglior nuovo hotel d'affari del Medio Oriente' e l'Hilton Abu Dhabi Yas Island 'Miglior hotel d'affari del Medio Oriente'. Al Jumeirah Hotels & Resorts "Miglior marchio di hotel lusso in Medio Oriente, InterContinental Hotels & Resorts "Miglior marchio di hotel in Medio Oriente", Fairmont di Accor "Miglior marchio di hotel". Hilton Abu Dhabi Yas Island "Miglior hotel d'affari in tutto il Medio Oriente". Best New Business Hotel in the Middle East: Raffles Doha (Winner); Marriott Resort Palm Jumeirah, Dubai (Highly Commended).

Best Business Hotel in Dubai: Four Seasons Hotel Dubai International Financial Centre (Winner); Novotel World Trade Centre Dubai (Highly Commended); Best Business Hotel in Abu Dhabi: Hilton Abu Dhabi Yas Island (Winner); Beach Rotana Abu Dhabi (Highly Commended); Best Business Hotel in Sharjah and the Northern Emirates: InterContinental Ras Al Khaimah Mina Al Arab Resort & Spa (Winner); Fujairah Rotana Resort & Spa (Highly Commended); Best Business Hotel in Jordan: The Boulevard Arjaan by Rotana, Amman (Winner); Amman Marriott Hotel (Highly Commended); Best Business Hotel in Lebanon: Radisson Blu Hotel, Beirut Verdun (Winner); Gefinor Rotana Beirut (Highly Commended); Best Business Hotel in Egypt: InterContinental Citystars Cairo (Winner); Fairmont Nile City (Highly Commended); Best Business Hotel in Qatar: Fairmont Doha (Winner); Alwadi Hotel Doha – MGallery (Highly Commended); Best Business Hotel in Kuwait: Grand Hyatt Kuwait (Winner); Four Seasons Hotel Kuwait at Burj Alshaya (Highly Commended); Best Business Hotel in Bahrain: Jumeirah Gulf of Bahrain Resort & Spa (Winner); Mövenpick Hotel Bahrain (Highly Commended); Best Business Hotel in Oman: Al Bustan Palace, a Ritz-Carlton Hotel (Winner); Jumeirah Muscat Bay (Highly Commended); Best Business Hotel in Riyadh: voco Riyadh (Winner); Radisson Hotel Riyadh Airport (Highly Commended); Best Business Hotel in Jeddah: The Ritz-Carlton, Jeddah (Winner); Shangri-La Jeddah (Highly Commended). Ecco i 'Reportage di viaggi' in tutto il mondo con info e consigli utili >>> (Italia News Press Agency - 'Credit Press Business Traveller' - www.italianews.org)

Riproduzione non consentita ©





 
 
www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo

Giorgio Esposito

World airport 2022, the ranking of the 10 busiest airports on the planet
World airport 2022, la classifica dei 10 aeroporti più trafficati del pianeta
Gli States sempre al top con Atlanta, Dallas e Denver


ROMA (Italy) - Airports Council International (ACI) World ha pubblicato i dati dei 10 aeroporti più trafficati del mondo per il 2022, con gli hub aeroportuali che ritornano ad avere il traffico internazionale pre pandemia. I dati preliminari indicano infatti che con la ripresa dei viaggi internazionali, nel 2022 il traffico passeggeri globale ha raggiunto quasi 7 miliardi, con un aumento del 53,5% rispetto al 2021 o una ripresa del 73,8% rispetto ai risultati del 2019. I movimenti di aeromobili globali del 2022 sono vicini a 89 milioni, con un aumento del 20,4% rispetto ai risultati del 2021, con un recupero dell'82,5% rispetto ai livelli pre-pandemia (2019). I primi 10 aeroporti per movimenti di aeromobili, che rappresentano quasi il 7% del traffico globale hanno registrato aumenti dell'11,4% rispetto al 2021.

Mantenendo le posizioni dal 2021, Hartsfield-Jackson Atlanta International Airport (ATL, 93,7 milioni di passeggeri, +23,8%) è in cima alla classifica 2022, seguito da Dallas Fort Worth Airport (DFW, 73,4 milioni di passeggeri, +17,5%), Denver Airport (DEN, 69,3 milioni di passeggeri, +17,8%) e Chicago O'Hare Airport (ORD, 68,3 milioni di passeggeri, +26,5%). Dei primi 10 aeroporti a livello globale, 5 si trovano negli Stati Uniti. Tutti hanno quote significative di passeggeri nazionali (tra il 75% e il 95% di traffico interno). Tra gli aeroporti reintegrati nella classifica superiore figurano anche l'aeroporto di Dubai che raggiunge il 5° posto (DXB, 66,1 milioni di passeggeri, +127%), l'aeroporto di Istanbul che raggiunge la 7° posizione (IST, 64,3 milioni di passeggeri, +73,8%), seguito dall'aeroporto di Londra Heathrow, L'aeroporto di Delhi e l'aeroporto di Parigi Charles de Gaulle rispettivamente all'8° , 9° e 10° posto. Il più grande salto nella top 10 è stato registrato per Londra Heathrow (LHR), che ha migliorato la sua classifica dalla 54esima posizione con la riapertura delle frontiere nel marzo 2022 dopo due anni di chiusure. Ecco la classifica completa relativa a Passeggeri, Movimenti aerei e Cargo:

Airports Council International (ACI), l'associazione di categoria degli aeroporti mondiali, è un'organizzazione federata che comprende ACI World, ACI Africa, ACI Asia-Pacific, ACI EUROPE, ACI Latin America and the Caribbean e ACI North America. Nel rappresentare i migliori interessi degli aeroporti durante le fasi chiave dello sviluppo delle politiche, ACI fornisce un contributo significativo per garantire un sistema di trasporto aereo globale che sia sicuro, protetto, efficiente e sostenibile dal punto di vista ambientale. A partire da gennaio 2023, ACI serve 712 membri, gestendo 1925 aeroporti in 171 paesi. Ecco i 'Reportage di viaggi' in tutto il mondo con info e consigli utili >>> (Italia News Press Agency - 'Credit Press Airport Council International' - www.italianews.org)

Riproduzione non consentita ©





 
 
www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo

Giorgio Esposito

Il potere dei passaporti nel mondo: Giappone, Singapore e Corea del sud al Top
Nella classifica generale l'Italia si posiziona nella Top Ten con 190 paesi visitabili senza visto
L'indice 2023 comprende 199 diversi passaporti e 227 diverse destinazioni di viaggio


ROMA (Italy) - I passaporti di Giappone e Singapore danno accesso al maggior numero di Paesi al mondo senza bisogno del visto: è quanto emerge dell'Henley Passport Index, l'indice dei passaporti "più potenti" al mondo pubblicato dalla società londinese Henley & Partners, che assiste i clienti internazionali nell'ottenimento della residenza e della cittadinanza nell'ambito dei rispettivi programmi. La classifica dei passaporti più "desiderati" viene compilata sulla base del numero di Paesi che si possono visitare senza visto o semplicemente compilando il modulo per il visto prima di entrare nel Paese di destinazione. Ecco la 'top ten' planetaria: Giappone accesso libero in 193 paesi, Singapore 193, Corea del Sud 192, Germania 191, Spagna 191, Finlandia 190, Italia 190, Lussemburgo 190, Austria 189, Danimarca 189. La classifica e i reportage nei singoli paesi.

Con dati storici che coprono 18 anni, l'Henley Passport Index è l'unico del suo genere basato su dati esclusivi dell'Autorità internazionale del trasporto aereo (IATA). L'indice comprende 199 diversi passaporti e 227 diverse destinazioni di viaggio. Aggiornato trimestralmente, l'Henley Passport Index è considerato lo strumento di riferimento standard per i cittadini globali e gli stati sovrani quando si valuta la posizione di un passaporto nello spettro della mobilità globale. Ecco visualizza e scarica la classifica generale e i nostri reportage giornalistici nei singoli paesi con informazioni e consigli indispensabili: >>>

Riproduzione non consentita ©



 

 
 
www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo

Giorgio Esposito

I mercatini di Natale iniziano ad accendersi di luci, colori e calore
Ecco quelli più belli d'Europa. Le "luci d'artista" di Salerno


ROMA (Italy) - Con l'inizio dell'Avvento si comincia a respirare aria di festività natalizie. Natale infatti non è solo una festa ma è soprattutto atmosfera, fatta di luci, colori, profumi e tradizione. E proprio quest’ultima vuole che tra i momenti più suggestivi e gioiosi di questo periodo si visitino i mercatini di Natale, dove si trovano tanti addobbi e idee regalo. Una festa tanto lunga che da novembre porta fino alla Befana, fatta appunto di tradizione, cucina, famiglia, luci, addobbi e regali. E' quindi questo il momento ideale e suggestivo per scegliere quali mercatini di Natale visitare in giro per il mondo. Ecco una speciale classifica tra quelli più rinomati.

I mercatini di Natale sono una delle attrazioni più richieste da viaggiatori e turisti specie per quelli più rinomati, che diventano attrazioni imperdibili. Spesso bastano due o tre giorni per scoprirne la magia. La tradizione arriva dal Nord Europa, ma anche in Italia ci sono molti mercatini e soprattutto nel Trentino che possiede una cultura asburgica e tedesca. Souvenir, addobbi di Natale, dolci e vin brulé a volontà per scaldare le fredde serate in giro per i mercatini. Ecco quindi le nostre scelte da intenditori da sfruttare nel periodo natalizio che spesso inizia il 15 novembre fino al 6 gennaio.

In Austria la capitale Vienna ha il mercatino più bello e scenografico. Durante il periodo natalizio è letteralmente invasa dai mercatini: ce n'è praticamente uno in ogni zona della città. I più grandi e famosi mercatini natalizi a Vienna sono: l'Incanto del Natale Viennese, che è anche il più tradizionale; il Villaggio Natalizio di Maria-Theresien-Platz, dedicato principalmente agli oggetti di artigianato artistico; l'Antico Mercatino del Freyung, che come da nome è il più antico di Vienna, con una tradizione risalente al '700; il Mercatino Natalizio della Cultura che si distingue principalmente per la sua ambientazione quasi fiabesca di fronte alla Reggia di Schonbrunn. Dal 16 novembre al 26 dicembre. Link Austria

L'austriaca Innsbruck propone 6 mercatini: Christkindlmarkt Altstadt Innsbruck nel centro storico, il Christkindlmarkt Marktplatz, Christkindlmarkt Maria-Theresien-Straße, il Panorama Christkindlmarkt Hungerburg, Weihnachtströdlermarkt e il Mercatino di Natale di Wilten. Quello più famoso si tiene nel centro storico, nella piazza del Tettuccio d’Oro. Visitare i mercatini di Innsbruck è anche l’occasione per vedere il bellissimo ed elegante centro storico della città. I mercatini di Natale di Innsbruck si terranno dal 15 novembre al 6 gennaio 2023.

Dei mercatini di Natale in Svizzera i più popolariè sono a Zurigo e Lucerna. Nel periodo dell’Avvento tutto il centro storico si trasforma in un grande mercato natalizio, con bancarelle e casette ad ogni angolo, strada e piazza. A Lucerna trovate prodotti di artigianato, tra cui le immancabili lampade ad olio e le candele, poi capi di abbigliamento e prodotti gastronomici tipici. Periodo dal 24 novembre al 24 dicembre 2022. Link a Svizzera

Uno dei mercatini di Natale più grandi di Zurigo si trova direttamente davanti al Teatro dell’Opera, sulla Sechseläutenplatz, a pochi passi dal Lago di Zurigo. Circa 100 bancarelle creano un accogliente villaggio natalizio davanti alla spettacolare cornice del Teatro dell’Opera, invitando a curiosare e sorseggiare vin brûlé.A rotazione, designer locali presentano gioielli e reperti insoliti sulle loro bancarelle, mentre dal punto di vista culinario c’è solo l’imbarazzo della scelta. Al centro dell’attenzione ci sono la coesione e l’atmosfera natalizia, che si tratti di andarci dopo il lavoro per bere un vin brûlé, con le amiche per fare shopping o dopo aver fabbricato candele sulla Bürkliplatz con i più piccoli. una pista di pattinaggio invita a compiere evoluzioni sul ghiaccio. I gruppi possono divertirsi giocando a curling, il nuovo gioco in voga alle olimpiadi invernali.

La Francia spicca per il mercatino di Strasburgo che resta il più antico d'Europa risalente al 1570. Ospitato nel centro storico medievale e rinascimentale della città francese sulle sponde del Reno, propone numerosi eventi e manifestazioni come spettacoli e giochi di luce. Place Kleber (luogo dello storico albero di Natale), place de la Cathédrale, Place Broglie e Petite France, saranno sede delle oltre sessanta casette in legno dove acquistare regali e assaggiare le specialità del Basso Reno: bretzel con pancetta, le gauffre, il vin brulè, il succo d'arancia caldo, il choucroute, il pan di zenzero e l'imperdibile e la Biere de Noel, la celebratissima birra natalizia dell'Alsazia.Il periodo dal 25 novembre al 24 dicembre 2022. Link a Francia

In Belgio, Bruxelles ospita Plaisirs d’Hiver (Winter Wonders), la rassegna di mercatini che colora il centro cittadino di luci e lustrini, offrendo l’occasione ideale per vivere la magica atmosfera del Natale e comprare leccornie e regali. Il fulcro dell’evento è sicuramente il centro storico: il 25 novembre viene acceso acceso l’albero di Natale della Grand Place, alto venti metri, decorato con 600 palline color champagne e 2 km di ghirlande luminose. Ad illuminare la piazza anche un suggestivo spettacolo di son et lumière con video mapping ed effetti speciali. Tutto intorno alla Grand Place, lungo un percorso di quasi 3 km che si snoda tra le vie del centro storico, si possono visitare oltre 250 chalet in legno, che propongono ogni tipo di idea regalo, tra prodotti di artigianato, addobbi natalizi, manufatti tipici e oggetti vintage. Dal 25 novembre al 9 gennaio 2023. Link Belgio

Praga allestisce il mercatino tra i più belli d'Europa in Piazza della Città Vecchia, Staromestské námestí, intorno al monumento a Jan Hus e sotto il grande albero di Natale. Non è l’unico mercatino della città, ce ne sono altri dislocati in vari quartieri, come i mercatini di Piazza Venceslao (Václavské námestí) e di Piazza della Repubblica (Námestí Republiky. Un mercatino davvero originale, accompagnato da spettacoli, concerti e cori natalizi. Il mercatino di Natale è in programma dal 26 novembre 2022 al 6 gennaio 2023. Link a Praga

Natale nelle Repubbliche baltiche - La capitale dell'Estonia, Tallinn ha uno stupendo mercatino di Natale (foto sopra). Nel bellissimo centro storico Patimonio Unesco della città baltica viene allestito un mercatino natalizio che sembra uscito da una favola. Si svolge nella centrale Piazza Raekoja, la Piazza del Municipio, nella Città Vecchia, circondata da spettacolari edifici storici. Al centro della piazza è collocato il più famoso degli alberi di Natale dell'intera Estonia. L'albero in questione non è solamente illuminato, le decorazioni vistose, le musichette natalizie e il contorno floreale rendono accogliente e calorosa anche la gelida temperatura estone. Cibo e bevande tradizionali come crauti, pane allo zenzero e il sanguinaccio sono all'ordine del giorno e servono a scaldarsi dalle rigide temperature del momento. Inoltre, il ricco programma prevede esibizioni di gruppi di canto e danza e cori provenienti da diverse zone del paese. Il mercatino propone oggetti di artigianato, capi di abbigliamento, candele, prodotti gastronomici e gli oggetti e monili in ambra del Baltico. Il mercatino è aperto dal 25 novembre 2022 al 8 gennaio 2023. Link a Tallin

Il Mercatino di Natale lettone si svolge nel centro storico di Riga, nelle Piazza della Cattedrale e inizia a fine novembre durando fino al Natale ortodosso, il 7 gennaio. Natale a Riga è suggestivo e speciale, come è suggestiva e speciale questa città. Caratteristiche bancarelle con prodotti di artigianato locale come candelieri in legno, gioielli di ambra del Baltico, gioielli in argento, guanti, cappelli, sciarpe, e prelibatezze culinarie fanno bella mostra. Nella città vecchia si svolge la fiera di Natale con dolcetti tradizionali, vin brulé, pan di zenzero, mandorle tostate, tè e cafè di Natale, nonché deliziosi carni affumicate e prodotti a base di carne e cucina tradizionale lettone. Il programma natalizio prevede anche diversi concerti e seminari ma anche Babbo Natale a intrattenere bambini e adulti. Le canzoni di Natale lettoni e le melodie di fama mondiale sono eseguiti da gruppi musicali pop e ensemble tradizionali. Laboratori creativi sono aperti per dar modo di conoscere meglio alcuni ricami tipici, e un ufficio postale speciale di Natale per inviare cartoline. Link a Lettonia

In Lituania ed in particolare a Vilnius, la sua splendida città capitale, le festività natalizie iniziano il 30 novembre con il grande Albero di Natale principale che si accende riempiendo di colori la Piazza della Cattedrale accompaganto dal magnifico spettacolo “Musiche del Paradiso”. Contemporaneamente vengono accese le decorazioni delle strade della città vecchia, mentre nella Piazza del Municipio viene aperta la pista di pattinaggio sul ghiaccio dove divertirsi per tutto l’inverno. Il mercatino è ricco di casette di legno dove trovare specialità gastronomiche, oggetti di artigianato in ceramica e vetro, gioielli e decorazioni. Dal 25 al 30 dicembre la facciata laterale della Cattedrale di Vilnius si trasforma in un grande schermo sul quale è proiettata la favola “Miracolo del Natale” in tre dimensioni che racconta la storia della città di Vilnius e le sue tradizioni legate al Natale. Dall’1 dicembre al 7 gennaio, il trenino di Natale porterà grandi e piccoli alla scoperta della città allietati da musiche natalizie e dalla presenza di Babbo Natale, dei Tre Re Magi e da simpatici elfi. Imperdibile a Natale l’accensione dell’albero di Natale forse più grande del mondo: la Torre della Televisione addobbata di 6 km di ghirlande luminose che vengono accese alle 18.00 del 25 dicembre. A Capodanno uno straordinario spettacolo di fuochi d’artificio ha luogo nella Piazza della Cattedrale, mentre il giorno dell’Epifania si tiene la parata tradizionale con i Tre Re Magi e la stella cometa e che culminerà con un grande spettacolo, sempre nella Piazza della Cattedrale. Link a Lituania

Nessuna città al mondo puù competere con la "Big Apple" definita a buon ragione "la città che non dorme mai". A New York Natale inizia con l'accensione dell’albero del Rockefeller Center. Decorato con migliaia di luci Led e con una preziosa stella di Natale firmata Swarovski, rimane acceso fino all'inizio del mese di gennaio 2020. A partire da novembre, è possibile fare originali acquisti alle bancarelle dei mercatini di Natale, che campeggiano in diversi punti della città. Fra questi si segnalano Union Square Holiday Market, Columbus Circle Holiday Market, Holiday Shops at Bryant Park, situato all'interno del Winter Village a Bryant Park e Grand Central Holiday Fair, nella Vanderbilt Hall di Grand Central Terminal. Link a New York

La Finlandia è il Paese di Babbo Natale e nella capitale Helsinki sono ospitati i più celebri meratini natalizi. Quello più importante è quello di San Tommaso in Piazza del Senato con ben 150 stand addobbati e colorati. Aperto dal 1 al 22 dicembre. A Rovaniemi in Lapponia, sorge il villaggio di Babbo Natale. Spettacolare e caldo seppure si tocchino i -30 di freddo intenso. Il Santa Claus Village è in stile natalizio e ospita la Casa di Babbo Natale con i tanti elfi che lavorano alla preparazione dei regali per i bambini di tutto il mondo. Arricchiscono la scenografia, le casette nordiche del mercatino di natale nel quale trovare giochi, gastronomia e tanta allegria per adulti e bambini. Aperto dal 30 novembre al 6 gennaio. Link a Finlandia

San Marino, Natale delle Meraviglie 2022/2023 - Dal 26 novembre 2022 parte l’evento clou del cartellone invernale a San Marino (la Repubblica tanto caratteristica da essere stata riconosciuta Patrimonio dell'Umanità dall'Unesco, ndr) che, con oltre 20 giornate ricche di intrattenimento, conduce all’Epifania. Il Natale delle Meraviglie coinvolgerà in tutti i sensi grazie al maestoso spettacolo di luci calde e vive, accompagnate da magici suoni natalizi, indimenticabili eventi e originali attrazioni che animeranno tutto il centro storico con il mercatino natalizio, gli spettacoli itineranti e tante animazioni dedicate ai più piccoli. Aperto nei weekend 26 e 27 novembre, 3 e 4 dicembre, dall'8 all'11 dicembre, 17 e 18 dicembre e tutti i giorni dal 24 dicembre al 8 gennaio 2020, dalle 10.00 alle 19.30 e il 25 dicembre e il 1 gennaio dalle 15.00 alle 19.30 - Link a San Marino

Anche in Germania, da metà novembre e fino alla Befana, i mercatini dell’Avvento colorano di allegria i centri storici di città e paesi, in una grande festa che invita tutti a partecipare. Ciascuno ha le sue particolarità: ci sono quelli ospitati in ambientazioni affascinanti, come antiche dimore e castelli, fino agli allestimenti che ricordano le fiabe della tradizione, ci sono i mercatini dove assaporare il meglio della gastronomia locale e quelli più alternativi a tema green o artistico. Avrai solo l’imbarazzo della scelta, ma ricorda intanto di regalarti almeno un buon bicchiere fumante di Glühwein per scaldarti mentre compri regalini o fai una semplice passeggiata per curiosare. Quelli che attirano turisti sono a Monaco di Baviera, Colonia, Berlino e Norimberga.

Monaco vanta alcuni dei migliori mercatini di tutta la Germania che da fine novembre portano in città turisti da tutta Europa. Qui, infatti, si vive un'atmosfera da fiaba, soprattutto nel Christkindlmarkt di Marienplatz che da tradizione viene inaugurato dal borgomastro alle ore 17 del venerdì che precede la prima domenica d’Avvento, accendendo il gigantesco abero di Natale con 2500 candeline. Il mercatino è composto da 150 bancarelle colme di alberi, decorazioni, giocattoli, artigianato e tanta gastronomia. Rindermarkt, invece, è dedicato ai presepi, con stand che offrono scenografie, lanterne, statuine, e grotte. Immancabile il mercatino medievale di Wittelsbacher Platz. Ricco anche il festival di Tollwood, presso Theresienwiese, per shopping, concerti e spettacoli di ogni genere. Aperto dal 21 novembre al 24 dicembre 2022

Il clima natalizio inizia a diffondersi molto tempo prima del 25 dicembre e la parola d'ordine resta "fare un giro anche tra i mercatini di Natale più belli d’Italia" semmai bevendo "cioccolata calda" o "vin brulè bollente" nelle serate più fredde. Da Napoli al Trentino Alto Adige, passando per Milano, Salerno e Polignano a Mare, ecco gli imperdibili appuntamenti con i magici mercatini dell'Avvento.

In Italia, i mercatini riconosciuti per la loro eccellenza sono a Napoli e in Trentino-Alto Adige. Nel capoluogo partenopeo il tripudio natalizio è tutto in via San Gregorio Armeno con centinaia di botteghe specializzate nel presepe. Dalle statuine classiche agli accessori per creare il presepe animato, dalle caricature dei personaggi famosi come: Totò, Maradona, Renzi, Mattarella, Grillo e tantissimi altri personaggi dello sport, politica e spettacolo. Il Mercato Natalizio di Napoli è aperto tutto l’anno, dato che si tratta di una vera e propria zona della città dedicata al Natale. Aperto tutto l'anno. Ecco il reportage giornalistico sullo scenografico "presepe vivente" che fa di Napoli la città "più amata del mondo" >>>

Merano in Alto Adige - Da fine novembre a inizio gennaio, i visitatori hanno la possibilità di vivere l'autentica magia del Natale in una romantica atmosfera: creazioni artigianali di lunga tradizione, squisite specialità gastronomiche, momenti di intimità e riflessione in coppia o l'allegra compagnia di amici e famiglie. Il Mercatino di Natale di Merano anima il centro cittadino con una lunga serie di iniziative diverse fra loro. Sulla scenografia degli addobbi d’Avvento si può pattinare in piazza Terme, scoprire angoli suggestivi della città a lume di lanterna, assistere a concerti natalizi. Gustate una buona tazza di tè oppure una deliziosa specialità altoatesina nelle tipiche casette in legno e assaporate assieme ai vostri cari la magica atmosfera del Mercatino di Natale di Merano. Il Mercatino (foto in basso a asinistra) apre le sue porte dal 25 novembre 2022 al 6 gennaio 2023. Link a Merano

Trentino - A Rango, nelle Dolomiti di Brenta, in uno dei “Borghi più belli d’Italia “, ove tutto il borgo - ben 90 volt (stalle) - diviene mercatino e presepe fuori dal tempo, l'atmosfera diventa da fiaba per i bambini in attesa di Santa Lucia e Babbo Natale. Nei 90 stand allestiti nelle stalle risalenti all'anno mille, i sapori, i prodotti tipici e di artigianato si riscaldano con le melodie del Natale e ... con "la polenta carbonera" che tutti i giorni alle 12.30 sarà servita in piazza. Eccezionale la rappresentazione della "Stria, la strega più grande del mondo" entrata da poco nel "Guinnes dei primati" ed una giornata interamente dedicata alle persone sordocieche grazie al progetto AccessibItaly: Itinerari culturali accessibili per persone sorde e sordocieche. Info: www.mercatinidirango.it - Il mercatino di Natale (foto in alto a destra) tra i più suggestivi d’Italia, aspetta tutti gli amici dal 19 novembre al 30 dicembre.

A Milano dal 1 dicembre 2022 al 6 gennaio 2023, il più grande mercatino in Piazza Duomo. Torna il mercatino di Natale di piazza del Duomo. Aperto dalle ore 8.30 alle 22, le scenografiche casette in legno riproducono esattamente un classico paesino di Natale delle valli lombarde. Nelle 64 baite, sono in vendita alimentari, artigianato e prodotti natalizi per rallegrare le case dei milanesi e non solo. Come al solito il Mercatino abbraccerà interamente il Duomo. Dal 7 dicembre al 10 dicembre, invece, tornerà la "fiera degli Oh Bej! Oh Bej!" La fiera di Fiera di Sant’Ambrogio circonderà l'area antistante il Castello Sforzesco con 330 stand che offriranno artigianato, gastronomia, libri, quadri, fiori, giocattoli e tanti addobbi natalizi. Link a Milano


Anche Polignano a Mare si veste di Babbo Natale con "Cera una volta Natale..." Dall’8 dicembre all'8 gennaio si svilupperà l'evento diffuso innovativo e sostenibile! Dodici appuntamenti imperdibili con circo contemporaneo, cantastorie, spettacoli musicali e rappresentazioni viventi, per celebrare insieme la magia del Natale circondati da un'atmosfera suggestiva di arte, ombre e luci soffuse! Artigiani e gastronomi esporranno in Piazza Aldo Moro e in via San Vito i loro prodotti tipici della tradizione pugliese. Spettacoli rallegreranno tutta la città che come sempre sarà invasa da turisti provenienti da tutta la Puglia. Punto centrale sarà come sempre l’albero di Natale splendente in Piazza dell’Orologio. Una bella occasione, quindi, per divertirsi nella splendida città di Domenico Modugno. Link a Polignano


La città di Salerno ospita la più spettacolare e suggestiva esposizione di opere d'arte luminosa del mondo, installate presso strade, piazze ed aree verdi che sarà aperta dal 2 dicembre 2022 al 31 gennaio 2023. La meravigliosa "capitale del Cilento" è annoverata tra le 20 città del mondo celebri per le "luminarie d'artista". XIV edizione della straordinaria esposizione di opere d'arte luminosa en plein air nelle strade e nelle piazze della città di Salerno. Il Centro Storico, Piazza Sant'Agostino e la Villa Comunale immergono il visitatore nelle bellezze del Mediterraneo. Per questa edizione sarà inclusa anche la spiaggia di Santa Teresa mentre gli itinerari seguiranno 4 tematiche: Mito, Sogno, Tempo, Natale. Inaugurazione ore 17 del 2 dicembre.

Dall’Asia all’Europa, dall’America all’Australia… una selezione delle città dove le luci di Natale diventano un’attrazione turistica imperdibile. Per la rivista internazionale 'Elle Decor' Salerno è tra le 20 città con luci di Natale più belle del mondo: “Questa piccola cittadina di poco più di 100.000 abitanti della Costiera Amalfitana, è una delle città al mondo con le migliori luci di Natale. Il suo segreto? Il festival Luci d’Artista, che si tiene in paese dal 2009 e riunisce artisti da tutto il pianeta con installazioni che coprono l’intera città”.

Lungo il corso Vittorio Emanuele il profumo dei limoni della Costa d'Amalfi ed i cuori ad arco già diventati “virali”. Sulle scogliere e sulla spiaggia di Santa Teresa, addio ai pinguini; sono arrivati dei simpaticissimi delfini che guizzano tra le Waves di Piazza Cavour. Una cascata di perle impreziosisce il Sedile del Campo, attorno alla Cattedrale di San Matteo dell'anno Mille angeli e presepi luminosi. Piazza Portanova ospiterà il gigantesco albero di Natale tra i più alti d'Europa, a Pastena è prevista la Foresta di Ghiaccio mentre la slitta di Babbo Natale a Torrione in piazza Vittorio Veneto. Come da diversi anni, anche per il 2022 Salerno ospiterà le caratteristiche casette di legno dei "Mercatini di Natale". Ritornano gradite le installazioni luminose all'interno dei Giardini della Minerva (l'ex orto botanico che fu della Scuola Medica Salernitana). La visita a Luci d'Artista Salerno è libera e gratuita. Il Centro Storico si trova a ridosso della Stazione ferroviaria Centrale ben servita dai treni regionali e dall'Alta Velocità. Ampi parcheggi sono a disposizione nella zona dello Stadio Arechi collegata con metro e servizio navetta bus al centro città nei fine settimane. Previste aree di sosta per i camper. Link a Costiera Amalfitana e Cilento

Riproduzione non consentita ©


 

 
 
www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo

Giorgio Esposito

Viaggi & Turismo, dopo quelli di Asia, Oceania, Americhe, Caraibi, Africa, Europa e Medio Oriente, annunciati i vincitori dei 'World Travel Awards" globali 2022
I migliori marchi di viaggio del mondo svelati al World Travel Awards Grand Final


La serata ha segnato il culmine del Grand Tour del 29° anniversario della WTA, una ricerca annuale delle migliori organizzazioni di viaggi e turismo del mondo, con i vincitori delle cerimonie regionali della WTA che si sfidano per gli ambiti titoli mondiali. Nella serata del "Grande Finale" tenutasi in Oman, le Maldive sono state riconosciute quali "Destinazione leader nel mondo" con la Maldive Marketing & Public Relations Corporation (MMPRC) che si è aggiudicata il titolo di "Ente turistico leader nel mondo". Il Vietnam ha conquistato cinque importanti riconoscimenti con Hanoi "destinazione per una vacanza in città leader al mondo". Altri grandi vincitori includevano la Giamaica per "Destinazione per crociere leader nel mondo", Destinazione per famiglie leader nel mondo" e "Destinazione per matrimoni leader nel mondo". Il premio "Destinazione per la luna di miele leader nel mondo" è andato a Santa Lucia, Dubai ha vinto il titolo di "Destinazione per viaggi d'affari leader nel mondo", Abu Dhabi ha vinto "Destinazione per il turismo sportivo leader nel mondo" e l'Oman ha ottenuto il massimo dei voti per "Destinazione con la natura leader nel mondo". "La principale destinazione turistica mondiale" è andata a Porto con l'entusiasmante titolo di "Migliore destinazione turistica mondiale al mondo" assegnato a Batumi.

Nel settore dell'aviazione, Qatar Airways ha coronato un anno memorabile vincendo la "Compagnia aerea leader nel mondo". Emirates ha ottenuto il titolo di "Marchio di compagnia aerea leader nel mondo" insieme a "Compagnia aerea leader nel Medio Oriente", "Intrattenimento in volo leader nel mondo" e "Programma premi per le compagnie aeree leader nel mondo". Oman Air ha ottenuto i premi per "Compagnia aerea leader nel mondo - Business Class", "Lounge per compagnie aeree leader nel mondo - Business Class" e "Compagnia aerea leader nel mondo - Esperienza del cliente". "Compagnia aerea leader nel mondo - Classe economica" è stata presentata a Etihad Airways, che ha anche vinto il premio "Lounge della compagnia aerea leader nel mondo - Prima classe". L'Oman Airports ha ottenuto un doppio onore vincendo i premi per il "World's Leading Regional Airport 2022 (Aeroporto di Salalah) e il World's Leading Airport - Customer Experience (Aeroporto Internazionale di Muscat).

I vincitori dell'ospitalità includevano Atlantis, The Palm ("World's Leading Landmark Resort", World's Leading Hotel Suite, "World's Leading Executive Club Lounge", "World's Leading Water Park); Burj Al Arab ("l'hotel di tutte le suite di lusso leader nel mondo"); Emirates Palace ("Resort sulla spiaggia di lusso leader nel mondo"); Four Seasons Resort Dubai a Jumeirah Beach ("Resort di lusso leader nel mondo"); Sani Resort, Grecia ("Resort per famiglie e spiagge leader nel mondo", "Resort per destinazioni culturali leader nel mondo"); The Ritz-Carlton Aman ("Hotel e Spa di lusso leader nel mondo"); The Chedi Muscat ("Resort & Spa sulla spiaggia di lusso leader nel mondo"); Aman ("Resort per immersioni leader nel mondo": Amanpulo, Filippine); e One & Only ("Le ville sulla spiaggia degli hotel leader nel mondo": Ville sulla spiaggia @ One&Only The Palm, Dubai). Sandals Resorts International è stata ancora una volta incoronata "Società All-Inclusive leader nel mondo" con Beaches Resorts premiato come "Marchio di resort per famiglie all-inclusive leader nel mondo". Il titolo di "Resort All-Inclusive leader nel mondo" è andato a Sandals, Grenada. L'apprezzato onore di "Miglior nuovo resort del mondo" è stato rivendicato da Jumeirah Muscat Bay, Oman e il titolo di "Miglior nuovo hotel del mondo" è stato vinto da Shangri-La Jeddah, Arabia Saudita. Palm Jumeirah ha ottenuto il massimo dei voti per il "Progetto di sviluppo turistico leader nel mondo 2022".

