Italia News Partner
Latest news from Italy and the world




Redazione
Il super Tifone MANGKHUT, con venti a oltre 260 e raffiche a 350 km/h spinge 10 milioni di abitanti
alla fuga dalle coste delle Filippine del nord e Cina meridionale
. A rischio anche Hong Kong

ROMA (Italy) - Un tifone ancora più forte di Florence in Atlantico si sta facendo strada nel sud-est asiatico, verso le Filippine e la costa cinese meridionale. Mangkhut, conosciuto come Super Typhoon Ompong nelle Filippine, è attualmente equivalente ad un uragano atlantico di categoria 5, con venti che soffiano fino a 252 chilometri all'ora, molto più forte di Florence. Mangkhut ha già oltrepassato il territorio statunitense di Guam, nel Pacifico occidentale, dove ha causato inondazioni e blackout. Nei prossimi giorni il potente tifone si dirigerà verso le Filippine, e potrebbe minacciare anche Taiwan, Hong Kong, Macao e persino la Cina entro Lunedì 17 Settembre.

Il tifone Mangkhut nei giorni scorsi ha letteralmente devastato l'isola di Guam, situata nel Pacifico occidentale, spazzando via ogni cosa con i suoi venti ad oltre 150 km/h; piogge torrenziali hanno imperversato per diverse ore, mentre la popolazione era al sicuro nei rifugi.

Nei prossimi giorni il potente tifone si dirigerà verso le Filippine, e potrebbe minacciare anche Taiwan, Hong Kong e persino la Cina entro Lunedì 17 Settembre.

Il governo delle Filippine ha chiesto a milioni di persone di lasciare le loro case in vista dell'arrivo del tifone Mangkhut che sta accumulando forza, con raffiche di vento di 205 chilometri l'ora e il cui arrivo sulle coste della provincia di Cagayan è previsto per sabato. La pre evacuazione sarà gestita dalle autorità locali con l'aiuto di soldati e polizia a partire da questa sera. Mangkhut potrebbe essere forte come il super tifone Haiyan, che nel 2013 ha lasciato più di 6.000 morti nelle Filippine

Il super tifone Mangkhut non accenna a placarsi nell’Oceano Pacifico, con le Filippine che dunque si stanno preparando al devastante impatto della tempesta atteso quasi in contemporanea con quello dell’uragano Florence negli Stati Uniti. Se quest’ultimo però sta gradualmente perdendo potenza fino ad essere stato declassato a categoria 2 sulla scala Saffir Simpson, Manghkut rimane ancora un super tifone di categoria 5, il massimo, con venti medi fino a 265 km/h dopo aver toccato il picco di intensità a 290 km/h.

Secondo le ultime uscite dei modelli il super tifone dovrebbe compiere il suo landfall sulla più settentrionale delle isole delle Filippine, Luzon, come tempesta di categoria 4: rispetto a quanto mostrato finora, sembra che Mangkhut possa seguire una traiettoria più meridionale, abbattendosi quindi con tutta la sua potenza sul paese asiatico. Sono circa 10 milioni le persone che vivono in questa area delle Filippine e già migliaia hanno lasciato le loro abitazioni sulle coste in previsione dell’arrivo del super tifone già nel pomeriggio di venerdì. E’ dunque nuovamente allerta massima a Luzon esattamente due anni dopo: questa stessa zona è infatti quella già devastata ad ottobre 2016 dal super tifone Haima, che aveva compiuto landfall proprio dove è previsto quello di Mangkhut.

Una volta superate le Filippine, il super tifone Mangkhut si dirigerà verso la Cina sfiorando anche Taiwan. Migliaia sono le evacuazioni anche sulle coste cinesi, con poi la tempesta che dovrebbe dirigersi anche verso il Vietnam settentrionale.


