Italia News Partner
Latest news from Italy and the world




Redazione
Emanuela Orlandi, il ritrovamento di ossa nella Nunziatura vaticana fa sperare nella soluzione del caso
le due 15enni Mirella Gregori ed Emanuela sparirono a Roma inspiegabilmente senza lasciare tracce nel 1983

ROMA (Italy) - Ci vorrà almeno una settimana per i risultati delle analisi sulle ossa ritrovate sotto al pavimento nelle cantine dell'edificio della Nunziatura apostolica di via Po a Roma. La procura di Roma dovrà ora conferire l'incarico alla Polizia Scientifica per eseguire gli esami e le eventuali comparazioni. In primo luogo bisognerà capire, riferiscono all'AdnKronos fonti investigative, se sia possibile l'estrazione del dna, poi sarà eseguita la datazione. Sull'ipotesi che le ossa possano appartenere a Emanuela Orlandi, la cittadina vaticana scomparsa nel 1983, gli investigatori al momento mantengono una certa cautela. I resti sono stati trovati da alcuni operai nel corso dei lavori di ristrutturazione all'interno dell'edificio di via Po. Mirella Gregori sparì anche lei dopo essere uscita di casa nel 1983.

Di Emanuela, figlia di un commesso della Prefettura della Casa pontificia, si sono perse le tracce 35 anni fa: era il 22 giugno quando l'allora 15enne scompare in circostanze misteriose. La giovane frequentava una scuola di musica a piazza Santa Apollinare, in territorio vaticano. Quel giorno, uscì dalla lezione 10 minuti prima del previsto, e telefonò alla sorella maggiore. Dopo la telefonata incontrò un'amica che la accompagnò alla fermata dell'autobus. Da allora di Emanuela si sono perse le tracce. Mirella Gregori invece è scomparsa il 7 maggio 1983. Per un breve periodo il fatto è stato collegato alla sparizione di Emanuela Orlandi ma, anche in questo caso, ancora non è stata trovata la verità.

Ma chi era Emanuela? Figlia di un commesso della Prefettura della Casa Pontificia, la ragazza aveva 15 anni quando sparì in circostanze misteriose il 22 giugno del 1983. Emanuela viveva in Vaticano con i genitori e i quattro fratelli. Frequentava il liceo scientifico al Convitto Nazionale Vittorio Emanuele II e aveva appena terminato il secondo anno. In una delle rare foto dell'adolescente circolate sui media dopo la sua scomparsa, la 15enne si vede mentre suona il flauto traverso con gli occhi fissi sullo spartito davanti a lei. Emanuela amava la musica. Suonava anche il pianoforte, studiava solfeggio e canto corale.

La 15enne frequentava una scuola di musica a piazza Santa Apollinare a Roma, in territorio vaticano. Anche il giorno della scomparsa era stata lì a lezione. Il fratello della ragazza, Pietro Orlandi, ricordando quanto accaduto nelle ore prima della sparizione della sorella, ha raccontato in diverse interviste che proprio quel giorno lui ed Emanuela avevano discusso. "Mi aveva chiesto di accompagnarla a scuola, ma io avevo da fare e lei se n'è andata via sbattendo la porta. Forse - ha ricordato con amarezza - sarebbe ancora qui o forse, se era una cosa organizzata, sarebbe successo comunque".

Emanuela quel giorno uscì dalla lezione di musica a piazza Santa Apollinare dieci minuti prima del previsto. La 15enne telefonò alla sorella maggiore per dirle che le era stato proposto un piccolo lavoro di volantinaggio per la Avon, un'azienda di cosmetici, a una sfilata di moda pagato esageratamente (circa 375.000 lire). La sorella le disse di non prendere in considerazione l'offerta, Emanuela rispose che ne avrebbe parlato con i genitori e riattaccò, questo fu l'ultimo contatto che ebbe con la famiglia.

Dopo la telefonata, incontrò un'amica, uscita anche lei dalla lezione a cui chiese consiglio su cosa fare a proposito di quel lavoro. L'amica senza sbilanciarsi troppo la accompagnò alla fermata dell'autobus che l'avrebbe ricondotta a casa, dove, secondo la testimonianza di un vigile urbano, avrebbe parlato con un uomo alla guida di una Bmw nera sulla quale, forse, sarebbe salita. Da quel momento le tracce di Emanuela si sono perse.

La famiglia non si è mai arresa. Tra rivelazioni e colpi di scena in questi anni si è spesso pensato di essere arrivati a un passo dalla verità. Ogni volta però il mistero restava senza soluzione.


Da Milano a New York con Emirates

Viaggi - Esperienze e Consigli per girare il mondo

Miami Beach News by Italia News
Istituzioni & Sicurezza italiana

Riproduzione non consentita ©