Il 1 ottobre a Maiorca sono stati annunciati i vincitori dei premi 2022 d'Europa. Algarve, in Portogallo, ha vinto il titolo di "Destinazione balneare più importante d'Europa"; Porto è stata insignita quale "Città di destinazione più importante d'Europa". La fiorente città di Batumi, sul Mar Nero, si è assicurata il titolo di "Destinazione turistica emergente leader in Europa". Madrid ha vinto il premio "Destinazione per riunioni e conferenze leader in Europa" per il 5° anno consecutivo e il Convention Centre di Dublino ha vinto il trofeo per "Centro conferenze e riunioni leader in Europa". Nel settore dell'aviazione, a Turkish Airlines assegnato il titolo di "Compagnia aerea leader in Europa"; British Airways è stata nominata "Marchio di compagnia aerea leader in Europa". Ad Air France il premio per "Compagnia aerea leader in Europa - Classe economica" e TAP Air Portugal per "Compagnia aerea leader in Europa per il Sud America". Il lusso e il fascino del Çiragan Palace Kempinski Istanbul si sono guadagnati il premio "Hotel leader in Europa", mentre al Mandarin Oriental Bosphorus di Istanbul il titolo di "nuovo hotel leader in Europa". Four Seasons Hotels and Resorts ha vinto il premio come "Marchio di hotel di lusso leader in Europa" mentre la Royal Monceau Suite @ Le Royal Monceau - Raffles Paris ha ricevuto il premio per "Suite di hotel leader in Europa". Al Forte Village Resort, il titolo di "Resort leader in Europa". Il maestoso Conrad Algarve ha vinto il premio come "Resort per lo stile di vita leader in Europa", mentre il lussuoso Sani Resort ha vinto il premio per "Resort per famiglie leader in Europa". Norwegian Cruise Line è stata eletta "Compagnia di crociere leader in Europa" e Lisbona il premio come "Destinazione crocieristica leader in Europa". WTA è stata fondata nel 1993 per riconoscere, premiare e celebrare l'eccellenza in tutti i settori dell'industria del turismo. Vedi i reportage di "Viaggi e turismo" in Europa >>>

Il 7 settembre i migliori marchi di viaggio in Asia e Oceania sono stati svelati in una cerimonia di gala costellata di stelle in Vietnam. I vincitori includevano la Cambogia, che ha vinto i suoi primi World Travel Awards per "La principale destinazione culturale dell'Asia" e "La principale destinazione di viaggio per i giovani in Asia". La straordinaria bellezza naturale combinata con livelli di ospitalità di prim'ordine hanno fatto guadagnare al Vietnam il titolo di "destinazione principale dell'Asia", Hanoi ha vinto il primo premio come "destinazione principale per le vacanze in città in Asia" e Ho Chi Minh City ha vinto il premio come "destinazione di viaggio d'affari leader in Asia". La Nuova Zelanda ha conquistato il titolo di "Destinazione principale dell'Oceania", a Tourism New Zealand il trofeo per "Ente turistico leader dell'Oceania". Singapore Airlines è stata nominata "Compagnia aerea leader in Asia", mentre Vietnam Airlines "Marchio di compagnia aerea leader in Asia" e "Compagnia aerea leader in Asia - Classe economica". AirAsia ha vinto la "Compagnia aerea low-cost leader in Asia", l'aeroporto di Singapore Changi è stato nominato "Aeroporto leader in Asia" e la Royal Brunei Airlines ha vinto l'ambito titolo di "Equipaggio di cabina leader in Asia". I vincitori dell'Oceania includevano Air New Zealand ("la compagnia aerea leader dell'Oceania") e l'aeroporto di Auckland ("aeroporto leader dell'Oceania"). La raffinata eleganza del Raffles Singapore si è aggiudicata il massimo riconoscimento dell'ospitalità per "Asia's Leading Hotel", l'affascinante miscela di haute couture Indochine francese ha portato l'Hotel de la Coupole MGallery ad essere votato "Asia's Leading Design Hotel" e l'onore della Leading Boutique Beach dell'Asia Resort” è andato ad Amanoi, Vietnam. I nuovi vincitori includevano il The Langham di Jakarta ("il nuovo hotel leader in Asia") e il Regent Phu Quoc ("il resort leader in Asia"). L'Ascott Limited ha segnato un anno straordinario di espansione con il gigante dell'ospitalità che ha rivendicato il premio per il "marchio di appartamenti serviti leader in Asia". Vedi i reportage di "Viaggi e turismo" in Asia e Oceania >>>


Lo scorso 1 settembre sono stati celebrati i vincitori per Caraibi e Americhe. I vincitori della serata includevano l'isola paradisiaca di St. Lucia, che ha respinto la forte concorrenza per emergere come "la principale destinazione per la luna di miele dei Caraibi", mentre Turks & Caicos è stata votata "la principale destinazione balneare dei Caraibi". Le Bahamas si sono guadagnate il titolo di "Destinazione dell'isola di lusso leader nei Caraibi". La Giamaica è emersa trionfalmente come vincitore multiplo, ottenendo il titolo definitivo di "Destinazione principale dei Caraibi", insieme a "Destinazione principale per le crociere dei Caraibi" e "Ente turistico leader dei Caraibi". Dal Nord America, i grandi vincitori sono stati Miami Beach che ha vinto l'ambito titolo di "Destinazione della città principale del Nord America" con Miami Beach Visitor e Convention Authority che ha rivendicato il titolo di "Ente turistico leader del Nord America", Las Vegas che ha vinto il premio per "La principale destinazione per riunioni e conferenze del Nord America" e New Orleans che ha rivendicato l'onore di "La principale destinazione per le vacanze in città del Nord America". Acapulco ha festeggiato, vincendo il primo premio per "Messico e centro America's Leading City Destination", mentre Tulum ha preso il titolo di "Messico & Central America's Leading Beach Destination". Altrove, la gastronomia all'avanguardia del Perù le è valsa il titolo di "Destinazione culinaria principale del Sud America" mentre l'Ecuador ha vissuto una notte di enorme successo con Quito che ha vinto il premio per "Città principale destinazione del Sud America" e Guayaquil che ha rivendicato una tripletta di riconoscimenti tra cui il titolo di "Destinazione principale per riunioni e conferenze del Sud America". Vedi i reportage di "Viaggi e turismo" in Americhe e Caraibi >>>



Viaggi, 'World Travel Awards 2022' annuncia i vincitori in Africa e Oceano Indiano. Dopo i premi mondiali in Europa, Americhe, Caraibi, Asia e Oceania, i VIP del settore dei viaggi provenienti da 25 nazioni hanno partecipato all'evento dei World Travel Awards assegnati in Africa e Oceano Indiano, presso il Kenyatta International Convention Centre (KICC) nel cuore della vibrante capitale del Kenya, Nairobi. Tra i grandi vincitori del ricevimento sul tappeto rosso ci sono le Maldive che hanno vinto come "Destinazione principale dell'Oceano Indiano" e "Ente turistico leader nell'Oceano Indiano". Città del Capo ha ricevuto l'ambito riconoscimento di "Città principale destinazione dell'Africa". Il Kenya ha concluso una serata che vivrà a lungo nella memoria conquistando il titolo principale di "Destinazione principale dell'Africa", la capitale Nairobi ha vinto il premio per "Destinazione per viaggi d'affari leader in Africa" e KICC per "Centro conferenze e riunioni leader in Africa". "La principale destinazione per matrimoni dell'Oceano Indiano" è andata alle Mauritius, mentre "La principale destinazione per la luna di miele dell'Oceano Indiano" è stata vinta dalle Seychelles. Thanda ha vinto il trofeo per "Africa's Leading Luxury Island". La raffinata eleganza del Fairmont Mount Kenya Safari Club ha ottenuto il massimo riconoscimento dell'ospitalità per "Africa's Leading Hotel", con il Radisson Blu che si è aggiudicato il massimo dei voti per "Africa's Leading Hotel Brand". Saxon Hotel, Villas and Spa, Sud Africa ha vinto il premio per "Africa's Leading Business Hotel" con Transcorp Hilton Abuja, Nigeria, che ha ottenuto il titolo "Africa's Leading Business Hotel". La categoria molto combattuta per "Il nuovo resort all'avanguardia nell'Oceano Indiano" è andata a Jumeirah Maldives Olhahali Island; il premio per 'Leading Beach Resort dell'Oceano Indiano' è andato all'Andilana Beach Resort; Madagascar, "L'isola di lusso leader nell'Oceano Indiano Resort" è stato assegnato al Waldorf Astoria Maldives Ithaafushi; e "Indian Ocean's Leading Resort" è stato vinto da Vakkaru Maldives. I vincitori dei fornitori di servizi di viaggio includevano Flight Centre, Sud Africa ("l'agenzia di viaggi leader in Africa") e Thompson's Africa ("Società di gestione delle destinazioni leader in Sud Africa"). Nella regione dell'Oceano Indiano i migliori riconoscimenti sono andati a Get Into Maldives Travel 'Indian Ocean's Leading Luxury Tour Operator', Simply Maldives ('Indian Ocean's Leading Travel Agency') con Mautourco che ha ricevuto gli onori sia per 'Società di gestione delle destinazioni leader nell'Oceano Indiano' che per ' Il principale tour operator dell'Oceano Indiano'. Vedi i reportage di "Viaggi e turismo" in Africa e Oceano Indiano >>>


Viaggi, 'World Travel Awards 2022' annuncia i vincitori in Medio Oriente. Una ricca cerimonia di gala al The Ritz-Carlton di Amman in Giordania. I grandi vincitori al ricevimento sul tappeto rosso includevano Dubai che ha vinto i premi sia per "Middle East's Leading Destination" che "Middle East's Leading Tourist Board". Abu Dhabi ha ritirato i premi per "La principale destinazione per i viaggi d'affari del Medio Oriente" e "La principale destinazione per il turismo sportivo del Medio Oriente". L'Oman ha rivendicato il titolo di "Destinazione di viaggio culturale leader nel Medio Oriente", mentre la Giordania ha completato una notte da ricordare vincendo l'ambito onore di "Destinazione più romantica del Medio Oriente" e "Destinazione di viaggio di nozze leader in Medio Oriente". Nel settore dell'aviazione, i grandi vincitori includevano Etihad Airways, che ha vinto il premio "Compagnia aerea leader del Medio Oriente - Business Class", mentre Emirates si è assicurata quattro titoli tra cui "Marchio della compagnia aerea leader del Medio Oriente". Oman Air ha respinto la forte concorrenza per emergere come "Compagnia aerea leader in Medio Oriente - Classe economica". Il titolo di "Compagnia aerea leader del Medio Oriente" è andato a Qatar Airways. Il titano dell'ospitalità Jumeirah è salito in cima per "il marchio di hotel di lusso leader nel Medio Oriente". Il "Middle East's Leading Hotel" è stato vinto da Jumeirah Al Naseem, il lussuoso rifugio sulla spiaggia di Dubai. "Middle East's Leading Luxury Wedding Hotel" è andato a Jumeirah Al Qasr, "Middle East's Leading Villa Resort" è stato rivendicato da Jumeirah Dar al Masyaf al Madinat Jumeirah e "Middle East's Leading Resort Residences 2022" è stato vinto da Jumeirah Zabeel Saray Royal Residences. Il punto di riferimento Atlantis, The Palm ha vinto il primo premio per "Middle East's Leading Resort", The Ritz-Carlton, Amman ha vinto il titolo di "Middle East's Leading Luxury Hotel & Spa". "Il miglior hotel per affari del Medio Oriente" è andato a Conrad Dubai e il premio per il titolo "Il nuovo hotel leader del Medio Oriente" è stato rivendicato da Shangri-La Jeddah. I vincitori regionali del Medio Oriente passeranno ora alla Grand Final dei World Travel Awards, dove i premi più importanti nel turismo saranno svelati l'11 novembre a Muscat, in Oman. Vedi i reportage di "Viaggi e turismo" in Medio Oriente >>>


'World Spa Awards' svela i migliori marchi di spa e benessere per il 2022. L'annuncio segue una ricerca durata un anno per i migliori marchi mondiali di spa e benessere. I voti sono stati espressi da professionisti del settore, media e pubblico in generale. Mandarin Oriental ha vinto per la prima volta il prestigioso titolo di 'Miglior marchio di spa per hotel al mondo'. L'eccellenza del marchio è stata rispecchiata da dodici spa individuali Mandarin Oriental in tutto il mondo che hanno vinto ben sedici titoli. Miraval Resorts & Spas ha vinto il "Miglior marchio di ritiro benessere al mondo" con Miraval Arizona, Miraval Austin e Miraval Berkshires. Altri marchi premiati quest'anno sono stati Aromatherapy Associates, vincitore del "Miglior marchio di aromaterapia al mondo", ed Elemis che ha vinto per la prima volta il "Miglior marchio di spa del mondo". Con il suo approccio olistico alla salute e al benessere, la Clinique La Prairie Aesthetics & Medical Spa del St. Regis Bangkok è stata votata "World's Best Day Spa". La Ritz-Carlton Spa Maldives, Fari Islands, un santuario paradisiaco ispirato dall'energia della terra, ha raccolto la "World's Best Resort Spa". I vincitori delle destinazioni includono Dubai, con la sua stupefacente gamma di trattamenti tradizionali e all'avanguardia, nominata "Migliore destinazione termale del mondo". L'Arizona ha mantenuto il titolo di "Migliore destinazione termale del Nord America" e ha anche rivendicato il titolo mondiale di "Migliore destinazione benessere del mondo". La SHA Wellness Clinic all'avanguardia in Spagna ha conquistato il titolo di "Best Wellness Clinic del mondo", mentre Palazzo Fiuggi in Italia, situato su un'antica collina che domina la città termale medievale di Fiuggi, ha ottenuto il titolo di "World's Best Wellness Retreat". Nelle categorie dei nuovi arrivati, Auriga Wellness al Capella Bangkok ha ottenuto l'ambito titolo di 'World's Best New Hotel Spa'; La Spa di Regent Phu Quoc, in Vietnam, è emersa come la "migliore nuova spa resort al mondo"; e la fiorente scena del benessere dell'Arabia Saudita è stata premiata con Habitas AlUla che ha vinto il "Miglior nuovo ritiro benessere del mondo". Tra gli altri vincitori figurano JOALI BEING, Maldive ("World's Best Spa Design"); Black Pearl 24K Golden Splendor presso la Spa del Four Seasons Hotel London at Park Lane ("Miglior trattamento termale del mondo") e Lanserhof Tegernsee, Germania ("Miglior centro termale del mondo").

Riproduzione non consentita ©





 
 
www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo

Giorgio Esposito

World airport, the ranking of the 20 busiest airports on the planet
World airport, la classifica dei 20 aeroporti più trafficati del pianeta
Gli States sempre al top con Atlanta, Dallas e Denver


ROMA (Italy) - Il World Airport Traffic Dataset è il set di dati statistici aeroportuali più completo del settore con traffico aeroportuale per oltre 2.600 aeroporti in più di 180 paesi e territori. Fornisce una panoramica della domanda di trasporto aereo negli aeroporti del mondo in tre aree: passeggeri (internazionali e nazionali), merci aviotrasportate (merci e posta) e movimenti di aeromobili (movimenti di trasporto aereo e aviazione generale). Nel 2021, gli aeroporti del mondo hanno ospitato 4,6 miliardi di passeggeri, con un aumento del 28,3% rispetto al 2020 o un calo del 49,5% rispetto ai risultati del 2019. I primi 20 aeroporti, che rappresentano il 19% del traffico globale (863 milioni di passeggeri), hanno registrato un aumento del 42,9% rispetto al 2020 o un calo del 31,9% rispetto ai risultati del 2019 (1,27 miliardi di passeggeri nel 2019). In testa alla classifica sempre gli Usa.

L'Aeroporto Internazionale Hartsfield-Jackson di Atlanta (ATL, 75,7 milioni di passeggeri, +76,4%) torna in testa alla classifica del 2021 seguito da Dallas Forth Worth (DFW, 62,5 milioni di passeggeri, +58,7%) e Denver (DEN, 58,8 milioni di passeggeri, +74,4%). Dalle prime 20 classifiche, quasi tutti gli aeroporti hanno un traffico nazionale significativo che rappresenta dal 65% al 100% dei passeggeri totali. L'unica eccezione è l'aeroporto internazionale di Istanbul (IST) con una quota di traffico internazionale maggiore (72% del traffico passeggeri). Ecco la classifica completa:

Riproduzione non consentita ©



 

 
 
www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo

Giorgio Esposito

Viaggi & Meteo, oramai un binomio imprescindibile
Cambiamenti climatici a parte, ecco i consigli per un sereno relax durante viaggi e vacanze


ROMA (Italy) - Da sempre il clima ed il meteo hanno influenzato i viaggi, ma mai come in questo momento storico del pianeta, si corrono dei veri rischi se non se ne tiene conto per ottimizzare i propri spostamenti. Cambiamenti climatici a parte, la storicità della situazione meteorologica aiuta infatti moltissimo gli esperti che svolgono il ruolo di "raccomandatari" che poi sulle varie piattaforme divulgano i dati a chi ne è interessato. Tra questi, annoveriamo i viaggiatori che, per professione o diletto, si trovano spesso ad affrontare programmazioni e scelte dei periodi migliori per effettuare viaggi di lavoro o perchè alla ricerca di relax in giro per il mondo. Ecco quindi una sintetica recensione generale che racchiude paesi e periodi ideali per visitarli senza stress climatici.

Innanzitutto bisogna considerare le tre zone climatiche orizzontali del pianeta che influiscono per buona parte nelle condizioni che poi troveremo nei luoghi da noi scelti. Poi si passa alla stagione locale e per ultimo, ma non meno importante, la storicità del meteo. Nulla di difficile per la oramai consolidata presenza di Internet anche in queste scelte.

Le zone climatiche fanno riferimento a specifiche aree del pianeta che durante il moto di rivoluzione terrestre, vengono irradiate dal sole formando, a ogni equinozio, le stagioni.

Zona temperata Boreale: Europa, Nord America, Asia Centrale e Nord Africa.
Zona Equatoriale: Centro America, Sud America (centrale), Centro Africa, Asia del sud e Nord Australia.
Zona temperata Australe: Sud America (sud), Africa del sud, Oceania.

Le stagioni locali, si suddividono in boreali e australi. Mentre nei paesi equatoriali vige quasi una stagione unica volta al tempo mite e soleggiato pur in presenza di forti venti e piogge a carattere locale, nelle altre due, invece, le stagioni si alternano in virtù della "rivoluzione terrestre" e quindi della maggiore o minore vicinanza al sole. Questo significa che la zona boreale avrà una Estate tra il 21 giugno e il 23 settembre mentre la zona australe vivrà il "periodo estivo" tra il 22 dicembre e il 21 marzo. In sostanza, le stagioni sono invertite.

La storicità del meteo, invece, fa riferimento quasi esclusivamente alle condizioni climatiche locali che possono differirsi anche solo in presenza di una montagna o di foreste. E’ il caso delle Canarie dove nell’inverno Boreale (21 dicembre - 21 marzo) si scia sul Vulcano Teide (3.718 mt.) e si fanno i bagni in mare a Playa de Las Americas con acqua dell'Oceano Atlantico a 20 gradi. Oppure in Malesia peninsulare divisa verticalmente da un clima bizzarro che propone differenze estreme tra costa ovest e quella est.

Ecco quindi un semplice schema riepilogativo delle principali aree del mondo con abbinato il mese ideale per poter programmare al meglio i propri viaggi. Cliccando si potrà poi leggere il reportage giornalistico per ogni singolo paese o itinerario.

Gennaio
       

Medio Oriente

Febbraio
       
Marzo
             
Aprile
         
Maggio
       
Giugno
         
Luglio
         
Agosto
         
Settembre
         
Ottobre
             
Novembre
     
Dicembre
       

Riproduzione non consentita ©



 

 
 
www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo

Giorgio Esposito

Apex annuncia i vincitori 'Passenger Choice Awards® (PCA)' 2022
Airline Passenger Experience Association (Apex) con i suoi riconoscimenti è impegnata
a migliorare l'esperienza del viaggio aereo per i passeggeri in tutto il mondo


ROMA (Italy) - Apex (Airline Passenger Experience Association) si può definire "la più grande associazione internazionale senza scopo di lucro incentrata sull'esperienza dei passeggeri. Una rete delle principali compagnie aeree, aeroporti, alleanze, fornitori e società collegate del mondo impegnata a migliorare l'esperienza del viaggio aereo per i passeggeri". Ogni anno fornisce i dati dei risultati mondiali di sondaggi effettuati sulle qualità di tutte le compagnie aeree del Globo, risultanti da giudizi imparziali di centinaia di milioni di passeggeri. Ora ha pubblicato i risultati dei 'Passenger Choice Awards® (PCA)' 2022 che riconoscono l'eccellenza in termini di comfort dei sedili, servizio in cabina, cibo e bevande, intrattenimento e Wi-Fi, delle airlines votate dai passeggeri. Recentemente Apex ha anche annunciato i vincitori del "World Class 2022 Airline Awards": Emirates, Japan Airlines, KLM, Qatar Airlines, Saudia, Singapore Airlines, Turkish Airlines.

Apex ha annunciato i vincitori del "World Class 2022 Airline Awards". Il premio WORLD CLASS implica il raggiungimento degli standard internazionali di sicurezza, benessere, sostenibilità, servizio e inclusività che, per l'anno in corso, sono stati assegnati a: Emirates, Japan Airlines, KLM, Qatar Airlines, Saudia, Singapore Airlines, Turkish Airlines.

Gli APEX Passenger Choice Awards® (PCA), invece, riconoscono l'eccellenza in termini di comfort dei sedili, servizio in cabina, cibo e bevande, intrattenimento e Wi-Fi. In collaborazione con TripIt® di Concur®, l'app per l'organizzazione di viaggi più apprezzata al mondo, il feedback anonimo dei passeggeri viene raccolto sulla base di feedback e approfondimenti neutrali dei passeggeri di terze parti. Ai passeggeri di oltre un milione di voli e di quasi 600 compagnie aeree di tutto il mondo è stata data l'opportunità di fornire valutazioni anonime in cinque sottocategorie: comfort del sedile, servizio in cabina, cibo e bevande, intrattenimento e Wi-Fi. Passenger Choice Awards ® riconoscono le compagnie aeree nelle seguenti categorie: Premi Globali, Premi regionali: Africa, Asia centro-meridionale, Asia orientale, Europa, Cina continentale, Medio Oriente, Pacifico meridionale, Nord America, Sud America, Pacifico meridionale.

Il Passenger Choice Award è il premio più prestigioso che una compagnia aerea può ricevere in riconoscimento dei loro migliori progressi nel mondo in termini di comfort dei sedili, servizio in cabina, intrattenimento, cibo e bevande e Wi-Fi. I premi Best Food & Beverage vengono assegnati in collaborazione con l'International Flight Services Association (IFSA).

Global Passenger Choice Awards®
Miglior comfort del sedile: Qatar Airways
Miglior servizio in cabina: Eva Air
Miglior cibo e bevande: Qatar Airways
Miglior intrattenimento: Emirates
Il miglior Wi-Fi: Delta Air Lines

2022 Regional Passenger Choice Awards™
Africa
Migliore compagnia aerea in assoluto: Air Austral
Miglior intrattenimento: Ethiopian Airlines
Miglior servizio in cabina: Ethiopian Airlines
Miglior Wi-Fi: Air Mauritius
Miglior cibo e bevande: Air Mauritius
Miglior comfort del sedile: South African Airways

Asia centro-meridionale
Migliore compagnia aerea in assoluto: Vistara
Miglior intrattenimento: Air Astana
Miglior servizio in cabina: SriLankan Airlines
Miglior Wi-Fi: SriLankan Airlines
Miglior cibo e bevande: Air Astana
Miglior comfort del sedile: indaco

Asia orientale
Migliore compagnia aerea in assoluto: EVA Air
Miglior intrattenimento: Cathay Pacific
Miglior servizio in cabina: Korean Air
Miglior Wi-Fi: Japan Airlines
Miglior cibo e bevande: Korean Air
Miglior comfort del sedile: Singapore Airlines

Europa
Migliore compagnia aerea in assoluto: Virgin Atlantic
Miglior intrattenimento: Air France
Miglior servizio in cabina: SWISS
Miglior Wi-Fi: Finnair
Miglior cibo e bevande: Turkish Airlines
Miglior comfort del sedile: Turkish Airlines

Cina continentale
Migliore compagnia aerea in assoluto: Xiamen
Miglior intrattenimento: China Southern
Miglior servizio in cabina: China Southern
Miglior Wi-Fi: China Eastern
Miglior cibo e bevande: Air China
Miglior comfort del sedile: China Eastern

Medio Oriente
Migliore compagnia aerea in assoluto: Qatar Airways
Miglior intrattenimento: Etihad Airways
Miglior servizio in cabina: Middle East Airlines
Miglior Wi-Fi: Emirates
Miglior cibo e bevande: Emirates
Miglior comfort del sedile: Oman Air

Americhe
Migliore compagnia aerea globale nelle Americhe: Delta Air Lines

Nord America
Migliore compagnia aerea principale del Nord America: Alaska Airlines
Miglior compagnia aerea regionale del Nord America: JSX
Miglior vettore low cost del Nord America: Southwest Airlines
Miglior servizio in cabina: Hawaiian
Miglior Wi-Fi: JetBlue
Miglior comfort del sedile: Hawaiian
Miglior cibo e bevande: JetBlue
Miglior intrattenimento: United Airlines

Sud America
Migliore compagnia aerea in assoluto: Azul
Miglior intrattenimento: Avianca
Miglior servizio in cabina: Avianca
Miglior Wi-Fi: GOL Linhas Aéreas Inteligentes
Miglior cibo e bevande: LATAM
Miglior comfort del sedile: LATAM

Pacifico meridionale
Migliore compagnia aerea in assoluto: Air New Zealand
Miglior intrattenimento: Air Tahiti Nui
Miglior servizio in cabina: Air Tahiti Nui
Miglior Wi-Fi: Qantas
Miglior cibo e bevande: Fiji Airways
Miglior comfort del sedile: Virgin Australia

Riproduzione non consentita ©






 
 
www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo

Giorgio Esposito

Viaggiare... è sognare, esplorare, scoprire. "European Best Destinations 2022" Lubiana in testa alla classifica delle località europee più attraenti


ROMA (Italy) - Oltre mezzo milione di viaggiatori provenienti da 182 paesi hanno votato per le migliori locations nel vecchio continente di questo anno. Sono 400 le destinazioni tra cui sono state scelte le 20 più votate e insignite del titolo di "Best European Destinations 2022", perfette per un city break, una vacanza soleggiata, una fuga romantica, shopping, cultura o immersione nella natura. Dalle le isole più belle della Grecia, i castelli più incredibili in Germania, le migliori città segrete in Italia, le meraviglie della natura più incredibili in Austria, le spiagge più belle del Portogallo o della Spagna e molto altro ancora, nella classifica. Al primo posto la splendida e amena Lubiana in Slovenia, seguita da Marbella in Spagna, riconosciuta capitale europea dei vacanzieri, e dalla pacifica Amiens in Francia.

Lubiana è una città per anime curiose e avventurose. La città è uno scrigno di eccitanti segreti e gioie naturali. L'orgogliosa capitale verde della Slovenia invita tutti i vagabondi affamati di cultura, arte, intrattenimento e grandi aree verdi, che offrono un'atmosfera rilassata. Non sono solo i viaggiatori di tutto il mondo a visitare Lubiana , la capitale della Slovenia. Intere delegazioni di sindaci, consulenti ambientali e urbanisti visitano Lubiana per comprendere il miracolo verde di questa capitale unica in Europa. Prima di altre destinazioni europee, Lubiana ha optato per un centro storico pedonale. Nel suo cuore, passeggiando da una boutique alla moda a un negozio autentico, un ristorante alla moda o un caffè alla moda, puoi sentire il canto degli uccelli. Il conglomerato di storia colorata e patrimonio naturale adorna il grande cuore di Lubiana . Il fascino autentico di Lubiana è apprezzato soprattutto da quei viaggiatori che continuano a tornare per la meravigliosa cultura, la cucina e la variegata vita cittadina.

Marbella capitale del sole in Europa. Marbella è la meta preferita dai viaggiatori in cerca di relax, shopping, raffinati hotel e ristoranti, anche artigianato locale, golf, outdoor sport, eleganza e raffinatezza per vacanze indimenticabili. Grazie al lavoro svolto dal Comune, Marbella attira più che mai anche nomadi digitali, sportivi, buongustai, ma anche aziende e investitori. Marbella sviluppa un turismo sostenibile e responsabile di altissima qualità ed è un esempio di buona pratica a livello europeo.

Amiens, un viaggio straordinario sulle orme di Jules Verne. Ritrovarti in un tranquillo paradiso di canali e giardini galleggianti, scoprire la cattedrale più bella e più grande della Francia e goderti una fantastica vacanza in famiglia? Idealmente situata nel cuore del triangolo Parigi-Londra-Bruxelles, Amiens è una graziosa cittadina classificata come la quarta città più verde della Francia. Amiens fu fonte di ispirazione per Jules Verne quando si stabilì qui nel 1871. Il famoso autore lasciò il segno nella città; la sua influenza è visibile in ogni angolo delle strade di Amiens.

Plovdiv, oltre ad essere una delle tue migliori destinazioni europee 2022, è la più antica città ininterrottamente abitata d'Europa e una delle più antiche del mondo? Come principale centro culturale della Bulgaria, Plovdiv ha meritatamente vinto il titolo di Capitale Europea della Cultura 2019.

Leuven, una pittoresca città nel cuore del Belgio, una destinazione ideale per un'emozionante vacanza in città tutto l'anno con i tuoi amici, la famiglia o individualmente, una destinazione premiata tra le " Migliori destinazioni europee 2022".

Considerata una delle città più belle della Romania, Oradea è una delle tue destinazioni da non perdere nel 2022. Oradea è una città che vive appieno ogni stagione e pompa energia viva in un sorprendente paesaggio architettonico, diventando una delle mete più conosciute della regione per un turismo slow e senza stress.

Dopo Brexit, Covid e chiusura delle frontiere, è giunto il momento di riscoprire Londra nel 2022, una delle destinazioni più stravaganti d'Europa. Capitale del Regno Unito, Londra riunisce come nessun'altra destinazione, commercianti, uomini d'affari, eccentrici, artisti, creatori, designer e altro ancora. La sua offerta turistica va ben oltre il Big Ben, il London Eye e il Madame Tussauds, che delizieranno sempre grandi e piccini. Londra è anche atmosfera, parchi di rara bellezza classificati tra i parchi cittadini più attraenti d'Europa .

Nijmegen è la città più antica dei Paesi Bassi con un centro cittadino ricco di importanti luoghi storici. E non è solo una ricca storia culturale che Nijmegen ha da offrire: un gran numero di studenti, numerosi eventi e festival , punti caldi unici e ristoranti accoglienti si aggiungono a una vivacità senza precedenti nella città. Metti i piedi nella sabbia della nostra spiaggia cittadina vicino al fiume Waal o rilassati in uno dei numerosi caffè all'aperto.

La città di Lahti è una porta d'accesso alla regione dei laghi finlandesi, la più grande d'Europa. La Finlandia ha oltre 188.000 laghi e l' acqua è la più pulita del mondo . Lahti si trova a solo un'ora a nord della capitale Helsinki, dell'aeroporto internazionale e del porto ea sole 2,5 ore di treno da San Pietroburgo.

Città cosmopolita, a cavallo tra due sponde e due continenti, scintillante città generosa, Istanbul rimane, sorprendentemente, una città a misura d'uomo. Immerso in un incredibile passato storico, pullula di siti eccezionali come il Palazzo Topkapi, la Torre della Fanciulla e le sue leggende e sontuose moschee aperte ai visitatori curiosi. Ci sono molti siti insoliti per coloro che vogliono davvero immergersi la cultura nativa e lasciarsi alle spalle le folle di turisti.

La Costiera Amalfitana è considerata una delle perle nascoste d'Italia nonché il luogo perfetto per una luna di miele o una proposta di matrimonio e tutta la Costiera Amalfitana vi aspetta per vacanze soleggiate, gastronomiche, romantiche, assolutamente indimenticabili. Con le sue ripide scogliere che ricordano le scogliere di Madeira in Portogallo la Costiera Amalfitana si estende per oltre 50 chilometri di paesaggi mozzafiato. I tradizionali borghi di pescatori della costiera amalfitana sono incredibilmente colorati e assolutamente affascinanti poiché nidificano come aquile nelle scogliere sugli speroni rocciosi.

Un tempo era leggermente affollata. Praga è la destinazione perfetta da scoprire nel 2022. Molti viaggiatori hanno lasciato le grandi città, desiderando sfuggire alla folla per destinazioni secondarie e meno conosciute. Il risultato? Praga , come Lisbona , Venezia e Londra , sono molto più piacevoli da visitare al giorno d'oggi.

Con Londra, Parigi, Praga e Barcellona, Roma è una delle destinazioni più visitate al mondo. Vero museo a cielo aperto, Roma è assolutamente affascinante. Le persone ovviamente vengono qui per scoprire "Roma Caput Mundi", la capitale del mondo e il potere dell'Impero Romano. Ci ammiriamo al Colosseo, considerato una delle 7 meraviglie d'Europa , oa Piazza di Spagna, considerata uno dei posti migliori per una proposta di matrimonio .

La Baviera è la regione più visitata della Germania e una delle destinazioni preferite dai viaggiatori nuovi in ??Europa. Regione storica, con i suoi numerosi castelli leggendari classificati tra i più bei castelli della Germania , come il "Castello di Neuschwanstein", un castello da favola situato a pochi chilometri dall'aeroporto di Monaco, la Baviera è anche una regione moderna e aperta.

Negli ultimi dieci anni Atene è stata più volte classificata tra le migliori destinazioni europee. I viaggiatori torneranno più e più volte per l'Acropoli o il Tempio di Poseidone e scopriranno anche molto di più che siti storici ad Atene, una città giovane risolutamente rivolta al futuro.

Clonakilty è stata premiata dalla Commissione Europea per il suo impegno per il turismo sostenibile che combina la protezione dell'ambiente e lo sviluppo locale dei prodotti regionali, ed è una delle principali destinazioni del turismo sostenibile in Irlanda.

Vienna è una meta ideale per i romantici: cosa c'è di meglio di un giro in carrozza seguito da una visita ai Palazzi Reali di Vienna? E la sera, un valzer al suono del Danubio blu di Strauss per trasportarvi al tempo dell'imperatrice Sissi? Detto questo, Vienna è anche la città perfetta per una vacanza frizzante e originale per amici, famiglie, innamorati e single. Città apertamente gay-friendly (ricorderete che Conchita Wurst era di Vienna), è anche una delle città più sicure d'Europa. La sensazione di sicurezza è molto alta e queste città sono famose per la loro qualità della vita e il basso tasso di criminalità.

Lucerna è una vera destinazione da cartolina che attrae viaggiatori da tutto il mondo. Il 2022 è probabilmente il momento migliore per scoprirlo poiché è stato meno affollato dalla pandemia. Geograficamente, si trova nel cuore della Svizzera e, storicamente, la regione del Lago di Lucerna con la città di Lucerna famosa in tutto il mondo è il luogo di nascita della Svizzera. Il suo paesaggio è modellato dalle spettacolari Alpi ricoperte da una magica coltre di neve in inverno. Si potrebbe dire che la regione del Lago di Lucerna è una “versione tascabile” della Svizzera.

Se Vienna è una destinazione imperdibile, lo è anche Graz. L'Austria è una destinazione molto trendy per gli appassionati di storia, cultura e shopping. È anche una destinazione privilegiata per chi cerca destinazioni turistiche sostenibili come Landlust e Mostviertel. Attira anche i viaggiatori che cercano i più bei mercatini di Natale a Vienna, Graz, Innsbruck o Salisburgo.

Nel 2022 scopri il segreto della longevità visitando Creta, una delle migliori destinazioni d'Europa. Quest'isola greca bagnata dal sole e dai venti caldi è una meta ideale per gli amanti della vita selvaggia ma anche per il farniente e il relax. Vieni a bere il tuo raki (acquavite cretese) mentre ti godi un pasto tipico; si dice che il segreto della longevità dei suoi abitanti sia la sua gastronomia.

Riproduzione non consentita ©



 

 
 
www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo

Giorgio Esposito

Viaggiare... è sognare, esplorare, scoprire. I paesi dove godersi la pensione
Mollo tutto e vado all'estero: ecco per il 2022 i 10 luoghi dove andare in pensione


ROMA (Italy) - Cambiare clima, panorama, vedere lievitare 'miracolosamente' la propria pensione, grazie al potere d'acquisto diverso all'estero, e vivere più di un giorno da leoni. E' il sogno di tanti pensionati. Medici, avvocati, ma anche impiegati e operai, il sogno è per tutti lo stesso: vivere meglio con la propria pensione. L'importo medio annuo pro-capite delle pensioni è di 17.040 euro e l'Inps, dati ufficiali alla mano, spedisce all'estero circa 500mila pagamenti. Con mille euro di pensione al mese si vive ancora bene in Bulgaria e Portogallo mentre per la Spagna meglio averne 1500. Nonostante le Canarie siano relativamente più costose, complice il clima, sono queste ultime a essere anche le più gettonate. Ma ecco la classifica generale che vede ancora al primo posto Panama.

