Italia News Partner
Latest news from Italy and the world



Redazione
Gradara, il piccolo comune in provincia di Pesaro e Urbino, è il "Borgo dei Borghi" 2018
La classifica stilata dal programma di Rai Tre "Kilimangiaro" vede al secondo posto Castroreale (Me) e poi Bobbio (Pc)

ROMA (Italy) - Gradara, il piccolo comune della provincia di Pesaro Urbino, teatro della storia d'amore di Paolo e Francesca immortalata nella Divina Commedia di Dante Alighieri, si è aggiudicato la sfida finale del premio, che vedeva in lizza 20 bellissimi borghi italiani. A fare la differenza, il Castello di Gradara con la Rocca ed il suo borgo fortificato che rappresentano una delle strutture medioevali meglio conservate d’Italia. Nell'ultimo testa a testa, la giuria ha premiato Gradara nel confronto con Castroreale (Messina) a cui è andata la piazza d'onore. Il terzo gradino del podio è andato a Bobbio (Piacenza). Ecco la classifica generale dei 20 borghi che da nord a sud hanno ricevuto il riconoscimento di più belli della penisola.

Nella prima serata di Pasqua, Raitre propone così un viaggio entusiasmante tra alcuni dei borghi italiani più belli fatto di posti spettacolari e storici, ma anche di tradizioni culinarie. L’obiettivo è riuscire a scoprire il Borgo dei Borghi 2018 che unisce alla bellezza del proprio paesaggio, anche una cucina prelibata e molto ricercata. I borghi in gara nel 2018 sono: Abruzzo, Pescocostanzo; Basilicata, Tursi; Calabria, Altomonte; Campania, Furore; Emilia Romagna, Bobbio; Friuli Venezia giulia, Sesto al Réghena; Lazio, Sermoneta; Liguria, Noli; Lombardia, Monte Isola; Marche, Gradara; Molise, Bagnoli del Trigno; Piemonte, Barolo; Puglia, Rodi Garganico; Sardegna, Stintino; Sicilia, Castroreale; Toscana, Chiusdino; Trentino Alto Adige, Vigo di Fassa; Umbria, Bevagna; Valle D’Aosta, Arnad; Veneto, San Giorgio di Valpolicella.

I borghi che hanno vinto le precedenti edizioni sono: Gangi, Sicilia (2014); Montalbano Elicona, Sicilia (2015); Sambuca, Sicilia (2016); Venzone, Friuli-Venezia Giulia (2017).

La classifica generale vede in testa Gradara e poi Castroreale (Sicilia), mentre sul terzo gradino Bobbio (Piacenza). Al quarto posto ecco Furore (in provincia di Salerno). Quinto Monte Isola, in Lombardia, sull'omonima isola del Lago di Iseo (Brescia). Scorrendo ancora l'elenco, ecco Bagnoli del Trigno, perla del Molise in provincia di Isernia che arriva sesto. Settima Stintino (Sassari), che vanta una delle spiagge più belle della Sardegna e d'Italia. Poi San Giorgio di Valpolicella (Verona), ottavo, Pescocostanzo in Abruzzo, nono, mentre chiude la top ten Sesto al Reghena (Pordenone) del Friuli-Venezia e Giulia. Poi si classificano, nell'ordine, Altomonte (Calabria), Noli (Liguria), Chiusdino (Toscana), Tursi (Basilicata), Bevagna (Umbria), Arnad (Valle d'Aosta), Barolo (Piemonte), Rodi Garganico (Puglia), Vigo di Fassa (Trentino Alto Adige) e Sermoneta (Lazio).

Il Castello di Gradara con la Rocca ed il suo borgo fortificato rappresentano una delle strutture medioevali meglio conservate d’Italia e le due cinte murarie che proteggono la fortezza, la più esterna delle quali si estende per quasi 800 metri, la rendono anche una delle più imponenti. Il Castello sorge su una collina a 142 metri sul livello del mare. Il mastio, il torrione principale, si innalza per 30 metri, dominando l’intera vallata. La fortunata posizione di Gradara la rende, fin dai tempi antichi, un crocevia di traffici e genti. Durante il medioevo la fortezza è stata uno dei principali teatri degli scontri tra il Papato e le Casate marchigiane e romagnole. Ai nostri giorni, grazie alla vicinanza dal mare, si trova subito nell’entroterra di una delle principali mete turistiche dell’Italia, la riviera Marchigiano-Romagnola.


Da Milano a New York con Emirates

Viaggi & Turismo - Esperienze e Consigli per girare il mondo

Puglia: natura, cultura e gastronomia
Istituzioni & Sicurezza italiana

Riproduzione non consentita ©