www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo

Giorgio Esposito

Viaggi e turismo - Corsica, vero paradiso del mediterraneo
I migliori itinerari prevedono piccoli villaggi nell’entroterra, spiagge dalle acque cristalline, scogliere a picco sul mare, città storiche e trekking dai panorami mozzafiato


ROMA (Italy) - Con il suo paesaggio ancora incontaminato e selvaggio, la Corsica racchiude una varietà di scorci che fanno innamorare. Spiagge dai colori caraibici, scogliere mozzafiato, falesie di un bianco accecante e borghi arroccati! Un viaggio in Corsica on the road (in auto come noi o in moto) è il modo migliore per scoprire questa terra aspra e ricca di sorprese. Caratterizzata da una forte identità, metà francese e metà italiana, ben radicata nella sua popolazione fiera ed orgogliosa. Perfetta fusione di mare cristallino e aspre montagne, vanta anche una cucina deliziosa legata al territorio e borghi arroccati ricchi di storia come Bastia, Bonifacio o Calvi e la splendida capitale-capoluogo Ajaccio. Ma la Corsica vuol dire anche spettacolari paesaggi montani, con il percorso delle "Calanques" simile alle Montagne rocciose americane.

Una vacanza in Corsica è principalmente sinonimo di natura. Durante il vostro soggiorno rimarrete incantati dalle sue spiagge solitarie e incontaminate: incorniciate da rocce bianche e macchia mediterranea queste calette incantano i turisti con la sabbia finissima e un mare turchese da cartolina. Le migliori? Rondinara, Saleccia e Palombaggia. Inoltre il mare della Corsica, essendo privo di inquinamenti e con la sua vita rigogliosa, è perfetto per fare immersioni: avrete a disposizione centinaia di siti adatti per questa attività, con fondali ricchi di pesci, relitti di navi e magnifici colori.

Amata da poeti e romanzieri, la Corsica è una delle isole più selvagge e incontaminate del Mediterraneo. Caratterizzata da una forte identità, metà francese e metà italiana, la Corsica possiede una cultura antichissima, radicata nella sua popolazione fiera ed orgogliosa. Perfetta fusione di mare cristallino e aspre montagne, la Corsica vanta anche una cucina deliziosa legata al territorio e borghi arroccati ricchi di storia come Bastia, Bonifacio o Calvi e la splendida capitale-capoluogo Ajaccio.


La Corsica è attualmente un territorio autonomo francese, seppure sia stata italiana e ceduta per debiti verso il Re di Francia dalla Repubblica di Genova nel 1768. I suoi cittadini parlano correntemente l'italiano, più che il francese.

Per un tour, l'itinerario ideale resta la circumnavigazione dell'isola in almeno 10-15 giorni ed in un percorso ideale che comprenda: Ajaccio - Calvi (via litoranea). Calvi - L'ile-Rousse - Bastia - Porto Vecchio - Bonifacio - Sartene - Propriano - Ajaccio.

Ajaccio è città ricca di storia, arte e cultura. Le case dai colori pastello sono caratteristiche, insieme alle sue numerose spiagge situate sulla lunga litoranea. Ad Ajaccio è nato Napoleone Bonaparte, e naturalmente diventano importanti alcune visite ai suoi luoghi natii.

Calvi: Si trova sulla punta nord-occidentale della Corsica e rappresenta l'ideale soprattutto per chi vuole concedersi una vacanza in completo relax su una delle sue splendide spiagge.

Ile-Rousse: A poca distanza da Calvi, Ile-Rousse offre delle suggestive passeggiate lungo i vicoletti del suo centro storico e lungo la Promenade de la Marinella. Belle anche le spiagge, Plage de Caruchetu e Plage de Bodri.

Bastia: città portuale, è divisa tra Terra Vecchia e Terra Nova. Da visitare: L’eglise Saint Jean Baptiste, una delle chiese più belle e importanti della Francia, mentre in Place Saint Nicolas si trova una celebre statua che raffigura Napoleone.

Porto Vecchio
: le spiagge da sogno si trovano proprio in questa zona, a poca distanza da Bonifacio: Baia di Stagnolu, Baia de San Ciprianu, Palombaggia, Pinarellu, Canella.

Bonifacio
: conosciuta come la città delle bianche scogliere, è costruita su un’insenatura simile a un fiordo, a picco sul mare, e si affaccia direttamente sulle Bocche di Bonifacio. Tra le tantissime location imperdibili, la Marina e la cittadella.

Sartène: una pittoresca cittadina a poca distanza da Bonifacio, adagiata tra i bassi monti. Una meta per una piacevole escursione e per gli amanti della natura. A Sartène troverete anche i prodotti tipici della Corsica che conviene degustare.

Propriano: rappresenta il mix perfetto tra spiagge, calette e una macchia mediterranea lussureggiante.