Mollo tutto e vado all'estero per trascorrere gli anni della pensione in un paradiso terrestre. Ma dove andare? A stilare l'elenco è la rivista “Travel&Leisure” che ha preso in considerazione fattori come clima, elementi naturali e artistici, vantaggi fiscali e livello del sistema sanitario per trovare i luoghi più agevoli per gli over 70. Quindi, mettendo in fila 10 luoghi del mondo che per qualità di vita possono essere considerati un 'buen retiro'. La tendenza è confermata dagli operatori che in questi anni, sul desiderio di fuga degli di ogni età, hanno costruito business promettenti. Il bacino dei potenziali fuggitivi raccoglie pensionati, pensionandi, esodati e vedovi, ma anche coppie ancora agiate eppure stufe dei costi e dello stress tipico delle grandi città. Ciò che sorprende gli addetti ai lavori però è l’approccio, molto simile a quello dei giovani. Negli ultimi anni molti paesi guardano con crescente interesse agli occidentali con i capelli grigi, offrendo anche programmi costruiti su misura.

Panama - Qui nel paese centroamericano il miglior programma al mondo dedicato ai pensionati: il visto Pensionado. E' disponibile per tutte le persone che abbiano una pensione superiore a 1.000 dollari al mese. Il visto offre numerosi sconti tra cui il 20% sui servizi sanitari, il 50% sull'intrattenimento, il 25% in ristoranti, il 25% sulle bollette elettriche e del telefono. Il clima, generalmente caldo, fa di Panama il luogo ideale per chi ama la vita all'aria aperta. Il reportage >>>

Portogallo - Il Portogallo è diventato una delle destinazioni pensionistiche più popolari negli ultimi anni per gli europei e altri di tutto il mondo. Il clima mite, i paesaggi meravigliosi e l'accoglienza dei cittadini sono solo alcuni dei motivi. L'alloggio e il costo generale della vita sono ragionevoli, con variazioni a seconda della città. I costi di Lisbona e Porto sono molto economici e vivere a Porto costa leggermente meno che a Lisbona. I residenti legali possono iscriversi al Servizio Sanitario Nazionale per l'accesso agli ospedali pubblici e ai centri sanitari, pagando i servizi in tempo reale. Per altri, l'assistenza sanitaria è generalmente coperta da un'assicurazione privata. L'assicurazione sanitaria è richiesta come condizione per ottenere un permesso di soggiorno , insieme a un passaporto e una prova di reddito. I pensionati devono presentare domanda presso un consolato locale per un permesso di soggiorno valido per cinque anni, dopodiché dovranno richiedere un permesso permanente alla scadenza. Il reportage >>>

Repubblica Dominicana - La maggior parte degli espatriati vive nelle città di Santo Domingo e Santiago, e ci sono bellissime località turistiche come Punta Cana, Puerto Plata e Boca Chica. Alcune aree non sono considerate sicure, quindi è consigliabile effettuare ricerche prima del trasferimento. La Repubblica Dominicana offre un visto di pensionamento o "pensionado" con una prova di almeno $ 1.500 di reddito mensile, un controllo dei precedenti e un certificato di nascita. I pensionati possono entrare nel paese con un visto turistico e quindi richiedere un visto per pensionamento che richiede diversi mesi. Il reportage >>>

Spagna - Il clima caldo, la cultura accogliente e una varietà di ambienti, dalle località costiere balneari alle città sofisticate, rendono la Spagna un luogo desiderabile in cui ritirarsi. Il sistema sanitario altamente apprezzato del paese include l'assistenza sanitaria pubblica per cittadini e residenti che contribuiscono alla sicurezza sociale. La maggior parte degli espatriati opta per l'assistenza sanitaria privata coperta da assicurazione. Sono disponibili diversi tipi di visto, ma per i pensionati provenienti da paesi al di fuori dell'Unione Europea viene generalmente utilizzato il visto di soggiorno. Il primo permesso è di un anno, con rinnovi fino a cinque anni, momento in cui i pensionati possono richiedere un visto di soggiorno. Il costo della vita varia tra le principali città della Spagna e stabilirsi fuori città è generalmente più rispettoso del budget. Il reportage >>>

Costa Rica - Questo paese centroamericano, dove "pura vida" (vita pura) è un saluto e una descrizione della cultura, si estende dai Caraibi al Pacifico, con foreste pluviali, giungle e spiagge. I costi variano tanto quanto gli ambienti, ma in generale il costo della vita in Costa Rica è ragionevole. Alcuni modi per diventare un residente includono il programma Pensionado che richiede un reddito mensile di almeno $ 1.000. Quei fondi devono essere trasferiti a una banca costaricana per essere prelevati per le spese. Il Programma Rentista, per chi non ha una pensione mensile, richiede un minimo di $ 60.000 o un reddito mensile di $ 2.500 per almeno due anni. L'assistenza sanitaria è disponibile attraverso sistemi pubblici e privati. Per i residenti è disponibile il programma sanitario nazionale (senza copay o esclusioni) e l'opzione di cure private con spese vive che possono essere autoassicurate o pagate tramite una polizza assicurativa privata. Il reportage >>>

Malta - Un paradiso nel cuore del Mediterraneo che offre una qualità della vita tra le migliori in Europa con servizi e infrastrutture a livello. Una serie di tesori storici e architettonici (tra cui ben nove siti protetti dall'Unesco) fanno di Malta un piccolo ma grande luogo tra i più attraenti del Mediterraneo. L'assistenza sanitaria privata è consigliata poiché gli espatriati non hanno accesso all'assicurazione sanitaria nazionale. Per ottenere la residenza permanente, un visto di "autosufficienza" richiede circa $ 60.000 in beni, prova dell'assicurazione medica e una tassa annuale del 15%. Il programma di residenza permanente richiede circa $ 600.000 in beni, contributi finanziari al governo e acquisto di immobili. Nella capitale, La Valletta, non ci si annoia mai, perché c'è sempre qualcosa di interessante da fare, da una mostra a un concerto. Sole tutto l'anno (l'Organizzazione Mondiale della Sanità lo classifica tra i primi 5 posti al mondo) e gustosa cucina mediterranea, cosa volere di più per trascorrere il 'buen retiro? Il reportage >>>

Ecuador - Dalla pittoresca cittadina di Cotacachi, alla frizzante capitale Quito, dal mare di Salinas alle vette delle Ande, la diversità geografica dell'Ecuador è uno dei motivi per cui si trova al primo posto della lista. Oltre a storia e cultura, il paese offre dei vantaggi dal punto di vista immobiliare e numerose agevolazioni per i pensionati, come gli sconti sui biglietti aerei e mezzi pubblici. I pensionati stranieri possono entrare a far parte del sistema governativo per meno di $ 100 mensili per una copertura completa o possono fornire la prova di un'assicurazione sanitaria privata. I visti di residenza permanente sono disponibili una volta che un individuo ha vissuto in Ecuador per almeno 21 mesi con un visto temporaneo. Requisiti di reddito minimo, investimenti in immobili o depositi bancari sono richiesti come parte della domanda di visto temporaneo. Il reportage >>>

Messico - Uno dei migliori paradisi per pensionati, soprattutto statunitensi data la vicinanza con gli Usa. I luoghi più popolari per chi sceglie il 'buen retiro' in questo paese sono Puerto Vallarta e San Miguel de Allende. Diventare residente è relativamente facile, con requisiti di reddito di circa $ 2.100 al mese per la residenza temporanea e $ 2.700 per la residenza permanente. I requisiti per il conto bancario sono rispettivamente di circa $ 36.000 e $ 149.000. La residenza temporanea dura fino a quattro anni con disposizioni per presentare nuovamente domanda dopo quel momento e le domande vengono elaborate tramite il Consolato messicano nel paese di residenza. Il reportage >>>

Colombia - Una scelta sempre più popolare per i pensionati statunitensi. Seconda solo all'Ecuador, come regione sudamericana, la Colombia, ha un costo della vita molto basso. Una coppia può vivere comodamente con meno di 1.200 dollari al mese. Inoltre la Colombia vanta uno dei sistemi sanitari migliori del continente. Diverse categorie di visti includono il visto pensionado, più comunemente utilizzato dai pensionati. Per ottenere il visto , i richiedenti devono dimostrare un reddito mensile minimo di almeno tre volte lo stipendio minimo in Colombia. Il reddito può provenire da pensioni, previdenza sociale o risparmi. Attualmente il minimo richiesto è di circa $750. Dopo cinque anni, i pensionati possono richiedere un visto di soggiorno. I titolari di visto possono anche richiedere una carta d'identità straniera che consente l'accesso al sistema sanitario e ad altri vantaggi. Il reportage >>>

Stati Uniti - Seppure collocata "ben sopra" agli standard dei pensionati, soprattutto italiani, gli States e la Florida in particolare restano nell'immaginario collettivo il sogno di ogni pensionato che si rispetti con eccellenti servizi e clima mite tutto l'anno. Certamente il budget si alza di tanto (tra 3mila e 5mila in media) ma chi può permetterselo fa la scelta vincente. Negli Usa la Florida è lo stato preferito dagli statunitensi che vanno in pensione, grazie al clima mite, chilometri di costa, servizi dedicati agli anziani e agevolazioni fiscali. Le città della Florida sono i paradisi preferiti per i pensionati e nessuna imposta sul reddito statale come alcuni dei progetti. Una varietà di città sulle coste dell'Atlantico e del Golfo offre una gamma diversificata di stili di vita e costi, rendendo la Florida accessibile alla maggior parte dei budget pensionistici. Il reportage >>>

Riproduzione non consentita ©



 

 
 
www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo

Giorgio Esposito

Unesco, con gli ultimi due siti l'Italia diventa il paese con più Patrimoni al mondo
Sono 57 i siti italiani inclusi nella lista dei Patrimoni dell’Umanità, su un totale di 1121 siti
(869 siti culturali, 213 naturali e 39 misti) identificati in 167 Paesi del mondo


ROMA (Italy) - Patrimoni Unesco, Italia in testa con 57 siti. Con gli affreschi del Trecento di Padova e Montecatini Terme, il Belpaese sale in vetta alla graduatoria. Seguono Cina, Germania e Spagna. L'United Nations Educational, Scientific and Cultural Organization (UNESCO), è l’organizzazione dell'ONU creata il 16 novembre 1945 con lo scopo di promuovere la pace e la comprensione tra gli Stati attraverso l’istruzione, la scienza, la cultura, la comunicazione e l’informazione. La classifica: Italia 57 patrimoni, Cina 55, Germania e Spagna 48, Francia 47, India 38, Messico 35, Regno Unito 33, Russia 29, Iran e Usa 24, Giappone 23, Brasile 22, Australia e Canada 20, Grecia e Turchia 18, Portogallo 17, Polonia 16, Svezia e Repubblica Ceca 15, Belgio e Corea del Sud 14, Svizzera e Perù 12, Austria e Argentina 11, Olanda e Sudafrica 10.

I siti inclusi nella lista dei Patrimoni dell’Umanità sono 1121 (869 siti culturali, 213 naturali e 39 misti) identificati in 167 Paesi del mondo. La classifica vede: Italia 57 patrimoni, Cina 55, Germania e Spagna 48, Francia 47, India 38, Messico 35, Regno Unito 33, Russia 29, Iran e Usa 24, Giappone 23, Brasile 22, Australia e Canada 20, Grecia e Turchia 18, Portogallo 17, Polonia 16, Svezia e Repubblica Ceca 15, Belgio e Corea del Sud 14, Svizzera e Perù 12, Austria e Argentina 11, Olanda e Sudafrica 10.

L'Italia può davvero essere considerata una rappresentazione eccezionale del sincretismo culturale, frutto di un continuo incontro di civiltà e scambio di influssi culturali al centro del Mediterraneo. Ecco l'elenco dei siti italiani patrimonio mondiale con le rispettive schede:

1979 Arte Rupestre della Valle Camonica
1980 e 1990 Centro storico di Roma, proprietà extraterritoriali Santa Sede nella città e San Paolo fuori le Mura
1980 La Chiesa e il convento Domenicano di Santa Maria delle Grazie e il 'Cenacolo' di Leonardo da Vinci
1982 Centro storico di Firenze
1987 Venezia e la sua Laguna
1987 Piazza del Duomo a Pisa
1990 Centro Storico di San Gimignano
1993 I Sassi e il Parco delle Chiese Rupestri di Matera
1994 La città di Vicenza e le ville del Palladio in Veneto
1995 Centro storico di Siena
1995 Centro storico di Napoli
1995 Crespi d'Adda
1995 Ferrara, città del Rinascimento, e il Delta del Po
1996 Castel del Monte
1996 Trulli di Alberobello
1996 Monumenti paleocristiani di Ravenna
1996 Centro storico di Pienza
1997 Aree archeologiche di Pompei, Ercolano e Torre Annunziata
1997 Il Palazzo reale del XVIII secolo di Caserta con il Parco, l'Acquedotto vanvitelliano e il Complesso di San Leucio
1997 Costiera Amalfitana
1997 Modena: Cattedrale, Torre Civica e Piazza Grande
1997 Portovenere, Cinque Terre e Isole (Palmaria, Tino e Tinetto)
1997 Residenze Sabaude
1997 Su Nuraxi di Barumini
1997 Area Archeologica di Agrigento
1997 Piazza Armerina, villa romana del Casale
1997 L'Orto botanico di Padova
1998 Area archeologica e Basilica Patriarcale di Aquileia
1998 Centro Storico di Urbino
1998 Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, con i siti archeologici di Paestum, Velia e la Certosa di Padula
1999 Villa Adriana (Tivoli)
2000 Isole Eolie
2000 Assisi, La Basilica di San Francesco e altri siti Francescani
2000 Città di Verona
2001 Villa d'Este (Tivoli)
2002 Le città tardo barocche del Val di Noto (Sicilia sud-orientale)
2003 Sacri Monti del Piemonte e della Lombardia
2004 Necropoli Etrusche di Cerveteri e Tarquinia
2004 Val d'Orcia
2005 Siracusa e le necropoli rupestri di Pantalica
2006 Genova, le Strade Nuove e il Sistema dei Palazzi dei Rolli
2008 Mantova e Sabbioneta
2008 La ferrovia retica nel paesaggio dell'Albula e del Bernina
2009 Dolomiti
2010 Monte San Giorgio
2011 I longobardi in Italia. Luoghi di potere
2011 Siti palafitticoli preistorici delle alpi
2013 Ville e giardini medicei in Toscana
2013 Monte Etna
2014 Paesaggi vitivinicoli del Piemonte: Langhe-Roero e Monferrato
2015 Palermo arabo-normanna e le cattedrali di Cefalù e Monreale
2017 Opere di difesa veneziane XVI e XVII sec. Stato di Terra-Stato di Mare Occidentale (bene transnazionale, per l'Italia Peschiera, Bergamo, Palmanova)
2017 Antiche faggete primordiali dei Carpazi e di altre regioni d'Europa (bene transnazionale, per l'Italia Parco Nazionale Lazio, Abruzzo e Molise, Sasso Fratino, Monte Raschio, Foresta Umbra, Cozzo Ferriero, Monte Cimino)
2018 Ivrea, città industriale del XX secolo
2019 Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene

2021 Montecatini Terme e la pittura del '300 a Padova

Riproduzione non consentita ©



 

 
 
www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo

Giorgio Esposito

Viaggiare... è sognare, esplorare, scoprire. Le bandiere arancioni del TCI
Assegnati i 262 riconoscimenti del triennio 2021-2023, confermandone
251 e premiando 11 nuove località italiane


ROMA (Italy) - Il Touring Club Italiano ha assegnato le 262 Bandiere Arancioni del triennio 2021-2023, confermandone 251 già in essere e premiando 11 nuove località. La Bandiera Arancione viene assegnata alle località che non solo godono di un patrimonio storico, culturale e ambientale di pregio, ma sanno offrire al turista un’accoglienza di qualità. Il marchio ha una validità temporanea, ogni tre anni i Comuni devono ripresentare la candidatura ed essere sottoposti all’analisi del TCI che verifica la sussistenza degli standard previsti e garantisce così ai viaggiatori un costante monitoraggio della qualità dell’offerta turistica e alle amministrazioni uno stimolo al miglioramento continuo. Il turismo nelle Bandiere Arancioni è un turismo slow, autentico, accogliente e soprattutto rispettoso dell’ambiente e delle comunità ospitanti. Le bandiere del TCI sono assegnate ad ogni biennio.

Ecco le new entry tra le bandiere arancioni del TCI: Canelli (AT), Castagnole delle Lanze (AT), Revello (CN), Rosignano Monferrato (AL), Susa (TO) e Trisobbio (AL) in Piemonte, Badalucco (IM) e Vallebona (IM) in Liguria, Ponti sul Mincio (MN) in Lombardia, Nocera Umbra (PG) in Umbria e Subiaco (RM) in Lazio.

Secondo un rapporto dell'Organizzazione mondiale del turismo delle Nazioni Unite (UNWTO) l’impatto economico del crollo del turismo dovuto alla pandemia di Coronavirus potrebbe superare i 4.000 miliardi di dollari. È evidente che i borghi italiani non sono stati risparmiati da questa crisi globale, ma la seppur breve stagione estiva 2020 è andata per i piccoli centri italiani, in particolare per quelli certificati con il marchio del Touring Club Italiano, meglio che altrove. Infatti, nonostante il crollo mondiale del turismo nell’ultimo anno e mezzo, per il 66% dei Comuni Bandiera Arancione la stagione estiva 2020 è stata in linea e, in molti casi, migliore dell’anno precedente. Anche per l’estate 2021 le previsioni sono molto promettenti e i borghi, che sanno essere laboratori di innovazione, sapranno rispondere in modo ospitale e creativo, accogliendo i viaggiatori - principalmente italiani - che li visiteranno.

Riproduzione non consentita ©



 

 
 
www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo

Giorgio Esposito

Green pass, when needed in Italy and abroad and information on traveling children Green pass, quando serve in Italia e all'estero e le info sui bimbi in viaggio
Ecco tutte le risposte dalle FAQ di governo e Commissione Ue nei siti dedicati


ROMA (Italy) - Green pass, quando serve in Italia e all'estero? Ma è possibile viaggiare senza? Chi può viaggiare dall'estero in Italia? Con quante dosi è considerata 'valida' la certificazione digitale verde europea, senza restrizioni nei viaggi? Ed è necessaria anche per i bambini? Ecco tutte le risposte dalle FAQ di governo e Commissione Ue nei siti dedicati. La Certificazione verde COVID-19 può essere utilizzata nel nostro Paese per partecipare a eventi pubblici e feste conseguenti alle cerimonie civili o religiose, per accedere a residenze sanitarie assistenziali o altre strutture, spostarsi in entrata e in uscita da territori classificati in "zona rossa" o "zona arancione". Regioni e Province autonome possono prevedere altri utilizzi della Certificazione verde COVID-19.

QUANDO SERVE - La Certificazione verde COVID-19 può essere utilizzata nel nostro Paese per partecipare a eventi pubblici e feste conseguenti alle cerimonie civili o religiose, per accedere a residenze sanitarie assistenziali o altre strutture, spostarsi in entrata e in uscita da territori classificati in "zona rossa" o "zona arancione". Regioni e Province autonome possono prevedere altri utilizzi della Certificazione verde COVID-19. Dal 1° luglio la Certificazione verde COVID-19 è valida come EU digital COVID certificate e rende più semplice viaggiare da e per tutti i Paesi dell'Unione Europea.

SI PUO' VIAGGIARE SENZA GREEN PASS? - Fino al 12 Agosto è possibile viaggiare in Europa anche senza Certificazione verde Covid-19 esibendo le certificazioni di completamento del ciclo vaccinale, di guarigione o di avvenuto test rilasciate dalle strutture sanitarie, dai medici e dalle farmacie autorizzate. Per tali certificazioni valgono gli stessi criteri di validità e durata della Certificazione verde.

BAMBINI E GREEN PASS, VIAGGI IN ITALIA - I bambini sotto i 6 anni devono avere la certificazione per viaggiare in Italia? No. Ai fini dell'ingresso nel territorio nazionale, i bambini di età inferiore ai sei anni sono esentati dall'effettuazione del test molecolare o antigenico. E quindi dalla relativa Certificazione.

GREEN PASS, CON QUANTE DOSI SI PUO' VIAGGIARE SENZA RESTRIZIONI? - Basta la prima dose perché il certificato verde digitale sia davvero utile fuori dal Paese di provenienza o senza la seconda si andrà incontro a restrizioni per l'ingresso negli altri Paesi membri? A rispondere, almeno in parte, è la Commissione Europea nelle Faq pubblicate nella versione inglese del sito. La premessa fondamentale è che al momento sono gli Stati membri a decidere se accettare un certificato di vaccinazione dopo una dose o dopo il completamento dell'intero ciclo di vaccinazione. In Italia ad esempio, dove il Pass viene rilasciato dopo 14 giorni dalla prima somministrazione, si discute ora dell'ipotesi di una rimodulazione della certificazione a causa della variante delta e non è escluso che le modalità di rilascio possano cambiare in breve tempo.

A questo proposito, la Commissione Ue sottolinea come "i certificati saranno rilasciati a qualsiasi persona che abbia ricevuto una vaccinazione COVID-19 in uno Stato membro dell'UE, indipendentemente dal numero di dosi. Il numero di dosi sarà chiaramente indicato nel certificato digitale COVID UE per indicare se il corso di vaccinazione è stato completato. Inoltre - si legge ancora -, il regolamento impone agli Stati membri di accettare i certificati di vaccinazione alle stesse condizioni", e cioè che "ad esempio, quando uno Stato membro decide di revocare le restrizioni di viaggio per i propri cittadini che hanno un certificato per la prima dose di un vaccino che ha ricevuto l'autorizzazione all'immissione in commercio in tutta l'UE e che ne prevede due, deve estendere lo stesso trattamento ad altri cittadini dell'UE".

Notizie più certe, invece, sulla doppia dose: il 31 maggio scorso, si legge ancora, la Commissione ha infatti "proposto agli Stati membri di revocare le restrizioni ai viaggi per le persone che sono completamente vaccinate (al più tardi 14 giorni dopo l'ultima dose) o guarite dal COVID-19 e che sono titolari del certificato digitale dell'UE per la COVID-19". Una proposta alla quale gli Stati Ue sono stati per altro invitati ad uniformarsi.

Spetta sempre agli Stati membri, inoltre, "decidere se somministrare solo una dose di un vaccino che preveda due dosi alle persone guarite" dal virus. In tal caso, si spiega "il certificato di vaccinazione deve indicare che il ciclo di vaccinazione è stato completato a seguito della somministrazione di una dose. La Commissione ha proposto che le persone che hanno ricevuto una singola dose di un vaccino a due dosi, dopo essere state precedentemente infettate da COVID-19, dovrebbero essere considerate completamente vaccinate ai fini del viaggio".

In sostanza, quindi, la Commissione Ue non impone che le vaccinazioni siano necessariamente due per consentire l'ingresso nei Paesi membri, ma di fatto lascia che siano gli stessi Paesi membri a decidere se sia necessaria una doppia somministrazione per entrarvi.

Intanto in Italia il certificato verde resta valido anche con solo la prima dose di vaccino anti-Covid. "Per ora rimane così" ha detto il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri, ai microfoni di 'Timeline' su Sky Tg24 solo qualche giorno fa. "Come ho detto già la scorsa settimana: controlliamo i dati, vediamo la prevalenza di queste varianti in Italia, ma la mia opinione è che dobbiamo valutare attentamente, perché dovrà essere fatto, il cambiamento del Green pass con le due dosi". "Se sappiamo che con una dose sei abbastanza coperto, ma non sufficientemente coperto - ha spiegato - allora è chiaro che se il virus si è in qualche maniera adattato e modificato al punto da ingannarci noi dobbiamo difenderci: se lui cambia strategia, noi dobbiamo cambiare strategia".

Quanto alle differenze tra i Paesi Ue sul Green Pass, Sileri chiede all'Europa di alzare "un po' più la voce" per tentare di "uniformare un po' tutto". "L'Europa - afferma - dovrebbe in qualche maniera avere un unico filo conduttore, perché altrimenti rischiamo di avere troppe diversità. E di diversità ne abbiamo già avute parecchie in questi mesi. a partire dai vaccini e quant'altro. Il Green certificate è un modo per unire definitivamente l'Europa, ma soprattutto all'inizio problemi ci stanno anche perché - conclude il sottosegretario - ci sono Paesi che stanno ancora indietro su questa certificazione".

CHI PUO' VIAGGIARE DALL'ESTERO - La Certificazione verde COVID-19 semplifica l'ingresso in Italia dai Paesi dell'Unione europea e altri Paesi dell'area Schengen. Per entrare in Italia, la Certificazione verde COVID-19 del viaggiatore deve attestare una delle seguenti condizioni:

- aver completato il ciclo vaccinale prescritto anti-SARS-CoV-2 da almeno 14 giorni

- oppure esser guariti da COVID-19 (la validità del certificato di guarigione è pari a 180 giorni dalla data del primo tampone positivo)

- oppure aver fatto un tampone molecolare o antigenico effettuato nelle 48 ore prima dell’ingresso in Italia con esito negativo. I minori al di sotto dei 6 anni sono esentati dall’effettuare il tampone pre-partenza.

E’ possibile l’ingresso in Italia con le Certificazioni emesse dai rispettivi Paesi anche da Israele, Stati Uniti, Giappone e Canada. La certificazione relativamente al completamento del ciclo vaccinale deve riferirsi ad uno dei quattro vaccini approvati dall’Agenzia europea per i medicinali (EMA): Comirnaty di Pfizer-BioNtech, Moderna, Vaxzevria (AstraZeneca), Janssen (Johnson & Johnson).

Riproduzione non consentita ©



 

 
 
www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo

Giorgio Esposito

Estate in sicurezza: da Polizia Postale, UNC e SUBITO, le regole per affittare una casa vacanza Dalla prenotazione alla accettazione ecco le accortezze da seguire
per non incappare nelle reti di millantatori e truffatori


ROMA (Italy) - Dopo il difficile periodo di lockdown la voglia di vacanza si fa sentire, allo stesso tempo è forte il bisogno di organizzare un’estate sicura, in primis dal punto di vista della salute. Ecco allora che la casa vacanza, indipendente e facilmente raggiungibile con mezzi propri, diventa un’alternativa valida per molti. Questa tendenza riaccende l’attenzione sull’importanza di agire in sicurezza sul web, fin dal momento della ricerca e prenotazione, per garantirsi un’estate serena e sicura da tutti i punti di vista. Ed ecco quindi la preziosa guida di 8 regole per programmare e vivere una vacanza in sicurezza realizzata da Polizia Postale e delle Comunicazioni, Unione Nazionale Consumatori e Subito.

La Polizia Postale e delle Comunicazioni ogni giorno assiste i cittadini sulla sicurezza in rete, aiutandoli ad individuare e limitare possibili rischi. L’utilizzo del web per la ricerca delle proprie vacanze è ormai una realtà consolidata e una grande opportunità, per questo Polizia Postale vuole essere accanto ai cittadini con un’azione congiunta con chi tutela gli interessi dei consumatori e con il marketplace leader in Italia, proprio in questo momento di picco delle prenotazioni in vista della stagione estiva.

“Negli ultimi anni stiamo assistendo ad un aumento dei consumatori che scelgono di prenotare online le case vacanze per il periodo estivo”, afferma l’Avv. Massimiliano Dona, Presidente dell’Unione Nazionale Consumatori. “Il problema è che non sempre le sistemazioni si rivelano all’altezza delle aspettative: in alcuni casi si tratta di disservizi fastidiosi ma che non compromettono la vacanza, in altri riscontriamo, purtroppo, vere e proprie truffe". “La collaborazione con Polizia Postale e UNC è per noi strategica, innanzitutto in chiave di prevenzione" spiega Massimiliano Dotti, Customer Experience Director di Subito.

Ed ecco la guida di 8 regole per programmare e vivere una vacanza in sicurezza realizzata da Polizia Postale e delle Comunicazioni, Unione Nazionale Consumatori e Subito:

1. IMMAGINI REALISTICHE, COMPLETE E NON TROPPO PATINATE
Per verificare la coerenza e veridicità tra immagini e case, utilizzare un motore di ricerca web di immagini su cui caricare le foto presenti nell’annuncio e controllare che non si tratti di foto da repertorio ma di scatti di una casa reale

2. DESCRIZIONE COMPLETA E DETTAGLIATA DELL’IMMOBILE
Per capire se l’immobile e la zona (distanza dal mare, posizione centrale…) corrispondono alla descrizione fatta nell’annuncio, cercare la strada indicata sulle mappe disponibili nel web e, una volta trovato il luogo esatto, visualizzarlo tramite satellite

3. CONTATTARE L’INSERZIONISTA VIA CHAT
Per conferme ulteriori, prendere contatto con l'inserzionista tramite la chat della piattaforma, chiedere informazioni e foto aggiuntive sull'immobile e approfondire con una chiacchierata chiedendo il numero di telefono, possibilmente fisso

4. PREZZO DELL’IMMOBILE ADEGUATO
Per capire se un prezzo è alto, basso o adeguato è opportuno fare una ricerca sulla zona tramite la piattaforma in cui è presente l’annuncio, utilizzando anche un motore di ricerca e controllando se il prezzo non è troppo basso e quindi effettivamente in linea con la località e la struttura della casa

5. INCONTRO CON L’INSERZIONISTA
Per verificare che tutto sia regolare, incontrare ove possibile l’inserzionista per una visita della casa e per consegnare l’importo dovuto di persona

6. RICHIESTA E VALORE CAPARRA
La richiesta di una caparra è legittima, purché non superiore al 20% del totale

7. DOCUMENTI DI IDENTITÀ
Non inviare documenti personali: carta d'identità, patente o passaporto non devono mai essere condivisi in quanto potrebbero essere utilizzati per fini poco leciti

8. PAGAMENTI
Effettuare pagamenti solo su IBAN o tramite metodi di pagamento tracciato, l'IBAN bancario deve essere riconducibile a un conto corrente italiano che è possibile verificare tramite strumenti come IBAN calculator

Le 8 regole d’oro sono disponibili sulla piattaforme di Polizia Postale e delle Comunicazioni

Riproduzione non consentita ©






 
 
www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo

Giorgio Esposito

Tempo di vacanze e meritato relax, ma attenti alle truffe. Dai biglietti aerei agli hotel e
locations fantasma, i criminali sono sempre in agguato e il web resta il loro terreno preferito Occhio al pericolo delle case vacanze con affitti in nero


ROMA (Italy) - Fino a qualche anno fa ci saremmo affidati alle proposte di una agenzia viaggi, sia per biglietti aerei che per hotel e vacanze. Oggi, invece, il web ha modificato in assoluto le nostre buone abitudini lanciandoci "coscientemente" su piattaforme in rete per proporci ed avvertirci del meglio e del peggio. Per carità, il mercato è bello perchè è vario ed il tutto diventa anche più concorrenziale attraverso i portali che confrontano tariffe aeree, appartamenti, hotel e servizi online senza bisogno di intermediari. Attenzione però: il rischio truffa da parte di hacker, cyber criminali e imbroglioni può essere dietro l'angolo. Case vacanze, discorso a parte per le offerte "spesso illegali" di locazioni/affitti non autorizzati dal Comune e/o perchè "pagati in nero" e quindi con responsabilità fiscali e penali per proprietari, intermediari e per chi ne usufruirà.

Recentemente Europol (la Polizia europea) ha arrestato una intera banda di criminali operante da molti paesi d'Europa, che sulla rete spacciavano finte offerte di voli aerei per trafugare i dati delle Carte di credito utilizzate per pagare le transazioni. E non sono immuni da queste truffe neanche gli pseudo-esperti di viaggi e turismo che quasi sempre vantano tra conoscenti ed amici "i loro migliori affari per viaggiare quasi gratis".

Anche se abbiamo già esperienze nel prenotare e godere poi di vacanze scontate, non vuol dire che possiamo ritenerci fortunati e al sicuro da tentativi di truffe online. Soldi e dati personali, infatti, attirano schiere di cyber criminali e truffatori incalliti, che semmai propongono in rete e sui social a poveri diavoli di diventare agenti procacciatori illudendoli di lauti compensi. Ed in proposito, alzi la mano chi non continua ad imbattersi tutti i giorni in semplici studenti, operai, impiegati, casalinghe che, specie nelle pagine dei social dedicate al turismo, offrono consulenze "in privato" per mega sconti, crociere gratuite, voli in first class al costo di una aranciata, fino ad arrivare a vacanze nei paradisi all'estero al solo costo del viaggio aereo.

Finti ticket aerei gratuiti o finti siti web di compagnie aeree sono tra le trappole preferite dagli hacker. Ecco perchè la cronaca ne è piena e le forze di Polizia perorano l'affidabilità certa anzichè l'incerto scontato. Ultimamente va e viene una pseudo catena che "regala" biglietti aerei di notissime "airliner company" ai primi 10 che prenotano o che convincono amici a prenotare. Sono solo furti di dati che presto vi spoglieranno dei sudati risparmi.

E non si salvano neache gli annunci che ricercano rivenditori e broker nel settore dei viaggi e turismo. La Guardia di Finanza ha recentemente bloccato una diabolica agenzia di viaggi online che prometteva lauti guadagni nella vendita di pacchetti vacanze in rete. In molti, infatti, cadevano nel tranello di firmare un contratto con il quale si impegnavano ad acquistare quello che poi diveniva "fantasma". Una serie infinita di coppie e famiglie hanno così vissuto gli incubi delle vacanze rovinate e mai rimborsate. E che dire della comitiva, per la maggior parte composta da pensionati, che sarebbe dovuta partire per un viaggio in Cina prenotato e interamente saldato ma mai portato a termine per la solita truffa.

Case vacanze, discorso a parte per le offerte "spesso illegali" di locazioni/affitti non autorizzati dal Comune e/o perchè "pagati in nero" e quindi con responsabilità fiscali e penali per proprietari, intermediari e per chi ne usufruirà. Le Leggi italiane, europee ed in genere in occidente, pongono infatti dei seri paletti sugli affitti/locazioni di alloggi sia perchè "devono avere caratteristiche igieniche e di sicurezza assolute", sia perchè queste pratiche alimentano il mercato della illegalità e della evasione fiscale. In caso di incertezza, quindi, non esitare a chiamare la Guardia di Finanza al 117.

Come tutelarsi, quindi, da questi veri e propri criminali operanti nel settore del turismo, presto detto: usando accortezza ed intelligenza che non fa mai rima con furbizia: utilizzate agenzie di viaggio esistenti sul vostro territorio di provata affidabilità; in alternativa rivolgetevi online a piattaforme notissime; se avete dubbi controllate la serietà chiedendo aiuto agli altri utenti della rete con diverse domande sulla agenzia online; potete anche verificare l'esistenza o meno presso la Camera di Commercio sede della agenzia; confrontate persone e strutture su Tripadvisor o altri canali paralleli; non pagate mai offerte online con vaglia, postepay ma semmai con bonifici bancari controllando IBAN e carte di credito che restano prove per eventuali denunce in caso di truffe. Per le cosidette "case vacanze" pretendere sempre il contratto registrato che autorizza affitto/locazione e solleva chi ne usufruisce da ogni responsabilità derivante dall'uso dell'alloggio. Ma il meglio si ottiene dal buonsenso nel capire che "non esistono veri affari se non in presenza di eventi veramente particolari ed eccezionali del tipo last minute".

