Giorgio Esposito
www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo


I Neet "nulla facenti" italiani, sempre Campioni d'Europa
Da quattro anni il Belpaese è sempre in testa alla classifica dei Neet nei 28 paesi europei

ROMA (Italy) - Un ragazzo su cinque non lavora e non studia in Italia. Nel 2016 per il quarto anno consecutivo il paese si è classificato al primo posto nell'Ue a 28, per numero di Neet in percentuale al totale della popolazione tra 15 e 24 anni. E guardando indietro fino al 2006 si scopre che, per altri cinque anni, si è posizionata al secondo posto, preceduta solo dalla Bulgaria, mentre solo un anno è rimasta fuori dal podio, arrivando quarta. E' quanto emerge dalle tabelle contenute nell'annuario 2016 della Commissione europea 'Employment and social developments in Europe'. Il Sud Italia, poi, occupa le prime sette posizioni con Sicilia in vetta.


Nel 2016 i giovani "Not in employment, education or training" nell'Europa a 28 erano l'11,5% della popolazione compresa tra 15 e 24 anni; in Italia erano il 19,9%, cioè 8,4 punti percentuali in più. Poco dietro al Belpaese, al secondo posto, si è classificata la Bulgaria con il 18,2%, seguita dalla Romania con il 17,4%. Dall'altra parte della classifica ci sono i più fortunati ragazzi lussemburghesi, qui i neet sono solo il 5,4%, seguiti dai danesi (5,8%) e dagli svedesi (6,5%).

Guardando indietro, nel 2015 si ripete la classifica dell'anno precedente con percentuali leggermente più alte e il terzo posto a pari merito: l'Italia 21,4%, Bulgaria 19,3%, Croazia e Romania 18,1%. La media dell'Europa a 28 era de 12% con una differenza, rispetto allo stivale, di 9,4 punti. Nel 2014 la situazione cambia di poco, i giovani italiani sono sempre al primo posto per quota di Neet, con il 22,1%, seguiti dai bulgari (20,2%) e dai croati (19,3%). Il dato complessivo dei giovani europei è del 12,5% con una differenza rispetto ai primi classificati di 9,6 punti.

Nel 2013 i giovani senza lavoro e che non studiano in Italia sono il 22,2%, mentre in Bulgaria sono il 21,6%. In Europa erano il 13%, con un distacco di 9,2 punti percentuali rispetto al solo dato della penisola. Negli anni precedenti l'Italia si è quasi sempre classificata seconda, dietro la Bulgaria, ad eccezione del 2010, quando è arrivata terza dietro l'Irlanda, e del 2009, quando è rimasta fuori dal podio, arrivando quarta, preceduta da Irlanda e Francia.

Esaminando i dati divisi per regioni emerge che in Sicilia il numero di neet sale al 39,5% dei giovani tra 15 e 29 anni; al secondo posto la Campania con il 36,2% e al terzo la Calabria con il 35,8%. Sono del sud anche le successive quattro regioni: Puglia (34,1%), Sardegna (32%), Basilicata (31,8%) e Molise (29,2). Bisogna scendere fino all'ottava posizione per trovare la prima regione che non fa parte del mezzogiorno: è il Lazio con il 23,3%. La percentuale minore di neet è nel Trentino-Alto Adige con il 13,1%.


L'Australia al top nei sogni personali e professionali degli italiani. Reportage di un mese nella terra dei canguri per raccontare verità ed esperienze di chi la vive davvero

Le storie di un successo annunciato per tantissimi "cervelli in fuga" dal Belpaese. Angelo, Sabrina, Vincenzo, Paola e Lorenza ... sono solo alcuni dei 26mila giovani che ogni anno veleggiano verso le speranzose coste di una Australia che concede sempre più spazi per affermazioni personali e professionali. Leggi ...

Una menzione speciale la merita Lorenza Merola, 24enne gioviale e dinamica (altro cervello in fuga dal Belpaese) che ha scelto l'Australia per esternare le sue eccezionali capacità personali e professionali. Dopo la laurea in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali da 110 e lode, ha sviluppato le attitudini didattiche in Cina nell'ambito di un programma sostenuto dalle Nazioni Unite. Attualmente collabora con Amnesty International a Melbourne ed è Freelance comunicativa e giornalistica. Inoltre, coadiuva con successo la gestione del notissimo Gruppo Social "Uniti in Australia" da ben 14mila iscritti e vero "Faro" per gli italiani interessati a riformularsi una nuova vita in Oceania.

Riproduzione non consentita ©


Emirates migliore linea aerea del mondo. L'annuncio da Skytrax World Airline Awards 2016. Questa è la quarta volta che Emirates vince il miglior riconoscimento da quando i premi sono stati introdotti 15 anni fa; la compagnia ha vinto il primo riconoscimento Skytrax come Migliore compagnia al mondo nel 2001, ancora nel 2002 e nel 2013. In totale, Emirates ha vinto un totale di 20 premi Skytrax World Airline dal 2001. (Continua...)