www.italianews.org - L'agenzia internazionale di comunicazione e giornalismo

Viaggi e turismo - Gibilterra
La Rocca, porta d'ingresso dei traffici atlantici verso Asia ed Europa

ROMA (Italy) - Gibilterra, conosciuta anche come the Rock, è una colonia britannica che si trova all’estremità meridionale della penisola iberica dove il Mar Mediterraneo si incontra con l’Oceano Atlantico. Per gli antichi greci e romani questa rocca calcarea, alta anche 426 metri, con scogliere a strapiombo sul mare, era una delle due Colonne d’Ercole che, insieme a quella di Jebel Musa in Marocco, segnava il confine del mondo antico.

Penisola rocciosa, il territorio di Gibilterra è una costa, urbanizzata e portuaria a occidente, di fronte ad Algeri, più selvaggia a est. Alcune spiagge sono state sistemate su questo litorale roccioso e scosceso. Si trovano sulla costa a est e a sud-ovest, vicino alla Punta d'Europa.


Comunemente chiamata la "California d'Europa", in quanto è situata a un'estremità geografica e i suoi abitanti godono di un tenore di vita abbastanza elevato. Gibilterra è uno dei tre stati più piccoli del mondo insieme al principato di Monaco e al Vaticano. La Rocca e la città di Gibilterra che danno il nome allo stretto si trovano su una stretta penisola, sulla riva europea, all'entrata est dello stretto. A ovest lo stretto sbocca sul golfo di Cadice che si apre ampiamente sull'oceano Atlantico. La Rocca di Gibilterra che culmina a 426 metri di altezza è il punto culminante del territorio. Si tratta ugualmente di una riserva naturale popolata dai famosi macachi berberi; le uniche scimmie selvatiche d'Europa.

Penisola rocciosa, il territorio di Gibilterra è una costa, urbanizzata e portuaria a occidente, di fronte ad Algeri, più selvaggia a est. Alcune spiagge sono state sistemate su questo litorale roccioso e scosceso. Si trovano sulla costa a est e a sud-ovest, vicino alla Punta d'Europa.nglese e spagnola e contribuiscono alla singolarità della cultura di questa regione che riunisce l'Europa settentrionale e meridionale su uno stesso territorio. Alle influenze britanniche ed ispaniche, si aggiungono quelle di Genova, Malta e del Portogallo.

La religione cristiana fu alla base dell'unione di questi diversi popoli. Dopo il XIX secolo, si stabilì a Gibilterra una comunità ebraica, presto raggiunta da una indiana induista e dai marocchini, portatori dell'Islam. Questo melting-pot rende Gibilterra un luogo unico al mondo dove convivono in armonia in uno spazio ristretto varie comunità e religioni. La cultura di Gibilterra è quindi ricca e variegata grazie alla sua popolazione e produce numerosi artisti di talento, come ad esempio Albert Hammond e John Galliano, giusto per citarne alcuni.Territorio britannico che segna il confine tra l'Europa e l'Africa, è separata dalla Spagna da una striscia di terra sabbiosa a carattere neutrale. Grande attrattiva per i giocatori d'azzardo e per il porto franco resta la curiosità di assistere al girovagare delle famose bertucce "uniche scimmie selvatiche d'Europa". Oggi Gibilterra è un’incredibile città cosmopolita dove si incontrano le culture e le storie inglesi, spagnole, genovesi e nordafricane. Vi si giunge dall'aeroporto di Malaga, attraversando la litoranea della Costa del Sol.
(Giorgio Esposito - esposito.redazione@italianews.org)


Riproduzione non consentita ©