Author: Giorgio Esposito
www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo

Viaggi e turismo - Itinerari: la Toscana, un tour ideale tra storia, arte e bellezze naturali
Da Firenze a Pisa e Siena, passando per Versilia e Isola d'Elba, cattura il plauso di milioni di estimatori

ROMA (Italy) - La Toscana è una delle regioni italiane più visitate e apprezzate sia per le sue vivibilissime città, sia per l’arte che in molte di esse è rappresentata. Un fascino particolare è poi dato dai piccoli borghi con annesse colline ricoperte di vigneti dai quali si ottengono alcuni dei vini più famosi del mondo. Ma la Toscana è anche sinonimo di ville e casali che attraggono viaggiatori e turisti, alla ricerca di pace e serenità, da tutto il mondo. Naturalmente non si può non citare lo splendido mare Tirreno che accarezza le rinomate coste della Maremma e della Versilia.


Ogni singola città è uno scrigno di storia e arte, tra musei, chiese, opere varie, piazze, monasteri e sculture a cielo aperto. Firenze è la città d’arte per eccellenza, insieme a Pisa, Siena e alla rinascimentale Lucca. Ma Toscana è anche turismo enogastronomico. Fattorie, casolari e aziende vitivinicole aprono le loro porte ai turisti per promuovere il meglio dei prodotti tipici regionali, proponendo assaggi, degustazioni e vendita diretta. Vino, olio, salumi e carni chianine sono solo alcune delle specialità di questa terra. In Toscana, poi, la natura regna sovrana, tra itinerari collinari, montani e balneari. Le campagne toscane tappezzano la regione con le loro coltivazioni di olivi e uva. Immersi nel verde sorgono moltissimi agriturismi, casolari e b&b che permettono di passare una vacanza tra relax e natura. Per il mare sono tante le località amate dagli ospiti. Tra le più famose destinazioni c’è la Versilia, località marittima per eccellenza, con i suoi tantissimi scenari diversi: mare, colline, monti e parco delle Apuane e la amabilissima Maremma. Altro sito gettonatissimo è la amatissima Isola d'Elba.

Firenze, ricca di arte e storia, ospita collezioni d’arte senza eguali al mondo. Con diversi milioni di turisti l'anno, il capoluogo si pone ai primi posti tra le città d'arte del mondo ad attirare estimatori da tutto il mondo. Arrivando nella centralissima Piazza del Duomo ci si imbatte nella Cattedrale di Santa Maria del Fiore con la sua bellissima cupola disegnata dal Brunelleschi nel XIV secolo, la Torre di Giotto ed il Battistero, risalente al XII secolo. Non molto lontano è sita la splendida Piazza della Signoria, adornata di opere in marmo e bronzo.

A seguire, lo straordinario Palazzo Vecchio con i suoi inconfondibili merli. Poco distante fa da padrone il fiume Arno sul quale troneggia Ponte Vecchio costruito nel 1300. Notevole, poi, è il panorama sulla città che si offre da Piazzale Michelangelo. Consigliabile la visita ai capolavori di Michelangelo, Leonardo Da Vinci e Botticelli, custoditi nella Galleria degli Uffizi e la Galleria dell'Accademia che ospita la statua in marmo originale del David di Michelangelo.

 

La Torre Pendente, ospitata in Piazza dei Miracoli, rende Pisa quale monumentale città conosciuta in tutto il mondo. A poca distanza, la Cattedrale e il Battistero. Lungo il perimetro della piazza troverete anche il Camposanto e Il Museo dell'Opera del Duomo. Godibilissima, poi, una bella passeggiata lungo l’Arno fino a raggiungere l’antico Palazzo dell’Orologio e Piazza dei Cavalieri, già sede dell' Ordine Cavalieri di Santo Stefano. Non molto lontano, il Palazzo della Carovana sede della prestigiosa Scuola Normale di Pisa. Il centro della città accoglie le attrazioni turistiche principali che si trovano tutte vicine tra loro.