Riproduzione non consentita ©



 

 
 
www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo

Giorgio Esposito

Viaggiare... è sognare, esplorare, scoprire. I vincitori di Nutella “Ti Amo Italia”
L'edizione 2021 ha raccolto più di 2 milioni di consensi votando i propri "luoghi del cuore"
Ecco le 48 locations più suggestive d'Italia tra le 1600 candidate


ROMA (Italy) - Dopo il grande successo dello scorso anno, l’Italia torna ad essere protagonista della limited edition di Nutella “Ti Amo Italia” prevista per l’autunno, con una grande novità: per la prima volta sono stati i consumatori ad ispirare e decretare i luoghi raffigurati sugli iconici vasetti di questa seconda edizione, attraverso una competizione online che ha raccolto 2.143.217 voti da parte del pubblico. A salire sul podio sono stati i luoghi del cuore degli italiani, che hanno votato facendo prevalere i luoghi con cui sentono un legame particolare, ricchi di ricordi ed emozioni, anche a discapito delle più grandi e rinomate città metropolitane, sottolineando ancora una volta il significato di questa limited edition: celebrare il legame e la meraviglia del nostro Paese in ogni suo scorcio, dal più noto al più nascosto e non per questo meno straordinario. L’appello ha visto la straordinaria partecipazione degli utenti che hanno dato vita a una sfida entusiasmante candidando oltre 1600 meraviglie che hanno rappresentato la nostra terra: dai mari cristallini, alle rigogliose colline, passando dai monti e laghi fino ad arrivare alle città.

Tra le oltre 1600 candidature iniziali, a sfidarsi nel duello finale sono state 84 locations suggestive della nostra penisola, selezionate in collaborazione con ENIT (Agenzia Nazionale del Turismo), con l’obiettivo di creare sempre più consapevolezza sulla meraviglia dei luoghi che ci circondano. I partecipanti, attraverso i loro voti, hanno scelto le immagini vincitrici rappresentative di ogni regione d’Italia e che saranno raffigurate sui 42 vasetti della prima Limited Edition ispirata dai consumatori, in arrivo sui punti vendita a partire dal prossimo ottobre.

Ecco la classifica completa delle 84 locations in tutta Italia scelte attraverso una competizione online che ha raccolto 2.143.217 voti da parte del pubblico. A salire sul podio sono stati i 'luoghi del cuore' degli italiani, che hanno votato facendo prevalere i siti con cui sentono un legame particolare, ricchi di ricordi ed emozioni, anche a discapito delle più grandi e rinomate città metropolitane, sottolineando ancora una volta il significato di questa limited edition: celebrare il legame e la meraviglia del nostro Paese in ogni suo scorcio, dal più noto al più nascosto e non per questo meno straordinario ..... >>>

Riproduzione non consentita ©



 

 
 
www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo

Giorgio Esposito

Viaggi, bandiere blu alle locations italiane, Liguria e Campania al top. Sono 416 le spiagge italiane 'da sogno', 9 in più rispetto al 2020, con 15 nuovi ingressi e 9 Comuni non confermati.


ROMA (Italy) - Le Bandiere Blu 2021 assegnate dalla Foundation for Environmental Education (Fee) a 201 località rivierasche e 81 approdi turistici. I Comuni che hanno ottenuto il riconoscimento in base ai 32 criteri di sostenibilità, sono 201, 6 in più rispetto ai 195 dello scorso anno: 15 sono i nuovi ingressi, 9 i Comuni non confermati. La Liguria conferma 32 località, segue la Campania con 19 Bandiere, la Toscana scende a 17 Bandiere. Raggiunge i 17 riconoscimenti anche la Puglia, con tre nuovi ingressi e un’uscita. Le Marche salgono a 16, con un nuovo ingresso. Anche la Calabria va a quota 15 con due nuovi ingressi, mentre la Sardegna riconferma le sue 14 località con un nuovo ingresso. L’Abruzzo sale a 13 con tre nuovi ingressi, il Lazio arriva a 11 con due nuovi Comuni. Rimangono invariate le 10 bandiere del Trentino Alto Adige, Sicilia con due new entry. Riconfermate le 9 Bandiere del Veneto, le 7 località dell’Emilia Romagna. La Basilicata conferma le sue 5. Poi Piemonte che ottiene 2 Bandiere, come Friuli Venezia Giulia. Il Molise rimane con 1 Bandiera, anche la Lombardia conferma 1 Bandiera blu. Complessivamente, quest’anno le Bandiere sui laghi scendono a 16, con due uscite.

Viaggi e turismo - Italia, un tour indimenticabile nel "paese più bello del mondo"
Dalle Alpi al Mediterraneo in un mix "senza respiro" di gastronomia, cultura, natura e .....

ROMA (Italy) - Viaggiare in Italia è come partecipare ad un banchetto le cui portate sembrano non finire mai. Con i suoi 50 milioni di turisti l'anno, poche destinazioni di viaggio possono vantare una simile varietà di offerte culturali e turistiche in grado di soddisfare ogni esigenza. Dalle rovine romane ai capolavori dell'arte rinascimentale, soggiornare in piccole città medievali, sciare sulle Alpi, esplorare i canali di Venezia oppure lasciarsi cullare dal dolce mare del Salento. Sono proprio tanti quelli che non resistono all'incanto del golfo di Napoli passando per Capri e le bellezze naturalistiche del Cilento sino ad arrivare alla greca Calabria con le sue cittadine millenarie. Un paese che non ha confronti per il suo giusto mix di spontaneità e calorosa accoglienza verso chi ama soprattutto "la buona cucina" mediterranea che in tutto il mondo spesso cercano inutilmente di imitare.

Puglia

Trentino - Meranese

L'Italia è da sempre sinonimo del mangiar bene: un'esplosione inconfondibile di gusti, sapori e profumi. E’ la cucina più rinomata al mondo e propone più di ogni altra un'incredibile varietà di piatti e di ricette diverse per territorio. Ne sono testimoni il famoso Parmigiano Reggiano, il prosciutto di Parma o San Daniele, l'aceto balsamico di Modena, il pesto ligure, la mozzarella di bufala campana, i limoni di Amalfi - Sorrento, il tartufo di Alba, i salumi di Calabria o la Pizza napoletana ... E questi sono solo alcuni dei prodotti che fanno del Paese tricolore la "terra del gusto".

Calabria - Tropea e Costa degli Dei

Sardegna

Con i suoi 7500 km di costa, l'Italia è il paese ideale per gli amanti del mare. La costiera italiana, così ricca di golfi e insenature, approdi naturali, porti turistici e lunghe e sabbiose spiagge, è adatta a tutte le esigenze. Da nord a sud, da est a ovest, il territorio digrada sulle coste rocciose e frastagliate del Tirreno a ovest, e poi verso quelle morbide e sabbiose dell'Adriatico a est. Del Belpaese fanno parte due grandi isole, la Sicilia e la Sardegna, e numerosi piccoli arcipelaghi. Come l'arcipelago della Toscana, cui appartiene l'Isola d'Elba, l'arcipelago della Maddalena in Sardegna, l'arcipelago Campano, con Ischia e Capri e le isole Pontine nel Lazio. Tra le sponde tunisine e siciliane troviamo le Isole Pelagie, tra cui Lampedusa, le Isole Eolie - con due vulcani attivi, Stromboli e Vulcano - e le Egadi, una riserva naturale. Infine in Puglia, le splendide isole Tremiti.

Matera e Basilicata

Cilento

L'Italia è sinonimo di arte e storia. Le bellezze artistiche sono ovunque e ogni angolo del Paese riserva infinite e meravigliose sorprese. L'Italia ha il maggior numero di beni artistici e culturali dichiarati Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO. Sono infatti ben 50 i siti italiani inseriti nella Lista del Patrimonio dell'Umanità, la Unesco World Heritage List. Roma, Firenze, Assisi, Venezia, Siena, Pisa, Napoli, sono tra le più note città d’arte del Paese, ma il territorio è disseminato di centri storici di incomparabile bellezza.

Costiera Sorrentina - Amalfitana

Toscana

La meta preferita dai turisti in Italia (dati Istat 2017) è Roma con 25 mln di presenze. Milano al secondo posto con 11 mln. Venezia con 10,5 mln al terzo posto. A seguire: Firenze con 9,3 mln; Rimini 7 mln; Torino 3,6 mln; Riccione 3,5 mln; Napoli 3,3 mln; Bologna 2,6 mln; Sorrento 2,4 milioni di turisti.


Sicilia

Milano

Il Veneto è una delle mete turistiche più conosciute al mondo. La regione, infatti, è prima assoluta in termini di presenze turistiche in Italia, raccogliendo ben 70 milioni di entusiastici estimatori provenienti dall'intero pianeta. Secondo il rapporto UN, seguono Trentino Alto Adige con 51 milioni, Toscana 46 mln, Lombardia 41 mln, Emilia Romagna 40 mln, Lazio 34 mln e Campania con 21 milioni di appassionati dello splendore del Belpaese.


Veneto

Marche

Consulta anche tutti gli altri Reportage e Consigli di Viaggio in giro per il mondo >>>

Riproduzione non consentita ©




 
 
www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo

Giorgio Esposito

Viaggi, per l'estate 2021 la 'parola d'ordine' è "godersi il paese più bello del mondo". Ma quali sono le locations del Belpaese più gradite da viaggiatori e turisti Risponde la ricerca sulle preferenze 2020 dell'istituto Demoskopika


ROMA (Italy) - Risponde la ricerca di Demoskopika che incorona il Trentino Alto Adige. Per l’Istituto di ricerca quella del Trentino è una riconferma, alla quale si aggiungono due new entry: Sicilia e Toscana. Alla Sardegna il primato della migliore perfomance rispetto al 2019. Oltre 1,1 milioni di pagine indicizzate, circa 5 milioni di like e follower sulle reti sociali, poco più di 40 milioni le recensioni conteggiate e ben 533 mila le strutture ricettive osservate. Sono questi i numeri generati dalle regioni italiane per costruire la reputazione turistica delle destinazioni e sintetizzati dal Regional Tourism Reputation Index per il 2020, giunto al suo quarto anno consecutivo. Agli otto indicatori tradizionalmente osservati (visibilità e interesse dei portali turistici istituzionali regionali, social appeal presso gli stakeholder, popolarità, fiducia e tendenze di ciascuna destinazione turistica regionale nel complesso e, infine, reputazione del sistema ricettivo) sono stati aggiunti altri due parametri: il primo mirato a rilevare le destinazioni preferite dagli italiani per le vacanze mentre il secondo incrementa, con l’aggiunta anche della piattaforma Google Travel, la numerosità delle strutture alberghiere ed extra-alberghiere sottoposte a valutazione.

Riepilogando, la classifica 2020 delle regioni italiane con la migliore reputazione turistica sono:

Trentino Alto Adige (113,6 punti)
2 Sicilia (110,9 punti)
3 Toscana (109,2 punti)
4 Emilia Romagna (104,2 punti)
5 Lazio (102,1)
6 Marche (101,8)
7 Veneto (101,6)
8 Puglia (100,9)
9 Sardegna (100,8)
10 Basilicata (100,7)

Per il 2021, invece, la Sicilia, insieme a Toscana e Puglia, sono le destinazioni più gettonate da chi ha dichiarato di trascorrere una vacanza in Italia (92,3%). Appena il 7.8%, al contrario, ha in programma un viaggio fuori dai confini nazionali. Ben 4 su 10 optano per soluzioni ricettive ritenute "più sicure": appartamento preso in affitto (18,9%), casa di proprietà della famiglia (17,4%) oppure ospite di parenti o amici (5,2%). Ecco i reportage giornalistici nelle regioni più belle d'Italia >>>

Riproduzione non consentita ©




 
 
www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo

Giorgio Esposito

Il Borgo dei Borghi 2021 incorona Tropea la vera "Perla del Tirreno"
L'edizione di questo anno ha premiato Calabria, Sardegna e Sicilia
Tropea è stata anche candidata al titolo di "Capitale della cultura italiana" per il 2022


ROMA (Italy) - L'edizione 2021 del Borgo dei Borghi ha incoronato la splendida località della Calabria, meta di arrivo di tantissimi turisti che se ne godono le beltà per tutto l'anno, grazie anche al clima mite e ad una natura mediterranea che la rende solare e variopinta. La riconosciuta "Perla del Tirreno" è sita in provincia di Vibo Valentia ed è facilmente raggiungibile dall'autostrada Salerno Reggio Calabria. Secondo posto per la Sardegna con Baunei nel nuorese e Geraci Siculo, paesino in provincia di Palermo, che si è aggiudicato il terzo posto. Un mix tutto mediterraneo quello di questo anno che ha visto in lizza cittadine, paesini e borghi di tutta Italia. Ecco i reportage giornalistici, con utili informazioni e consigli, nelle meravigliose terre di Calabria, Sardegna e Sicilia.

Il voto online ha avuto un successo clamoroso e le preferenze web si sono sommate alle scelte della giuria di esperti 2021, composta da: Rosanna Marziale, chef stellata e protagonista canale tv Food Network; Mario Tozzi, geologo e conduttore di “Sapiens” su Rai3; Jacopo Veneziani, professore, divulgatore e dottorando in Storia dell’Arte alla Sorbona di Parigi.

Baunei in Sardegna - Oltre alle meravigliose spiagge dell’Ogliastra, poco lontano da Cala Goloritzè, Sisine e Mariolu, si scopre Baunei, un paese aggrappato al monte Santo, in posizione panoramica sul resto della vallata. Nel cuore del borgo, la chiesa di San Nicola di Bari, del Seicento e un’atmosfera tranquilla. Ma nei dintorni immancabili le passeggiate tra i sentieri di trekking, le pareti verticali e i canyon sul mare: tra il Supramonte di Baunei, Pedra Longa, l’altopiano del Golgo e il su Sterru, sono innumerevoli infatti le occasioni per camminare, fare parapendio e arrampicata sportiva. (foto in basso a sinistra)

Geraci Siculo in Sicilia - Nel Parco Regionale delle Madonie, il borgo di Geraci Siculo è dominato dai resti di un antico castello. Le origini medievali si rintracciano negli antichi vicoli, i cortili nascosti, i passaggi coperti e le strade strette. Diversi i monumenti religiosi che impreziosiscono il borgo: dalla chiesa di Santa Maria Maggiore alla chiesa di Santo Stefano, dalla chiesetta di Sant’Anna alla chiesa di San Giacomo. Nel centro storico, a pochi passi dalla Chiesa di San Giuliano, si trova una passerella in vetro sospesa su una rupe: è il Salto di Ventimiglia, un belvedere che ricorda che qui morì il Conte Francesco I Ventimiglia, che, nel 1338, per fuggire dalle truppe di Pietro II, si lanciò con il cavallo nel dirupo. (foto in alto a destra)

1. Tropea (Calabria) ... visualizza il reportage

2. Baunei (Sardegna ... visualizza il reportage)

3. Geraci Siculo (Sicilia ... visualizza il reportage)

4. Albori (Campania)

5. Grottammare (Marche ... visualizza il reportage)

6. Campli (Abruzzo)

7. Malcesine (Veneto)

8. Pietramontecorvino (Puglia ... visualizza il reportage)

9. Corciano (Umbria)

10. Cocconato (Piemonte)

11. Finalborgo (Liguria)

12. Valsinni (Basilicata ... visualizza il reportage)

13. Trivento (Molise)

14. Poffabro (Friuli-Venezia Giulia)

15. San Giovanni in Marignano (Emilia-Romagna)

16. Buonconvento (Toscana ... visualizza il reportage)

17. Borgo Valsugana (Trentino-Alto Adige)

18. Issime (Valle d’Aosta)

19. Pomponesco (Lombardia)

20. Pico (Lazio)

Riproduzione non consentita ©


 

 
 
www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo

Giorgio Esposito

Viaggiare... è sognare, esplorare, scoprire. Consigli di viaggio per "Covid 19"
Aeroporti e Compagnie Aeree, ecco le classifiche mondiali in termini di sicurezza anti covid, stilate dagli esperti di "STB". Informazioni preziose anche dal Ministero degli Esteri italiano



ROMA (Italy) - "Viaggiare informati per viaggiare sicuri". Sembra scontato ma soprattutto in questo lunghissimo e "cupo periodo" in tema di "viaggi e turismo", è essenziale conoscere le formalità di sicurezza antivirus per accedere alle nostre destinazioni, aeroporti ed airliners. A fornirci le giuste e professionali informazioni, ci ha pensato "STB", analizzando migliaia di dati provenienti da tutto il mondo, che sono poi elaborate e resi utili sia per Viaggiatori che per Turisti in genere. I risultati hanno interessato i protocolli antivirus di 250 compagnie aeree e 420 aeroporti dei sei continenti. A completamento, rivolgiamoci con fiducia anche al Ministero degli Esteri italiano con Info e Consigli sul suo sito specifico "viaggiaresicuri".

STB è uno strumento B2B2C per monitorare le misure di sicurezza, salute e quarantena dei viaggiatori COVID-19 annunciate dalle compagnie di viaggio e dalle destinazioni. Le classifiche sono state sviluppate da esperti del settore che hanno analizzato decine di parametri, tra i quali, per Aeroporti: "consegna bagagli senza contatto", "postazioni ceck-in contactless", "mascherine da viaggio", "test facilitati Covid-19", "mascherine personali". Per le Compagnie Aeree sono state analizzate: "frequenza disenfezione degli aerei", "mascherine da viaggio", "screening termico", "modulo dichiarazione covid", "mascherine personali". Nelle due classifiche, troviamo ai primi posti locations del Medio Oriente, a conferma della massima attenzione che questi territori pongono in termini di sicurezza dei viaggiatori. Ecco i risultati dei primi 20 in classifica per Aeroporti e Compagnie aeree:

Riproduzione non consentita ©






 
 
www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo

Giorgio Esposito

Viaggiare... è sognare, esplorare, scoprire. Consigli di viaggio per donne sole
Due terzi dei viaggiatori per turismo sono donne, ed il trend è in continua espansione. Ecco quindi la classifica dei paesi, più o meno sicuri, ideali per le donne che viaggiano sole


ROMA (Italy) - Quasi due terzi dei viaggiatori per turismo in tutto il mondo sono donne, e il numero delle ricerche su Google per la frase "viaggio di donne sole" ha superato i 100 milioni. Un trend in crescita, ed il mercato si adegua rapidamente a questa esigenza prevedendo tour e specifici viaggi assistiti. I benefici di un "viaggio in solitaria" sono tanti e soprattutto aiutare a migliorare la propria sicurezza. Ecco perchè le "Storie incredibili da raccontare esplorando le destinazioni che si sono sempre sognate", oramai non hanno prezzo. Ma nei programmi, spesso, si studiano tanti dettagli senza considerare "anche" la sicurezza degli stessi paesi in termini assoluti. Ecco quindi in aiuto una classifica professionale con tanti indici di interesse per tantissime destinazioni del mondo.

La classifica WWI analizza una serie di fattori al fine di valutare "le migliori destinazioni per le donne che viaggiano da sole" quali: sicurezza, diritti delle donne, cultura, paesaggi, avventura e "instagrammabilità". Fattori che le donne affermano essere importanti per loro nel programmare "viaggi in solitaria". Il vincitore è stato il Giappone, grazie ai suoi bassi livelli di criminalità, alla sua vasta collezione di risorse naturali e ad una vivibilità eccellente. Nello specifico, la classifica tiene conto dei dati uffciali dei seguenti parametri: Sicurezza (tasso di criminalità); Diritti delle donne (tasso di divario di genere 2017); Cultura (numero di siti patrimonio culturale immateriale dell'UNESCO); Scenario (classificazione di competitività di viaggi e turismo); Avventura (classifica dei migliori paesi 2018 per l'avventura); Instagrammability (numero di hashtag per paese su Instagram); Opportunità culinarie (Numero di città incluse nella classifica 2017 delle migliori città per il cibo); Volontariato (World Giving Index Volunteering Score).

Riproduzione non consentita ©






Giorgio Esposito Journalist
www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo

Viaggiare... è sognare, esplorare, scoprire
Consigli di viaggio

La IATA pronta a lanciare il "passaporto sanitario digitale" per ritornare a viaggiare in tutta sicurezza
Lo IATA Travel Pass consentirà viaggi in tutto il mondo con tutta la documentazione al seguito

ROMA (Italy) - La IATA (International Air Transport Association) sta per lanciare una app che consentirà di tornare a viaggiare in tutto il mondo, con un certificato di negatività al coronavirus. Un 'passapporto sanitario digitale' per sbloccare le frontiere e abolire la regola della quarantena obbligatoria. Una sicurezza per i governi, le compagnie aeree, e ovviamente gli stessi viaggiatori, lo Iata Travel pass è stato sviluppato con International Airlines Group. La app sarà disponibile nei primi mesi del 2021 sugli store Apple e Android e sarà completamente gratuita per i passeggeri e i governi. Saranno le compagnie a pagare una piccola tassa per ogni passeggero che la utilizza.

Lo IATA Travel Pass fornirà ai passeggeri le informazioni utili sulle restrizioni all’ingresso imposte dal paese di destinazione, la lista dei laboratori accreditati dove fare i tamponi nel paese di partenza, e dalla quale soprattutto saranno visibili alle autorità portuali utte le informazioni sanitarie, risultati di test recenti al Covid-19 ed eventuali vaccini. Saranno gli stessi laboratori a caricare queste informazioni, dando così prova della veridicità dei risultati. La stessa app conterrà poi tutti i documenti di viaggio, cioè i biglietti aerei e una copia elettronica del passaporto (che è collegato alla app anche per verificare l’identità del suo proprietario), così da velocizzare anche le procedure di imbarco e ridurre al minimo i contatti.

Una sicurezza per i governi, le compagnie aeree, e ovviamente gli stessi viaggiatori, lo Iata Travel pass è stato sviluppato con International Airlines Group. La app sarà disponibile nei primi mesi del 2021 sugli store Apple e Android e sarà completamente gratuita per i passeggeri e i governi. Saranno le compagnie a pagare una piccola tassa per ogni passeggero che la utilizza.

“Oggi i confini sono doppiamente chiusi. I test sono la prima chiave per consentire i viaggi internazionali senza misure di quarantena – afferma Alexandre de Juniac, direttore generale e ceo di Iata -. La seconda chiave è l’infrastruttura informativa globale necessaria per gestire, condividere e verificare in modo sicuro i dati dei test abbinati alle identità dei viaggiatori in conformità con i requisiti di controllo delle frontiere. Questo è il lavoro di Iata Travel Pass. Lo porteremo sul mercato nei prossimi mesi”.


Riproduzione non consentita ©
 



Giorgio Esposito Journalist
www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo

Viaggiare... è sognare, esplorare, scoprire
Consigli di viaggio

Qantas è in cima alla lista delle compagnie aeree più sicure al mondo per il 2021
Airline Ratings pubblica anche la classifica delle più sicure in termini di Covid-19

ROMA (Italy) - Airline Ratings ha pubblicato sia la classifica 2021 delle compagnie aeree più sicure, che quelle delle Airlines più affidabili in termini di risposta al Covid-19. Per la sicurezza, sul podio ancora Qantas, Qatar Airways, Air New Zealand e la sempre pluri premiata Emirates. Il ranking viene stilato ogni anno monitorando 385 compagnie di tutto il mondo, su incidenti, età aeromobili posseduti ... Per la "World’s Top Twenty Covid-19 Compliant Airlines", la lista di compagnie che spiccano "per aver messo in atto politiche anticontagio considerate più efficaci e che garantiscono comfort e sicurezza al viaggiatore", quali dispositivi, assicurazioni e benefit, in testa troviamo Air New Zeland, Qantas, Singapore, Emirates.

Nel fare la sua valutazione delle compagnie aeree più sicure al mondo, Airline Ratings tiene conto di una gamma completa di fattori che includono: incidente della compagnia aerea e record di incidenti gravi, audit da parte degli organi di governo e dell'industria dell'aviazione, iniziative di sicurezza leader del settore, e l'età della flotta. E secondo Airline Ratings, questa è la classifica delle compagnie aeree più sicure al mondo per il 2021:

Qantas
Qatar Airways
Air New Zealand
Singapore Airlines
Emirates
EVA Air
Etihad Airways
Alaska Airlines
Cathay Pacific Airways
British Airways
Virgin Australia / Virgin Atlantic
Hawaiian Airlines
Southwest Airlines
Delta Air Lines
American Airlines
SAS
Finnair
Lufthansa
KLM
United Airlines

 

La World’s Top Twenty Covid-19 Compliant Airlines, è la lista di compagnie che spiccano "per aver messo in atto più velocemente, politiche anticontagio tra le più efficaci e misure che garantiscono comfort e sicurezza al viaggiatore", quali dispositivi, assicurazioni e benefit (medaglia d'onore ad Emirates per i suoi eccezionali interventi in favore dei passeggeri). Ecco le 20 più sicure compagnie in termini di protezione Covid:

Air New Zealand
Qatar Airways
Singapore Airlines
Emirates
Cathay Pacific Airways
Virgin Atlantic
Etihad Airways
Swiss International
Japan Airlines
ANA All Nippon Airways
EVA Air
Qatar Airways
Korean Air
Air France
Finnair
Gulf Air
Hong Kong Airlines
British Airways
Kenya Airways
Dragonair


Riproduzione non consentita ©
 



Giorgio Esposito Journalist
www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo

Viaggiare... è sognare, esplorare, scoprire
Consigli di viaggio

Qualità della vita italiana 2020, Bologna al primo posto. Bolzano e Trento in seconda e terza posizione
Il sud arranca sempre di più con le province pugliesi in peggioramento. Sei le aree tematiche analizzate: Ricchezza e consumi; Demografia e salute; Affari e lavoro; Ambiente e servizi; Giustizia e sicurezza; Cultura e tempo libero.

ROMA (Italy) - Presentata la 31esima indagine del Sole 24 Ore sul benessere nei territori. La classifica generale premia Bologna, al primo posto, che guadagna ben 13 posizioni e traina un po’ tutte le province dell’Emilia Romagna. Ben cinque su nove si incontrano tra le prime venti: oltre al capoluogo, Parma (8ª), Forlì Cesena (14ª), Modena (15ª) e Reggio Emilia (17ª). Il sud arranca sempre di più con le province pugliesi in peggioramento. Sei le aree tematiche analizzate: Ricchezza e consumi; Demografia e salute; Affari e lavoro; Ambiente e servizi; Giustizia e sicurezza; Cultura e tempo libero.

La crisi penalizza le aree metropolitane più turistiche, come Venezia, Roma, Firenze oppure Napoli. E della mancanza di turisti risentono anche le località di mare: peggiorano le province di Puglia e Sardegna (fatta eccezione per Cagliari e Foggia), Rimini, Salerno, Siracusa e Ragusa. In controtendenza solo la Liguria. A registrare “scatti di crescita”, piazzandosi nella top ten, sono anche altre province di medie dimensioni come Verona, Udine e Cagliari. Crotone e Caltanissetta chiudono la classifica.


Riproduzione non consentita ©
 



Giorgio Esposito Journalist
www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo

Viaggiare... è sognare, esplorare, scoprire

Consigli di viaggio

La classifica 2020 dei migliori paesi del mondo nei quali far crescere una famiglia
Gli indici valutano: sicurezza, felicità, costi, sanità, istruzione e tempo da dedicare alla famiglia


ROMA (Italy) - Delusioni, difficoltà e speranza in una vita quotidiana attiva ma serena. Sono questi i motivi principali che spingono sempre più famiglie italiane e non solo, a cercare in tutto il mondo paesi con "orizzonti diversi" nei quali trasferirsi. Si chiamano "family paradise" le mete 2020 alle quali puntano genitori in cerca di stabilità economica, ma anche di servizi affidabili, scuole funzionali e prospettive professionali - sia attuali che future - concrete e soddisfacenti. Ora in loro aiuto arriva la nuova classifica stilata da esperti di viaggi e business "A&L" che "indicizza" anche i motivi attrattivi dei "paesi migliori del mondo in cui crescere una famiglia": sicurezza, felicità, costi, sanità, istruzione, tempo per famiglia. L'Italia, ad oltre metà classifica - 24esima su 35 paesi OCSE analizzati - non emerge positivamente in nessuno degli indici utilizzati.


Riproduzione non consentita ©
 



Giorgio Esposito Journalist
www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo

Viaggiare... è sognare, esplorare, scoprire
Consigli di viaggio

"World Travel Awards 2020" assegna i premi mondiali per l'eccellenza nei viaggi e turismo
Oscar: al Portogallo per Europa, Miami Beach per Nord America, Dubai per Medio Oriente, India per Asia,
Cile per Sud America, Nuova Zelanda per Oceania, Kenya per Africa e Maldive per Oceano Indiano

ROMA (Italy) - World Travel Awards ha ufficialmente presentato, nel corso del galà 2020 della 27esima edizione, le classifiche dei premiati nel settore dei viaggi e turismo. I professionisti del settore e i consumatori di tutto il mondo si sono espressi con il proprio voto per assegnare i prestigiosi premi ai migliori al mondo delle aree geografiche: Asia, Medio Oriente, America Latina, Nord America, Africa, Oceano Indiano, Oceania, Europa. E per il vecchio continente il Portogallo (nella foto) è stato eletto "Migliore Destinazione 2020 in Europa". I prestigiosi “Oscar del turismo” anche a Dubai, Miami Beach, India, Cile, Nuova Zelanda, Kenya e Maldive. Ecco i nostri reportage giornalistici nelle regioni premiate.


Il World Travel Awards è stato istituito nel 1993 per riconoscere, premiare e celebrare l'eccellenza in tutti i settori chiave dei viaggi, turismo e ospitalità e oggi il marchio World Travel Awards è riconosciuto a livello globale come il massimo segno distintivo dell'eccellenza in questo campo. WTA celebra il suo 27esimo anniversario nel 2020, e il suo programma annuale è rinomato come il più prestigioso e completo nel settore globale. Ogni anno i riconoscimenti WTA coprono il globo con una serie di cerimonie di gala regionali per riconoscere l'eccellenza in ogni continente, che culmina in un Gran Finale alla fine dell'anno.

Per Europa 2020, il vincitore quale "miglior destinazione asiatica 2020" è il Portogallo. Lo splendore imperiale di Mosca è stato premiato per "destinazione principale d'Europa" e "destinazione principale del patrimonio europeo". A seguire: Amsterdam, Barcellona, Berlino, Ginevra, Lisbona, Londra, Parigi, Roma, San Pietroburgo, Venezia, Vienna. Premio per destinazione avventurosa alle Azzorre. Per l'aviazione, il vincitore è stato Lufthansa mentre il Zurich Airport, Switzerland ha ricevuto il premio 2020. La migliore compagnia di crociera la Norwegian Cruise Line. Reportage in Europa >>>

Per il Nord America, il vincitore quale "miglior destinazione asiatica 2020" è Miami Beach, con la sua incredibile gamma di delizie art déco, ampie spiagge e frizzante intrattenimento. Los Angeles è stata nominata "la principale destinazione turistica del Nord America" e il Parco nazionale del Grand Canyon il destinatario della "principale attrazione turistica del Nord America". Il nuovo arrivato Conrad New York Downtown ha rapidamente lasciato il segno nella scena dell'ospitalità di lusso scegliendo il "North America's Leading Hotel". Un'altra stella nascente dell'ospitalità di lusso, la destinazione di fronte all'oceano delle Florida Keys, Isla Bella Beach Resort, è stata votata "Leading New Resort del Nord America". E il Fairmont Royal York di Toronto si è aggiudicato il "Leading Green Hotel del Nord America". L'impareggiabile dedizione al turismo sostenibile della Thompson Okanagan Tourism Association è stata premiata con il "North America's Responsible Tourism Award". Immersa in un angolo idilliaco della British Columbia, la regione di Thompson Okanagan è benedetta da una bellezza naturale inesplorata, una ricca cultura indigena e una fiorente scena culinaria. Nel settore dell'aviazione, Delta Air Lines ha scavato a fondo in un anno di sfide globali senza precedenti per vincere la "Compagnia aerea leader del Nord America", mentre l'aeroporto internazionale John F. Kennedy di New York ha preso "Aeroporto leader del Nord America". Reportage in North America >>>

Per Medio Oriente 2020, il vincitore quale "destinazione principale del Medio Oriente 2020" è Dubai. L'Oman è stato premiato sia per "destinazione culturale leader del Medio Oriente" che "destinazione principale per la luna di miele del Medio Oriente". La ricchezza di offerte adrenaliniche di Ras Al Khaimah ha portato l'Emirato degli Emirati Arabi Uniti al titolo di "Destinazione del turismo d'avventura leader del Medio Oriente". Nel settore dell'ospitalità, il moderno rifugio sulla spiaggia Jumeirah Al Naseem è stato votato "Hotel leader del Medio Oriente", mentre Atlantis, The Palm Dubai ha raccolto "Resort leader del Medio Oriente". L'opulenza minima dell'Armani Hotel Dubai è stata meritata con il premio per "Leading Lifestyle Hotel del Medio Oriente". Emirates Palace, Abu Dhabi, ha vinto il doppio riconoscimento, con titoli sia per "Hotel di lusso leader in Medio Oriente" e "Hotel per conferenze e affari leader in Medio Oriente". Il Park Hyatt Dubai è stato nominato "Resort principale per aziende del Medio Oriente", mentre Mandarin Oriental Jumeira è stato proclamato "Resort di lusso per città del Medio Oriente". Il nuovo arrivo sulla scena dell'ospitalità di lusso di Dubai, Address Sky View, ha scelto il "Leading New Hotel del Medio Oriente". Reportage in Medio Oriente >>>

Per Asia 2020, il vincitore quale "miglior destinazione asiatica 2020" è India. Le Filippine premiate "Asia's Leading Beach Destination" e "Asia's Leading Dive Destination". Allo Sri Lanka il titolo di "Destinazione turistica leader in Asia". Tra gli altri vincitori figurano Tokyo "la principale destinazione turistica in Asia". Seoul, Corea del Sud "principale destinazione per riunioni e conferenze in Asia". Bali "la destinazione più romantica dell'Asia". Nel settore dell'aviazione, Singapore Airlines è stata nominata "compagnia aerea leader in Asia". AirAsia ha raccolto "la compagnia aerea low cost leader in Asia" e l'aeroporto internazionale di Hong Kong ha ottenuto "l'aeroporto leader in Asia". Reportage in Asia >>>

Per il Sud America, iI vincitore quale "destinazione principale del Sud America 2020" è il Cile Il Messico ha vinto per Tulum "Destinazione balneare leader in Messico e America Centrale"; Puerto Morelos "La principale destinazione del turismo d'avventura del Messico"; Rio Secreto "Riserva naturale principale del Messico e dell'America centrale; e Mazatlán, con la sua architettura neoclassica tropicale e una spiaggia paradisiaca, è stata nominata "Città principale del Messico e dell'America centrale". L'affascinante bellezza del deserto di Atacama è stata premiata con il premio "La destinazione più romantica del Sud America". La località turistica in rapida crescita di Guayaquil, in Ecuador, è stata nominata "la principale destinazione della città del Sud America". Mentre un'altra stella nascente del turismo, Santiago de Cali, in Colombia, è stata dichiarata "la principale destinazione turistica emergente del Sud America". Nel settore dell'aviazione, LATAM è stata nominata "Compagnia aerea leader del Sud America" mentre Copa Airlines ha ottenuto "Compagnia aerea leader del Messico e dell'America centrale". Reportage in Sud America >>>

Per l'Africa, il vincitore quale "destinazione principale dell'Africa" è il Kenya con il suo cocktail di paesaggi epici della savana, immense mandrie di fauna selvatica e spiagge orlate di palme, mentre la sua fiorente capitale Nairobi è stata nominata "destinazione principale per viaggi d'affari in Africa"; e il Kenyatta International Convention Center che raccoglie il "Centro riunioni e conferenze leader in Africa"). Città del Capo - Cape Town (foto sotto a sinistra) è stata dichiarata "la principale destinazione per festival ed eventi in Africa" e la sua maestosa Table Mountain è stata scelta come "attrazione turistica leader in Africa". L'affascinante città sudafricana di Durban è stata votata "la principale destinazione in Africa".Nel settore dell'aviazione, Ethiopian Airlines ha conquistato "Africa's Leading Airline", mentre "Africa's Leading Airport" è andata all'aeroporto internazionale di Cape Town. Kenya Airways ha acquistato sia "Africa's Leading Airline - Business Class" sia "Africa's Leading Airline - Economy Class". Reportage in Africa >>>

Per Oceano Indiano, il vincitore quale "destinazione principale dell'Africa" sono le Maldive (foto sopra a destra), che hanno consolidato la loro reputazione di santuario di relax. Hanno anche conquistato i premi di "Destinazione principale della spiaggia dell'Oceano Indiano" e "Destinazione principale per immersioni nell'Oceano Indiano". Nel frattempo, le foreste lussureggianti, le cascate selvagge, la fauna selvatica unica e le spiagge orlate di palme di Mauritius hanno contribuito a sollevare il titolo di "Destinazione turistica leader nell'Oceano Indiano" e "Destinazione principale per la luna di miele dell'Oceano Indiano". La mistica isola del Madagascar è stata nominata "destinazione verde principale dell'Oceano Indiano", mentre l'isola della Riunione è stata proclamata "destinazione naturale principale dell'Oceano Indiano". Nel settore dell'aviazione, Air Seychelles ha revocato la "Compagnia aerea leader dell'Oceano Indiano", mentre "Aeroporto leader dell'Oceano Indiano" è andata all'aeroporto internazionale Mauritius. Reportage in Oceano Indiano >>>

Per Oceania, il vincitore quale "destinazione principale dell'Oceania" è la Nuova Zelanda. La Polinesia francese, con i suoi atolli affascinanti e la vita marina, è stata nominata "la principale destinazione subacquea dell'Oceania". L'Australia ha consolidato la sua reputazione di paradiso e premiata quale "principale destinazione turistica dell'Oceania". Melbourne ha vinto il premio "Oceania's Leading Meetings & Conference Destination". Nel settore dell'aviazione, Air New Zealand ha conquistato "Oceania's Leading Airline", mentre "Oceania's Leading Airport" è andato all'aeroporto di Melbourne. Reportage in Oceania >>>


Riproduzione non consentita ©
 



Giorgio Esposito Journalist
www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo

Viaggiare... è sognare, esplorare, scoprire
Consigli di viaggio

L'Italia del Benvivere 2020 conferma le posizioni dominanti del centro-nord
Roma al 42esimo diventa spartiacque con le critiche realtà del centro-sud

ROMA (Italy) - La classifica 2020 del Ben-vivere offre una Italia sempre più spaccata tra un nord che vola in Europa ed un sud che resta al palo. La vetta, infatti, è saldamente in mano al triangolo del Nord-est con Bolzano che si conferma prima e Pordenone con Trento seconda e terza. Anche le prime 40 posizioni appartengono a città del centro-nord con Firenze, Milano, Bologna, Parma, Siena, Prato e Pisa a chiudere la top 10. Poi c’è tutto il Nord e il Centro a dominare la prima metà della classifica, con Roma al 42esimo posto, mentre Sud e Isole arrancano verso il fondo. La prima del mezzogiorno, dopo la metà classifica, è Bari al 67 posto, seguita dalle splendide Matera e Lecce. In fondo alla classifica spiccano soprattutto le criticità di Sardegna, Sicilia, Calabria, Puglia e Campania.

