Italia News Partner
Latest news from Italy and the world




Giorgio Esposito

Cancellazioni, ritardi, overbooking, scioperi aerei, uno studio completo fa chiarezza sui diritti dei passeggeri
Il certosino lavoro del motore di ricerca Liligo.it rammenta quali sono i diritti e i rimborsi da rivendicare
se si subiscono gravosi disagi durante il viaggio in aereo. Ecco norma e tabelle esplicative


ROMA (Italy) - Cancellazioni, ritardi, overbooking, scioperi: sono tanti i disagi che possono capitare a chi viaggia in aereo. Ora uno studio sui diritti dei passeggeri, chiarisce le rivendicazioni in caso di situazioni di disagio subite quando si viaggia in aereo. Secondo la Banca Mondiale, sono quasi 3.700 milioni le persone che ogni anno viaggiano in aereo, andando incontro sempre con maggior frequenza a imprevisti quali ritardi, cancellazioni, overbooking o, nei casi peggiori, perdita del bagaglio. Essere a conoscenza dei diritti che i passeggeri hanno per tutelarsi in queste situazioni risulta quindi fondamentale. Questo utile studio di Liligo.it ricorda quali sono i diritti da rivendicare soprattutto secondo la normativa europea sui Diritti del Passeggero.

Cancellazioni, ritardi, overbooking, scioperi: sono tanti i disagi che possono capitare a chi viaggia in aereo. Non tutti però sanno che esistono dettagliati regolamenti e leggi italiane ed europee a tutela dei viaggiatori che si ritrovano a vivere spiacevoli eventualità legate al proprio volo in programma. Alcune cancellazioni dei voli NON prevedono risarcimenti, ad esempio: se la compagnia aerea riesce a dimostrare che la cancellazione del volo è avvenuta a causa di circostanze eccezionali. Rientrano fra gli eventi eccezionali decisioni legate alla gestione del traffico aereo, all'instabilità politica del paese di destinazione, a condizioni metereologiche avverse e a rischi per la sicurezza. Eventuali problemi tecnici del velivolo non sono considerati circostanze eccezionali dalla normativa europea.

Gli scioperi che coinvolgono il personale navigante di un vettore e quello aeroportuale rientrano nella casistica che prevede per i passeggeri il diritto a risarcimenti ed assistenza forniti dalla compagnia aerea. Tutti i dettagli sui diritti che tutelano i passeggeri in caso di sciopero sono consultabili sul Regolamento (CE) 261/2004 sui Diritti del Passeggero.

I viaggiatori che subiscono un ritardo del volo superiore alle 3 ore hanno diritto a ricevere un rimborso che varia tra 250€ e 600€, a seconda della distanza della tratta del volo.Oltre al risarcimento, in caso di ritardi i passeggeri aerei hanno diritto a rivendicare: l’informazione, che deve essere precisa e puntuale in caso di ritardo del volo di almeno due ore e, in casi analoghi e su distanze di almeno 1.500 km, l’assistenza, che prevede l’obbligo di ricevere cibo e bevande per tutto il periodo di attesa, oltre che una o più chiamate telefoniche gratuite. Nel caso in cui il ritardo dovesse essere prolungato, il passeggero ha anche diritto al pernottamento gratuito in hotel.

I risarcimenti da parte delle compagnie aeree sono previsti anche in altre circostanze, come la cancellazione di un volo. In questo caso, se la compagnia non notifica al viaggiatore che il suo volo è stato cancellato con almeno due settimane di anticipo prima della partenza del volo, quest’ultimo ha diritto a ricevere un risarcimento fino a 400€ per voli dentro l’UE e fino a 600€ per voli fuori dall’UE.

Come evidenziato dalla ricerca, un’altra situazione spiacevole, condivisa dai viaggiatori di tutto il mondo, è il mancato imbarco su un volo a causa dell’overbooking, ovvero la vendita di più biglietti rispetto ai posti effettivamente disponibili. Il viaggiatore che non può imbarcarsi per overbooking ha diritto all’assistenza, a un volo alternativo.

Il viaggiatore che non può imbarcarsi per overbooking ha diritto a un risarcimento, che può arrivare fino a 600€.

I passeggeri che subiscono lo smarrimento o anche solo il danneggiamento del bagaglio, invece, possono richiedere un rimborso che può raggiungere i 1.300€. Il reclamo per lo smarrimento o il danneggiamento deve essere effettuato entro 7 giorni dalla consegna del bagaglio, che diventano 21 se il bagaglio è stato ritrovato con ulteriore ritardo. Nei giorni di attesa, i passeggeri hanno diritto a ricevere dal vettore vestiti e beni di prima necessità per sopperire alla mancanza del bagaglio.


Da Milano a New York con Emirates

Viaggi - Esperienze e Consigli per girare il mondo

Miami Beach News by Italia News

Info e consigli del Ministero degli Esteri italiano
Istituzioni & Sicurezza italiana

Riproduzione non consentita ©