www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo

Giorgio Esposito

Viaggiare... è sognare, esplorare, scoprire. Cuba. Degrado a parte, l'isola caraibica è mare, sole e allegria, mixati dai 2 ritmi locali "lento e lentissimo",
che rendono questo luogo un antistress naturale.


ROMA (Italy) - A Cuba, su ogni spiaggia si prova la sensazione che ebbe Cristoforo Colombo quando il 27 ottobre 1492 ne scoprì il fascino pronunciando "mai nessuna terra potrà essere paragonata a questa per bellezza". È la più grande isola dei Caraibi e anche quella meno commercializzata, oltre a essere una delle ultime roccaforti mondiali del comunismo che, con il suo isolamento politico, le ha precluso il fenomeno del turismo di massa e la relativa ricchezza. La popolazione locale accoglie con spontanea cordialità i visitatori. Persino le grandi città cubane sono abbastanza tranquille. Il massimo della confusione si ha durante uno sfrenato mambo o chachacha. L'interno e le spiagge sono mete ideali per escursionisti, nuotatori, speleologi e per chiunque voglia soltanto fumare un sigaro sotto una palma.

Chiunque immagini questo paese, non potrà concretizzare la realtà se non attraverso un viaggio conoscitivo. A fronte di un paradiso naturalistico, ristagna una ben diversa realtà locale; un radicale socialismo ha imposto sempre scelte isolazionistiche ponendo un serio freno al progresso e al benessere degli cittadini. Un caso molto limite è rappresentato dalla capitale L'Avana che, seppure il suo bel centro storico sia stato dichiarato patrimonio dell'umanità, la stessa cultura trasandata non la valorizza. Sembra di essere stati catapultati in una città da poco bombardata o colpita da un recentissimo terremoto. Tutto è fatiscente ed il degrado fa da padrone: il porto, le piazze, i monumenti e tutto quello che viene gestito dal dittatura comunista.

Cuba fa parte delle Indie Occidentali e si trova all'interno dell'Arcipelago delle Antille. L'Avana dista appena 170 km da Key West, in Florida, e la provincia di Pinar del Río è a 210 km dalla penisola messicana dello Yucatan. Altre isole vicine sono la Giamaica, le Bahamas e Haiti, 77 km al di là del Windward Passage. A Cuba appartiene anche l'Isla de la Juventud, 220 kmq, e oltre 4200 banchi e isole coralline, in genere bassi e disabitati.

È la più grande isola dei Caraibi e quella meno commercializzata, oltre a essere una delle ultime roccaforti mondiali del comunismo. Anche se non tutto è roseo nel giardino della rivoluzione permanente, l'isolamento politico ha impedito che l'isola fosse contaminata dal fenomeno del turismo di massa e la popolazione locale accoglie con spontanea cordialità i visitatori. Godetevi l'isola finché dura questo stato di cose, poiché la situazione è destinata a cambiare. Persino le grandi città cubane sono abbastanza tranquille. Il massimo della confusione si ha durante uno sfrenato mambo o chachacha. L'interno e le spiagge sono mete ideali per escursionisti, nuotatori, speleologi e per chiunque voglia soltanto fumare un sigaro sotto una palma.

L'Avana - Il primo approccio alla città è dato da una considerazione "sembra di essere stati catapultati in una città da poco bombardata o colpita da un recentissimo terremoto". Tutto è fatiscente ed il degrado fa da padrone: il porto, le piazze, i monumenti. Naturalmente si dovrà sempre considerare la differenza di livello di vita a cui il tutto si paragona. Ma questa splendida isola caraibica è soprattutto mare, sole e allegria mixati dai rinomati 2 ritmi locali "lento e lentissimo" che rendono questo luogo unico per mancanza di fretta, stress e ansia. In città si respira un'atmosfera di gloria passata, dato che nelle strade predominano ancora le grandi automobili statunitense degli anni '50 e '60 e l'intonaco dei cadenti edifici si stacca ovunque. L'Avana ha una vivace vita notturna, con cinema, teatri storici, cabaret, nightclub, e locali dove si suona dal vivo, che possono soddisfare le esigenze di tutti i turisti.