La graduatoria del Ben-vivere in Italia, però, non è così statica e scontata come potrebbe apparire fermandosi alle prime tre posizioni. Anzi, in questa seconda edizione della ricerca – effettuata da Avvenire con la Scuola di economia civile e il contributo di Federcasse – si possono notare forti progressi e altrettanto netti peggioramenti dei diversi territori rispetto agli indicatori che determinano la qualità della vita nelle nostre province.

Lo studio, infatti, prende in esame oltre 90 parametri relativi a dieci domini (Demografia e famiglia, Salute, Impegno civile, Ambiente turismo e cultura, Servizi alla persona, Legalità e sicurezza, Lavoro, Inclusione economica, Capitale umano, Accoglienza) misurando il ben-vivere in un territorio non solo dal punto di vista della ricchezza economica ma secondo gli indicatori del Benessere equo e sostenibile (Bes) e gli obiettivi di sviluppo sostenibile indicati dall’Onu (Sdg) che valorizzano maggiormente le dimensioni sociali e ambientali della nostra vita.

I ricercatori della Università di Roma Tor Vergata e della Lumsa, Lorenzo Semplici e Dalila De Rosa – coordinati dai docenti Leonardo Becchetti, Luigino Bruni e Vittorio Pelligra – hanno quindi rielaborato i dati a livello provinciale di Istat e altre fonti ufficiali, facendo emergere una misura tradizionale del benessere, privilegiando gli aspetti che gli studi empirici su soddisfazione e senso della vita dimostrano essere fondamentali. Ad esempio: la qualità dei servizi alla persona, la possibilità di dar vita a nuove iniziative economiche, l’offerta formativa, la salvaguardia dell’ambiente, la capacità di accogliere e tutelare la vita nelle sue varie forme. A grandi linee risaltano, ad esempio, la migliore qualità del vivere in molti centri di media dimensione, rispetto a quelli grandi ed economicamente più “ricchi”, evidenziando le possibilità di crescita equilibrata di territori solitamente considerati marginali e mostrando al contempo in quali ambiti occorrerebbe investire, da parte degli amministratori pubblici e della società civile, per elevare la qualità della vita nella propria provincia e renderla anche maggiormente attrattiva per le attività economiche e soprattutto per le persone. Si ringrazia Avvenire per le preziose informazioni.


Riproduzione non consentita ©
 



Giorgio Esposito Journalist
www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo

Viaggiare... è sognare, esplorare, scoprire
Consigli di viaggio

Gli ultimi dati sul traffico mostrano un impatto disastroso del COVID-19 sull'industria aeroportuale
Il confronto con la classifica 2019 dei primi 30 aeroporti europei per traffico passeggeri

ROMA (Italy) - L'ente europeo per il commercio aeroportuale, ACI Europe, ha pubblicato il rapporto sul traffico aereo del primo semestre 2020. Il rapporto rivela l'impatto devastante della pandemia COVID-19 sugli aeroporti europei, con il traffico passeggeri in calo del -64,2% durante la prima metà dell'anno - e quasi completamente fermo nel secondo trimestre, con un calo del -96,4% rispetto allo stesso periodo del 2019. Di conseguenza, il traffico passeggeri sulla rete aeroportuale europea è ancora diminuito del -78% a luglio rispetto allo stesso mese dello scorso anno. Ciò si è tradotto in ulteriori 208 milioni di passeggeri persi, portando la perdita totale di passeggeri dall'inizio dell'anno a 969 milioni.

Durante il primo semestre , aeroporti che accolgono più di 25 milioni di passeggeri all'anno (Gruppo 1: Mosca DME ( -49,0% ), Istanbul SAW ( -54,8% ), Mosca SVO ( -58,3% ), Oslo ( -58,7% ) e Istanbul IST ( -59,9% ). Aeroporti che accolgono tra 10 e 25 milioni di passeggeri (Gruppo 2: San Pietroburgo ( -52,7% ), Mosca VKO ( -54,2% ), Gran Canaria ( -54,3% ), Ginevra ( -57,7% ) e Tenerife Sud ( -57,9% ). Aeroporti che accolgono tra 5 e 10 milioni di passeggeri (Gruppo 3: Sochi ( -45,7% ), Bergen ( -52,3% ), Minsk
(-52,8% ), Sofia ( -53,1% ) e Adana ( -54,8% ). Aeroporti che accolgono meno di 5 milioni di passeggeri all'anno (Gruppo 4: Floro
(-18,7% ), Bronnoysund ( -24,4% ), Kristiansund ( -27,5% ), Leknes ( -34,7% ) e Sandnessjoen ( -35,6% ).

Ecco la classifica dei primi 30 aeroporti europei per traffico passeggeri del 2019, sulla quale poter raffrontare i dati 2020 che hanno visto una perdita "europea" di ben 1 miliardo di passeggeri.

Aci Europe è la regione europea dell'Airports Council International (ACI), l'unica associazione professionale mondiale di operatori aeroportuali. ACI EUROPE rappresenta oltre 500 aeroporti in 45 paesi europei. I nostri membri facilitano oltre il 90% del traffico aereo commerciale in Europa: 2,3 miliardi di passeggeri, 21,2 milioni di tonnellate di merci e 25,7 milioni di movimenti di aeromobili nel 2018.


Riproduzione non consentita ©
 



Giorgio Esposito
Giornalista
www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo

Viaggiare... è sognare, esplorare, scoprire
Consigli di viaggio

I borghi più spettacolari d’Europa, spesso sconosciuti ai turisti. Tre delle 20 località sono in Italia
Autunno e Primavera sono i periodi migliori per scoprire questi tesori invidiati dal mondo intero

ROMA (Italy) - In Europa ci sono tanti piccoli e incantevoli borghi e villaggi dove il tempo sembra essersi fermato, con casette perfettamente conservate e gente cordiale e accogliente. Alcuni, molto suggestivi, sono in riva al mare, abitati da pescatori che ogni notte escono a pesca con le loro barchette; altri sono tra le colline e altri ancora in cima a delle alture, con mura e fortezze maestose. Il vecchio continente è pieno di questi luoghi magici e deliziosi, spesso sconosciuti ai turisti. Ecco quelli più attraenti, caratteristici e suggestivi, e tra questi ben tre di loro sono in Italia: il borgo di tufo di Pitigliano in Toscana, la caratteristica e multi colore Manarola in Liguria e la collinare Ravello che domina splendidamente la "Divina Costiera Amalfitana" in Campania.


Jetcost ha selezionato una lista dei più attraenti borghi europei da scoprire in base a quelli segnalati dai suoi utenti come i più caratteristici e suggestivi: ben tre di loro sono in Italia. Pitigliano, con i caratteristici colori toscani, si trova in una delle zone più interessanti della Maremma e della provincia di Grosseto, e pur non avendo spiagge, per la sua bellezza compete con San Gimignano e Montepulciano, rinomate in tutto il mondo. Ravello è uno dei borghi più belli della Costiera Amalfitana e uno di quelli che regala i panorami più spettacolari; Manarola, anch'essa sul mare della Liguria, con le sue casette dai mille colori chiude il gruppo dei tre borghi italiani più sorprendenti scelti dagli europei tra i 20 più belli nel Vecchio Continente.

Pitigliano (Italia) - Circondato da boschi e dalle leggendarie colline toscane, Pitigliano è un antico borgo costruito su ripide rocce (foto in alto). La cittadina, che risale al 1061, è ricca di tombe etrusche che gli abitanti del luogo usano come cantine per conservare l’ottimo vino e che sono collegate da una rete di grotte e gallerie. Tutt’intorno c’è una magnifica fortezza che contribuisce a renderla una delle mete più insolite e fotogeniche della zona. Ecco il reportage >>>

Ravello (Italia) - La località più tranquilla e affascinante della Costiera Amalfitana merita il percorso ripido e tortuoso per raggiungerla. Tra i luoghi preferiti di celebrità come Greta Garbo, Jacqueline Kennedy o Tennessee Williams che hanno trascorso qui le loro vacanze, Ravello è conosciuta per le sue strade in pendenza, gli eleganti giardini, le ville antiche con terrazze e vista mozzafiato, le piazze pittoresche e le famose scogliere a picco sul Mediterraneo che fanno venire le vertigini (foto in basso a sinistra). Il lato migliore della città si apprezza dall'acqua, quindi si consiglia di prendere una barca o un traghetto e gustarsi lo spettacolo da lontano, sembra un quadro. Il reportage nella "Divina Costiera Amalfitana" >>>

Manarola (Italia) - È uno dei più famosi villaggi delle Cinque Terre, pieno di casette di tutti i colori dell'arcobaleno, scolpite in un impenetrabile muro di pietra lungo la costa mediterranea (foto in alto a destra). Questo affascinante borgo di pescatori è famoso per il suo favoloso vino, in particolare lo Sciacchetrá, e per i dipinti di Antonio Discovolors, un artista che si innamorò di Manarola e dedicò alla regione gran parte delle sue opere.

Polperro (Inghilterra) - La popolare contea turistica della Cornovaglia è piena di villaggi graziosi e ben curati che sembrano piccole bomboniere tutte da scoprire; tra i tanti, però, uno dei più belli e sorprendenti è Polperro. Stradine strette e tortuose, cottage arroccati su ripidi pendii che si affacciano su un porticciolo..., è l'immagine ideale di un pittoresco e antico villaggio di pescatori della Cornovaglia. Reportage >>>

Wengen (Svizzera) - Wengen è un esempio incredibilmente perfetto di villaggio alpino dove i tradizionali chalet in legno si aggrappano alle pendici della valle di Lauterbrunnen. Un luogo incantato che sembra uscito da un capitolo di Heidi. È molto turistica in estate ma è in inverno che attira la maggior parte delle persone; arrivano così tanti sciatori che la sua popolazione aumenta quasi di dieci volte. Reportage >>>

Mont Saint Michel (Francia) - Questa cittadella fortificata unica, su un'isola, è uno dei monumenti più emblematici della Francia e ogni anno più di tre milioni di turisti la visitano. Il Mont, come molti amano chiamarlo, è stato anche inserito dall'UNESCO nella lista dei siti Patrimonio Mondiale dell'Umanità, in particolare la sua baia. È interessante notare che l'isola era accessibile solo con la bassa marea, ma oggi è collegata alla terraferma da un ponte. L'attrazione principale è il monastero benedettino in cima alla collina dell'isola, visitato da oltre 50.000 pellegrini ogni anno nel giorno di San Michele. Il Reportage >>>

Óbidos (Portogallo) - Alcuni dicono che sia il più bel villaggio del Portogallo. È un'antica città fortificata vicino a Lisbona. Nel XIII secolo, la regina Isabella del Portogallo era talmente innamorata di Óbidos che suo marito, il re Denis I, gliela regalò. Oggi, grazie all’architettura medievale perfettamente conservata è una rinomata destinazione turistica. Impossibile passare di qui senza concedersi un bicchierino della famosa ginjinha de Óbidos, un liquore di ciliegie delizioso, tipico in tutto il paese. Il reportage in Portogallo. >>>

Deià (Spagna) - Deià è un noto borgo pittoresco, situato sulla cresta settentrionale dell'isola di Maiorca, residenza di scrittori, pittori e musicisti. Si trova in una valle all'ombra della Serra de Tramuntana, ospita un gruppo di case in pietra con tetti di terracotta che sembrano abbracciare la spettacolare catena montuosa. Il reportage in Spagna >>>

Kazimierz Dolny (Polonia) - Questa piccola cittadina storica sulla Vistola ha un fascino d'anteguerra che attira davvero le folle. Oltre alle strade acciottolate, agli edifici rinascimentali ben conservati e alle pittoresche rovine di un castello medievale, è nota anche per la sua magnifica vista panoramica sulla campagna circostante. Il reportage in Polonia >>>

Albarracín (Spagna) - In Aragona, a 100 chilometri da Valencia, con i suoi 1.097 abitanti, già nel 2018 è stata scelta come la più bella città della Spagna in una competizione agguerritissima tra le molte cittadine spagnole lontane dai sentieri più battuti. Un tempo capitale del regno di Taifa, Albarracín ha conservato tutto il suo sapore islamico e medievale. Il centro storico è stato dichiarato patrimonio di interesse culturale. La prima cosa che sorprende quando si arriva ad Albarracín è la sua imponente fortificazione, il cui perimetro supera di gran lunga la superficie del centro della città. Il reportage in Spagna >>>

Monsanto (Portogallo) - L'intero villaggio di Monsanto è costruito sulle rocce, con case spesso scavate nel fianco della montagna. Le strade che si attorcigliano nella roccia sono fiancheggiate da edifici dai tetti rossi che sono rimasti quasi immutati da quando il villaggio è stato creato nel XII secolo. La cittadina è orgogliosa di essere considerata la “più portoghese” del Portogallo, un'onorificenza che le è stata conferita nel 1938. Il reportage in Portogallo. >>>

Autoire (Francia) - Situato nel Lot, vicino al confine con il dipartimento della Dordogna, è uno dei "borghi più belli della Francia". Un luogo dove quasi nulla è cambiato in 800 anni, ornato dalle sue belle case color miele del XVI e XVII secolo, una deliziosa chiesa e una fontana centrale, il tutto incastonato all'interno di una spettacolare conca formata da alte falesie calcaree. Il Reportage >>>

Hallstatt (Austria) - È spesso considerato come uno dei luoghi più belli d'Europa e non c’è da meravigliarsi. Hallstatt è un gioiellino in una posizione strategica, su una stretta riva rocciosa a ovest del lago Hallstätter See, con alle spalle imponenti montagne (foto in basso a sinistra). Famosa per la produzione di sale, questa piccola cittadina è stata tra i primi insediamenti umani della preistoria proprio grazie alle sue miniere saline. Il Reportage >>>

Bulnes (Spagna) - Nelle Asturie, proprio nel mezzo del Parco Nazionale dei Picos de Europa, si trova la piccola cittadina di Bulnes, probabilmente una delle più piccole della Spagna, con soli 34 abitanti (foto in alto a destra). Prima del 2001, questo insediamento montano era davvero isolato, vi si poteva arrivare solo camminando su sentieri di montagna. Ora c'è una funicolare che facilita il viaggio. La bellezza delle case in pietra e la natura aspra che la circonda è notevole. La Mecca degli scalatori di fama mondiale, El Naranjo de Bulnes, è proprio a due passi. Il reportage in Spagna >>>

Mittenwald (Germania) - Nel tradizionale stile bavarese, ha case magnificamente ornate e curate nei dettagli con le facciate dipinte. I suoi edifici decorati sono di una bellezza eccezionale, Goethe le descriveva come "un libro di immagini che prende vita". Alcuni dicono che sia il più bel villaggio delle Alpi bavaresi, che fanno da sfondo. Il paese è anche famoso per i suoi artigiani che costruiscono violini; uno di essi, gigantesco, si può ammirare in tutto il suo splendore in una piazza. Reportage >>>

Cesky Krumlov (Repubblica Ceca) - Il fiume Moldava si snoda come un serpente intorno alla città e al suo spettacolare castello con elementi del periodo gotico, rinascimentale e barocco, poiché fu costruito per la prima volta nel XIII secolo e subì ampliamenti nel XVII secolo. L'intera città è patrimonio mondiale dell'UNESCO e sembra direttamente uscita da una fiaba (foto in basso a sinistra). Il Reportage >>>

Èze (Francia) - L'antico villaggio di Èze, con la sua spettacolare vista su St. Jean-Cap Ferrat, è un'alternativa più tradizionale allo sfarzo e al fascino delle città turistiche della Costa Azzurra (foto in alto a destra). Arroccato su una roccia a oltre 400 metri sul livello del mare, con le casette medioevali, ha tra le sue principali attrazioni le rovine di un castello del XII secolo, le stradine labirintiche e la splendida vista delle ville che portano giù per la collina verso il Mediterraneo. Il Reportage >>>

Crupet (Belgio) - E' un piccolo e bellissimo borgo situato in una valle boscosa della Vallonia e circondato da un grande fossato. Risale al XIII secolo ed è famoso per il suo affascinante castello medioevale e le sue grotte. Anche se il primo non può essere visitato perché è privato, anche da fuori è magnifico e molto fotogenico. Reportage >>>

Monsaraz (Portogallo) - È un po' isolato dal resto del Portogallo, ma è proprio questo a conferirgli un’atmosfera particolare, lontana, di serenità. Il villaggio di Monsaraz si erge sopra l'impressionante Valle Guadiana, circondato da fattorie. Intorno è delimitato da grandi mura tradizionali in stile portoghese in mattoni, costruite in origine in epoca medievale per tenere lontani gli intrusi. Nella selezione fatta da Jetcost.it gli utenti ne apprezzano altri due aspetti: qui si producono vini magnifici e ci sono molte cantine da visitare e i tramonti sono indimenticabili. Il reportage in Portogallo. >>>


Riproduzione non consentita ©
 



Giorgio Esposito
Giornalista
www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo

Viaggiare... è sognare, esplorare, scoprire
Consigli di viaggio

Compagnie aeree nell'occhio del ciclone per i mancati rimborsi
Prima, durante e dopo il lockdown si è generato un caos che ha esasperato i viaggiatori
Ecco quindi una semplice guida alla luce delle norme che prevedono rimborsi e risarcimenti

ROMA (Italy) - Nel periodo più nero dal dopoguerra per quanto riguarda il mercato viaggi e trasporti, in questo momento di ripartenza e di voglia di riprendere a viaggiare, le Compagnie aeree stanno creando parecchio malcontento e confusione nelle ultime settimane. Dopo l’ondata di cancellazioni dei mesi scorsi, parliamo di oltre il 95% dei voli nazionali ed internazionali, la novità delle ultime settimane è dare ai passeggeri la possibilità di prenotare un volo salvo poi cancellarlo pochi giorni dopo, in alcuni casi, addirittura, solo poche ore dopo la prenotazione!


"Con la diffusione del Coronavirus e le restrizioni di sicurezza associate all'emergenza quali ad esempio divieti di ingresso in certi Paesi, abbiamo dovuto ridurre massivamente il nostro piano dei voli” recitano alcune delle mail di immediata cancellazione del volo e, a seguire, la scoperta per il passeggero di vedersi recapitare un voucher senza la possibilità di chiedere il rimborso per il volo appena pagato.

Quali diritti hanno i passeggeri? Rimborso o obbligo di accettare un voucher? Secondo RimborsoalVolo.it (RAV), società specializzata nella tutela dei diritti dei passeggeri che sta supportando centinaia di passeggeri in questa situazione, quello che sta accadendo merita assoluta attenzione da parte delle istituzioni per un comportamento davvero anomalo delle compagnie aeree.

Kathrin Cois Communications Manager di RAV, unica rappresentante Italiana in APRA l’associazione Europea che tutela i viaggiatori aerei, chiarisce: “Non solo la Compagnia aerea non ha alcun diritto di trattenere i soldi del biglietto ‘rifilando’ un voucher senza alcuna alternativa per il passeggero” ma continua Cois - “da quando il lockdown è terminato se la cancellazione del volo avviene con meno di 14 giorni di preavviso, il passeggero ha diritto oltre che al rimborso in denaro del biglietto entro 7 giorni dalla cancellazione, anche ad un risarcimento che va da un minimo di 250€ ai 600€ a seconda della distanza tra le tratte”.

Cosa fare? È assolutamente scorretto ed immorale illudere i passeggeri di poter raggiungere determinate destinazioni dopo mesi di blocco dei voli, aprire le prenotazioni, impegnare economicamente magari anche intere famiglie sapendo di cancellare quasi immediatamente la prenotazione. Procedura ancora più subdola nel momento in cui le Compagnie sanno fin dal principio che non rimborseranno il passeggero con motivazione Coronavirus e dando come unica soluzione un voucher, magari da richiedere attraverso procedure lunghe e complesse, utilizzabile solo con quel vettore aereo che non è detto che copra le destinazioni di interesse del passeggero.

Buone notizie però per i passeggeri, è assolutamente importante sapere che si ha il diritto di rifiutare il voucher e pretendere il rimborso in denaro, così come avviene nel resto d’Europa e, in caso di cancellazione con preavviso inferiore alle 2 settimane, hanno anche diritto al risarcimento pecuniario. Il risarcimento previsto dal Reg. CE n.261/2004 è retroattivo di 2 anni dalla data del volo quindi possono essere richiesti ancora indennizzi per voli anche del 2018. Le situazioni previste sono voli cancellati, voli con un ritardo di almeno 3 ore, overbooking e bagagli smarriti che, in un momento in cui molte Compagnie suggeriscono di viaggiare con i bagagli in stiva, potrebbe diventare un problema di tanti passeggeri.

Come può agire il passeggero che non riesce a contattare la Compagnia aerea? Sono stati milioni i passeggeri ai quali è stato cancellato un volo negli ultimi 3 mesi, decine di migliaia di italiani non sono ancora riusciti a mettersi in contatto con la Compagnia aerea per ottenere i propri soldi e non sanno a chi rivolgersi. RimborsoalVolo.it, da ormai 10 anni, supporta i passeggeri nel far valere i propri diritti in modo assolutamente gratuito e con una percentuale di successi del 99,5%. La gestione della pratica avviene completamente online, dall’apertura della richiesta all’invio della documentazione, col minimo sforzo da parte del passeggero che in meno di 1 minuto può` inoltrare il reclamo e in massimo 24 ore riceve l’analisi del suo caso con la richiesta della documentazione utile per fargli ottenere i suoi soldi.

E i tantissimi che si sono visti cancellare i voli per Covid-19? I passeggeri che durante il lockdown hanno visto cancellato il proprio volo o hanno deciso volontariamente di rinunciare al viaggio, hanno anch’essi diritto al rimborso in denaro e non sono obbligati ad accettare il voucher, esattamente come i passeggeri ai quali viene cancellato il volo dopo il 3 giugno. L’unica differenza è che, per i voli dopo il 3 giugno, quindi fuori dal periodo del lockdown, il passeggero ha diritto anche al risarcimento - oltre al rimborso del biglietto - nel caso in cui il volo venisse cancellato con meno di 14 giorni di preavviso.


Riproduzione non consentita ©
 



Giorgio Esposito
Giornalista
www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo

Viaggiare... è sognare, esplorare, scoprire
Consigli di viaggio

Europa, si torna a viaggiare. Al via anche le vacanze in Italia ma all'insegna di controlli
in alcune Regioni. I dettagli per Basilicata, Puglia, Sicilia e Sardegna

ROMA (Italy) - Dopo l'Italia, anche Francia, Germania, Svizzera ed altri paesi hanno riaperto le frontiere con gli altri membri dell'Ue e della zona Schengen. La Spagna aspetterà il 21 mentre in Croazia si può già entrare per turismo dal 29 maggio, se si esibisce una prenotazione. La Grecia ha riaperto gli aeroporti internazionali di Atene e Salonicco e dal 1 luglio anche i traghetti. Le aperture sono in linea con le raccomandazioni della Commissione Europea. Dopo il 30 giugno potrebbe partire il graduale sollevamento per le restrizioni con i paesi extraeuropei. Qualche controllo in più, invece, in alcune regioni italiane. Ecco i dettagli.

Per la Basilicata, i turisti segnaleranno il proprio ingresso nella Regione al proprio medico o al numero verde regionale, che poi informeranno le autorità sanitarie competenti per l'eventuale "esecuzione del tampone rino-faringeo Covid". In Sicilia, da luglio a settembre, i turisti potranno registrarsi su Sicilia SiCura per la eventuale assistenza medica prevista dai protocolli sanitari siciliani. La Puglia, invece, obbliga turisti e residenti in arrivo sul territorio a segnalarsi preventivamente sul portale regionale compilando un form e poi a "segnare scrupolosamente su taccuino o agendina" tutti gli spostamenti territoriali annotando anche i nominativi delle persone incontrate durante tutto il soggiorno. Il taccuino-agenda va poi conservato per almeno 30 gioni dall'uscita della Puglia. La Sardegna si è attrezzata con un questionario e una App regionale da scaricare sul sito istituzionale dell'isola che traccia anche eventuali spostamenti interni. >>>


Riproduzione non consentita ©
 



Giorgio Esposito
Giornalista
www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo

Viaggiare... è sognare, esplorare, scoprire
Consigli di viaggio

Garante della concorrenza e del Mercato, Voucher nel settore turistico: i viaggiatori devono mantenere il diritto al rimborso. Inviata segnalazione a Parlamento e Governo
Ecco il testo integrale che finalmente risolve l'abuso ai danni dei viaggiatori

ROMA (Italy) - Dopo la UE anche l'Autorità di garanzia italiana "precisa e bacchetta" il Governo italiano circa l'ambigua norma contenuta nel "decreto cura Italia" che consente a compagnie aeree ed organizzazioni del turismo, a non rimborsare per viaggi già pagati ma annullati. L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, a seguito delle numerose lamentele ricevute negli ultimi mesi da parte dei consumatori, è intervenuta per segnalare l'anomala norma adottata al Parlamento e al Governo.


La recente normativa consente agli operatori del settore turistico di emettere un voucher - in luogo del rimborso – per “ristorare” viaggi, voli e hotel cancellati per circostanze eccezionali e situazioni soggettive connesse con l’emergenza da Covid-19. Tale compensazione può sostituire il rimborso senza la necessità di un’apposita accettazione da parte del consumatore. Nella segnalazione al Parlamento e al Governo l’Autorità ha evidenziato che l’art. 88-bis si pone in contrasto con la vigente normativa europea, che nel caso di cancellazione per circostanze inevitabili e straordinarie, prevede il diritto del consumatore ad ottenere un rimborso.

La posizione assunta dalla Commissione europea nella Raccomandazione del 13 maggio 2020 evidenzia sì che l’operatore può legittimamente offrire un buono, ma a condizione che i viaggiatori non siano privati del diritto al rimborso in denaro. La Commissione ha anche rilevato che, in ragione delle gravi perdite del settore turistico derivanti dal fatto che le richieste di rimborso presentate dai viaggiatori superano di gran lunga il livello delle nuove prenotazioni, occorrerebbe incentivare i consumatori ad accettare i voucher. Un’ampia accettazione dei voucher, infatti, contribuirebbe ad attenuare i problemi di liquidità del settore a beneficio anche degli interessi dei viaggiatori, dal momento che qualora gli organizzatori o i vettori diventassero insolventi, molti viaggiatori e passeggeri potrebbero non ricevere alcun rimborso.

Affinché i voucher possano essere considerati una valida e affidabile alternativa al rimborso in denaro, essi dovrebbero presentare alcune caratteristiche, tra le quali una copertura assicurativa per il possibile fallimento del tour operator o del vettore e il diritto al rimborso in denaro se alla scadenza del voucher il consumatore non avrà usufruito dello stesso. L’Autorità ha infine rappresentato che, a fronte del permanere del descritto conflitto tra normativa nazionale ed europea, interverrà per assicurare la corretta applicazione delle disposizioni di fonte comunitaria disapplicando la normativa nazionale con esse contrastanti. Ecco il testo integrale che finalmente risolve l'abuso ai danni dei viaggiatori. >>>


Riproduzione non consentita ©
 



Giorgio Esposito
Giornalista
www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo

Viaggiare... è sognare, esplorare, scoprire
Consigli di viaggio

Bandiere blue 2020, la liguria leader con 20. Seguono Toscana con 20 e Campania con 19 riconoscimenti. Quest'anno sono stati 195 i Comuni italiani che le hanno ottenute
Scarica e visualizza la classifica completa

ROMA (Italy) - Nella classifica 2020 spicca la liguria con 20 località. Seguono Toscana con 20 e Campania con 19 riconoscimenti. Sono 195 i Comuni italiani che le hanno ottenute nel 2020. Le Bandiere Blu sono attribuite ogni anno dalla ong internazionale FEE (Foundation for Environmental Education, Fondazione per l'educazione ambientale), basandosi sui prelievi delle Arpa, le agenzie ambientali delle Regioni. Aumentano le Bandiere sui laghi, che premiano 18 località.


Aumentano quest'anno in Italia le Bandiere Blu, i riconoscimenti ai comuni marinari e lacustri con le acque più pulite e il maggior rispetto dell'ambiente. Sono 195 i Comuni italiani che le hanno ottenute nel 2020, 12 in più rispetto ai 183 dell'anno scorso. I nuovi ingressi sono 12, e non c'è nessuna uscita. Hanno ottenuto il riconoscimento anche 75 approdi turistici. Le Bandiere Blu sono attribuite ogni anno dalla ong internazionale FEE (Foundation for Environmental Education, Fondazione per l'educazione ambientale), basandosi sui prelievi delle Arpa, le agenzie ambientali delle Regioni. Le 12 new entry per i comuni sono Gozzano (Piemonte), Diano Marina (Liguria), Sestri Levante (Liguria), Montignoso (Toscana), Porto Tolle (Veneto), Vico Equense (Campania), Isole Tremiti (Puglia), Melendugno (Puglia), Rocca Imperiale (Calabria), Tropea (Calabria), Siderno (Calabria), Alì Terme (Sicilia). Fra gli approdi arrivano quest'anno Cala Cravieu (Celle Ligure, Liguria), Vecchia Darsena Savona (Savona, Liguria), Cala Gavetta (La Maddalena, Sardegna), Marina Porto Azzurro (Porto Azzurro, Toscana), Porto degli Aragonesi (Casamicciola, Ischia, Campania). Perdono la Bandiera Blu nel 2020 il Porto turistico Marina di Policoro (Policoro, Basilicata) e la Marina del Nettuno (Messina, Sicilia).

La Liguria sale a 32 località, con due nuovi ingressi, e guida la classifica nazionale. Segue la Toscana con 20 località (un nuovo ingresso). La Campania raggiunge le 19 Bandiere con un nuovo ingresso. Con 15 località seguono le Marche. La Puglia conquista due nuove località e raggiunge 15 Bandiere, mentre la Sardegna riconferma le sue 14 località. Anche la Calabria va a quota 14 con tre nuovi ingressi, mentre l'Abruzzo resta a 10. Il Lazio conferma le 9 bandiere, così come 9 sono quelle del Veneto, che segna un nuovo ingresso. L'Emilia Romagna conferma le sue 7 località, mentre la Sicilia ne guadagna una, passando a 8 Bandiere. La Basilicata conferma le sue 5 località, il Friuli Venezia Giulia conferma le 2 Bandiere dell'anno precedente. Il Molise rimane con 1 Bandiera. Quest'anno aumentano le Bandiere sui laghi, che premiano 18 località. Si registra un nuovo ingresso in Piemonte, che ottiene 4 bandiere. Rimangono invariati il Trentino Alto Adige, con 10 località, e la Lombardia, con 1. I 195 Comuni italiani premiati, per complessive 407 spiagge, corrispondono a circa il 10% delle spiagge premiate a livello mondiale. Scarica e visualizza la classifica completa >>>


Riproduzione non consentita ©
 



Giorgio Esposito
Giornalista
www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo

Viaggiare... è sognare, esplorare, scoprire
Consigli di viaggio

Viaggi, matrimoni e concerti: tutti i soldi persi dagli italiani
Da Altroconsumo tutte le informazioni sui rimborsi viaggi ed eventi


ROMA (Italy) - L’emergenza Coronavirus e la quarantena forzata hanno costretto 10 milioni di famiglie italiane a cancellare o rimandare impegni che avevano già programmati in questi mesi e con spese già sostenuto delle spese. Quelli primaverili sono, per tradizione, i mesi in cui hanno luogo molti matrimoni, comunioni, cresime o compleanni. Dall'indagine dell’istituto mUp Research con Norstat, è emerso che ben 5 milioni di famiglie hanno dovuto annullare i festeggiamenti per via del Covid-19, anche se avevano già sostenuto, in parte o in toto, i costi legati alla ricorrenza. Senza contare i numerosi impegni annullati per eventi, manifestazioni, congressi, concerti, fiere e spettacoli.


Sono moltissime, il 34,8%, anche le famiglie italiane costrette ad annullare una vacanza che, in tutto o in parte, avevano già pagato. Tra queste, poco più di 2 milioni di nuclei, non è riuscita ad ottenere alcun rimborso, e se si considerano anche coloro che hanno ottenuto solo un rimborso parziale, il bacino di chi ha perso soldi si allarga fino a raggiungere quasi 3 milioni di famiglie. Dall’hotel al B&B, dalla casa in affitto ai biglietti di viaggio e ai pacchetti vacanza, sono diverse, infatti, le disdette cui si è stati costretti a causa della pandemia.

