Italia News Partner
Latest news from Italy and the world




Redazione
Il "reddito di cittadinanza" da non confondere con l'assistenzialismo. Ecco cosa è e chi ne ha diritto
Ne usufruiranno solo i cittadini italiani e chi risiede nel paese da almeno 10 anni, maggiorenni disoccupati
iscritti ai centri di impiego o che percepiscano un reddito sotto la soglia di povertà. In caso di frodi 6 anni di carcere

ROMA (Italy) - C'è anche il reddito di cittadinanza nella prima manovra targata M5S-Lega. Il governo stanzierà 10 miliardi per finanziare il sussidio statale e la pensione di cittadinanza, entrambi cavalli di battaglia del M5S, ed il potenziamento dei centri per l'impiego. Il nuovo contributo, la cui durata non è ancora stata specificata, ammonterà a 780 euro mensili e sarà rivolto a circa 6,5 milioni di italiani che vivono sotto la soglia di povertà (cifra calcolata dall'Istat). Avere diritto al nuovo contributo, però, imporrà ai beneficiari il rispetto di determinate regole. Per i furbi ci sarà il reato penale di "falso in Reddito di Cittadinanza" per il quale sono previsti 6 anni di carcere.

Il reddito di cittadinanza sarà destinato a chi è senza lavoro o in stato di indigenza e che rispetta determinati requisiti: essere cittadini italiani, aver compiuto almeno 18 anni, essere disoccupati o percepire un reddito considerato al di sotto della soglia di povertà. Il contributo, dunque, sarà riservato ai soli cittadini italiani e a chi risiede in Italia da almeno 10 anni. Ma il suo importo non sarà uguale per tutti.

Il reddito di cittadinanza potrebbe variare, infatti, in base ai componenti del nucleo familiare mentre chi ha qualche forma di entrata dovrebbe avere solo un'integrazione. "Chi ha un reddito di 500 euro, ad esempio, ne percepirà 280 euro; chi ha un reddito di 200 euro ne percepirà 580 ... chi ha un reddito pari a zero percepirà 780 euro. Dovrebbe percepire solo una parte del sussidio anche chi, pur privo di reddito, risulta proprietario di un appartamento. Agli intestatati di una casa, infatti, dovrebbe essere scalato il cosiddetto 'affitto imputato', "circa 400 euro", ovvero "l'equivalente dell'affitto" calcolato in base ai prezzi di mercato.

Avere diritto al sussidio imporrà inoltre il rispetto di alcune regole, pena l'esclusione. Tra queste, l'iscrizione al centro per l'impiego, la partecipazione a progetti di utilità sociale organizzati dal Comune di residenza per un massimo di 8 ore settimanali e soprattutto l'accettazione di uno fra i primi tre lavori offerti dal centro per l'impiego. Rifiutando tre offerte, infatti, i cittadini saranno esclusi dal sussidio.

Ma cosa succede se non vengono rispettate tali regole? L'erogazione del sussidio, stando a quanto annunciato dal ministro del Lavoro Luigi Di Maio, viene immediatamente interrotta. D'altronde il vicepremier lo ha ribadito più volte: "Non sono soldi per chi decide di restare sul divano ma per chi durante la giornata sarà impegnato alla formazione e a servizi di pubblica utilità". In pratica, i beneficiari potranno utilizzare il sussidio per comprare beni di prima necessità, come alimenti e medicinali, e per pagare l'affitto. E' invece esclusa la possibilità di mettere da parte il denaro o di spenderlo, ad esempio, in gioco d'azzardo.

Proprio per "ridurre tempi, costi e possibilità di frodi", si legge nel Def, il reddito di cittadinanza sarà erogato esclusivamente e completamente sotto forma digitale, con una carta ad hoc si presume, che consentirà di tracciare tutte le spese sostenute. "Questa carta non permetterà di spendere questi soldi nel gioco d'azzardo, non permetterà di andarti a pagare la vacanza" perché il controllo "è elettronico, la carta è disabilitata su alcuni tipi di acquisto", ha spiegato il leader del M5S. Pena l'esclusione dal sussidio e la galera.

Con il reddito di cittadinanza "ci rivolgiamo infatti solo alle persone per bene", ha sostenuto Di Maio, assicurando che "se ci saranno persone che vogliono imbrogliare rischieranno fino a 6 anni di galera". "Oltre a controlli seri e automatizzati, grazie alla digitalizzazione dei trasferimenti monetari" infatti, ha aggiunto il sottosegretario agli Affari Regionali Stefano Buffagni, "per i furbi ci sarà il reato penale di 'falso in Reddito di Cittadinanza'".


Da Milano a New York con Emirates

Viaggi - Esperienze e Consigli per girare il mondo

Miami Beach News by Italia News
Istituzioni & Sicurezza italiana

Riproduzione non consentita ©