Redazione
www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo


Dopo le condanne in casa Lega Nord, la magistratura blocca i fondi. Salvini: è un attacco alla democrazia
Il sequestro preventivo prima della sentenza definitiva riguarda ben 49 milioni di euro

ROMA (Italy) - Da oggi diventa esecutivo "il blocco" dei beni della Lega dopo la condanna degli allora vertici del Carroccio. Salvini nel corso della conferenza stampa ha parlato di "attacco alla democrazia, una follia". La Lega, secondo la sentenza di primo grado del tribunale di Genova, avrebbe truffato lo Stato italiano e danneggiato i contribuenti. Per queste ragioni il tribunale ha autorizzato il sequestro cautelativo prima della sentenza definitiva. Si tratta di un sequestro preventivo di ben 48 milioni e 900mila euro. (Salvini e Bossi, foto di repertorio)


"Quello emesso dal tribunale è un sequestro preventivo provvisorio. Se la sentenza di condanna di primo grado dovesse essere ribaltata in appello o in Cassazione, i soldi verranno restituiti". A spiegarlo è il procuratore capo di Genova Francesco Cozzi in merito alla decisione del tribunale di bloccare i conti alla Lega Nord. "In fase di indagini preliminari la procura aveva già chiesto il sequestro ma il giudice per le indagini preliminari lo aveva rigettato perché ancora non era stato quantificato il danno. Adesso, con la sentenza è stato stabilito quanto è l'ammontare e quindi si è chiesto il provvedimento". Il pm Paola Calleri aveva fatto la richiesta di sequestro nelle scorse settimane proprio per garantire che quei soldi venissero "congelati" per evitare che, in caso di condanna definitiva, non potessero più essere recuperati nei prossimi anni.

Il giudice monocratico dell'ottava sezione penale del Tribunale di Milano Maria Luisa Balzarotti aveva condannato Umberto Bossi a due anni e tre mesi di reclusione, il secondogenito del senatore, Renzo Bossi, a un anno e sei mesi e l'ex tesoriere del Carroccio, Francesco Belsito, a due anni e sei mesi di reclusione. Il giudice li ha ritenuti colpevoli di appropriazione indebita, accusa in alcuni capi d'imputazione cambiata in tentata e per altri episodi prescritta.

Secondo la procura, Bossi avrebbe utilizzato i fondi del partito per spese personali. Come aveva sostenuto il pm in aula, per Bossi sostenere i costi della sua famiglia" con il patrimonio della Lega sarebbe stato "un modo di agire consolidato e concordato" con i tesorieri, cioè con Belsito ma ancor prima con Maurizio Balocchi. Belsito avrebbe distratto dalla casse della Lega circa mezzo milione di euro tra il 2009 e il 2011, mentre Bossi avrebbe speso 208mila euro di fondi del partito per sue esigenze personali e suo figlio Renzo 145mila euro tra auto, multe da pagare e la presunta "famosa" laurea in Albania, costata 77mila euro.


Riproduzione non consentita ©


Emirates migliore linea aerea del mondo. L'annuncio da Skytrax World Airline Awards 2016. Questa è la quarta volta che Emirates vince il miglior riconoscimento da quando i premi sono stati introdotti 15 anni fa; la compagnia ha vinto il primo riconoscimento Skytrax come Migliore compagnia al mondo nel 2001, ancora nel 2002 e nel 2013. In totale, Emirates ha vinto un totale di 20 premi Skytrax World Airline dal 2001. (Continua...)