www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo

Viaggi e turismo - Macedonia
Una storia millenaria cancellata dalle tensioni interetniche

ROMA (Italy) - Anche questo paese così come Albania e Kosovo, vive da sempre un enorme scontro culturale con tutte le etnie presenti sul territorio. Da sempre sottomessa al giogo del prepotente di turno, ha ora un incolmabile divario con l'occidente e con i "cugini" greci, anche perchè stretta tra nazioni che non stimolano e non hanno mai stimolato il progredirsi della democrazia. La sua principale città Skopje, è ricca di storia millenaria, che, si spera, in un futuro non lontano, saprà valorizzare attraverso i numerosi tesori artistici posseduti. Prima di intraprendere un viaggio in questa regione si consiglia di prendere contatti con il Ministero degli Esteri per valutarne le opportunità.


Skopje è la capitale e la città più popolosa della Repubblica di Macedonia. Qui si concentra più di un quarto della popolazione ed è per questo il centro economico, politico e culturale della nazione. Come tutta la Macedonia Skopje è un crocevia di culture e religioni. La città è situata lungo il corso del fiume Vadar e viene attraversata da una delle strade principali dei Balcani, che congiunge l'Europa centrale ad Atene.Nel corso del 2014 il riacutizzarsi delle tensioni interetniche tra le principali comunità del Paese (slava macedone e musulmana albanese) è sfociato in una serie di violente manifestazioni degenerate in scontri con le forze dell'ordine. Anche se la portata di tali eventi è stata circoscritta, il rischio di disordini su vasta scala, che nel 2001 hanno persino originato un conflitto civile armato, non può dirsi azzerato.

La Macedonia, al pari di altri Paesi dell'area balcanica, è infine esposta all'infiltrazione di elementi del radicalismo di matrice islamica (si pensi che un certo numero di guerriglieri jihadisti morti da ultimo nel conflitto siriano sono di etnia albanese con provenienza dalla Macedonia). In particolare, le zone di montagna al confine con il Kosovo a causa della strutturale situazione di precarietà, che caratterizza tale area (dove non sono peraltro infrequenti gli incidenti derivanti dall’uso di armi di fuoco nel corso di festeggiamenti), presentano una maggiore criticità dal punto di vista della sicurezza. La rete stradale è molto carente sotto il profilo della sicurezza: è quindi indispensabile adottare comportamenti di guida ispirati alla massima prudenza. Inoltre, nelle aree extraurbane è spesso problematico ottenere soccorso meccanico e sanitario. Specialmente in caso di pioggia, il fondo stradale si presenta estremamente sdrucciolevole a causa dell’inquinamento atmosferico e dei residui della combustione dei veicoli, che depositano sull’asfalto sostanze oleose. (Viaggiare Sicuri) - (Giorgio Esposito - esposito.redazione@italianews.org)


Riproduzione non consentita ©