Iniziate il vostro itinerario di Pisa a piedi in Piazza del Campo, famosa per la sua particolare forma a conchiglia e per il Palio di Siena, una corsa di cavalli tra le contrade della cittàche si svolge due volte ogni estate, il 2 luglio e il 16 agosto. La torre di Palazzo Comunale e la Torre del Mangia, offrono una spettacolare vista sulla piazza e la città, salite sulla loro cima!. Dirigetevi verso il Duomo, prezioso esempio di stile romanico-gotico italiano, con la sua splendida pavimentazione (non sempre visibile purtroppo), poi verso il Battistero, la Cripta ed il Museo dell'Opera ch ospita il meraviglioso polittico della Maestà di Duccio Buoninsegna del XIV secolo.

 

Siena così affascinante e amata - E' rimasta intatta come nel Medioevo ed è una specie di viaggio nel tempo, la ricerca di un’epoca d’oro che apparteneva a molte altre piccole e grandi città italiane e che non ritornerà più. Siena è una città con un ricco ed affascinante patrimonio artistico, una destinazione eccellente da visitare. Le sue vie sembrano rimaste immutate nel corso dei secoli e l'intera città è stata dichiarata patrimonio dell'umanità dall'UNESCO. Gli appassionati di storia e gli amanti dell'arte apprezzeranno senza dubbio i numerosi edifici storici, le gallerie di ogni genere e alcuni palazzi medievali davvero sbalorditivi.

Iniziate il vostro viaggio da Piazza del Campo, la piazza più grande del comune. Circondata da meravigliose residenze d'epoca e negozi, la piazza è dominata dal Palazzo Pubblico. Dirigetevi al suo interno per scoprire il Museo Civico, dove potrete ammirare preziosi affreschi antichi. Salite in cima alla vicina Torre del Mangia per ammirare il panorama mozzafiato. Lo spettacolare Duomo di Siena è un altro dei simboli della città. L'imponente struttura in stile romanico-gotico italiano fu costruita nel XII secolo e si contraddistingue per la sua facciata tutta in marmo bianco e per le preziose opere che all'interno adornano le pareti. Da non perdere all'interno della cattedrale la Biblioteca Piccolomini, in cui ammirare i magnifici affreschi e gli antichi volumi. Se volete ammirare delle altre splendide chiese, recatevi alla Basilica di San Domenico o all'Abbazia di Monte Oliveto Maggiore, fuori città. In alternativa fate due passi, curiosate tra i negozi e assaggiate le proposte degli eccellenti ristoranti. Chi si trova a Siena il 2 luglio o il 16 agosto potrà assistere ad uno spettacolo incredibile. Il Palio, la celebre competizione equestre che si svolge 2 volte all'anno, riaccende gli animi e la rivalità tra le contrade. Sin dal Medioevo, Siena è divisa in 17 contrade, 10 delle quali partecipano ogni anno, tramite sorteggio, alla gara. Godetevi l'atmosfera elettrizzante delle sfilate e dei festeggiamenti che precedono la corsa dei cavalli.

 

Lucca è racchiusa in possenti mura rinascimentali formanti un bellissimo parco. Il centro storico della città vi accoglierà con il Duomo e la particolare Piazza dell'Anfiteatro con poco distante la Torre Guinigi, con degli alberi collocati sulla sua cima! La città può essere visitata in una giornata, ma se volete apprezzarla al meglio fermatevi per alcuni giorni o sceglietela come base per esplorare la Toscana centrale o nord. Si trova in pianura ai piedi delle Alpi Apuane e dista meno di mezz’ora dalle coste della Versilia ed è semplice da raggiungere sia con la macchina che con il treno da Pisa eFirenze. Vicino alla città di Lucca, sempre nella sua provincia, non perdetevi la Versilia e le sue spiagge, Barga e la splendida Garfagnana e le Alpi Apuane.


La Garfagnana è un mondo a sé, verde e rilassante.
Racchiusa tra le Alpi Apuane e gli Appennini, è attraversata da vie storiche come la Clodia o la settecentesca Via Vandelli, che da Modena portava a Massa. Letteralmente il suo nome significa Grande Foresta, e ancora oggi il territorio è ricco di boschi, costellati da piccoli borghi caratteristici, mura medievali, botteghe dal sapore antico. La valle garantisce una pausa dal turismo di massa eppure è allo stesso tempo collocata in posizione strategica e vicina a importanti città d'arte come Lucca, Pisa, Firenze, e turistiche, come la Versilia.


