www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo

Viaggi e turismo - Cayman
Natura e spiagge paradisiache, per gli amanti del relax, a 360 gradi

ROMA (Italy) - Situate nell'arcipelago delle Grandi Antille, Colombo le scoprì nel 1503 e le chiamò "Las Tortugas" per il gran numero di tartarughe presenti nei suoi mari. Da allora, questo pezzo di paradiso, ha vissuto la sua storia con sempre nuove e diverse proprietà: Spagnoli, Jamaicani, Inglesi, per poi ottenere una pseudo indipendenza facendo parte della "Federazione delle indie occidentali" e successivamente, ritornare ad essere una colonia britannica.

E' caratterizzato da lunghe spiagge di sabbia bianca, tra cui la famosissima Seven Mile Beach, e per gli amanti delle immersioni e dello snorkeling si trovano moltissimi diving center per ammirare i ricchi fondali fra i più belli del mondo. La vita alle Cayman scorre lenta e tranquilla, luogo ideale per una vacanza relax su spiagge e mare tra i più belli dei Caraibi. Ma è anche "il paradiso fiscale" per antonomasia e proprio per il suo particolare status, viene riconosciuta unanimemente quale posto ideale per "investire" o "far sparire" ingenti capitali.


L’arcipelago delle Cayman si trova nel mar dei Caraibi occidentale, a sud di Cuba e a nordovest della Jamaica. Si compone di tre grandi isole – Grand Cayman, dove si trova la capitale George Town, Cayman Brac e Little Cayman – e occupa un territorio di circa 260 kilometri quadrati, per una popolazione di circa 55mila abitanti. Scoperte nel 1503 da Cristoforo Colombo, dagli anni ’60 sono sotto la giurisdizione dei territori britannici d’Oltremare. Situato nel pieno del Mar dei Caraibi, 220 km a sud di Cuba, è un arcipelago formato da tre isole principali: la principale e più turistica Grand Cayman, famosa per essere un paradiso fiscale, Cayman Brac e Little Cayman.
E' caratterizzato da lunghe spiagge di sabbia bianca, tra cui la famosissima Seven Mile Beach, e per gli amanti delle immersioni e dello snorkeling si trovano moltissimi diving center per ammirare i ricchi fondali fra i più belli del mondo. Un suo particolare abitante è l'iguana blu, che dopo un periodo in cui ha rischiato l'estinzione, è tornata a popolare l'isola di Grand Cayman. La vita alle Cayman scorre lenta e tranquilla, luogo ideale per una vacanza relax su spiagge e mare tra i più belli dei Caraibi. Alle Cayman vi è anche una vasta vegetazione, che ospita diversi tipi di piante velenose, e un’affascinante fauna, costituita per lo più da rettili e anfibi, tra cui spicca la già citata famosissima iguana blu e la tartaruga caraibica che vede in questa isola la più importante Turtle Pharm del mondo. Nel corso dei secoli, l’arcipelago fu un rifugio di pirati e un paradiso per pescatori, subacquei, turisti e finanzieri. Oltre alla coltivazione di cotone e la caccia alle tartarughe, l’attività principale era il recupero dei relitti delle navi che andavano a incagliarsi contro le molte scogliere dell’arcipelago.

Ora, proprio per il suo particolare status, viene riconosciuta unanimemente quale posto ideale per "investire" o "far sparire" ingenti capitali. Di quanto pocanzi detto, ci si rende subito conto appena arrivati nella capitale George Town, vera espressione della ricchezza in vendita. Gioiellerie di mille metri quadri fanno da sfondo a una cittadina stile coloniale e tutta britannica. Un mare incontaminato ed una sabbia "borotalco" attirano turisti da tutto il mondo che, per fortuna degli isolani, dopo qalche ora o qualche giorno vanno via in dipendenza del mezzo con cui sono arrivati: nave da crociera o aereo. Infatti, il turismo locale è rappresentato da grandi catene alberghiere che offrono lusso a chi è in cerca di privacy. Una criminalità assente, permette, a detta delle guide, di dormire con le porte aperte; certo, non si è mai sentito parlare di "furti in paradiso". L'economia delle isole è rappresentato per gran parte dalle onnipresenti banche, dal turismo e dall'allevamento delle tartarughe marine. Il Consiglio - dopo esserci stato per ben tre volte - viene spontaneo: chi è alla ricerca di un'isola felice tenga a mente le Cayman. Il periodo migliore per approdare in questo eden naturale è tra novembre ed aprile, la stagione secca, mentre tra maggio e ottobre il clima è piuttosto caldo e umido, con brevi ma intensi acquazzoni. Le temperature annuali si aggirano attorno ai 26 gradi senza grosse differenze tra estate e inverno. I voli dall’Europa per le Cayman partono da Londra con voli diretti con la British Airways o con altre compagnie ma con uno scalo a Miami. E' richiesto il passaporto valido in USA e con scadenza residua almeno di 6 mesi. (Giorgio Esposito)