Giorgio Esposito
www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo

Viaggi e turismo - Isola di Saint-Barthélemy: il paradiso dei Vip ai Caraibi
Saint Barth accoglie i suoi estimatori in uno scenario naturalistico indimenticabile

ROMA (Italy) - Saint-Barthélemy o Saint Barts è un'isola delle Antille che fa parte della Collettività d'Oltremare della Francia. Spiagge di sabbia bianchissima circondate da barriere coralline, ville sontuose immerse nella lussureggiante vegetazione di verdi colline che degradano verso il mare, panorami spettacolari e una vita notturna tutt’altro che noiosa fanno di Saint Barth un paradiso delle vacanze. St Barth è una meta di lusso e gli hotel con meno di quattro stelle sono una vera eccezione seppure con prezzi che fanno concorrenza anche alla costosissima Polinesia.


Saint Barth è un territorio d’Oltremare della Francia che l'ha rivendicato nel 1648.
Dopo essere stata scoperta da Cristoforo Colombo nel 1493 durante il suo secondo viaggio in America ed essere stata chiamata così in onore del fratello dell’esploratore (Bartolomeo Colombo), Saint Barth è sempre stata francese, seppure per circa cento anni venne ceduta alla Svezia in cambio di alcuni diritti commerciali nel porto di Goteborg. Del resto la sua capitale, Gustavia, fu battezzata così in onore al Re svedese Gustavo III. Saint Barth è in una posizione strategica per recarsi nell altre isole dei Caraibi, trovandosi a sud-est di Saint Martin e a sud-ovest di Saint Kitts e Nevis e di Sint Eustatius. Saint Barth è l’isola ideale per praticare i principali sport acquatici come il diving che qui è particolarmente apprezzato grazie allo straordinario spettacolo offerto dal fondale marino e dalla barriera corallina che circonda l’isola.
Nel 1957, il milionario americano David Rockefeller acquistò una proprietà e la notorietà dell'isola crebbe e dismisura soprattutto tra i VIP che la destinarono quale proprio rifugio ideale. Negli ultimi 10 anni Saint Barthélemy ha iniziato un processo di autonomia politica che si è concretizzato fino a che la Collettività d'oltremare di Saint Barthélemy è nata il 15 luglio 2007, eleggendo il loto primo presidente del consiglio dell'isola.

La capitale Gustavia è il centro principale dell'isola di Saint-Barthélemy. L'economia della città e dell'isola si basa sul turismo ricco e quindi è ben fornita di negozi di lusso e strutture ricettive esclusive. Spiagge di sabbia bianchissima circondate da barriere coralline, lussureggiante vegetazione che digrada verso il mare, panorami spettacolari e una vita notturna tutt'altro che noiosa: Saint Barth è questo ed altro. Meta tra le più esclusive dei Caraibi, negli anni è diventata il luogo delle vacanza di famose famiglie, tra cui i Rockfeller e i Ford. Colombier, è un caratteristico quartiere di Saint Barthélemy che si trova nella parte nord-occidentale dell'isola. La zona vanta la presenza di una meravigliosa spiaggia dalla sabbia bianca, circondata dalla vegetazione. Accessibile anche dal mare, gode della vista sulla villa del miliardario David Rockefeller. Il villaggio di pescatori di Corossol è tra i luoghi più caratteristici dell'isola per essere uno dei luoghi più antichi dell'isola e anche per la presenza di piccola spiaggia molto selvaggia che attrae gli amanti della natura.

La spiaggia di Saint-Jean: situata sulla costa settentrionale dell'isola, è la spiaggia più frequentata di tutta San Barth, quindi sovraffollata in alta stagione. Il suo successo è dovuto alla grande quantità di bar e ristoranti, ai numerosi hotel e al vicino aeroporto. Spiaggia di sabbia bianca, costeggiata da alte palme e da un bellissimo mare turchese, la spiaggia si trova nella baia omonima, ed offre la possibilità di praticare diversi sport acquatici. Anse de Grande Saline, resta la spiaggia più nota dell'isola e classificata 4a tra le le 100 spiagge più belle del mondo. Frequentatissima dai nudisti, è spesso ventosa e con poca ombra ma habitat ideale per gli uccelli tropicali.

Informazioni: tutti i cittadini dell'Unione europea devono avere un passaporto valido ma senza alcun bisogno di visto d'ingresso mentre i residenti di altri paesi devono richiedere il visto per l'isola all'ambasciata francese prima dell'inizio del viaggio. La lingua ufficiale di Saint Barthélemy è il francese ma è in uso anche l'inglese. La moneta in uso è l'Euro ed il dollaro USA rimane la seconda valuta dell'isola. Saint-Barthélemy mantiene lo stesso orario del resto dei Caraibi (per calcolare l'ora corretta a Saint Barth, aggiungere o sottrarre dall'ora locale del proprio paese): Francia -6 ore, Nord America (Costa orientale) +1 ora (nessuna differenza durante l'ora legale), Giappone -13 ore, Australia -14 ore, Africa -5 ore, Russia -8 ore. A St Barthélemy l'elettricità è di 220 volt e 60 Hz per l'intera isola. Tuttavia, la maggior parte degli hotel e delle ville utilizza trasformatori per fornire energia a 100V. Poiché non vi sono fiumi o fonti di acqua dolce a Saint Barth, l'acqua piovana raccolta nelle cisterne è molto utile durante i periodi di siccità. Inoltre, l'isola ha una struttura attiva per dissalare l'acqua dell'oceano e fornire l'acqua della città alla maggior parte delle case, ma è molto costosa. Ciò significa che l'acqua rimane una risorsa preziosa e dovrebbe essere utilizzata in modo intelligente, con moderazione, senza sprechi senza pensieri.

Il clima di Saitn Barth è tropicale e quindi caldo tutto l'anno, con un periodo relativamente fresco da dicembre ad aprile e uno caldo e umido da maggio a novembre. La temperatura varia di pochissimo nel corso dell'anno. Il periodo migliore per visitare Saint Barth va dicembre ad aprile, essendo quello dal clima meno piovoso e meno caldo. I mesi estivi ed autunnali sono po' più piovosi rispetto a giugno e luglio. Agosto e settembre poi esiste il concreto pericolo degli uragani.

I collegamenti europei partono dall'aeroporto di Parigi e Amsterdam seppure con scalo a Pointe-à-Pitre in Guadalupa, per poi raggiungere Saint Barts in circa un'ora. La durata media del volo va dalle 11 alle 24 ore, oppure via Stati Uniti da varie città e soprattutto da Miami.

Riproduzione non consentita ©


Emirates migliore linea aerea del mondo. L'annuncio da Skytrax World Airline Awards 2016. Questa è la quarta volta che Emirates vince il miglior riconoscimento da quando i premi sono stati introdotti 15 anni fa; la compagnia ha vinto il primo riconoscimento Skytrax come Migliore compagnia al mondo nel 2001, ancora nel 2002 e nel 2013. In totale, Emirates ha vinto un totale di 20 premi Skytrax World Airline dal 2001. (Continua...)