Cosa vedere in Garfagnana: il Ponte del Diavolo a Borgo a Mozzano, uno degli esempi più belli di ponte a schiena d’asino; Barga, tra “borghi più belli d’Italia“ e Bandiera Arancione del Touring Club Italiano; Castelvecchio Pascoli, dove c'è la villa dove visse diversi anni il poeta Giovanni Pascoli. La Grotta del Vento e l'Eremo di Calomini, Castelnuovo di Garfagnana, e Castiglione di Garfagnana cinto da mura medievali. Al Parco dell’Orecchiella, gli appassionati di natura trovano sentieri, musei e iniziative culturali nel verde.


L'Isola d'Elba è la più grande isola dell'Arcipelago toscano e la terza per grandezza in Italia. Insieme alle altre otto isole dell'arcipelago, tra cui il Giglio, Giannutri e Montecristo, fa parte del Parco Nazionale dell'Arcipelago Toscano, il più grande parco marino d'Europa. L'Elba è famosa in tutto il mondo per aver ospitato Napoleone in esilio nel 1814. Ma la sua storia è ben più antica e inizia in era protostorica con gli Ilvati di etnia ligure che le hanno dato il nome Elba derivante appunto da Ilva. Poi ci furono gli Etruschi e successivamente i Romani.

E l'isola è ricca di testimonianze del suo passato come si vede dai tanti reperti archeologici conservati nei musei, dalle imponenti architetture militari come il medievale Castello del Volterraio e dalle splendide residenze napoleoniche come la Palazzina dei Mulini. Ma Elba è soprattutto splendido mare e accoglienza d’eccellenza per i turisti che la amano e apprezzano la sua selvaggia vivibilità. Su di essa si contano oltre settanta spiagge senza contare le molte baie e calette raggiungibili soltanto dal mare, ognuna diversa dall'altra. Incorniciate da ripide scogliere e faraglioni o immerse nella selvaggia natura mediterranea, comode ed attrezzate oppure selvagge e deserte, le spiagge dell'Isola d'Elba sono certamente splendide e niente hanno da invidiare alle più esotiche spiagge dei Carabi.

 

Il Carnevale di Viareggio è un'attrazione spettacolare che almeno una volta si dovrebbe vedere dal vivo. Nel periodo di Febbraio la città si trasforma letteralmente ed in una settimana esplode nei festeggiamenti di quella che è la festa tradizionale delle maschere e degli scherzi. Un evento che poi si ripete il giorno di Ferragosto. Viareggio non è solo Carnevale, belle spiagge, divertimento e relax. La cosiddetta “perla della Versilia” offre molto altro: arte, enogastronomia, natura incontaminata e bellezze architettoniche che la rendono meta ideale per unweekend fuori porta.

La spiaggia di Viareggio ci si presenta come un lembo sabbioso di circa quattro chilometri. Da un lato si tratta di un litorale circondato dalla natura incontaminata in cui non troviamo strutture attrezzate ma in cui si può praticare il camping e le attività sportive mentre dall'altro lato troviamo un'area spaziosa e pulita, attrezzata con strutture balneari dotate di cabine, docce, servizi, bar, sdraio ed ombrelloni e fiancheggiata da locali, negozi e punti ristoro oltre a degli edifici dagli interessanti dettagli architettonici. Se amate l’atmosfera del Carnevale qui non potete proprio mancare: con la sua sfilata di carri allegorici, con i colori e i profumi che solo la Toscana regala, ogni anno questa manifestazione attira turisti dall’Italia e dal mondo intero, impazienti di assistere allo spettacolo più folle dell’anno. Il territorio permette di effettuare diversi percorsi escursionistici nelle Apuane o in Garfagnana. Si trovano grotte e piccoli laghi, si possono fare passeggiate per cercare funghi o visitare qualche paesino caratteristico. Qui è facile trovare ancoratipiche trattorie rustiche dove mangiare affettati nostrali e tordelli casalinghi. Il litorale di Viareggio è uno dei più famosi d’Italia, la sua sabbia fine e la qualità del suo mare gli valgono da anni il premio di Bandiera Blu d’Europa. Anche se non si è ancora aperta la stagione balneare, potete approfittarne e concedervi una passeggiata sulla spiaggia per respirare iodio, rilassarvi con il rumore delle onde e liberarvi dallo stress.