Le restrizioni per l'emergenza Covid-19 proseguono fino al 18 maggio, con limitazioni alla mobilità e agli spostamenti su tutto il territorio nazionale. I consulenti e gli esperti di Altroconsumo continuano a essere a disposizione gratuitamente per chi sta riscontrando problemi con voli o prenotazioni. Vediamo nel dettaglio le procedure da seguire per richiedere il rimborso di quanto pagato per viaggi, hotel, spettacoli culturali o eventi sportivi

Stop agli spostamenti non strettamente necessari: proseguono ancora fino al 18 maggio 2020 le limitazioni alla mobilità su tutto il territorio nazionale. Per arginare l'allarme coronavirus, il Governo è intervenuto a più riprese sul tema dei rimborsi per i viaggi annullati in seguito all'emergenza sanitaria. Le disposizioni introdotte dal decreto "Cura Italia" prevedono rimborsi anche dei biglietti acquistati per spettacoli, concerti, eventi culturali o sportivi e degli alberghi prenotati senza pacchetto turistico. Per venire incontro alle esigenze dei viaggiatori, abbiamo messo a disposizione di tutti i nostri consulenti qualificati: se hai bisogno di un supporto è sufficiente compilare il form online e ti ricontatteremo noi per fornirti assistenza.

A sei settimane dal lancio, il servizio di assistenza gratuito per supportare i consumatori in questa delicata fase di emergenza sanitaria sta diventando sempre più un riferimento per la risoluzione dei problemi. “Il numero delle richieste al nostro servizio di consulenza aumenta di settimana in settimana”, spiega Ivo Tarantino, responsabile delle relazioni Esterne.

“Fin dall’apertura del servizio gratuito Assistenza Coronavirus, il maggior numero di segnalazioni - sottolinea Tarantino - è relativo alla cancellazione dei voli a causa dell'emergenza sanitaria in atto. Non è nostro interesse far fallire l’industria dei trasporti e dei viaggi, ma pretendiamo che i consumatori vedano tutelati i loro diritti e non diventino creditori del settore in eterno. Per questo Altroconsumo - insieme ad altre associazioni di consumatori di Belgio, Spagna e Portogallo - chiede all’UE misure di sostegno al settore, ma anche chiarezza e uniformità per la tutela dei diritti dei viaggiatori, con regole su rimborsi, voucher e fondi di garanzia in caso di insolvenza delle compagnie o degli operatori del settore viaggi e turismo”.

Oltre alla cancellazione dei voli, che rappresentano il 42% del totale delle richieste, le segnalazioni riguardano anche altre tematiche. In ordine decrescente, seguono l'annullamento di prenotazioni di alberghi o altre strutture ricettive (16%) e di viaggi organizzati (15,6%). Superano il 12% anche le richieste relative alla sospensione delle rate di mutui e prestiti a cui non si riesce a far fronte a causa di difficoltà economiche del momento. Supera il 10% il volume delle richieste di supporto sulla chiusura di palestre e corsi a causa dell'emergenza Covid-19, seguita dai dubbi sulla mobilità e sulle disposizioni governative, dal rimborso di rette e spese scolastiche e dagli investimenti.

Nonostante le indicazioni fornite dai decreti, in diversi casi ci segnalano difficoltà a mettersi in contatto con la compagnia aerea per richiedere il rimborso o per ricevere informazioni riguardo il cambio dei biglietti acquistati e annullati in seguito all'emergenza sanitaria o non utilizzabili a causa delle restrizioni negli spostamenti imposti dal decreto "Io resto a casa". Nella maggior parte dei casi si tratta di un disguido dovuto al periodo di sovraccarico di richieste che interessa anche il servizio clienti delle compagnie aeree. Che fare allora? Bisogna avere pazienza, considerando anche che i termini per i rimborsi scadranno a giugno (salvo ulteriori proroghe). In questi casi è consigliabile inviare una Pec alla compagnia aerea: così sarà possibile dimostrare di aver inoltrato la richiesta nei termini indicati dal decreto, cioè entro 30 giorni dalla fine del divieto imposto (fissato per ora al 3 maggio 2020).

Viaggi, come funziona la procedura di rimborso: Il decreto 9/2020 prevede rimborsi per i viaggi in aereo, bus, traghetto o treno acquistati da:persone residenti o domiciliate in Italia; persone che hanno prenotato soggiorni o viaggi per turismo; persone che hanno programmato la partecipazione a concorsi pubblici, manifestazioni o eventi pubblici e privati, anche culturali, ludici, sportivi e religiosi sul territorio nazionale annullati a causa dell'emergenza sanitaria; persone che hanno acquistato un biglietto con destinazioni estere dove sia stato impedito o vietato lo sbarco, l'approdo o l'arrivo in seguito alla situazione emergenziale Covid-19.

Come fare la richiesta di rimborso: La richiesta di rimborso deve essere inoltrata entro 30 giorni dalla fine del divieto imposto (a oggi, quindi, 30 giorni a partire dal 17 maggio 2020), dall'annullamento o dal rinvio dell'evento programmato e dalla data di partenza prevista verso un paese in cui è stato imposto un divieto di ingresso. È necessario allegare il titolo di viaggio, la documentazione che attesti la partecipazione a concorsi pubblici, manifestazioni o eventi annullati a causa dell'emergenza sanitaria. Entro 15 giorni dalla richiesta il vettore o l'agenzia di viaggi deve procedere al rimborso integrale del biglietto o all'emissione di un voucher di pari importo utilizzabile entro un anno dall'emissione.

Spettacoli, eventi e prenotazioni: In molti hanno già acquistato biglietti a teatri e partite o pagano abbonamenti a palestre o mezzi. Ci sono anche coloro che hanno già acquistato viaggi con tour operator. Hanno diritto ad essere rimborsati se decidono di non partire? Ecco tutte le risposte.

Il Governo non ha previsto un rimborso per tutte le circostanze, perché le condizioni di vendita di alcuni servizi non menzionano questa ipotesi. Perciò questa possibilità è lasciata all’iniziativa delle singole imprese che decidono o meno di venire incontro al consumatore e infatti molte si stanno muovendo in questo senso. Va detto che in questo momento l’emergenza coronavirus si sta riflettendo sull’intero sistema economico e sulle aziende stesse, per esempio si inizia a mettere in conto che il Pil possa non avere una crescita nell’anno o che cresca molto poco, ipotesi che avrebbe serie ripercussioni sul bilancio dello Stato italiano e sul debito pubblico. Questo perché, secondo i dati Istat, le regioni maggiormente colpite dall'emergenza sanitaria (Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna) producono il 40% del Pil italiano. Ma in questo scenario serve una spinta per ridare fiducia ai consumatori e far ripartire l’economia.

Altroconsumo ritiene che tutti debbano fare la loro parte per supportare concreto in questo momento delicato. Vogliamo lanciare un appello a tutte le aziende affinché possano venire incontro ai cittadini e ai disagi subiti a causa dell'emergenza coronavirus, disponendo rimborsi anche dove non espressamente previsto dalla normativa. Solo così, insieme, potremo ridare fiducia in questa fase di difficoltà. Noi ci siamo e cercheremo di facilitare tutto questo.


Riproduzione non consentita ©
 



Giorgio Esposito
Giornalista
www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo

Viaggiare... è sognare, esplorare, scoprire
Consigli di viaggio

Coronavirus, Enac: ecco chi ha diritto al rimborso del biglietto aereo. Emergenza coronavirus e rimborsi dei passeggeri sugli aerei che subiscono restrizioni e cancellazioni dei voli

ROMA (Italy) - E' l'Enac a fornire una serie di informazioni. A seguito della decisione di alcuni Paesi di imporre restrizioni all'accesso di passeggeri provenienti dall'Italia o che vi abbiano soggiornato negli ultimi 14 giorni, assunte al fine di limitare l'espansione della epidemia Covid19, l’ENAC, Ente Nazionale per l’Aviazione Civile, fornisce le seguenti informazioni in merito alla tutela dei diritti previsti dal Regolamento Comunitario numero 261 del 2004 per i casi di cosiddetta “forza maggiore”.


E' l'Enac a fornire una serie di informazioni. "I passeggeri che sono in possesso di biglietto aereo il cui volo è cancellato, i passeggeri che, pur non avendo subito la cancellazione del volo, sono comunque soggetti alle restrizioni di Paesi terzi imposte nei confronti delle persone che provengono o che abbiano soggiornato in Italia negli ultimi 14 giorni e i passeggeri che per ordine delle Autorità sono soggetti a misure di contenimento dell’epidemia da Covid19, e che quindi non possono usufruire del biglietto aereo, hanno diritto al rimborso del prezzo del biglietto da parte del vettore". I passeggeri "non hanno, invece, diritto alla compensazione pecuniaria di cui all'art. 5 del Reg. numero 261 del 2004 che regola i casi di cancellazione, negato imbarco e ritardo prolungato in quanto la cancellazione del volo non è dipendente da causa imputabile al vettore". Scarica il Comunicato Enac ...


Riproduzione non consentita ©
 



Giorgio Esposito
Giornalista
www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo

Viaggiare... è sognare, esplorare, scoprire
Consigli di viaggio

Coronavirus: aeroporti deserti e migliaia di rinunce per i passeggeri
In Europa 20 mln di passeggeri in meno nei primi due mesi del 2020, oltre 1 milione di Italiani rinuncerà
ai propri viaggi nei prossimi mesi. Ma quali sono i diritti dei passeggeri in caso di rinuncia
Si valuta la chiusura di aeroporti o ridimensionamento del traffico aereo

ROMA (Italy) - Sono sempre di più i passeggeri che si interrogano in merito ai propri diritti in questa situazione di incertezza che si sta verificando nelle ultime settimane e, in Italia, a partire dal 31 gennaio 2020 con il blocco del traffico aereo da e per la Cina. RimborsoalVolo.it, società italiana che tutela i passeggeri, ricorda che si tratta di una circostanza specifica non prevista dalle normative UE per quanto riguarda, nel dettaglio, il rimborso e/o il risarcimento del passeggero che si vede cancellato il proprio volo.


In Europa, rispetto alle previsioni di decremento di passeggeri, in questi primi due mesi del 2020 si aggira tra i 16 ed i 20 Milioni di passeggeri, da qui a fine anno i danni per il solo aeroporto di Malpensa in Italia si calcolano in 2 Milioni di traffico in meno solo verso la Cina senza calcolare le rinunce che sono esplose nelle ultime settimane verso tutte le destinazioni. Negli ultimi giorni, poi, in Italia si registrano punte anche del 90% su molte tratte che vanno dal Sud verso gli aeroporti Lombardi e Piemontesi.

Quello che afferma la normativa è che in caso di volo cancellato i passeggeri hanno diritto al rimborso del biglietto o alla riprotezione su un altro volo, oltre alla compensazione pecuniaria per il disagio subìto che varia in base alla distanza e va da un minimo di 250,00 € a fino 600,00 €. La normativa, però, sottolinea che non è dovuto il risarcimento in caso di “circostanze eccezionali” quali: d Decisioni relative alla gestione del traffico aereo, instabilità politica, condizioni meteorologiche avverse, rischi per la sicurezza.

RIMBORSO BIGLIETTO: SE IL PASSEGGERO RINUNCIA VOLONTARIAMENTE AL VOLO non è previsto alcun rimborso del costo del biglietto. Si può però procedere con la richiesta del rimborso delle tasse aeroportuali contattando direttamente la Compagnia aerea.

SE IL VOLO è STATO CANCELLATO si può procedere con la richiesta del rimborso del solo biglietto aereo (che comprende anche le tasse aeroportuali) sempre tramite la Compagnia aerea.

RISARCIMENTO PER IL DISAGIO SUBITO: risarcimento (o indennizzo, o compensazione pecuniaria), la normativa non lo prevede nei casi cosiddetti “eccezionali", tra cui le emergenze sanitarie. Questo vale in ogni caso: sia per rinuncia volontaria, sia per voli cancellati dalla compagnia aerea.

"I principali aeroporti colpiti sono sicuramente Malpensa e Fiumicino da dove partiva ed arrivava la quasi totalità dei voli dalla Cina - racconta Kathrin Cois, responsabile della comunicazione di RimborsoalVolo.it“Le compagnie aeree hanno agito in maniera più o meno decisa anche in anticipo rispetto alle decisioni del governo, bisogna ricordarsi che i passeggeri sono comunque tutelati ed in casi di mancata partenza è loro pieno diritto richiedere il completo rimborso delle spese sostenute per l’acquisto del biglietto”.

Ogni mese dalla Cina sbarcavano circa 50 mila persone ed erano circa 10 i voli per l’Italia giornalieri, rispetto a Wuhan solitamente la media passeggeri mensili da questa specifica città erano di circa 2300 persone. Non si contano invece i collegamenti Cargo che ovviamente visto le importazioni sono numeri altissimi, ed anche per questa tipologia di voli c’è stato un blocco totale. L’Italia ha riportato in Italia, attraverso dei voli di stato messi a disposizione dalla Farnesina, la maggior parte degli Italiani rimasti bloccati in Cina.

British Airways e Air India sono state le prime due compagnie ad interrompere i collegamenti da e per la Cina. Tra i vettori europei troviamo Lufthansa che, insieme a British, garantisce il rimborso del biglietto aereo per tutti i passeggeri dei 54 voli settimanali soppressi fino a fine febbraio/fine marzo a seconda delle città di arrivo. Alcune compagnie, invece, hanno solamente ridotto i collegamenti con la Cina per questioni più economiche che sanitarie a causa proprio del crollo improvviso delle prenotazioni. Tra queste troviamo le due statunitensi American Airlines e United Airlines e, a seguire, Air Canada e Finnair. Il problema non riguarda solo gli Italiani che, per la maggior parte, sono riusciti a tornare a casa, ma anche i Cinesi che vogliono far ritorno in Cina. Sono infatti tra le 10 e le 30 mila le persone di origini Cinesi che non possono far ritorno nel loro Paese.


Riproduzione non consentita ©
 



Giorgio Esposito
Giornalista
www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo

Viaggiare... è sognare, esplorare, scoprire
Consigli di viaggio

Il Cammino di Santiago tra spiritualità e invito alla socialità. Quale, come e quando intraprenderlo
Un'esperienza da fare almeno una volta nella vita. In oltre 300mila lo percorrono ogni anno spesso
affermando: Io credo che sia stato il cammino a cercare me e non viceversa


ROMA (Italy) - "Il Cammino" è l’esperienza che milioni di pellegrini hanno vissuto ripercorrendo la strada che porta alla tomba di San Giacomo. Il tratto si compie generalmente a piedi ma lo si può fare anche in bicicletta, a cavallo... in assoluta semplicità e sicurezza. Una "prova di vita" che può indicarci che esistono sempre strade nuove da percorrere. Non è competitivo, non importa a nessuno quanti km si percorrono al giorno e in quanti giorni lo si conclude. Non esistono tappe prefissate. E’ un’esperienza semplice da compiere perché il cammino è segnato benissimo ed è provvisto di moltissime strutture nelle quali ristorarsi e passare la notte.


È dal Medioevo che i pellegrini viaggiano a piedi per giungere al santuario di Santiago di Compostela, dove ci sarebbe la tomba dell'Apostolo Giacomo il Maggiore. Oggi "il Cammino" si sente soprattutto interiormente e ti spinge a partire. Un mix di senso di sfida a se stesso e alle proprie convinzioni nonchè alle personali capacità psicologiche ed anche fisiche perchè quasi sempre è la testa più che la gamba che ti porta a Compostela. Durante il pellegrinaggio, si stringono bellissime e durature amicizie, si incontra anche gente che non si rivedrà per il resto della vita, ma ognuno di questi, ci fa cambiare la visione che abbiamo del mondo. Sul cammino, la maggior parte delle persone hanno qualcosa di speciale, hanno grandi dilemmi e grandi idee, anche le persone più comuni diventano speciali. Segnaliamo l'eccellente "Guida al Cammino di Santiago de Compostela", con il percorso, le mappe, le ospitalità e tutti i consigli utili per partire sul più amato dei pellegrinaggi, realizzata da Alfonso Curatolo e Miriam Giovanzana.

Benchè il più conosciuto sia il “Camino Francès” che parte da Saint-Jean-Pied-de-Port e arriva a Santiago in 772 chilometri e circa 30 giorni di cammino, esistono altri cammini che vanno poi ad intersecarsi a quello Francès. Uno di questi è il “Camino del Norte" (da Baamonte e Arzua per 62,9 km), poi il "Camino de Invierno" (da Albaredo a Lalin per 100.7 km), il "Camino Primitivo" (da O Acebo a Melide per 126 km) e il "Camino Portugués" (da Tui a Santiago per 107,9 km). Esiste, poi, anche la versione del "Camino Italiano" che dopo 1500 km da Roma, si congiunge con "gli itinerari francesi" ad Arles in Provenza. Se deciderete di percorrere gli ultimi 100, oppure 150 o 200 km, incontrerete molti pellegrini provenienti da questi altri “altri cammini”.

Percorrere gli ultimi 100 km da Sarria a Santiago - 100 km sono il “minimo” (200 km invece per chi va in bici o a cavallo) per ottenere, una volta a Santiago, la compostela (pergamena che attesta il pellegrinaggio). C’è chi dice che il cammino ha senso solo se lo percorri interamente, per tutti i 772 km, in un’unica volta. Sicuramente per affrontare tutto il Cammino di Santiago servono: preparazione, allenamento e tempo, cosa che non tutti hanno. Ecco che allora molti optano per dividere il cammino in tre parti (circa 250 km) da fare in tre anni o periodi diversi, e altri si concentrano sull’ultima parte, che può partire da Sarria (111 km prima di Santiago) oppure prima, da Leon (307 km prima di Santiago), o da Villafranca del bierzo (180 km prima di Santiago) o ancora da Cebreiro (150 km). Qui viene proposto un tratto del cammino in terra spagnola. Lungo la strada si troveranno altri camminatori e altri cicloviaggiatori, ognuno con la sua storia e le sue ragioni ma ognuno verso la stessa meta, Santiago de Compostela.

Sarria - Portomarin, 21 km
Portomarin - Palas de Rei, 24 km
Palas de Rei - Arzùa, 28 km
Arzùa - Lavacolla , 27 km
Lavacolla - Santiago, 11 km

Le regioni attraversate dalla rotta compostelana sono: Navarra (e l’Aragona per chi entrasse in Spagna dal passo del Somport invece che da Roncisvalle), La Rioja, terra di vini rinomati, Castiglia-Leòn con le sue immense mesetas, Galizia, terra sempre verde e di cultura celtica. I luoghi più suggestivi sono tanti, ma alcuni sono particolarmente evocativi in quanto legati a leggende o a miracoli lì avvenuti; Roncisvalle, Santo Domingo de la Calzada, con l’unica cattedrale al mondo ad avere al suo interno una gabbia con due galline vive, San Juan de Ortega, antico monastero sperduto in un querceto a mille metri di quota, O Cebreiro, luogo fatato e misterioso a 1300 metri di altitudine sulla cordigliera galaico-cantabrica, porta d’ingresso della Galizia, legato ad un miracolo eucaristico. Ovviamente tutte le città e i borghi attraversati dal cammino, hanno una ricchezza artistica e culturale immensa, le principali e capoluoghi sono: Pamplona, Logrono, Burgos, Leòn, Astorga.

Ecco i classici consigli per un "Buen camino" - Prepararsi fisicamente tramite un allenamento che, anche senza essere specifico, abitui comunque il fisico allo sforzo prolungato, curando preventivamente la salute dei piedi. Curare che l’equipaggiamento sia adeguato alla stagione e collaudato (non scarpe nuove!). Esistono sul mercato articoli tecnici appropriati soprattutto lo Zaino che a pieno carico non deve mai superare il 10% del proprio peso corporeo (scarpe, biancheria, magliette, giacche): hanno il “difetto” di essere generalmente costosi ma sono ottimi. Ma ecco alcuni essenziali componenti del nostro viaggio: copri-zaino, 1 Sacco lenzuolo, 1 K-way, 1 paio ciabatte doccia, 1 paio di sandali da trekking, 1 paio di scarpe da running / scarponcini da trekking, 3 paia di slip, 4 paia di calzini corti senza cuciture, 2 tute corte (1 per dormire e 1 per uscire la sera o per cambio), 1 paio pantaloni tecnici lunghi con cerniere, 2 maglie tecniche, 2 bastoni trekking a telescopio, 1 felpa media, 1 asciugamano in microfibra, I-Pod + caricabatteria per I-Pod, Cellulare con pre-caricata la guida al Cammino di Santiago + carica batteria, Spazzolino da denti, Dentifricio, 1 pezzo di sapone di Marsiglia (per lavarsi e per il bucato), Cerotti misti, Crema per dolori, Antinfiammatori, Aspirine, Tintura di iodio, Ago e filo (per cucire e per vesciche). Curare che quello che si porta via sia realmente indispensabile perché, quanto più leggero è lo zaino, tanto meno si soffre. Nella foto, i dislivelli altimetrici del Cammino francese.

Nessuno può prevedere il tempo che farà sul Cammino Francese come su tutti gli altri, ma occorre tener conto che, tranne la regione dei Pirenei e la Galicia, l’estate spagnola è molto calda e l’inverno abbastanza freddo. I mesi migliori sono considerati giugno e settembre sia per evitare il caldo asfissiante dei mesi estivi sia per baypassare le piogge che in queste zone sono copiose fino a maggio e da ottobre in poi. ll clima di Santiago de Compostela è fresco e umido, essendo fortemente influenzato dall'Atlantico. Le temperature invernali spaziano tra 5 - 12 gradi, quelle estive tra 14 e 24°C. Il soleggiamento varia tra le 3 ore di gennaio e 8 ore in estate.

E' preferibile conoscere qualche lingua straniera (inglese innanzitutto, francese o tedesco), anche per poter familiarizzare con gli altri pellegrini, sapendo però che è facile per un italiano intendersi con uno spagnolo, a patto che entrambi parlino lentamente e con la volontà di farsi capire. La Spagna è un paese molto simile all’Italia, per lingua, abitudini e tenore di vita: tutto ciò che si è dimenticato o di cui si può aver bisogno può essere facilmente trovato e acquistato; le abitudini della gente sono simili alle nostre, così come la cultura, le abitudini, l’alimentazione. Fare il cammino non costa molto; viaggio a parte, le spese indispensabili sono quelle per il vitto - considerando che alcuni ostelli mettono anche a disposizione le proprie cucine per la preparazione dei pasti - (circa 20 euro al giorno) e l'alloggio (in dipendenza della sistemazione prescelta: ostello/locanda/albergo variano tra 10 e 50-100 a notte). Utili documenti quali: carta identità, tessera sanitaria e carte di credito tra le quali la tessera bancomat.

Giunti a Santiago una piccola sosta di gioia e raccoglimento nella piazza dell’Obradoiro, di fronte la cattedrale. È una piazza molto vasta in cui i pellegrini si riposano e si incontrano. Subito dopo si va all’Offficina del pellegrino per presentare la propria credencial con tutti i timbri, e ritirare la compostela (pergamena che attesta il pellegrinaggio). La credencial è un libretto in cui si segna il punto di partenza e si raccolgono i timbri (sellos) in ogni albergo o bar del cammino. Per ottenere la compostela servirebbero almeno due timbri al giorno, ma non sempre sono così fiscali nel valutarli. Tutti gli alberghi e le strutture del cammino sono provviste di timbro. La credencial si può richiedere dall’Italia, oppure ritirare a Sarria, per esempio al Monastero di Maddalena, lungo il Cammino, alla fine del paese. Alle 12.00 di ogni giorno, nella Cattedrale, si celebra la messa del pellegrino: una celebrazione molto suggestiva in diverse lingue e con la tradizione del Botafumeiro, un enorme incensiere (fra i più grandi al mondo) sorretto da una corda tirata da otto persone (tiraboleiros) che oscilla per tutta la cattedrale a grande velocità. Questa tradizione si ripete tutti i venerdi, ma spesso è possibile ammirarla anche negli altri giorni, grazie alle offerte di chi lo richiede.

Di recente "il cammino" ha visto fiorire una infinità di organizzazioni che a richiesta curano tutti gli aspetti legati al viaggio e alla permanenza in terra spagnola fino a condurvi a Santiago attraverso varie opzioni tra le quali: viaggio a/r, trasporto bagagli tappa per tappa, prenotazioni alberghiere, estensioni turistiche e visite guidate all'arrivo. Il tutto con spese anche modiche. "Buen camino!!!"

Dopo essere stata dichiarata Capitale Europea della Cultura, Santiago de Compostela è uno di quei classici luoghi da vedere almeno una volta nella vita, perché esistono veramente poche città al mondo così particolari e suggestive. La città si sviluppa in stradine acciottolate di carattere medievale, grandi ed estese piazze come Praza do Obradoiro, da dove si ammira la bella ed eterea cattedrale del Apóstol, oppure Praza das Praterías con la bella Fuente de los Caballos. Il municipio, l'elegante Pazo de Raxoi.
Lasciando la cultura di Santiago, andiamo al mare; qui la costa è davvero particolare, ci sono dei veri e propri fiordi detti Rias che offrono delle spiagge davvero inaspettate considerando che pur sempre di oceano Atlantico si tratta. Prendendo il treno da Santiago a Pontevedra e il bus da Pontevedra a El Grove (100 km), ci si ritrova in un vero e proprio paradiso: un mare caraibico (tranne che per la temperatura dell'acqua), pesce ottimo e spiagge bellissime
.

Riproduzione non consentita ©
 



Giorgio Esposito
Giornalista
www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo

Viaggiare... è sognare, esplorare, scoprire
Consigli di viaggio

Crociere, dalla vintage Andrea Doria alle mega navi, il traffico crocieristico è in continua espansione
I consigli per prenotare e godersi "la vacanza in navigazione" senza rischi e senza sorprese

ROMA (Italy) - La crociera quale moderno e funzionale “villaggio turistico” che naviga tra i luoghi che preferiamo conoscere e visitare. Moderni Marco Polo affrontiamo i mari del pianeta per soddisfare le nostre voglie di esplorare i luoghi più suggestivi o semplicemente per trascorrere una vacanza all’insegna del divertimento e della spensieratezza in un clima coinvolgente e social. Ma cosa cela e cosa è opportuno conoscere del mondo delle Crociere che oramai sono alla portata di tutte le tasche. Un mondo che “può apparire magico” ma che quasi sempre rivela “sorprese” in assenza di “informazioni veritiere”. Ecco i migliori consigli per conoscerele ed evitarle.

Ecco quindi una analisi dettagliata che apre le porte su quella che, da molti anni a questa parte, viene considerata la scelta principe nei desideri di vacanze di italiani ed europei in generale. Una scelta che ha convinto le maggiori “cruise company” ad investire sempre più in mega navi ed arricchendo il proprio business con cifre da capogiro.

Partiamo dalla prenotazione che può essere effettuata sul web o in Agenzia turistica. I costi sono gli stessi con una maggiore assistenza da parte delle agenzie. Chi opta per una Crociera dovrebbe partire dallo scegliere itinerari precisi nelle cui aree operano diverse compagnie: Royal Carribean, Carnival, Princess, Celebrity, Norwegian, MSC, Costa etc… Le principali zone che ospitano "Cruise" sono Mediterraneo, Caraibi, Europa atlantica, con recenti sviluppi in Medio Oriente, Oceano Atlantico e Pacifico. I costi variano in virtù della Compagnia di navigazione, stagione prescelta e fluttuano anche a seconda della durata 4/7 giorni oppure 7/14 fino ad arrivare ai 100 giorni dei giri del mondo. L’alta stagionalità può portare prezzi tra Mille e Tremila euro per una semplice cabina interna e senza volo aereo, relativamente ad una Crociera di una settimana, per abbattersi fino a poche centinaia di euro nei periodi meno richiesti.

Stipulare una "buona assicurazione annullamento" al momento della prenotazione - c'è inoltre da riflettere su alcuni “costi aggiuntivi” da quelli pubblicizzati sul web - che è meglio richiedere ed evidenziare in un preventivo da farsi compilare dall’Agente di fiducia dell’Agenzia – che possono spaziare anche tra diverse centinaia di euro comprendendo tasse portuali, assicurazioni, trasferimenti etc… Quindi, riassumendo, con l’acquisto di una Crociera si scelgono Compagnia, itinerario e relativa nave con i soli servizi essenziali di bordo: pernottamento e pasti senza bevande, ad esclusione, quindi, di alcuni “service” con i quali conviverete: escursioni, bar, fotografie, casinò, benessere, internet fino ad arrivare ai servizi medici per i quali, in caso di bisogno, sono previsti esborsi di cifre anche a due zeri. Insomma, se quello che acquistate può sembrare abbordabile come spesa iniziale, le sorprese potrebbero non mancare quando riceverete l’estratto conto della vostra Carta di credito che resta obbligatoria a garanzia delle spese di bordo. Ecco il possibile dettaglio:

Sulla nave sarete insidiati dagli onnipresenti fotografi che al "conveniente" prezzo di (minimo) 10 euro a foto 10x15, immortaleranno i vostri numerosi momenti di relax sia a bordo che durante le escursioni organizzate.
I Bar
forniscono, al modico prezzo di 2,5 euro, un caffè espresso appena bevibile e drink tutto ghiaccio “regalati” a 8-10 euro. Le escursioni, se non avete provveduto a sceglierle prima della partenza, vi sveneranno dell’entusiasmo e prosciugheranno il portafoglio.
I Casinò, inavvicinabili per i più, tentano come moderne Sirene aspettando che l’Ulisse di turno resti ammaliato dall’illusorio facile guadagno.
La spesa per la immancabile “Connessione alla Rete” – seppure parzialmente giustificata in quanto operata via satellite – vi terrà lontani dai vostri amici internauti.

Le mance al personale, che prima erano consegnate da ogni ospite “ad personam”, ora sono gestite direttamente dalla compagnia che in qualche caso opera un “prelievo forzato” dal conto personale a fine crociera mentre in altri casi “concede la decisione” di elargire le mance oppure no. Verificare perché i costi sono dell’ordine di qualche decina di euro a persona al giorno.

La nave da crociera e i sui dettagli. Ognuna di esse ha svariati ponti che si sviluppano in verticale e possono arrivare sino a 20 nei casi più colossali. Sui ponti sono allocate le cabine (per 1 - 4 occupanti) divise tra interne (15 mq) che sono la tipologia più economica. Vi sono poi le cabine esterne con finestra o oblò chiuso (15 mq) che permette alla camera di ricevere luce dall’esterno e di vedere “il panorama” durante la navigazione. Troviamo poi le cabine esterne con balcone (20 mq), che sono più grandi e servite da un ampio balcone. Infine le cabine Suite che accolgono in spazi veramente generosi. Attenzione soprattutto alla cabine più economiche (interne ed esterne) che sono quasi sempre ospitate sui ponti bassi appena fuori dalla linea di galleggiamento della nave: esse possono trovarsi su apparecchi meccanici interni alla nave (motori, turbini, argani etc.) con evidente perdita della tranquillità e del sonno.

La ristorazione - C'è una leggenda metropolitana che cita: "gli ospiti a bordo delle crociere, quello che non riescono a mangiare dal primo all'ultimo giorno ... lo portano a casa ... freddo o caldo che sia !!!" Una leggenda che però trova spunti di verità osservando a colazione, pranzo e cena i tantissimi che si "ingozzano a più non posso" per timore di lasciar qualcosa nelle ricche cucine della nave. Ma chissà perche noi non siamo come loro e quindi ci siederemo educatamente al posto assegnatoci a tavola oppure sceglieremo il "ristorante self service" solo per sbrigarci prima e ... non per altro. La cucina in nave è colorata e saporitamente arricchita con menù settimanali - scelti secondo le vostre esigenze personali - e spaziano ad ogni pasto: dall'antipasto al primo, secondo piatto, contorno, dessert salato o dolce, frutta e bevande scelte tra un ricco menù. I self-service, invece, propongono in genere gli stessi menù del ristorante con qualche variante nell'assortimento.

Sfatiamo poi il mito “della eleganza a bordo” perché le serate a tema o cene di gala prevedono "abbigliamento consigliato e non obbligatorio” che esclude automaticamente i jeans ma che prevede tutto il resto, comprese camice, golf, scarpe sportive e pantaloni di qualsiasi foggia. Se poi nonostante tutto questo permissivismo non si vuole condividere la serata con altri ospiti forzatamente eleganti, su molte navi i ristoranti self service sono aperti anche a cena. Il tutto mixato da una seria considerazione: a bordo è permesso tutto o quasi. Una "regola" amata soprattutto da chi in genere "vive senza regole". Le escursioni - C'è chi ama organizzarle in proprio e chi si rivolge all'ufficio turistico della nave con un esborso quasi doppio ad altre offerte trovate "self service". In genere, però, i tour della nave sono garantiti anche da assicurazioni ed eventuali ritardi nel rientro al porto, vincolando la nave ad attendere il reimbarco degli ospiti. Al contrario, invece, le escursioni "fai da te" in ritardo, lasciano "a piedi" i malcapitati autorizzando la nave a partire senza di loro.

Qualche curiosità "crocieristica"
: il porto di Barcellona ha il maggior transito di passeggeri da crociera d'Europa. Più di 700 navi fanno scalo ogni anno nella città spagnola con 2,5 milioni di croceristi che sbarcano in tutto l'anno. Il portale Cruise Critic ha recentemente assegnato gli Oscar 2019 delle navi da crociera sulla base di oltre 350.000 recensioni di passeggeri sbarcati da circa 700 navi in tutto il mondo. Gli utenti hanno valutato: intrattenimento a bordo; cabine; cibo; soddisfazione famiglie; spazi comuni; servizio ed hanno assegnato la vittoria a Celebrity Equinox della compagnia Celebrity Cruises che può ospitare 2.850 passeggeri e 1253 membri dell’equipaggio.

Ma – costi a parte che poi ognuno valuta secondo esigenze personali - il sogno crocieristico ha sempre avuto un fascino particolare che l’italiano medio ha fatto suo sin dagli anni 50’ con l’Andrea Doria e con le gemelle Michelangelo e Raffaello che hanno solcato gli oceani del mondo intero negli anni 60’ – 70’.
Poi sono intervenuti gli slogan “tutti a bordo” che hanno fatto condividere il sogno di andar per mari a milioni di turisti e viaggiatori che ora utilizzano navi come la “SYMPHONY OF THE SEAS” della compagnia statunitense Royal Caribbean che è anche la nave passeggeri più grande del mondo. Per chi non ha grande esperienza di vacanze in crociera ecco alcune cifre: 362 metri di lunghezza, oltre 60 di larghezza e alta 70 metri; con 18 ponti, la capacità di ospitare 6780 passeggeri in 2775 comode cabine e 2100 membri dell’equipaggio la Symphony of the Seas è oggi la più grande nave da crociera del mondo.


Riproduzione non consentita ©
 



Giorgio Esposito
Giornalista
www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo

Viaggiare... è sognare, esplorare, scoprire
Consigli di viaggio

Le "fontane danzanti" più belle del mondo, ecco la classifica con Dubai al primo posto
Sul podio Singapore e Las Vegas che insieme agli Emirati raccolgono l'entusiasmo di milioni di viaggiatori

ROMA (Italy) - I giochi d'acqua delle "fontane danzanti" sono oramai divenuti spettacoli mozzafiato e attraggono sempre più curiosi. Proprio per questo, il business turistico ne propone sempre di nuove, che spiccano soprattutto per l'abbinamento musicale e per i fantastici "light player". Tra quelle già notissime e quelle di nuova generazione, ecco quindi la nostra ideale classifica "dancing fountains" site in diversi continenti.


Sono oramai tantissime e in tutti i continenti, le città che per business turistico si prodigano di offrire ogni sorta di attrazione. Le ultime in ordine di tempo che si sono sviluppate con passi da gigante, restano "le fontane danzanti". Cioè un sistema d'acqua che offre scenografie utilizzando getti enormi mixando poi musica e giochi di luci. Ecco una classifica aggiornata su quelle più in voga e visitate dai turisti di tutto il mondo: al primo posto l'amatissima Dubai seguita da quella di Singapore e dalla scenografica fontana del Bellagio a Las Vegas. Barcellona ospita la fontana danzante più antica, 1929 per l'Esposizione Universale.