Un viaggio in Corsica non potrà dirsi completo senza assaggiare i piatti tipici. Aziminu - Una zuppa di pesce preparata con aragosta e frutti di mare. Un piatto tipico còrso molto simile al cacciucco. Stufatu - Lasagne con carne di manzo, vitello e maiale. Pulenta - Una polenta con farina di castagne, brocciu, figatelli, agnello o capretto. Agneau Corse - agnello abbrustolito a fuoco lento e preparato con rosmarino, patate, spicchi di aglio interi. Civet de sanglier - Il cinghiale selvatico in casseruola con carote, castagne, finocchio, aglio, cipolle, e tanta acquavite. Veau aux olive - Vitello alle olive, viene cotto lentamente insieme a olive, cipolla, erbe varie, pomodori. Salumi - I più caratteristici sono prisuttu (un prosciutto crudo o affumicato), lonzu (lonza), figatellu (è una salsiccia preparata con fegato di maiale), pulpone (il nome còrso che indica la coppa). Formaggi - Bleu de Corse (Blu di Corsica), formaggio dal sapore piccante e stagionato sei mesi; brocciu, preparato con latte di capra o con latte di pecora, che i Corsi considerano un po’ il loro formaggio nazionale. Pesce - ostriche, gamberi, triglie, trote, orate. Fiadone con il brocciu - un dolce tipico della Corsica, una torta il cui ingrediente forte è proprio il “formaggio nazionale”.

Ma la Corsica vuol dire anche spettacolari paesaggi montani. Alcuni descrivono la Corsica come una montagna in mezzo al mare e non sbagliano. L’isola è ricoperta di fitti boschi che, in alcuni punti, arrivano a strapiombo sul mare e regalano panorami unici. Gli amanti delle escursioni potranno intraprendere percorsi impegnativi o gradevoli passeggiate fino a fresche cascate e piscine naturali, grazie a una fitta rete di sentieri. Oppure basta percorrere la strada delle Calanques per sbalordirsi pensando di essere sulle Montagne rocciose americane.

Con il suo paesaggio ancora incontaminato e selvaggio, la Corsica racchiude una varietà di scorci che vi faranno innamorare. Spiagge dai colori caraibici, scogliere mozzafiato, falesie di un bianco accecante e borghi arroccati! Un viaggio in Corsica on the road (in auto come noi o in moto) è il modo migliore per scoprire questa terra aspra e ricca di sorprese.

Il mezzo più comodo per raggiungere la Corsica è senz’altro la nave: i collegamenti sono numerosi e frequenti sia da/per l’Italia che da/per la Francia, e ormai tutte le compagnie propongono tariffe speciali per varie soluzioni di viaggio, dai passaggi auto alle sistemazioni in poltrona o cabina a prezzi molto bassi, fino a pacchetti viaggio che possono variare a seconda del numero di passeggeri, del mezzo al seguito, della sistemazione, della data o dell’ora della partenza ecc.

Per quanto riguarda i collegamenti aerei la Corsica ha quattro aeroporti, Bastia Poretta, Ajaccio Campo dell’oro, Calvi Sainte Catherine, Figari Sud Corse. Durante tutto l’anno sono collegati regolarmente solo con la Francia continentale e serviti da Air France e alcune compagnie minori sue affiliate attraverso gli aeroporti di Lione, Marsiglia, Nizza, Parigi OrlyeParigi Charles De Gaulle, dove chi arriva dall’Italia o da un altro paese dovrà necessariamente fare scalo; in estate si aggiungono però numerosi voli charter che permettono di raggiungere l’isola per via diretta anche dall’Italia e dai principali aeroporti europei.

IL Clima - Il clima della Corsica è mediterraneo con inverni miti e leggermente piovosi, ed estati molto calde e secche. Nelle zone montuose le temperature diventano più rigide durante l’inverno e fresche durante l’estate. I mesi di luglio ed agosto in Corsica sono particolarmente roventi, le temperature toccano anche i 35-37°C. Le estati sono calde e secche soprattutto nella zona costiera. Gli inverni sono miti e piovosi, soprattutto all’interno e nella costa orientale. Il periodo migliore per visitare la Corsica è nei mesi che vanno da maggio a settembre, con una preferenza per giugno, luglio e settembre, mentre Agosto può diventare caotica ed affollata di turisti provenienti da tutta Europa. I migliori itinerari tra Giugno e Luglio ed a Settembre, prevedono: piccoli villaggi nell’entroterra, spiagge dalle acque cristalline, scogliere a picco sul mare, città turistiche con tutti i comfort e trekking dai panorami mozzafiato.

Riproduzione non consentita ©


Consigli di viaggio
Reportage
Viaggi News iscriviti su Fb
Miami Beach News
Dubai City News