E l'appuntamento classico per tutti i viaggiatori, resta alla "Bodeguita del Medio", sito in Calle Empedrado 207 a pochi passi dalla Piazza della Cattedrale, con la sua entusiasmante "music live" orchestrata da una band cubana, e dalla incredibile storia del locale cubano reso famoso da personaggi illustri come Fidel Castro, Pablo Neruda, Salvador Allende e Ernest Hemingway dove si degusta il miglior Mojito del paese. Nella capitale è assente sia il traffico che la commercializzazione, che soffoca in genere le altre città dell'America Latina. Imperdibile, un lungo e approfondito tour nella vecchia Avana delle zone residenziali (alcune squallide, altre da radere al suolo) con l'esuberante simpatia dei suoi abitanti che più colpisce e coinvolge.


A Cuba, su ogni spiaggia si prova la sensazione che ebbe Cristoforo Colombo quando il 27 ottobre 1492 ne scoprì il fascino "mai nessuna terra potrà essere paragonata a questa per bellezza". Il periodo migliore per visitarla potrà anche essere il nostro inverno ma luglio-agosto rappresenta ugualmente un buon periodo anche se bisogna aspettarsi qualche breve ma intenso temporale e quindi le fastidiose zanzare. Cuba è famosa per le sue splendide spiagge, baciate dall’Oceano Atlantico a nord e dal Mar dei Caraibi a Sud. Il paese offre agli amanti del sole oltre 300 spiagge immacolate distribuite lungo 588 dei suoi 5.700 chilometri di costa. Il clima subtropicale permette di nuotare e immergersi tutto l’anno nel suo mare caldo e trasparente. Di fatto, Cuba vanta l’invidiabile media di 330 giorni di sole all’anno.
Le spiagge di Cuba sono uniche per la varietà di colori della sabbia, che vanno dall’abbagliante bianco di Varadero, all’oro scintillante di Guardalavaca, nella provincia di Holguin, alla caratteristica sabbia nera della isolata Playa Duaba, vicino a Baracoa.

Impressionanti scogliere e formazioni di roccia calcarea fanno da cornice alle spiagge più a nord, come Playa Siboney, vicino a Santiago; mentre lungo le spiagge del sud, come Cayo Levisa a Pinar del Rio, si estendono lussureggianti boschi di mangrovie. Con i suoi 20 chilometri di sabbia bianca e incontaminata, lambita da un mare calmo e cristallino, la spiaggia di Varadero è la più famosa di Cuba. Spostandosi più ad est, si trova Playa Pilar, adagiata sull’isolotto di Cayo Guillermo, nel magnifico Arcipelago di Jardines del Rey, le cui alte dune incantarono il celebre scrittore Ernest Hemingway. Appena a sud di Trinidad, si incontra Playa Ancón, con ogni probabilità la più bella di tutta la costa meridionale. Le sue abbaglianti spiagge di sabbia bianca si perdono nelle acque scintillanti e trasparenti del Mar dei Caraibi, perfette per lo snorkeling. Note: i bassi costi riservati ai locali non riguardano il turista che, anzi, in quanto prima fonte di guadagno nazionale, è ben spremuto dal contesto generale.

Passaporto: validità minima sei mesi con visto d'ingresso da richiedere al vettore aereo oppure al consolato Cubano in Italia. Assicurazione Medica obbligatoria: http://www.viaggiaresicuri.it/country/CUB . Cuba si raggiunge da Milano e Roma in circa 10 - 11 ore di volo, oppure con voli diretti da Madrid.

Ambasciata d'Italia L’Avana - 5ta Ave. N. 402 esq. 4, Miramar - Tel: (00537) 2045615 r.a.. Fax: (00537) 2045659 - 2045661; Cellulare di servizio: 005352805417 - E-mail: ambasciata.avana@esteri.it - Home page: www.amblavana.esteri.it


Il Clima - Il clima di Cuba è tropicale con un periodo delle piogge che va da maggio ad ottobre, con precipitazioni violente (e forte possibilità di violenti uragani provenienti dall'oceano atlantico) soprattutto da settembre fino alla prima parte di novembre. Le piogge più abbondanti si trovano in particolare sulla costa settentrionale che si affaccia appunto sull’Oceano Atlantico, mentre restano meno intense o azzerate nella zona sud, dove le temperature raggiungono anche buoni picchi di calore. E per chi sogna le acque cristalline, le sue spiagge caraibiche e la coinvolgente musica cubana, il periodo migliore per un viaggio alla scoperta di Cuba va quindi da fine novembre ad aprile con temperature tra i 25-28° e con un meteo clemente. Da maggio a ottobre, invece, le piogge sono forti e abbondanti, con una afa insopportabile e con il pericolo uragani caraibici specie tra agosto e ottobre.

Riproduzione non consentita ©


Consigli di viaggio
Reportage
Viaggi News iscriviti su Fb
Miami Beach News
Dubai City News