La fontana di Dubai ha getti d'acqua sparati ad un'altezza di 50 piani che vengono illuminati con 6.600 LED e 25 proiettori a colori. L'intera attrazione ha una lunghezza di 275 metri e mette in scena uno spettacolo coreografico quotidiano che "danza" anche con le note di "Con te Partiro" di Andrea Bocelli. Spettacoli alle 13 e 13:30, nonché ogni 30 minuti dalle 18 alle 22 da domenica a mercoleì e dalle 18 alle 23 da giovedì a sabato.

The fountain is animated with performances set to light and music. It is visible from every point on the lake promenade and from many neighboring structures. Performances take place at 1:00 pm and at 1:30 pm as well as every 30 minutes from 6 pm to 10 pm on weekdays, and from 6 pm to 11 pm on weekends (weekends being Thursday, Friday, and Saturday). All of the fountain's performances are accompanied by music played through speakers around the lake, although sometimes the fountains are operated without music for testing purposes. In March 2016 the fountains and the mall were part of the Expo 2020 logo launch attended by managing director Reem Al Hashimy and prime minister Mohammed bin Rashid Al Maktoum. After the event the fountains danced to Whitney Houston's "I Will Always Love You". Link: Dubai

Nello splendido scenario di "Marina Bay" a Singapore, da alcuni anni i visitatori si deliziano con uno degli spettacoli di "fontane danzanti" più ricco tra quelli esistenti con la proiezione di video sulla facciata principale delle fontane. Un mix di giochi di acqua, luci, musica e bellissimi filmati nello specchio di mare antistante il Marina Bay Sands Hotel. Spettacoli alle 21 e 21.30. Weekend anche 23.30.

A Light & Water Show, a free nightly outdoor extravaganza displayed over the water at the Event Plaza. As the 15-minute outdoor show unfolds before your eyes in a four-part story, immerse yourself in the beautiful symphony of dancing fountain jets, colourful visual projections, advanced lasers, and lava and mist effects — all led by an orchestral soundtrack. Bring your family and friends, and be enthralled time and again by the visually stunning world. Link: Singapore

Costruito nel 1998, il Bellagio, hotel di lusso sullo "Strip" di Las Vegas, ha da subito catturato l'entusiasmo dei viaggiatori, offrendo uno spettacolo di fontane con 1.200 getti d'acqua nel lago prospicente lo stesso hotel. Una melodia musicale scelta tra 30 diverse, apre la scena ad ogni rappresentazione: 8-15 e 20-24 ogni 15 minuti. Dalle 15 alle 20 ogni 30 minuti. Sabato, domenica e festivi inizia alle 12.

At Bellagio, more than a thousand fountains dance in front of the hotel, enhanced by music and light. The display spans more than 1,000 feet with water soaring as high as 460 feet into the air. A wide range of musical works has been selected for the fountain’s shows, from classical and operatic pieces to popular music and songs from Broadway. Designers, musicians and performance artists were invited to choreograph the fountains to these differing musical selections. The result is a rich, dynamic collection of performances in water, each uniquely expressive in its interpretation. The performances range from delicate and whimsical to grand and commanding. Link: Stati Uniti

La "Fuente Magica" di Barcellona in Spagna resta la prima "fontana danzante" del mondo perchè costruita nel 1929 in occasione dell'Esposizione Universale. La "fontana magica danzante" si trova sulle scale del Palacio National in Plaça de Carles Buigas e offre spettacoli gratuiti di 20 minuti: da giugno a settembre dal mercoledì a domenica, e il resto dell'anno dal giovedì a sabato con orari diversi ma tra le ore 20-21.

Designed for the 1929 Universal Exhibition by the engineer Carles Buigas, the Magic Fountain of Barcelona was restored in 1992 for the Olympic Games and has proved a popular attraction ever since. This huge fountain bubbles and bursts, spews and spouts cascades of water in a sensational show set to music and lit by every colour of the rainbow. Thousands of people gather each night during summer to enjoy the spectacle, sitting on the many steps that lead up to the MNAC museum and watching the sunset from the vantage point of Montjuic mountain, under which the Magic Fountain sits. It’s not highbrow culture, but it is a lot of fun, and on a warm evening in particular the atmosphere is great. Link: Spagna


Riproduzione non consentita ©
 



Giorgio Esposito
www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo

Viaggiare... è sognare, esplorare, scoprire
Consigli di viaggio

La mancia quale segno di apprezzamento per un servizio ricevuto. Ecco in quali paesi è accettata e in quali è ritenuta offensiva. Le abitudini degli italiani che spesso la negano ovunque.

ROMA (Italy) - Lasciare la mancia crea spesso momenti di dubbio o imbarazzo. Negli Stati Uniti è una consuetudine inderogabile, in Estremo Oriente può quasi sembrare un affronto: ma quali sono le regole dettate dal bon ton nel nostro paese? A volte è obbligatoria, altre volte una consuetudine, altre volte ancora a discrezione del cliente oppure può addirittura essere fuori luogo. Sembra un paradosso, ma in alcune parti del mondo l’argomento “mancia” non è così banale come si potrebbe pensare.


Lasciare la mancia non è una delle usanze più popolari in Italia, ma in alcuni Paesi è una tradizione radicata, un gesto che diventa quasi obbligatorio in alcune zone del mondo. I dati parlano chiaro: solo un italiano su tre ritiene doveroso lasciare la mancia al cameriere o al facchino come ricompensa aggiuntiva per il servizio offerto. A pensarla in questo modo sono i cittadini dello stivale da Nord a Sud anche se in quest'ultimo le abitudini a prevederla nei Bar e Ristoranti sono ben radicate tra le vecchie e medie generazioni mentre sono di parere opposto i giovani. Una interpretazione ambigua ma che segnala "la povertà mentale" dei tanti che non la riconoscono neanche quale segno di cortesia e gratitudine.

Ecco le regole generali nei paesi del mondo nei quali la mancia è sempre gradita tranne il Giappone. Al ristorante: dal 10% al 15% di mancia, ristoranti di lusso anche il 20%. Taxi: arrotondare per eccesso mediamente del 15%. Facchino hotel: da 1 a 2 euro per singolo bagaglio. Al concierge dell'albergo: fino a 5 euro per ogni richiesta di assistenza. Guide turistiche almeno 5 € a persona. Ma ecco un corollario esplicativo dei paesi più noti.

In Spagna per esempio la mancia da lasciare nei bar e nelle tapas è a discrezione del cliente. In Grecia, nei ristoranti di solito si lascia una somma corrispondente al 10% del totale, mentre negli hotel non è necessario. In Portogallo è praticamente obbligatorio lasciare una mancia del 10% ai taxisti, due euro ai facchini e ai camerieri, nei ristoranti il 10%. Nel Regno Unito si usa lasciare il 10%, verificando che non sia stata già messa in conto, come accade negli USA. Nei Paesi dell’Est Europa è consuetudine lasciarla, così come in Austria e sull’isola di Malta. In Germania l’importo del taxi deve essere arrotondato per eccesso, mentre al ristorante essa corrisponde a una percentuale che varia dal 5 al 10%. Stessa cosa vale per la Francia, paese in cui si lascia la mancia persino per la visita dei musei. In Norvegia e in Finlandia non è un’usanza radicata lasciare la mancia, mentre in Olanda si lascia una somma pari al 10% dell’importo della corsa ai taxisti. Nei ristoranti e negli hotel invece non si lascia mai. Nella Repubblica Ceca non è usanza lasciare la mancia, ma se si è interessati a lasciare qualcsoa al personale del ristorante, non si deve lasciare al tavolo, ma direttamente alla cassa la momento del pagamento. In Russia si lascia il 10% solo nei ristoranti di lusso raffinati.

Gli Stati Uniti, in taxi si lascia da un minimo del 15 a un massimo del 25% di mancia; stesso discorso vale per i ristoranti e gli hotel. A volte la mancia è già inclusa nel conto, quindi è sempre meglio verificare per non darla due volte. In Thailandia si arrotonda per eccesso l’importo del taxi, nei ristoranti si lasciano 10 bath (pari a 25 centesimi di euro), mentre al personale degli hotel dai 10 ai 30 bath (75 centesimi). In Cile la mancia è vivamente consigliata nella misura del 10%, importo che viene ben evidenziato con sottolineatura sugli scontrini. In Perù invece non è un’usanza diffusa lasciare la mancia, sebbene confini con il vicino Cile, dove è quasi obbligatoria. In un Paese come Cuba le mance sono di fondamentale importanza. Nei Paesi africani e arabi è usanza lasciare la mancia per ogni servizio. In Egitto, per esempio, nei ristoranti tale somma deve corrispondere almeno al 10% della spesa totale del servizio, anche se viene richiesta dai parcheggiatori e gli addetti alle toilette. In Giordania e Israele è consuetudine lasciare una mancia del 10% ai camerieri a meno che il costo non sia già compreso in quello del servizio ricevuto. Come regola generale, le mance sono apprezzate in Austria, Brasile, Cile, Irlanda, Paesi Bassi, Russia, Sud Africa e Turchia, mentre non sono richieste alle Fiji, Malesia e Corea del Sud. L'Australia e la Nuova Zelanda come gli Usa prevedono "tips" del 10-20% sul totale del servizio.

Nell’Impero del Sol Levante, infatti, la mancia è vista come una pratica scortese e volgare. Per la cultura nipponica la cortesia e la gentilezza dei camerieri sono di ordinaria amministrazione. Per questo la ricompensa per il buon servizio è percepita come offensiva, simbolo di sfarzo e altezzosità. Zero mance quindi se ci si trova in Giappone, ma questa regola non vale per altri Paesi orientali. Per esempio è considerato un gesto molto apprezzato in Thailandia: qui si usa lasciare ad esempio una banconota da 10 baht (25 centesimi di euro) a camerieri, tassisti, negli hotel, ai portieri o agli addetti alle pulizie.


Riproduzione non consentita ©



Giorgio Esposito
www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo

Viaggiare... è sognare, esplorare, scoprire
Consigli di viaggio

Qatar Airways migliore linea aerea del mondo. L'annuncio da Skytrax World Airline Awards 2019
La classifica analizza le preferenze di milioni di viaggiatori dell'intero pianeta. Alitalia in 72esima posizione


ROMA (Italy) - Ai World Airline Awards 2019 Qatar Airways si è aggiudicata il primo premio essendo la migliore compagnia aerea del mondo, vincendo anche premi per la migliore Business Class del mondo e la migliore compagnia aerea del Medio Oriente. Singapore Airlines ha vinto il massimo riconoscimento come miglior equipaggio di cabina al mondo ed è stata insignita di premi per la migliore prima classe al mondo, la migliore compagnia aerea in Asia e il miglior sedile di prima classe al mondo. Nella top 100 Alitalia resta sempre in fondo alla classifica delle preferenze dei viaggiatori di tutto il mondo.


Qatar Airways è la Migliore Compagnia al Mondo. A dirlo sono stati i World Airline Awards 2019 organizzati da Skytrax che hanno premiato il vettore arabo anche per la migliore Business Class del mondo e la migliore compagnia aerea del Medio Oriente. Ecco la classifica:

The World’s Top 10 Airlines of 2019

Qatar Airways
Singapore Airlines
ANA All Nippon Airways
Cathay Pacific
Emirates
EVA Air
Hainan Airlines
Qantas Airways
Lufthansa
Thai Airways

Altri importanti vincitori tra cui Air Transat hanno votato la migliore compagnia aerea per il tempo libero al mondo, ANA All Nippon Airways come miglior servizio aeroportuale al mondo, Norwegian è la migliore compagnia aerea a basso costo a lungo raggio del mondo, Star Alliance la migliore "Alleanza tra compagnie aeree" del mondo, Philippine Airlines come la più grande "Compagnia aerea migliorata" del mondo, Bangkok Airways come migliore compagnia aerea regionale del mondo.

Nei 19 anni del concorso planetario, ecco le posizioni al top: Qatar 5 volte (2011, 2012, 2015, 2017, 2019). Emirates 4 volte (2001, 2002, 2013, 2016). Singapore 4 volte (2004, 2007, 2008, 2018). Catay Pacific 4 volte (2003, 2005, 2009, 2014). Asiana 1 volta (2010). British Airways 1 volta (2006).

Qatar Airways - In un tempo relativamente breve, Qatar Airways è cresciuta fino a oltre 140 destinazioni in tutto il mondo, offrendo livelli di eccellenza del servizio che hanno aiutato il pluripremiato vettore a diventare il migliore al mondo. La rete Qatar Airways copre destinazioni commerciali e di piacere in Europa, Medio Oriente, Africa, Asia Pacifico, Nord America e Sud America. Qatar Airways è membro dell'alleanza aerea globale oneworld.

Emirates - La più importante Compagnia aerea del mondo è stata fondata nel 1985 con una dotazione di solo due aerei. Attualmente Emirates ha una flotta di oltre 230 aerei e attualmente vola verso oltre 140 destinazioni in oltre 80 paesi in tutto il mondo. La rete Emirates si sta espandendo costantemente, con oltre 1.500 voli in partenza ogni settimana per Dubai verso destinazioni in sei continenti.

Singapore Airlines - Singapore Airlines è uno dei marchi di viaggio più rispettati in tutto il mondo. Volando una delle flotte di aeromobili più giovani del mondo verso destinazioni che attraversano una rete diffusa in sei continenti, la Singapore Girl è un'icona riconosciuta a livello internazionale che fornisce gli elevati standard di cura e servizio che i clienti si aspettano da Singapore Airlines.

Cathay Pacific Airways - Ha vinto il premio Best Airline del mondo quattro volte ed è membro dell'alleanza aerea globale oneworld. Il gruppo Cathay Pacific, incluso Cathay Dragon, gestisce oltre 150 aerei in 130 destinazioni in tutto il mondo.

Oltre 100 nazionalità di clienti hanno partecipato al sondaggio con 21,65 milioni di voci idonee conteggiate nei risultati. Tutte le voci del sondaggio sono state sottoposte a screening per identificare le informazioni IP e dell'utente, con voci duplicate, sospette o non ammissibili eliminate. Oltre 300 compagnie aeree sono presenti nei risultati del sondaggio 2018/2019. I moduli di sondaggio per i clienti sono stati offerti in inglese, francese, spagnolo, russo, giapponese e cinese. Il sondaggio online ha funzionato da settembre 2018 a maggio 2019. Il questionario di Skytrax misura gli standard qualitativi attraverso 41 indicatori-chiave che prendono in esame i prodotti front-line e i servizi nel settore del trasporto aereo.

Ecco la classifica generale delle prime 100 posizioni del 2019 e di seguito la posizione nel precedente anno 2018.

1 Qatar Airways 2 2018
2 Singapore Airlines 1 2018
3 All Nippon Airways 3 2018
4 Cathay Pacific 6 2018
5 Emirates 4 2018
6 EVA Air 5 2018
7 Hainan Airlines 8 2018
8 Qantas Airways 11 2018
9 Lufthansa 7 2018
10 Thai Airways 10 2018
11 Japan Airlines 13 2018
12 Garuda Indonesia 9 2018
13 Swiss Air Lines 12 2018
14 China Southern 14 2018
15 Austrian Airlines 16 2018
16 Air New Zealand 17 2018
17 Bangkok Airways 21 2018
18 KLM Airlines 19 2018
19 British Airways 31 2018
20 AirAsia 28 2018
21 Virgin Atlantic 29 2018
22 Aeroflot 23 2018
23 Air France 25 2018
24 Hong Kong Airlines 20 2018
25 Virgin Australia 22 2018
26 Iberia 41 2018
27 Turkish Airlines 18 2018
28 Asiana Airlines 24 2018
29 Etihad Airways 15 2018
30 Philippine Airlines 49 2018
31 Air Canada 30 2018
32 Finnair 27 2018
33 Cathay Dragon 26 2018
34 China Airlines 35 2018
35 Korean Air 33 2018
36 Malaysia Airlines 34 2018
37 EasyJet 43 2018
38 Aer Lingus 36 2018
39 Norwegian 32 2018
40 jetBlue Airways 42 2018
41 Delta Air Lines 37 2018
42 Aegean Airlines 39 2018
43 Oman Air 44 2018
44 Ethiopian Airlines 40 2018
45 Fiji Airways 65 2018
46 South African 45 2018
47 Southwest Airlines 57 2018
48 AirAsia X 47 2018
49 LATAM 63 2018
50 Azul Airlines 53 2018
51 Air Astana 48 2018
52 Azerbaijan Airlines 58 2018
53 Jetstar Airways 46 2018
54 Alaska Airlines 38 2018
55 WestJet 54 2018
56 Vietnam Airlines 50 2018
57 Saudi Arabian 52 2018
58 IndiGo 55 2018
59 Ryanair 64 2018
60 Air Transat 68 2018
61 Air Mauritius 69 2018
62 SilkAir 56 2018
63 Eurowings 59 2018
64 Scoot 61 2018
65 SAS Scandinavian 60 2018
66 Royal Brunei 78 2018
67 LOT Polish 67 2018
68 United Airlines 88 2018
69 Vistara 86 2018
70 Avianca 51 2018
71 Gulf Air 89 2018
72 Alitalia 75 2018
73 AtlasGlobal 100 2018
74 American Airlines 71 2018
75 China Eastern 76 2018
76 TAP Portugal 72 2018
77 TUI Airways 73 2018
78 Copa Airlines 66 2018
79 Brussels Airlines 74 2018
80 Juneyao Airlines 81 2018
81 Jetstar Asia 70 2018
82 Porter Airlines 62 2018
83 Hawaiian Airlines 77 2018
84 American Eagle 79 2018
85 PAL Express 99 2018
86 Peach 91 2018
87 Air Malta 84 2018
88 Air Seychelles 82 2018
89 Air Dolomiti 83 2018
90 Kenya Airways 85 2018
91 Vueling Airlines 94 2018
92 Air Canada rouge 104 2018
93 Royal Air Maroc 101 2018
94 LEVEL 135 2018
95 Jet2.com 92 2018
96 S7 Airlines 98 2018
97 Royal Jordanian 90 2018
98 Flynas 121 2018
99 Air China 93 2018
100 Icelandair 87 2018

Riproduzione non consentita ©
 



Giorgio Esposito
www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo

Viaggiare... è sognare, esplorare, scoprire
Consigli di viaggio

Indagine per il risparmio dedicata al noleggio auto in Europa e nel Mondo
La guida individua gli elementi chiave per avere un risparmio sulle spese del noleggio auto fino al 30%

ROMA (Italy) - Sono sempre di più i viaggiatori che decidono di noleggiare un’auto per viaggiare in piena libertà e autonomia. Ma poiché le agenzie di autonoleggio sono sempre numerose e ciascuna di esse presenta prezzi e condizioni di noleggio differenti, spesso cercare la migliore offerta di noleggio può risultare un’impresa faticosa e complicata. Ecco quindi un'analisi sulle modalità di prenotazione di un’auto a noleggio, che fornisce agli utenti e ai viaggiatori una guida dove avere tutte le informazioni utili per trovare la soluzione più economica, in modo semplice e veloce.


Lo studio si basa su oltre 6 milioni di ricerche effettuate attraverso il motore di viaggi "liligo" e confronta le offerte di oltre 250 agenzie di autonoleggio. In Italia le agenzie più convenienti, in riferimento al costo medio giornaliero del noleggio, sono: WOWrent, Interrent, Firefly, Goldcar e B-Rent. Dislocate su tutto il territorio nazionale, queste agenzie offrono diverse soluzioni di noleggio a tariffe flessibili sia per viaggiare in Italia sia per andare all’estero.

Oltre alla scelta dell’agenzia, l’analisi ha messo in luce anche alcuni aspetti fondamentali per risparmiare sui costi di locazione: prenotare in anticipo permette di far diminuire il prezzo fino al 30% rispetto a prenotazioni effettuate a ridosso della partenza, e allo stesso modo scegliere la domenica per il ritiro dell’auto è più conveniente rispetto ad altri giorni della settimana, come il venerdì o il sabato, durante i quali il costo può essere maggiorato fino al 30%.

La ricerca ha evidenziato, inoltre, come sia fondamentale leggere con attenzione tutte le condizioni inserite nel contratto di noleggio. Questo perché spesso al loro interno possono essere previsti costi aggiuntivi inattesi che potrebbero far aumentare il prezzo finale del servizio. Da tenere in considerazione sono soprattutto la politica sul carburante applicata dall’agenzia, i limiti di chilometraggio consentiti, il territorio nel quale è possibile muoversi e gli orari di apertura dell’agenzia scelta. A questo proposito, inoltre, è emerso come il prezzo per il noleggio di un’auto possa aumentare anche fino al 70% se il luogo della riconsegna del mezzo è diverso da quello del ritiro.

Le agenzie di autonoleggio più economiche. Prendendo come riferimento il costo medio giornaliero del noleggio, le agenzie più economiche e covenienti sono le seguenti: Record Go Car, Click Rent Car, Centauro, Turisprime, OK Rent a Car.

Quali sono i modelli di auto più economici? I noleggiatori propongono spesso una vasta gamma di modelli differenti d’auto, a seconda delle esigenze dei clienti, come ad esempio utilitarie, auto familiari o di lusso. Ciascuno di questi modelli ha un prezzo specifico: nelle tabelle sottostanti potete trovare i più comuni modelli di auto ordinati in ordine crescente dai più economici ai più cari, prendendo come criterio il prezzo medio per giorno. Occorre ricordare che il prezzo medio per giorno fa riferimento esclusivamente al noleggio dell'auto. Il prezzo può quindi aumentare se si desidera inserire nel contratto di noleggio coperture assicurative ed altri tipi di servizi aggiuntivi.

Il noleggio auto è più caro se il luogo della riconsegna è diverso da quello del ritiro? Sì, di solito in media il prezzo per il noleggio di un’auto aumenta del 70%. Numerose agenzie di autonoleggio addebitano un supplemento nel caso il cliente voglia riconsegnare l’auto in un luogo differente da quello del ritiro. Tuttavia non sempre le agenzie richiedono un costo extra per questo servizio; per questo il nostro suggerimento è di contattare e chiedere informazioni su questo punto all’agenzia presso cui si intende noleggiare l’auto.

Qual è il momento migliore per noleggiare un’auto al prezzo più economico? Se disponete di un po’ di flessibilità, tenete conto di due variabili importanti per trovare le miglior offerte di noleggio auto:

Anticipazione: di solito, prenotando un'auto a noleggio con alcune settimane di anticipo, è possibile risparmiare fino al 30% rispetto alle prenotazioni effettuate nella stessa settimana in cui si vuole noleggiare l'auto. Giorno più conveniente: ritirare l'auto a noleggio la domenica è la scelta più vantaggiosa, mentre i giorni in cui il ritiro del veicolo è più caro - fino al 30% in più - sono il venerdì e il sabato.

Il noleggio auto per i guidatori più giovani. In generale il costo base di un'auto a noleggio non cambia in base all'età del guidatore; tuttavia le agenzie di autonoleggio richiedono ai guidatori più giovani la sottoscrizione di una copertura assicurativa speciale che comporta dei costi aggiuntivi. Nell'ambito del noleggio auto sono considerati "giovani" tutti i guidatori di età compresa fra quella minima legale per ottenere la patente e i 25 o 26 anni a seconda del Paese. Nonostante ciò i guidatori più giovani possono comunque trovare ottime offerte di noleggio presso diverse agenzie, tra cui Click Rent a Car, Record Go, Turisprime, Centauro, Rent a Car.

Come evitare spese aggiuntive quando si noleggia un’auto. In numerosi casi può accadere che un'agenzia, nonostante offra un prezzo di noleggio particolarmente vantaggioso, addebiti al cliente dei costi aggiuntivi inattesi che aumentano considerevolmente il prezzo finale del noleggio. Questi supplementi sono indicati nelle condizioni generali di ciascuna agenzia, ma spesso richiedono una lettura attenta ed esaustiva da parte dei clienti e così il più delle volte vengono trascurati, creando spiacevoli sorprese al momento del pagamento.

Ecco quali sono le principali cause che possono comportare delle spese aggiuntive per il noleggio di un'auto:

Politica del carburante - Generalmente le politiche del carburante adottate dalle agenzie di auonoleggio sono di due tipi: pieno/pieno e pieno/vuoto. La regola del pieno/pieno consiste nel ritiro del veicolo con il serbatoio pieno e l'impegno del cliente a restituire l'auto con il sebatoio ugualmente pieno. L'alternativa pieno/vuoto prevede invece il ritiro dell'auto con il serbatoio pieno e l'addebito per il cliente della quantità di carburante utilizzata. In quest'ultimo caso però è bene prestare attenzione a possibili spese aggiuntive di carburante per il servizio offerto dall'agenzia.

Chilometraggio del veicolo - Le agenzie di autonoleggio di solito calcolano i limiti di chilometraggio consentiti sulla base di ciascun giorno del noleggio oppure per la durata totale del noleggio. Il chilometraggio supplementare è spesso addebitato ad un costo superiore e di conseguenza il conto finale del noleggio può aumentare sensibilmente. In questi casi il consiglio è di informarsi con largo anticipo sulle condizioni fissate da ciascuna agenzia. Se avete intenzione di percorrere molti chilometri con la vostra vettura a noleggio, allora è preferibile scegliere un noleggio auto con l'opzione del chilometraggio illimitato.

Territorio autorizzato - Questo è un aspetto che merita un'attenzione particolare. Molti clienti danno infatti per scontato la possibilità di poter guidare l'auto noleggiata anche oltrefrontiera, ma è bene tenere a mente che non tutte le agenzie di autonoleggio consentono di sconfinare fuori dal Paese in cui si è ritirata l'auto e che quelle che lo permettono, generalmente prevedono delle spese aggiuntive. Conoscere la politica dell'agenzia sulla possibilità di guidare oltrefrontiera è molto importante perchè, in caso di violazione delle condizioni previste, il cliente può incorrere in costi aggiuntivi molto elevati al momento della riconsegna del veicolo.

Orario di apertura dell'agenzia - E' molto importante conoscere gli orari di apertura della sede dell'agenzia in cui dovete riconsegnare il vostro veicolo. Se infatti l'auto viene riconsegnata fuori dagli orari consentiti, il cliente può vedersi addebitate spese aggiuntive molto elevate, a volte calcolate per persona, che possono far lievitare di molto il prezzo finale del noleggio.


Consigli di viaggio
Reportage
Iscriviti Viaggi News FB

Riproduzione non consentita ©
 



Giorgio Esposito
www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo

Viaggiare... è sognare, esplorare, scoprire
Consigli di viaggio

Il noleggio auto senza trucchi e senza inganni è possibile?
I consigli degli esperti per un "nolo" senza sorprese finali

ROMA (Italy) - Ancora oggi noleggiare un'auto è considerato come percorrere un campo minato. Un campo nel quale ci si trova spesso in presenza di contratti e clausole complicate, inaccettabili ed illusorie. Il freno, poi, dell'obbligo della carta di credito pone dei seri problemi a chi noleggia per vacanza o lavoro. Spesso basta cancellare dal contratto quello che è superfluo. Ecco quindi i migliori consigli per vivere un affitto senza grosse preoccupazioni. Perché il rischio di pagare più di quanto si è preventivato è sempre dietro ... la polizza.


La cauzione - Le compagnie al momento del ritiro dell’auto richiedono il pagamento dell’intero noleggio (se non è stato saldato prima durante la prenotazione online), più il versamento di una cauzione per coprire tutti i rischi che il mezzo può correre, come per esempio i danni non coperti dalle assicurazioni stipulate dal cliente - rammentano gli esperti di Altroconsumo. L'importo viene bloccato sulla carta di credito del conducente, ma nascono problemi se il cliente non ha a disposizione una cifra sufficiente a garantire il deposito. Dato che le cauzioni sono sempre piuttosto alte, per diminuirne l'importo, le compagnie propongono l’acquisto di garanzie che riducono o eliminano la franchigia. Per evitare sorprese, prima di prenotare conviene contattare l’agenzia di ritiro dell’auto e chiedere a quanto ammonta la franchigia, oppure basta farsi alzare prima il plafond della propria carta di credito almeno per il periodo del viaggio. Esistono anche coperture aggiuntive che consentono di ridurre il deposito cauzionale, in modo da non avere problemi con il massimale della carta di credito.

Furto e danno - In molti casi, le compagnie obbligano il cliente a coprire il rischio di furto e danno almeno in parte. Bisogna leggere le condizioni delle polizze prima di acquistarle. La copertura è spesso limitata da una franchigia, quindi in caso di incidente una parte del danno deve essere risarcita dal cliente a meno di non stipulare ulteriori polizze specifiche, che comunque non sempre coprono l’intera franchigia. Può convenire acquistarle perché c’è il rischio di dover risarcire somme altissime. Molto importante (per evitare o far valere le proprie ragioni) è scattare foto di tutto il mezzo (in presenza del responsabile) alla consegna e naturalmente alla riconsegna.

Il noleggio al Sud è considerato a rischio per l’alta incidenza di furti. Per questo motivo alcune compagnie non permettono di eliminare del tutto la franchigia. La franchigia per danno o furto anche per una semplice Fiat Panda può andare da 750 a 3.000 euro. La franchigia in caso di furto di solito è più alta di quella per i danni al veicolo, ecco perché ci possono essere anche due franchigie differenti.Il costo varia anche in base alla categoria del veicolo: più è grande e potente l’auto, maggiore è il costo del noleggio.

Le cose non necessarie - Il costo del noleggio può lievitare sensibilmente per motivi anche non sostanziali, ma bisogna saper distinguere tra cosa è necessario e cosa è superfluo. Per esempio, se non si ha bisogno di un’auto di prestigio, vale la pena scegliere un modello base che costa molto meno. Se si pensa di percorrere pochi chilometri, la tariffa a chilometraggio limitato (di solito un centinaio al giorno come media) è sufficiente. Anche prenotare online con un buon anticipo fa risparmiare, così come ridurre al minimo gli optional (seggiolini, catene, portasci...). Costa parecchio prendere e riconsegnare l’auto in località diverse oppure aggiungere il secondo guidatore. Costa moltissimo, poi, consegnare l'auto a serbatoio non pieno se si è scelta la formula pieno-pieno. Quando si riconsegna la prima regola è la puntualità: data o orario di riconsegna sbagliati si traducono in spese supplementari. È bene anche controllare l’estratto conto nel periodo successivo alla riconsegna per verificare che non siano state addebitate spese extra e che la cauzione sia stata sbloccata.

I consigli per noleggiare sicuri: Fai più preventivi online e seleziona due/tre proposte, particolarmente vantaggiose. Individua in tutte i costi aggiuntivi. Ricorda: non è detto che la compagnia più conveniente in fase iniziale lo sia anche dopo che si acquistano le coperture aggiuntive che ti interessano. Controlla l’ammontare del deposito cauzionale e se è possibile abbassalo acquistando una copertura aggiuntiva in modo da non avere problemi con il massimale della carta di credito. In alternativa devi aumentare il massimale della carta di credito. Controlla le franchigie per la copertura che copre i danni al veicolo e l’assicurazione sul furto e incendio: prova a toglierle o ridurle. Controlla anche le altre garanzie (per esempio quella sugli infortuni del conducente e dei passeggeri che sono quasi sempre esclusi) e se sono comprese in eventuali pacchetti che potrebbero includere anche la riduzione delle franchigie per i danni al veicolo o il furto e incendio. Se, dopo aver fatto tutti questi controlli, hai comunque dubbi sui costi e sulle coperture contatta la società di noleggio: meglio farlo via email, in modo da avere una risposta scritta.


Riproduzione non consentita ©
 



Giorgio Esposito
www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo

Viaggiare... è sognare, esplorare, scoprire
Consigli di viaggio

In-bagging, cioè prelevare oggetti dagli Hotel è spesso una vera e propria ipotesi di furto
La classifica guidata dagli italiani, va dalla carta igienica sino ai televisori passando per lampadine e batterie
In cosa consiste, quando è illecito e a quali conseguenze si va incontro in caso di controlli

ROMA (Italy) - L' "in-bagging" è una pratica molto diffusa ma non sempre legale: quella di prelevare disparati oggetti dalle stanze d'hotel nelle quali si soggiorna. Un vizio - del quale gli italiani guidano la classifica - e che può comportare delle gravi conseguenze, perché si tratta di una vera e propria ipotesi di furto. Smascherare "i topi turisti" però è facile sia ad opera della vigilanza dell'hotel al ceck-out o successivamente con addebbito su carta di credito e possibile denuncia. Ma i problemi possono sorgere anche al controllo bagagli aeroportuale che soprattutto negli USA sono molto intransigenti.


Con il termine "in-bagging" - precisa la redazione di Studio Cataldi - si fa riferimento a una pratica molto diffusa ma non sempre legale: quella di prelevare i più disparati oggetti dalle stanze d'hotel nelle quali si soggiorna. Gli alberghi, infatti, mettono a disposizione dei propri ospiti numerosi beni, alcuni dei quali possono essere anche prelevati, altri no. In tutte le camere, in particolare, si trovano delle mini-saponette, delle piccole confezioni di shampoo, balsamo e bagnoschiuma; in alcune vi sono anche dei kit da cucito, delle cuffie per la doccia, spazzolini da denti e dentifrici, spugnette per lucidare le scarpe e chi più ne ha più ne metta. Ma gli hotel offrono ai clienti anche asciugamani di tutte le dimensioni, carta igienica, coperte, ciabattine da doccia. È poi frequente trovare una bibbia nel cassetto del comodino.

Per gli italiani rubare in albergo è una vera e propria abitudine per 4 italici su 5. Ecco la classifica degli oggetti più desiderati ed espropriati.

1. Prodotti da bagno con vassoio e cestino contenitori
2. Asciugamani, soprattutto quelli più grandi
3. Lampadine, batterie del telecomando
4. Penne, piccoli libri, riviste, Bibbia
5. Fiori e frutta, compresi vasi o cestini
6. Bottiglie di liquore dal minibar, bevute e riempite
con acqua e altri liquidi
7. Pezzi di ceramica, posate, bicchieri e tazze
8. Federe, cuscini e trapunte
9. Asciugamani, asciugacapelli, specchi
10. Elettrodomestici, piatti, orologi, candelabri, dvd

Cosa si può prelevare dagli hotel - In realtà, però, i beni che possono essere legittimamente prelevati dagli hotel sono solo quelli "usa e getta", destinati all'utilizzo esclusivo di coloro che occupano la stanza. Ci si riferisce, in particolare, ai vari set da bagno (saponette, shampoo, bagnoschiuma …) ed eventualmente alle ciabatte con il logo dell'hotel, alle penne e ai block notes. Le bevande e gli snack presenti nei mini-bar, invece, possono essere prelevati ma poi vanno pagati alla reception al momento del check out. Tutto il resto deve restare dov'è, salvo diversa esplicita indicazione degli albergatori.

In-bagging: le sanzioni - L'in-bagging indiscriminato può comportare delle conseguenze anche molto pesanti, perché si tratta di una vera e propria ipotesi di furto. L'eventuale denuncia dell'albergatore, quindi, può determinare l'apertura di un procedimento penale per un tal genere di reato e anche l'obbligo di risarcire il danno cagionato. Alcuni albergatori, poi, hanno creato una sorta di black list in cui sono inseriti i nominativi dei clienti che sono soliti praticare l'in-bagging, che quindi sono più controllati.

L'in-bagging è una pratica molto più diffusa di quanto si possa immaginare, tanto che sono sempre più numerosi gli hotel che si stanno attrezzando per tentare di contrastarla il più possibile. Tra gli strumenti a tal fine più utilizzati vi sono i microchip inseriti all'interno di asciugamani e accappatoi e l'inserimento di sensori elettronici all'interno dei mini-bar, che si attivano automaticamente quando viene prelevata una bibita.