Da Milano a New York con Emirates

Viaggi - Esperienze e Consigli per girare il mondo
Istituzioni & Sicurezza italiana

Riproduzione non consentita ©




Italia News Partner
Latest news from Italy and the world




Redazione
Nei Caraibi inizia la stagione degli Uragani, il primo "Florence" pronto ad abbattersi sulla costa sud-est degli USA
Florence viene indicato come "senza precedenti". Evacuati 1 mln di residenti tra Virginia, Georgia e North Carolina
L'Europa, invece, grazie all' uragano "Helene" sarà colpita da una eccezionale ondata di caldo con punte superiori a 35°

ROMA (Italy) - La costa est degli Stati Uniti si prepara all'arrivo dell'uragano Florence, che potrebbe colpire una gigantesca area tra South e North Carolina, Georgia e Virginia nei prossimi giorni. I governatori hanno disposto l'evacuazione obbligatoria dell'intera fascia costiera nel timore degli effetti e dei danni che potrebbe causare l'uragano che viaggia con venti fino a 220 chilometri orari e precipitazioni eccezionalmente intense. L'attività degli uragani raggiunge proprio ora il suo picco stagionale. Un nuovo uragano "Helene" in formazione lungo le coste oceaniche dell'Europa, invece, sarà il responsabile di un lungo periodo di sole e caldo su gran parte del continente, Italia compresa. Il caldo più intenso interesserà le aree centro/settentrionali e orientali del Continente, dove tra 20 e 22 Settembre le temperature potrebbero toccare i +35°C e oltre.

L’Uragano Florence si sta per abbattere sugli Stati Uniti d’America, dove milioni di persone sono in fuga dalle coste e si attende un impatto “catastrofico” nella giornata di Giovedì 13 Settembre, con piogge alluvionali per molti giorni almeno fino a Mercoledì 19 Settembre tra i Paesi orientali degli USA.

Nel contempo - cita l'esperto Meteoweb - un’altra tempesta oceanica minaccia l’Europa. Infatti l’Uragano “Helene” si muoverà nei prossimi giorni verso il Vecchio Continente, e secondo alcuni aggiornamenti dei modelli potrebbe raggiungere addirittura le isole Britanniche colpendole in pieno nei primi giorni della prossima settimana. In ogni caso, influenzerà in modo molto pesante il tempo dei prossimi giorni in Europa innescando un’eccezionale rimonta dell’Anticiclone Sub-Tropicale verso il nostro Continente. Sarà un lungo periodo di sole e caldo su gran parte d’Europa, Italia compresa. Ma il caldo più intenso interesserà le aree centro/settentrionali e orientali del Continente, dove tra 20 e 22 Settembre rischiamo di avere temperature massime di oltre +35°C in Paersi come Francia, Belgio, Paesi Bassi, Danimarca, Germania, Svizzera, Austria, Polonia, Repubblica Ceca, Estonia, Lettonia, Lituania, Norvegia e Svezia, dove rischiano di essere stravolti tutti i record storici di caldo mensile. Anche in Italia si prolungherà ulteriormente l’Estate, con un prolungato periodo di sole e caldo anomalo che ci trascineremo con ogni probabilità almeno fino all’Equinozio d’Autunno che quest’anno scoccherà nella notte di Domenica 23 Settembre.

L'uragano ha raggiunto categoria 4 (fortissimo, la massima è 5) e si dirige verso la East Coast, dove è stato evacuato oltre un milione di persone. L'uragano Florence, dopo essere passato per le Bermuda e le Bahamas, sta minacciando la East Coast degli Stati Uniti. L’arrivo della tempesta è previsto per il 13 e il 14 settembre. Porterà con sé 50 cm di pioggia, onde alte circa cinque metri e venti sostenuti di 140 metri al secondo. C’è anche il pericolo di frane e inondazioni nell’entroterra a causa del possibile blocca dell’uragano sulla zona. La situazione critica ha spinto i governatori dei Paesi interessati a diramare lo stato di massima emergenza. In atto anche una serie di colloqui tra i governatori e il presidente Trump.


Da Milano a New York con Emirates

Viaggi - Esperienze e Consigli per girare il mondo

Miami Beach News by Italia News
Istituzioni & Sicurezza italiana

Riproduzione non consentita ©