www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo

Viaggi e turismo - Repubblica Ceca
Storia, tradizioni e cultura del paese più fiabesco d'Europa

ROMA (Italy) - Anche questo paese dopo 30 anni di oppressione straniera e dopo una divisione geografica che ha prodotto non troppi gradimenti, si prepara a vivere l'avventura "Europea" fuori dalla dittatura russa. Se vi apprestate, come è solito fare, a visitare la sua splendida capitale Praha, rimarrete entusiasti per le sue vicissitudini storiche ma delusi per quello che ne rimane e lo stato di particolare degrado che circonda molti suoi monumenti. Quest'ultimo, in particolare, non è avvenuto per alcuna colpa dei locali ma solo e solamente per le "gabelle" che l'oppressore imponeva in termini di spesa per la difesa "patto di Varsavia". Oltre mille anni di sviluppo urbanistico hanno regalato a Praga gioielli architettonici che ogni anno vengono ad ammirare milioni di visitatori. Vi invitiamo a recarvi in questa meravigliosa città per vedere con i vostri occhi i suoi tesori più grandi.


Da quando è crollato il muro di Berlino nel 1989, i turisti hanno cominciato a invadere questo accogliente paese. I viaggiatori della prima ora si lamentano di non avere più Praga solo per loro, ma la Repubblica ceca offre ancora le sue bellezze a chiunque le cerchi. Se Praga è entusiasmante, quasi ogni località al di fuori di questa meravigliosa città è poco frequentata dai turisti e pressoché intatta. Non resta che mettersi in viaggio, armati di senso critico e di curiosità.

Il Municipio della Città Vecchia con il celebre Orologio astronomico di Praga, le viuzze tortuose del quartiere ebraico rese note dai romanzi di Franz Kafka e intrise di leggende sul Golem, le caffetterie che invitano ad entrare e sedersi, le boutique e le escursioni in battello sul fiume Moldava, il Ponte Carlo in stile gotico e la chiesa di San Nicola nel Quartiere Piccolo, la più bella chiesa barocca di Praga, i Giardini del Castello lontani dal trambusto cittadino, la collina di Petrín con la sua torre panoramica che sembra una Torre Eiffel in miniatura, il Castello di Praga… Ogni quartiere di Praga ha la sua atmosfera peculiare e un fascino unico. La città di Praga si presenta come una città mutevole, a cui piace alternare gli stili, sa essere romantica, frenetica, antica e moderna, ma soprattutto è una città cosmopolita abituata ad accogliere stranieri. È arrivato il momento di conoscerla!

Maggio, giugno e settembre sono i mesi migliori per visitare la Repubblica ceca; aprile e ottobre sono più freddi ma anche più economici. La maggior parte dei cechi fa le ferie a luglio e agosto, quando alberghi e luoghi di interesse turistico sono più affollati del solito e gli ostelli sono pieni di studenti, soprattutto a Praga e nelle località montane di Krkonose e Tatras. Per fortuna le possibilità di alloggiare in modo economico nelle grandi città aumentano in questo periodo perché gli ostelli per studenti sono aperti ai turisti. Centri come Praga, Brno e le località montane sono affollate di visitatori tutto l'anno. Altrove, da ottobre o novembre fino a marzo o aprile, la maggior parte di castelli, musei e altre attrazioni turistiche resta chiusa, così come gli alloggi e i trasporti rimangono inattivi.

Il turista rimane comunque entusiasta nel visitare il castello, ponte Carlo, Piazza della città vecchia etc. e non mancherà di assaggiare le particolari e caratteristiche pietanze ceche che provengono da tradizioni nordico/slave. I trasporti della capitale sono buoni ed efficienti con una eccellente e funzionale rete di metropolitana (3 linee). Alcuni problemi potranno verificarsi con la non diffusa accettazione dell'euro e di alcune carte di credito, pertanto si è costretti a continui cambi nei numerosi "Change Office". Per chi, inoltre, organizza un tour in proprio, i consigli sono di usare molto buon senso nello scegliere alberghi almeno di 4 stelle e di munirsi di apposita agenda con numeri utili nonchè adeguata preparazione alla cultura del paese che, rammentiamo, è e rimane un paese dell'est europeo. Si arriva in aereo a Praha da Milano e Roma in 1-2 ore. In auto dista 900 Km da Milano ed è obbligatorio apporre sul parabrezza la "vignetta" per il pedaggio autostradale prepagato. (Giorgio Esposito - esposito.redazione@italianews.org)

Riproduzione non consentita ©