Redazione

www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo

Ergastolo per il brutale omicidio della dolce Sara Di Pietrantonio, condannato il suo ex
La ragazza di 22 anni fu strangolata e data alle fiamme il 29 maggio 2016 in via della Magliana a Roma

ROMA (Italy) - Non c'è pace per le donne! La vergognosa lista dei femminicidi si allunga sempre di più con i politici che "giocano sulla pelle degli italiani" anche sulla "legittima difesa". Vincenzo Paduano, l'ex fidanzato di Sara Di Pietrantonio, la studentessa uccisa e data alle fiamme il 29 maggio dello scorso anno in via della Magliana a Roma, è stato condannato all'ergastolo per l'omicidio della ragazza. La sentenza "soddisfa" la famiglia di Sara ma non quella degli italiani che a gran voce chiedono norme rigorose per "una soluzione finale". Nel 2016 sono stati 120 i feminicidi e 20 solo in questi primi mesi del 2017.


Una settimana prima dell'omicidio e precisamente la notte tra il 22 e il 23 maggio Sara Di Pietrantonio era stata aggredita e strattonata dal suo ex fidanzato Vincenzo Paduano, reo confesso dell'omicidio.

L'abominevole delitto - Dopo aver tentato di aggrapparsi a vari alibi, Paduano confessò l'omicidio dopo un interrogatorio durato 8 ore. Tra i due c'era stata una relazione durata due anni, nel corso della quale Sara aveva già lasciato il suo ex altre volte, almeno tre, fino alla decisione definitiva. Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, la ragazza era apparsa preoccupata nell'ultima settimana prima del delitto per la morbosità del giovane, tanto da averne parlato anche ad alcuni amici.

La sera dell'omicidio Paduano, che faceva la guardia giurata in una portineria poco distante dal luogo del delitto, si era appostato con l'auto sotto casa del nuovo ragazzo della 22enne. Una volta che Sara l'aveva accompagnato a casa, aveva atteso il rientro a casa del giovane e conoscendo la strada che avrebbe fatto la ragazza si era allontanato. Quando lei era passata con la sua auto l'aveva inseguita per poi accostare e costringerla a fermarsi.

Secondo la ricostruzione, Paduano è entrato nell'auto di Sara e tra i due ci sarebbe stata un'animata discussione. A un certo punto il giovane ha cosparso l'auto con l'alcol. La 22enne è scesa, sconvolta, per cercare aiuto, ma invano. Dopo aver dato fuoco alla macchina, Paduano ha raggiunto Sara e l'ha strangolata. Poi, per disfarsi del corpo, le ha dato fuoco con un accendino. Dopo il delitto, Paduano è tornato al lavoro all'Eur. Oggi, a quasi un anno dall'efferato delitto, è arrivata la sentenza.

I numeri del femminicidio non sono certi e variano di qualche unita', ma sicuramente le donne uccise da un uomo, con cui hanno o hanno avuto un rapporto affettivo o familiare, non sono in diminuzione. Nel 2016 se ne sono contate 120. E dal primo gennaio 2017 a oggi sarebbero almeno oltre 20 le donne uccise per mano maschile: una media di una vittima ogni tre giorni. Negli ultimi dieci anni le donne uccise in Italia sono state 1.740, di cui 1.251 (il 71,9%) in famiglia. Sono 3 milioni e 466 mila in Italia, secondo l'Istat, le donne che nell'arco della propria vita hanno subito stalking, ovvero atti persecutori da parte di qualcuno, il 16% delle donne tra i 16 e i 70 anni. Di queste, 2 milioni e 151 mila sono le vittime di comportamenti persecutori dell'ex partner. Ma il 78% delle donne che ha subito stalking, quasi 8 su 10, non si è rivolta ad alcuna istituzione e non ha cercato aiuto.

Riproduzione non consentita ©


Emirates migliore linea aerea del mondo. L'annuncio da Skytrax World Airline Awards 2016. Questa è la quarta volta che Emirates vince il miglior riconoscimento da quando i premi sono stati introdotti 15 anni fa; la compagnia ha vinto il primo riconoscimento Skytrax come Migliore compagnia al mondo nel 2001, ancora nel 2002 e nel 2013. In totale, Emirates ha vinto un totale di 20 premi Skytrax World Airline dal 2001. (Continua...)