www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo

Giorgio Esposito

Viaggiare... è sognare, esplorare, scoprire. Belgio
Il paese più multiculturale d'Europa ospita una enorme fetta di immigrazione italiana
Bruxelles resta la capitale anche delle magnifiche Fiandre e della stessa Unione Europea


ROMA (Italy) - Il Belgio resta uno dei paesi in cui sicuramente si è caratterizzata di più l'emigrazione italiana negli anni del dopoguerra. Il turista rimane colpito dalla visita di questo paese per le forti contraddizioni che si celano al suo interno: un forte sviluppo delle città ed un lento progresso della cultura contadina a tutto vantaggio delle industrie di cui è ben fiera. La capitale Bruxelles, come del resto tutte le altre grandi città, offre infinite fonti di scoperta al turista attento alla cultura. La popolazione, ben distinta tra Fiamminghi a nord e Valloni a sud, crea, infatti, una linea immaginaria fatta più di tradizioni diverse che altro. Il consiglio è di diversificare la conoscenza del paese facendo in modo di toccare più luoghi in diverse parti della nazione, aiutati naturalmente da un viaggio in auto che vi farà assaporare tutto al meglio. Imperdibili, poi, alcune location del Belgio quali Bruges, Gand, Anversa e Mechelen che racchiudono veri e propri tesori d'arte e paesaggistici.

La schiva Bruxelles è la capitale del Belgio, delle Fiandre e dell'Europa. La medievale Grand-Place è davvero grande, con parecchi edifici del XVII secolo e mercati di fiori quotidiani. Riaperto nel 2006, l'Atomium, la torre Eiffel di Bruxelles, offre una vista meravigliosa all'interno e all'esterno. Per gli amanti dell'architettura, merita una visita il Museo Horta, casa del grande architetto belga Victor Horta. I club e i bar di St. Gery sono pieni tutto l'anno. Ristorantini di pesce abbondano a Ste. Catherine. Spostati a piedi invece di venire bloccato nel traffico, nelle strade strette. La capitale del Belgio, è anche la capitale politica dell'Unione Europea. Bruxelles è considerata una città internazionale perché qui vivono circa un milione di persone, molte delle quali provenienti da paesi diversi, al di fuori del territorio belga. Da tempo, convivono diverse culture che hanno fatto sì che Bruxelles conquistasse la nomea della città più multiculturale d'Europa. A volte queste differenze si notano, basta pensare alla lingua parlata dalla gente, chi l'inglese, chi il francese e chi il tedesco. Se avete intenzione di visitare questa città, prima di farlo cercate di conoscere la sua cultura, la sua gastronomia e i bei luoghi da visitare nel suo territorio, questo renderà il vostro soggiorno a Bruxelles indimenticabile.

Bruxelles non è molto grande, a differenza di altre città, si può andare da un punto a un altro in poco tempo. Ci sono un sacco di edifici di importanza storica, palazzi istituzionali che lasciano senza fiato i turisti che, per la prima volta, passeggiano per le vie della capitale belga. Stili architettonici e di vita differenti si sposano in questa città e fanno sì che al tempo stesso sia un'unica metropoli e una piccola e tranquilla cittadina tradizionale. Questa ambivalenza intrinseca spinge persone diverse e con gusti altrettanto diversi ad amare Bruxelles.

La capitale belga è suddivisa in città alta e città bassa: nella città alta si trova il quartiere Sablon, una delle aree più ricche della città, con piazze, chiese e gallerie d'arte. Vicino al Palazzo Reale si trova il quartiere di Mont des Arts, che ospita parchi, palazzi, cattedrali e musei. Qui c'è inoltre il quartiere professionale, con uffici, sale di conferenze, sale per riunioni: è un'area molto frequentata e frenetica durante i giorni feriali.