Per gli italiani rubare in albergo è una vera e propria abitudine per 4 italici su 5. prelevando "dei souvenir", dallo shampoo ai posaceneri, feddi da stiro, carta per stampanti e pile dei telecomandi, ma anche oggetti più strani quali numeri delle porte e maniglie, asciugacapelli, portasciugamani, specchi, elettrodomestici e stereo. Guardando fuori dai confini della penisola, seguono la scia degli italiani anche gli spagnoli, i francesi, i portoghesi e i britannici. La buona lezione arriva invece dal nord Europa: danesi, olandesi e norvegesi sarebbero, in tal senso, gli ospiti migliori.

Cosa si porta a casa? - Tra gli oggetti "appetibili", peraltro, non rientrano solo le classiche cuffiette da doccia o i campioncini di shampoo e bagnoschiuma. Pare che agli italiani piacciano anche asciugamani, posacenere, lampadine, pile del telecomando, coperte, bottiglie dal frigobar e via così. Addirittura qualcuno porta via anche la Bibbia! Insomma: tutto ciò che, prima o poi, potrà tornare utile. E se hanno poco valore economico non importa nulla: agli italiani ciò che piace sembra essere anche solo l'ebbrezza di tornare a casa con la valigia un po' più pesante di "souvenir" degli hotel dove hanno soggiornato.

Se porti via l'asciugamano dall'hotel rischi fino a 3 anni di carcere! - In ogni caso, in generale, nell'opinione comune portare con sé un asciugamano prima di lasciare l'albergo non è reato. Per l'ordinamento - sia nazionale che internazionale - però, non è esattamente così. E a tal proposito bisogna ricordare che "chiunque s'impossessa della cosa altrui, sottraendola a chi la detiene", è punito anche con la reclusione da sei mesi a tre anni e con una multa pesante e variabile.


Consigli di viaggio
Reportage
Iscriviti Viaggi News FB

Riproduzione non consentita ©
 



Giorgio Esposito
www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo

Viaggiare... è sognare, esplorare, scoprire
Consigli di viaggio

Assicurazioni viaggi, dalla sanità ai bagagli fino all'annullamento
Ecco le informazioni indispensabili per scegliere un servizio adeguato alle proprie esigenze

ROMA (Italy) - Partire in tranquillità con un'assicurazione efficace ed efficiente che ci tuteli durante il viaggio ma anche in caso di problemi alla partenza. Oggi non è facile scegliere tra le innumerevoli proposte assicurative anche se ultimamente ci è venuto incontro il supporto dell’Istituto Tedesco Qualità e Finanza, che ha stilato una classifica delle migliori compagnie assicurative tenendo conto di alcuni fattori. Nello specifico i criteri tenuti in considerazione sono: assistenza, spese mediche, assicurazione bagaglio e annullamento viaggi, che sono i principali parametri per valutare la bontà di una compagnia assicuratrice.


Per quanto riguarda l’assistenza è opportuno segnalare alcune assicurazioni che forniscono un supporto completo 24 ore su 24, sempre al fianco del proprio cliente che così non si sente abbandonato. Alcuni servizi di assistenza garantiscono anche le spese di ospedalizzazione che dovessero risultare necessarie in caso di incidente o malattia sopravvenuti nel corso del viaggio. La copertura delle spese mediche è assolutamente necessaria soprattutto quando si viaggia all’estero, dove l’assicurazione sanitaria italiana potrebbe non essere sufficiente. In modo particolare negli Stati Uniti vige un sistema sanitario privato, quindi bisogna stipulare una polizza sanitaria a parte. Esistono 4 compagnie assicurative che coprono le spese per il trasporto al centro medico più vicino senza limiti di massimale. Altre due compagnie invece assicurano un’assistenza illimitata relativa alle spese mediche negli Stati Uniti.

L’Istituto Tedesco Qualità e Finanza ha stilato tre diverse classifiche relative alle migliori garanzie, i migliori costi e le migliori offerte per la famiglia. Per quanto riguarda le migliori garanzie ai primi tre posti si piazzano Aig, Axa e Intermundial, seguite a ruota da Columbus, Filodiretto, Coverwise, Global, Sara, Reale Mutua, Erv ed Europ Assistance. Relativamente ai migliori costi c’è sempre Aig nelle prime posizioni, seguita da Intermundial, Columbus, Axa, Coverwise, Allianz, Reale Mutua, Europ Assistance, Erv, Filodiretto, Sara e Global. Aig è considerata l’assicurazione top anche per le migliori offerte per famiglie, con un premio che può arrivare fino a 252 euro. L’assicurazione migliore è comunque quella che permette di personalizzare la polizza adattandola alle proprie necessità.

Annullamento viaggio: garantisce il rimborso nel caso in cui si sia costretti a rinunciare alla partenza;
Assicurazione sanitaria: prevede l’assistenza e spese mediche ed ospedaliere, nonché soccorso in caso di emergenza;
Garanzia bagaglio: tutela in caso di furto, smarrimento o danni al bagaglio.
Responsabilità civile viaggi: utile in caso si dovessero causare involontariamente danni ad altre persone o ai loro ben;
Rimborso spese di ricovero: una copertura che si aggiunge all'assicurazione sanitaria e che riguarda il rimborso delle spese sostenute in caso di esami ed accertamenti diagnostici, medicinali e cure, per ricoveri a seguito di infortuni o malattia improvvisa;
Assistenza in viaggio: garantisce il rientro d'urgenza dal luogo di vacanza, il viaggio di un familiare o l'assistenza di un interprete in caso di ricovero per infortunio o malattia improvvisa;
Assistenza legale: fornisce assistenza nella tutela dei propri interessi in relazione a danni e imprevisti che si possano verificare durante il soggiorno.

Grazie al sistema di mobilità internazionale, i cittadini europei che si spostano all’interno degli Stati Ue e dello Spazio Economico Europeo (cioè la Norvegia, l’Islanda e il Liechtenstein), oltre alla Svizzera e i Paesi con i quali ci sono accordi di sicurezza sociale, hanno diritto all’assistenza con la normale tessera sanitaria. Al di fuori dall’Ue, invece, è possibile usufruire della garanzia dell’assistenza sanitaria in forma indiretta, anticipando le spese e chiedendo poi il rimborso tramite la Rappresentanza diplomatica italiana all’estero. Di norma l’assicurazione sanitaria offre, oltre all’assistenza medica, anche il trasporto ospedaliero, i medicinali, gli interventi di chirurgia, le spese ospedaliere generali e in certi casi anche i costi del rimpatrio obbligato per l’assicurato, comprensivo di un familiare in accompagnamento. Importante ricordare che, come per tutte le assicurazioni, non c’è un vero standard di riferimento valido per ogni compagnia e ogni polizza, ed è perciò fondamentale analizzare con cura le condizioni per non avere, poi, brutte sorprese. In particolare bisogna prestare attenzione ai servizi coperti dall’assicurazione, ai massimali, alla presenza di una franchigia e al suo ammontare. Attenzione perché spesso ci sono anche determinate categorie di infortuni (quelle “con colpa” del turista, ad esempio per l’uso di alcoolici o stupefacenti o per condotte pericolose, anche sportive) che non vengono risarciti.

In quanto assicurazione sui viaggi, l’assicurazione sanitaria può essere ulteriormente estesa con l’acquisto di coperture accessorie, opzionali ma in grado di rendere ancora più completa la protezione da parte della compagnia assicurativa in questione. È possibile ad esempio assicurare il proprio bagaglio, con il rimborso spese in caso di eventi come furto, rapina, incendio, scippo o quando la compagnia aerea perde le valigie; in questi casi di solito c’è un rimborso anche per gli acquisti di prima necessità, quando il ritardo nella riconsegna del bagaglio supera un numero elevato di ore. Un’altra garanzia accessoria può essere quella per il ritardo aereo, che come sappiamo diventa particolarmente disagevole quando si hanno coincidenze da rispettare per raggiungere la meta finale. E se, proprio per una malattia contratta quando si è in un Paese estero, ci si ritrova obbligati a prolungare il proprio soggiorno? Alcune compagnie garantiscono rimborsi anche in questo caso. Da ricordare infine le garanzie pensate per il furto o lo smarrimento di dispositivi elettronici che ormai fanno parte delle nostre abitudini, come lo smartphone, il tablet o la fotocamera.


Riproduzione non consentita ©
 



Giorgio Esposito
www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo

Viaggiare... è sognare, esplorare, scoprire
Consigli di viaggio

Viaggiare con i bambini: dal bagaglio alle destinazioni ideali
Il 48% degli italiani viaggia frequentemente con bambini sotto i 12 anni, ma quali documenti sono necessari
Cosa mettere in valigia prevedendo il miglior confort per i nostri piccoli


ROMA (Italy) - Le vacanze con i bambini possono essere un’esperienza di viaggio straordinaria. Non a caso, il 30% dei family travellers preferisce hotel e resort che offrono club dedicati ai più piccoli, hotel dedicati alle famiglie e case vacanze. Proprio per accontentare le esigenze delle famiglie in viaggio sono sempre di più le strutture ricettive che offrono servizi speciali e family friendly, dalla culla in camera, menù dedicati al servizio baby sitting e animazione.


Ma sono tante le domande che i genitori si pongono al momento della prenotazione di un viaggio - ribadisce Volagratis.com nello studio che ha condotto - soprattutto in aereo, in compagnia dei più piccoli.

Documenti per viaggiare - Il consiglio è quello di informarsi per tempo sul portale del Ministero degli Affari Esteri. In generale, al momento i minori di cittadinanza italiana che viaggiano in aereo hanno bisogno di una carta d’identità individuale in corso di validità con i nomi di entrambi i genitori. Per i viaggi in Europa serve la carta d’identità valida per l’espatrio, mentre per i viaggi intercontinentali c’è bisogno del passaporto individuale del minore. Per recarsi in molti paesi extraeuropei è richiesta una validità residua del passaporto di almeno 6 mesi, quindi controllate bene la data di scadenza quando prenotate un viaggio.

Il battesimo dell’aria
- Se per il vostro bambino è la prima volta su un aereo, sappiate che alcune compagnie vi offrono la possibilità di festeggiare questo evento con il "Battesimo dell'aria", un attestato firmato dal comandante che inaugura la sua prima esperienza come passeggero!

Bagaglio funzionale
- Generalmente in aereo, le compagnie di viaggio permettono a chi vola con neonato di portare con sé un piccolo bagaglio a mano del peso massimo di 5 kg: utilizzatelo quindi per inserirvi tutto l’occorrente per il volo, come salviette, ciuccio di riserva, spuntini, vestito di ricambio, un giochino. In ogni caso prima della partenza accertatevi che il “baby kit” di viaggio sia a norma per la compagnia con cui viaggerete. Cercate di ottimizzare gli spazi e preparare un bagaglio funzionale per non complicare i trasbordi. Ricordate cappello e crema solare per i posti caldi, passeggino e/o fascia o marsupio per gli spostamenti. Consultate sempre il pediatra prima di partire per sapere quali medicine portare con voi.

Il posto in aereo
- Per quanto riguarda il posto in aereo, generalmente le compagnie aeree propongono i biglietti per “infant”, da 0 a 23 mesi, e “child”, da 2 a 11 anni. Nel primo caso non si ha diritto al posto a sedere, e il bambino deve essere tenuto in braccio per tutta la durata del volo, ad un costo molto ridotto (di solito soltanto le tasse aeroportuali). Ogni bimbo con biglietto che non prevede posto a sedere deve essere accompagnato da un adulto, quindi un genitore non può viaggiare da solo con due bambini sotto i 2 anni. Informatevi inoltre sui servizi offerti dalla compagnia aerea per i bambini: culle, seggiolini, pasti speciali, intrattenimento e monitor davanti al seggiolino.

Il passeggino - Il passeggino non viene considerato un bagaglio a mano e può essere portato fino all’ingresso dell’aereo: a quel punto dovrete chiuderlo e verrà imbarcato all’ultimo momento, per poi venirvi reso non appena scesi dalla scala subito dopo l’atterraggio. Assicuratevi che sia chiudibile ad ombrello. Ad ogni modo, controllate con la compagnia prescelta se ci sono restrizioni o regole differenti.

Programmare - Viaggiare con i bambini comporta necessariamente più attenzione nella scelta della destinazione, dell’alloggio e delle attività da fare in loco, sia per questioni di sicurezza che per l’intrattenimento. Importante quindi scegliere strutture ricettive che possano garantire team di animazione e assistenza qualificata o mettere in conto visite a musei che prevedono visite interattive dedicate ai più piccoli. In più, conviene pianificare il più possibile gli spostamenti e gli itinerari prima della partenza, magari proprio insieme ai bambini così da evitare lunghe attese o corse che possono mettere a dura prova la pazienza e l’umore non solo dei bimbi, ma anche degli adulti.

Intrattenimento e snack - Lunghi viaggi in aereo, così come le attese in aeroporto o nei locali, possono davvero annoiare, soprattutto quando si è bambini. Non dimenticate quindi di portare uno zainetto con all’interno il minimo indispensabile per intrattenere i più piccoli, come un album da disegno e qualche pastello. In più, ricordate di mettere in borsa qualcosa da mangiare o stuzzicare: meglio evitare i dolci o le bevande zuccherate che sui bimbi hanno un effetto energizzante che causa iperattività, ma ricordate alcune caramelle da succhiare durante il decollo e l’atterraggio dell’aereo, per contrastare gli sbalzi di pressione.

Coinvolgere i bambini il più possibile
- Rendete i bambini partecipi del viaggio fin da subito e dare loro piccoli compiti e responsabilità che li facciano sentire “grandi”: coinvolgeteli nella preparazione dell’itinerario, acquistando magari delle guide dedicate ai bambini, affidate loro la preparazione dello zainetto per affrontare il viaggio in semi-autonomia, spronateli a tenere un piccolo diario di viaggio. In questo modo affronteranno l’intera esperienza con più consapevolezza e partecipazione.

Dove andare in vacanza con i bambini: le destinazioni ideali
- Viaggiare con i bambini è più semplice se la destinazione scelta è adatta a tutta la famiglia. Isole come la Sardegna o Creta, con le loro acque cristalline, aspettano a braccia aperte chi ama il mare. Per chi, invece, ama la montagna, tra le mete ideali ci sono Aosta e Madonna di Campiglio, per esempio, perfette da scoprire sia sugli sci che camminando tra boschi e prati in estate. Ecco un consuntivo delle mete più o meno ideali da raggiungere in famiglia >>>


Consigli di viaggio
Reportage
Iscriviti Viaggi News FB

Riproduzione non consentita ©
 



Giorgio Esposito
www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo

Viaggiare... è sognare, esplorare, scoprire
Consigli di viaggio

Skytrax ha rilasciato la classifica 2019 dei migliori aeroporti del mondo
Il Changi di Singapore in vetta anche in questa edizione con Tokyo e Seoul sul podio

ROMA (Italy) - Per il settimo anno consecutivo l'aeroporto di Singapore domina la classifica dei migliori al mondo. Conferme per le presenze abituali dei sistemi aeroportuali asiatici. Monaco in Germania al top tra quelli occidentali e chiaramente tra quelli europei. Americani assenti nella top ten come quelli italiani (Roma Fiumicino è relegato alla 82esima posizione). Ecco le classifiche con i vincitori relative agli aeroporti di tutto il mondo ed i reportage giornalistici dei paesi.


1. Aeroporto di Singapore Changi - L'aeroporto di Singapore Changi collega i clienti a oltre 200 destinazioni in tutto il mondo, con 5000 arrivi e partenze a settimana da 80 compagnie aeree internazionali. Nel 2017, l'aeroporto di Changi ha celebrato un traguardo chiave, servendo 60 milioni di passeggeri da quasi 100 paesi in tutto il mondo. >>>

2. Aeroporto internazionale di Tokyo Haneda -
Dotato di terminal nazionali e internazionali, l'Aeroporto Internazionale di Tokyo Haneda svolge un ruolo molto importante nel promuovere lo sviluppo del Giappone come nazione orientata al turismo. >>>

3. Aeroporto internazionale di Incheon -
L'aeroporto internazionale di Incheon è il più grande aeroporto della Corea del Sud e uno degli aeroporti più trafficati del mondo. È un ex vincitore del titolo di Airport of the Year ai World Airport Awards. >>>

4. Aeroporto internazionale di Doha Hamad -
L'aeroporto internazionale di Hamad è l'aeroporto internazionale di Doha, capitale del Qatar. Il terminal esistente può ospitare fino a 30 milioni di passeggeri all'anno ed è stato descritto come il complesso terminale architettonicamente più significativo del mondo, oltre ad essere il più lussuoso. >>>

5. Aeroporto internazionale di Hong Kong -
L'aeroporto internazionale di Hong Kong serve oltre 100 compagnie aeree che operano voli per circa 180 località in tutto il mondo, tra cui 44 destinazioni sulla Cina continentale. È un ex vincitore multiplo del titolo di Airport of the Year ai World Airport Awards. >>>

6. Aeroporto internazionale di Chubu Centrair -
Nel 2014, 9,8 milioni di passeggeri hanno viaggiato attraverso l'aeroporto internazionale Central Japan a Nagoya, meglio conosciuto come Centrair. L'aeroporto ha una grande percentuale di traffico interno, con un numero di rotte regionali operato per le città di Asiana come Bangkok e Singapore. Le rotte più lunghe includono Helsinki, Francoforte, Honolulu e Detroit. >>>

7. Aeroporto di Monaco -
L'aeroporto di Monaco è il secondo aeroporto più trafficato in Germania e l'hub secondario per Lufthansa German Airlines. L'aeroporto di Monaco ha collegamenti con destinazioni in tutto il mondo, ma molto altro ancora. Con oltre 150 negozi al dettaglio e circa 50 posti in cui è possibile mangiare e bere, è come un centro città, offrendo a viaggiatori e visitatori molte cose da vedere e da fare. >>>

8. Londra Heathrow Aeroporto -
L'aeroporto di Londra Heathrow è l'aeroporto più trafficato del Regno Unito e l'aeroporto più trafficato d'Europa per traffico passeggeri, ed essendo stato l'aeroporto più trafficato del mondo per i passeggeri internazionali, ha recentemente perso questo titolo per l'aeroporto di Dubai. >>>

9. Aeroporto Internazionale Narita -
Tokyo Narita Airport è un aeroporto internazionale che serve la Greater Tokyo Area del Giappone. Narita funge da hub internazionale per Japan Airlines e All Nippon Airways . A partire dal 2016, Narita è stato il secondo aeroporto passeggeri più trafficato del Giappone. >>>

10. Aeroporto di Zurigo -
L'aeroporto di Zurigo è il più grande aeroporto internazionale della Svizzera ed è l'aeroporto principale per Swiss International Air Lines. >>>

Miglior hotel aeroportuale in Asia: Crowne Plaza Changi Airport
Miglior hotel aeroportuale in Australia / Pacifico: Pullman Brisbane Airport
Miglior hotel aeroportuale in Cina: Pullman Guangzhou Airport
Miglior hotel aeroportuale in Europa: Sofitel Heathrow Airport
Miglior hotel aeroportuale in Nord America: Fairmont Vancouver Airport
Best Airport Hotel in Sud America: Courtyard by Marriott Bogota

Miglior aeroporto in Africa: Aeroporto Internazionale di Cape Town
Miglior aeroporto in Asia: Aeroporto Changi Singapore
Miglior aeroporto in Australia / Pacifico: Aeroporto di Brisbane
Miglior Aeroporto in America Centrale: Aeroporto Internazionale di Panama Tocumen
Miglior Aeroporto in Europa Centrale: Aeroporto di Monaco
Miglior Aeroporto in Cina: Shanghai Aeroporto internazionale di Hongqiao
Miglior aeroporto dell'Europa orientale: Aeroporto internazionale di Budapest
Miglior aeroporto in Europa: Aeroporto di Monaco
Miglior aeroporto in India / Asia centrale: Indira Gandhi International, Delhi
Miglior aeroporto del Medio Oriente: Aeroporto internazionale di Hamad
Miglior aeroporto del Nord America: Aeroporto internazionale di Vancouver
Miglior aeroporto del Nord Europa: l'aeroporto di Copenaghen
Miglior aeroporto della Russia e della CSI: Baku Heydar Aliyev International Airport
Miglior aeroporto del Sud America: Jorge Chávez International Airport, Lima
Miglior aeroporto del Sud Europa: Adolfo Suárez Aeroporto di Madrid-Barajas
Miglior aeroporto dell'Europa occidentale: London Heathrow

Miglior staff aeroportuale in Africa: King Shaka International Airport
Miglior staff aeroportuale in Asia: Aeroporto Internazionale Narita
Miglior staff aeroportuale in Australia / Pacifico: Aeroporto di Gold Coast
Miglior staff aeroportuale in America Centrale: Aeroporto Internazionale di Panama Tocumen
Miglior staff aeroportuale in Cina: Guangzhou Baiyun International Aeroporto
Miglior personale aeroportuale in Europa: Vienna Airport
Airport Best Staff in India / Asia centrale: Rajiv Gandhi International Airport, Hyderabad
Aeroporto personale migliore in Medio Oriente: Aeroporto Hamad Internazionale
Airport Best personale in Nord America: Seattle-Tacoma International Airport
Best Airport Staff in Russia e CSI: aeroporto internazionale di Kazan
Miglior staff aeroportuale in Sud America: aeroporto internazionale Mariscal Sucre, Quito

Miglior aeroporto regionale in Africa: Aeroporto Internazionale King Shaka
Miglior aeroporto regionale in Asia: Aeroporto Internazionale di Chubu Centrair
Miglior aeroporto regionale in Australia / Pacifico: Aeroporto di Gold Coast
Miglior aeroporto regionale in Cina: Aeroporto Internazionale Haikou Meilan
Miglior aeroporto regionale in Europa: Aeroporto di Colonia Bonn
Miglior aeroporto regionale in India / Asia centrale: Rajiv Gandhi International Airport, Hyderabad
Miglior aeroporto regionale del Nord America: Denver International Airport
Miglior aeroporto regionale in Russia e CIS: Koltsovo International Airport, Yekateringburg
Miglior aeroporto regionale in Sud America: Mariscal Sucre International Airport, Quito

Miglior aeroporto del mondo: Changi Airport di Singapore
Migliore World Airport Dining: Hong Kong International Airport
Miglior aeroporto del mondo per il bagaglio di consegna: Kansai International Airport
Migliore del mondo Airport Hotel: Crowne Plaza Changi Airport
Best Airport Servizio Immigrazione del mondo: Hong Kong International Airport
Servizi del mondo Airport Best per il tempo libero : Aeroporto di Changi Singapore
Il miglior sistema di sicurezza aeroportuale al mondo : Aeroporto di Zurigo
Il miglior aeroporto del mondo Shopping: Aeroporto di Londra Heathrow
Il miglior personale aeroportuale al mondo : Aeroporto Internazionale di Narita
Il miglior aeroporto del mondo: T5, Aeroporto di Londra Heathrow
Il miglior aeroporto domestico del mondo: Tokyo Haneda Airport
Il miglior terminal low cost del mondo: T2, Aeroporto Internazionale di Kansai
Il miglior PRM del mondo / Strutture accessibili: Aeroporto di Tokyo Haneda
Il migliore aeroporto regionale del mondo: Aeroporto Internazionale di Chubu Centrair
Aeroporto di Transito migliore del mondo: Aeroporto Internazionale di Incheon
Miglior sito Web e servizi digitali del mondo: Sistema Aeroporti di Houston
Il più pulito del mondo Aeroporto: Aeroporto di Tokyo Haneda
Aeroporto più famoso del mondo: Aeroporto di Guangzhou Baiyun

The World’s Top 100 Airports
1 Singapore Changi
2 Tokyo Haneda
3 Seoul Incheon
4 Doha Hamad
5 Hong Kong
6 Cenrtair Nagoya
7 Munich
8 London Heathrow
9 Tokyo Narita
10 Zurich
11 Kansai
12 Frankfurt
13 Taiwan Taoyuan
14 Amsterdam Schipol
15 Copenhagen
16 Shanghai Hongqiao
17 Vancouver
18 Brisbane
19 Vienna
20 Helsinki – Vantaa
21 Sydney
22 Cape Town
23 Melbourne
24 Dubai
25 Cologne / Bonn
26 London City
27 Auckland
28 Hamburg
29 Durban
30 Paris CDG
31 Dusseldorf
32 Denver
33 Johannesburg
34 Seoul Gimpo
35 Madrid Barajas
36 Hartsfield – Jackson
37 Cincinnati / Northern Kentucky
38 Houston George Bush
39 Guangzhou
40 Jakarta
41 Haikou Meilan
42 Athens
43 Barcelona
44 Xi’an
45 Gold Coast
46 Bangkok Suvarnabhumi
47 Lima
48 San Francisco
49 Quito
50 Toronto Pearson
51 Christchurch
52 Perth
53 Bogota
54 Kuala Lumpur
55 London Gatwick
56 Dallas / Fort Worth
57 Seattle Tacoma
58 Baku
59 Delhi
60 Lisbon
61 Muscat
62 Montreal
63 Moscow SVO
64 Mumbai
65 Shenzhen
66 Hyderabad
67 Fukuoka
68 Guayaquil
69 Bengaluru
70 Oslo
71 Los Angeles
72 Beijing Capital
73 Stockholm Arlanda
74 New York JFK
75 Chengdu
76 Adelaide
77 Minneapolis St. Paul
78 Phoenix
79 Porto
80 Moscow DME
81 Boston Logan
82 Rome Fiumicino
83 Malta
84 Dublin
85 Houston Hobby
86 Hanoi Noi Bai
87 Abu Dhabi
88 Bahrain
89 Budapest
90 Halifax
91 Warsaw
92 Detroit Metropolitan
93 Nice
94 Mauritius
95 Luxembourg
96 Chicago O’Hare
97 Prague
98 Birmingham
99 Changsha
100 Billund
World Airport Awards

Consigli di viaggio
Reportage
Iscriviti Viaggi News FB

Riproduzione non consentita ©
 



Giorgio Esposito
www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo

Viaggiare... è sognare, esplorare, scoprire
Consigli di viaggio

Pranzare a 35mila piedi: ecco la classifica delle migliori compagnie aeree per l'offerta gastronomica
Per milioni di viaggiatori la qualità del cibo a bordo è ancora un serio fattore di scelta

ROMA (Italy) - Tra le miriadi di classificazioni e sondaggi nel settore del trasporto aereo, ecco anche la classifica che premia le compagnie aeree per i migliori pasti a bordo. Emirates, Turkish Airlines e Qatar Airways sul podio seguite da Singapore Ailines che conquista posizioni top in quasi tutte le classifiche. Da citare, la cucina light della Swiss Air e la pura eccellenza del premiatissimo Flight Catering di Dubai adottato da 105 aerolinee. I dati confermano che "la qualità dei servizi offerti a bordo" resta un sostanziale criterio per la scelta del vettore aereo.


Il cibo offerto dalle "compagnie aeree di linea" negli ultimi anni è molto cambiato, passando dagli standard a base di sandwich e immangiabili paste al forno, alle specialità gourmet che oramai quasi sempre tengono conto delle abitudini dei paesi toccati dal singolo volo internazionale. Un modo come un altro per creare differenze tra le migliaia di aerolinee "prendendo i viaggiatori per la gola". Ecco quindi una classifica che premia per servizio, menu e accoglienza a bordo.

Per Skytrax Turkish Airlines è il vincitore con il miglior cibo fornito a bordo dei suoi voli. La compagnia aerea ha appena vinto il titolo mondiale per il cibo migliore nella sua Business Class Lounge a Istanbul Ataturk e classificata seconda in tutto il mondo per i pasti migliori nella Business Class in volo. Una seconda posizione che conquista anche per la cucina in Economy. Sotto il profilo dell’innovazione in cucina, onore ad Air Baltic, la compagnia di bandiera lettone che permette ai suoi passeggeri di costruirsi il pasto da soli dall’insalata al dessert, scegliendo fra oltre 70 varianti possibili.

Ed ecco, infine, due classifiche aggiornate delle preferenze dei viaggiatori-lettori del portale "LTE" che si sono espressi in virtù delle proprie esperienze personali in fatto di cucina a bordo. Vetta del podio a Turkish seguita da Emirates, Austrian, Singapore, Qatar, Air France, Etihad, Cathay Pacific, Air New Zealand, Swiss.

Profetico e realista nel contempo, il sondaggio operato in questi giorni sui social dedicati ai Viaggi.
Per loro il top è targato Emirates con il 60% dei consensi seguita da Turkish con il 25% e Qatar Airways con il 15% delle preferenze. A seguire Alitalia (votata solo da italiani), Singapore Airlines, Ethiad e 18 altre compagnie, che si dividono il restante 10%.

Per chi deve seguire un particolare regime dietetico o per chi semplicemente vuole mangiare in maniera sana, i pasti serviti dalle compagnie aeree non sono certo la soluzione ideale. Ma ecco qualche eccezione. La Swiss Air, ad esempio, offre un menù a base di cucina light con piatti realizzati dallo chef Alexander Kroll dell’Hotel Widder di Zurigo. I piatti consistono in petto di pollo con olio, limone e polenta al prezzemolo per la Business Class, mentre la first class potrà pranzare con i medaglioni di rana pescatrice con salsa gremolata. Ma anche tutte le più importanti airliners del mondo offrono scelte culinarie prenotabili insieme al volo o modificabili successivamente, come Emirates che ai propri clienti offre un vero e proprio menù stampato e multilingue.

Emirates è stata recentemente nominata “Best Airline in the World” e “Best Airline in Middle East” in occasione degli Ultra (Ultimate Luxury Travel Related Awards) 2018. Grazie al voto di oltre 500.000 lettori delle riviste di viaggi The Telegraph Ultratravel UK e Ultratravel Middle East. In Russia, la compagnia è stata premiata per l’eccellenza operativa e l’eccezionale servizio clienti. Oltre a due prestigiosi premi come “Migliore compagnia aerea internazionale” all’ottavo National Geographic Traveler Awards 2018 e “Migliore compagnia aerea mediorientale” presso il Business Traveller Russia e Cis Awards 2018. Infine, in Belgio, Emirates è stata nominata “Best Long Haul Airline 2018” ai Travel Magazine Awards 2018. Alla cerimonia hanno partecipato 700 personalità del settore, professionisti dei viaggi e giornalisti. Emirates gestisce una flotta composta da 270 velivoli, tutti Airbus A380 e Boeing 777. La compagnia aerea ha continuato ad espandersi a livello internazionale e oggi vola verso 159 destinazioni in 85 paesi.

Turkish Airlines
, dopo aver raggiunto il gradino più alto nelle preferenze dei viaggiatori europei e non solo, si piazza al primo posto anche nella classifica stilata da Skyscanner in base ad un questionario sottoposto ai viaggiatori di moltissimi vettori. Le domande riguardavano la qualità del cibo, la bontà, la varietà e prendevano in esami diversi altri aspetti come la possibilità di richiedere cibi vegetariani o pasti riservati ai piccoli viaggiatori. Con una flotta di oltre 300 aerei e una gamma di voli per 300 destinazioni, Turkish Airlines opera in 120 paesi e ha ricevuto numerosi premi nel corso degli anni, tra cui il titolo di miglior compagnia aerea d'Europa.

Ma il vassoio che l'assistente di volo ci offre durante le nostre traversate aeree, come arriva a noi. Ce lo spiega ampiamente Emirates, attraverso il proprio pluripremiato servizio di catering internazionale che produce ben 225.000 pasti al giorno. Con sede presso l'aeroporto internazionale di Dubai, Emirates Flight Catering offre servizi di linea aerea, eventi e catering VIP, oltre a servizi accessori, tra cui lavanderia, produzione di alimenti e cibo e bevande nella lounge dell'aeroporto. Un sistema nel quale lavorano 11.000 dipendenti e che serve 105 compagnie aeree.

Il tutto, nell'assoluta sicurezza certificata da: un laboratorio di analisi alimentare completamente attrezzato in loco. Un sistema di sicurezza alimentare completamente documentato è supportato 24 ore al giorno da un dipartimento di igiene e sicurezza alimentare. Un dipartimento di garanzia della qualità implementa e mantiene un sistema di gestione della qualità conforme agli standard internazionali ISO 9001: 2008. Dipartimento di formazione interno dove tutto il personale è formato a vari livelli di sicurezza e igiene alimentare, inclusi corsi di sviluppo personale e servizio clienti. Sicurezza: 302 telecamere di sicurezza CCTV, Rapiscanner, Electronic Security Gate. Tutti i veicoli, i prodotti alimentari, le attrezzature e i dipendenti sono sottoposti a screening da / per l'impianto e l'area lato volo. Workshop di manutenzione 24 ore al giorno. Una flotta di mezzi di trasporto di 424 veicoli di cui 295 camion con caricatore alto, 89 camion specializzati con caricatore ad alta capacità per il servizio aereo Airbus A380.

Emirates - Diecimila posti di lavoro, indotto compreso, creati in Italia da Emirates e business, tanto business. Ora sono gli emiri a portare aerei, voli e passeggeri nel nuovissimo terminal 1, con tanto di terzo attracco ad hoc per il bolide dei cieli a due piani, l’A380 e un’intera fila di banchi check-in riservati ad Emirates. Una presenza nel "belpaese" targata anche Roma, Venezia e Bologna sempre più altisonante grazie anche ai super-servizi offerti a bordo di A380 e 777-300 che spaziano da Spa e lounge dedicate alle First e Business. Ma non si lamentano neanche i clienti Economy che godono di Amenity Kit, intrattenimenti e pasti di primordine. L'esperienza di volo con il colosso di Dubai, premia chi lo scieglie anche solo per transitare dal suo paradisiaco aeroporto, hub ideale a livello planetario.

Consigli di viaggio
Reportage
Iscriviti Viaggi News FB

Riproduzione non consentita ©
 



Giorgio Esposito
www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo

Viaggiare... è sognare, esplorare, scoprire
Consigli di viaggio

Bagaglio in volo, le norme che regolano quello a mano e da stiva
Sostanziali le differenze tra voli di "linea" e voli "low cost"


ROMA (Italy) - E' partita lunedì la stretta sui bagagli a mano di Ryanair. Con l'entrata in vigore della nuova policy della compagnia aerea low cost, solo ai clienti con imbarco prioritario è consentito di portare in cabina due bagagli a mano. Le regole per il trasporto del bagaglio a mano e delle valige da stiva variano a seconda della compagnia aerea che effettua "voli di linea" oppure "voli low cost". Le differenze, come si vedrà, sono sostanziali e spesso lambiscono il buon senso dei controllori a terra. Essi, infatti, sono tenuti a misurare e a pesare i bagagli da imbarco, sia a mano che da stiva. Cosa prevedono le singole compagnie?


RYANAIR - Ai viaggiatori è permesso portare in cabina 1 (uno) solo bagaglio a mano oppure due se in possesso del Priority Boarding. Le dimensioni massime di riferimento per " l'unico o due bagagli a mano " saranno comunque le stesse: 55cm x 40cm x 20cm e non più di 10 chili di peso per il bagaglio grande, 35cm x 20cm x 20cm per quello piccolo. La mancata osservanza delle dimensioni massime consentite comporta il pagamento di una penale di 50 euro per bagaglio al gate di partenza, oltre un probabile un ritardo nell’imbarco. La nuova regola non si applicherà a chi acquisterà il proprio biglietto con le tariffe “plus” o a chi acquisterà il cosiddetto “imbarco prioritario”, un’offerta di Ryanair che permette di saltare la fila al momento dell’imbarco. Dal 15 gennaio 2018 la franchigia del bagaglio registrato al check in aumenterà da 15 kg a 20 kg, e la tariffa standard sarà ridotta da 35€ a 25€. Dunque, se decidete di imbarcare una valigia grande potrete portare più roba spendendo meno! Ricordate che non è consentito cumulare o condividere la franchigia bagaglio tra persone che viaggiano con la stessa prenotazione.

EASYJET permette a tutti i clienti di portare un bagaglio a mano a bordo: "Non ci sono