 

La Maremma è una vasta zona della Toscana che si estende tra Livorno e Grosseto. Caratteristica unica della Maremma è la varietà del suo territorio: mare cristallino, lunghe spiagge, monti ricoperti da fitti boschi, zone lacustri e pianeggianti, verdi colline coltivate e zone termali naturali come la splendida Saturnia. Una zona senza tempo, che affonda le sue radici nelle civiltà antiche. Una delle cittadine più rappresentanti la vera espressione maremmana è Follonica che, con la sua forte tradizione turistica, si sviluppa lungo la spiaggia del golfo antistante l'isola d'Elba immersa in una rigogliosa pineta. È una meta apprezzata sia dalle famiglie per la tranquillità del luogo ed il facile accesso alla spiaggia, che dai giovani per i numerosi locali che movimentano le notti d'estate.

Nelle immediate vicinanze, poi, numerosi borghi medievali, siti archeologici, e la natura maremmana, forniscono innumerevoli alternative alle giornate di mare. Il grande sviluppo turistico ha fatto sì che offra efficienti servizi tra cui spiagge attrezzate anche per praticare sport velici e subacquei, numerosi itinerari per passeggiate all’interno della macchia mediterranea, sia a piedi, che a cavallo o in bicicletta, e diversi impianti sportivi per attività come tennis, pattinaggio, minigolf, calcio ed equitazione.

 

Pitigliano, nasce come insediamento etrusco e si trova nell’estremo sud della Toscana al confine con il Lazio. Dista circa 75 km da Grosseto e circa 110 km da Siena. Nell’area, a testimoniare ulteriormente la presenza Etrusca sono anche le numerose necropoli. Fu città romana e nel Medioevo divenne feudo degli Aldobrandeschi e dal 1293 degli Orsini e poi dei Medici. Pitigliano è uno dei borghi più apprezzati e visitati d'Italia. In particolare giungendo dalla direzione di Manciano, lungo la strada statale 74, si ha davanti una suggestiva e scenografica visione della cittadina che si erge maestosa su un masso tufaceo, tra i torrenti Lente e Meleta.

Per chi la visiti è facile ammirare la magia e il fascino di Pitigliano passeggiando tra gli antichi vicoli e, soprattutto, visitando il famoso ghetto ebraico. Lo splendido borgo è infatti passato alla storia come la “Piccola Gerusalemme” per la numerosa e attivissima comunità ebraica che dal XV secolo vi si stabilì. Oggi, dopo importanti opere di recupero, è tornata disponibile per il culto e visitabile la Sinagoga. Chi la visiti potrà accedere attraverso un suggestivo percorso anche al Cimitero ebraico, al forno dove si cuoceva il pane azimo, alla cantina scavata nel tufo dove si produceva il vino kasher, alla macelleria, al bagno di purificazione per le donne e alla tintoria.

 

I mesi migliori per visitare la Toscana (che sono anche i mesi più affollati e costosi) sono aprile, maggio, giugno, settembre ed ottobre. Questi mesi offrono la convenienza dell'alta stagione con tempo molto godevole. Le giornate sono prevalentemente soleggiate, sebbene non manchi anche qualche giorno di pioggia. La parte più difficile di viaggiare per la Toscana durante l'estate è il caldo torrido di luglio ed agosto. (Photo Stock)


Riproduzione non consentita ©

Emirates migliore linea aerea del mondo. L'annuncio da Skytrax World Airline Awards 2016. Questa è la quarta volta che Emirates vince il miglior riconoscimento da quando i premi sono stati introdotti 15 anni fa; la compagnia ha vinto il primo riconoscimento Skytrax come Migliore compagnia al mondo nel 2001, ancora nel 2002 e nel 2013. In totale, Emirates ha vinto un totale di 20 premi Skytrax World Airline dal 2001. (Continua...)