Nella città bassa si trovano invece alcuni dei monumenti più famosi di Bruxelles, come Grand Place, il Comune, il Palazzo Reale e il palazzo delle Belle Arti, senza dimenticare chiese e biblioteche. In questa parte della città è possibile trovare anche la zona commerciale con grandi magazzini e negozi. Dato che la città tutto sommato è a misura d'uomo è perfettamente visitabile in bicicletta o a piedi. Ma se per qualche ragione dovete spostarvi in un punto più lontano e necessitate di alcuni mezzi pubblici, avetre più scelte. La prima opzione è data dalla società Stib, che gestisce bus, tram e metro, ed è utilizzabile con una card ricaricabile. E' la scelta migliore se non dovete spostarvi troppo da Bruxelles. Anche il servizio ferroviario è molto efficiente: comodo, puntuale e a prezzi decisamente accessibili. Se, invece, avete bisogno di muovervi più velocemente potete prendere un taxi, anche se non ce ne sono molti in città, quelli che ci sono però sono molto efficienti. Tuttavia la scelta migliore potrebbe essere quella di noleggiare un'automobile, così da poter gestire autonomamente il vostro soggiorno.

Imperdibili, poi alcune location del Belgio. Le Fiandre corrispondono alla parte settentrionale del Paese; la Regione di Bruxelles è un’enclave all’interno delle Fiandre. Alcune delle città più belle del Belgio si trovano in questa regione, a cominciare da Bruges (foto sopra), una città affascinante e romantica e attraversata da numerosi canali tanto da averle fatto guadagnare l’appellativo di Venezia del Nord. Il suo centro storico è di una straordinaria bellezza ed è un crogiolo di palazzi storici, negozi di cioccolato, boutique di pizzo, ristoranti e gallerie d’arte. Meno conosciuta di Bruges ma ugualmente affascinate, Gand (o Gent) vanta uno splendido Teatro dell’Opera, oltre a 18 musei, 100 chiese e più di 400 edifici storici. Anversa (Antwerpen in fiammingo) è famosa per la vivace vita notturna, la moda, lo shopping, i diamanti, gli ottimi ristoranti e i numerosi festival. Splendidi edifici medievali si trovano al fianco di moderne creazioni architettoniche dando vita ad un melting pot architettonico unico. Rubens ha lasciato la sua impronta sulla città. Mechelen è una piccola e pittoresca città ricca di negozi e boutique, aree pedonali, piacevoli piazzette, edifici storici e monumenti, tra cui otto tra chiese gotiche e barocche.

Ambasciata d'Italia a Bruxelles - Rue Joseph II, 22-24 – 1000 Bruxelles - Tel: 0032 2 643.38.50; Fax: 0032 2 648.54.85 - Cellulare di reperibilità nel fine settimana: 0032477312964 - E-mail: ambbruxelles@esteri.it - Sito web: http://www.ambbruxelles.esteri.it

La vicinanza al Mar del Nord influenza il clima del Belgio, che ha quindi un clima atlantico. Non c’è molta differenza di temperature tra le zone costiere e l’interno del Paese, ad eccezioni della regione delle Ardenne, dove si possono avere anche nevicate intense. Il clima è piuttosto variabile e quindi le precipitazioni sono ben distribuite tra i mesi dell’anno: sulla costa si hanno piogge in tutte le stagioni, con prevalenza in autunno, mentre nell’interno si fa già sentire l’influenza dell’Europa continentale, con precipitazioni concentrate nel periodo estivo. L'inverno stesso, in città come Bruxelles o Liegi, è piuttosto mite, nonostante il grigiore diffuso. Le giornate di sole non sono frequenti, ed anzi non è raro che ci siano lunghi periodi di tempo grigio e piuttosto coperto. Il periodo per poter visitare il Belgio resta sia la primavera - estate che l'autunno fino ad settembre.

Riproduzione non consentita ©


Consigli di viaggio
Reportage
Viaggi News iscriviti su Fb
Miami Beach News
Dubai City News