Giorgio Esposito
www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo


Il Cilento, borghi da sogno e mare paradisiaco sulla costa sud della Campania
Eletto più volte quale luogo ideale per le vacanze, attira viaggiatori da tutto il mondo

ROMA (Italy) - Il Cilento è una terra magica distesa su un mare da sogno e circondato da una costa selvaggia interrotta da spiagge dorate e paesini arroccati tra le montagne. Ancora poco conosciuta dal turismo di massa, è il luogo adatto per chi cerca un mare incantevole, una natura incontaminata, borghi ricchi di storia e cultura ed una cucina gustosa e dai sapori tipicamente mediterranei. Il Cilento è sito sulla costa salernitana, a pochi chilometri da Napoli e da Salerno all'interno del parco nazionale che si estende dalla costa tirrenica al Vallo di Diano. Questa terra cela tesori nascosti, come la più grande Certosa d'Italia, Padula, e le grotte di Castelcivita e di Pertosa.


Per ci sceglie le vacanze estive in Cilento, Paestum è uno di quei posti che non si possono baypassare. Sito sulla costa nord, è facilmente raggiungibile da Salerno e da tutte le località del comprensorio. Fondata dai greci intorno al 600 a.c., si chiamava inizialmente Poseidonia, da Poseidone, o Nettuno, dio del mare, al quale la città era stata dedicata. Migliaia di anni di storia concentrati in questa antica città circondata da chilometri di mura, santuari e templi racchiusi in uno dei siti storici più importanti del mondo. Ma Paestum è anche una ridente cittadina con un centro molto dinamico nonchè località balneare, dotata di una spiaggia sabbiosa lunga 12 chilometri e costeggiata da una pineta affacciata sul mar Tirreno.

 

Agropoli, con il suo centro storico medievale, è popolata da numerose botteghe di artigianato locale e da locande tipiche, dove gustare le ricette cilentane. Passeggiando per il centro storico si raggiunge l’antico Castello a pianta triangolare, con tre torri circolari e un ampio fossato. Agropoli è annualmente la meta preferita di migliaia di villeggianti, che nel periodo maggio-settembre affollano le sue spiagge, in testa alle quali va collocata di diritto la suggestiva Baia di Trentova, dichiarata dall'Unesco Patrimonio mondiale dell'Umanità alla quale si accede dalla vicina spiaggia di San Francesco. Senza tralasciare la ricchissima vita serale e notturna che regala a residenti e turisti momenti di relax circondati da una natura sbalorditiva.

Castellabate: iI tipico paese delle fiabe un delizioso borgo sulla cima di una collina, ai cui piedi sono disposte cinque incantevoli località marine, tra cui quella di Licosa. Per scoprire le origini di bisogna tornare indietro al Medioevo immaginando cosa potesse significare intorno all’anno 1000 avere a disposizione un castello arroccato per difendersi dagli attacchi dei pirati. Castellabate è stato eletto uno dei borghi più belli d’Italia. Vale la pena iniziare una passeggiata nel suo centro storico. Panorami a picco sul mare, suggestive scalinate, antichi palazzi dei nobili ... ogni angolo regala sensazioni che tutto il mondo invidia. Del resto la cittadina è stata resa nota anche dal film "Benvenuti al Sud" girato tra il promontorio e le sue dolci cittadine costiere vere bellezze naturali.

Santa Maria di Castellabate è tra le prime località del Cilento per turismo balneare in virtù della bellezza della sua costa. Nell’antico borgo è possibile ammirare i palazzi nobiliari che si alternano alle abitazioni marinare tipiche dei pescatori. Santa Maria è oggi una moderna località turistica tra le più importanti della costiera è meta ambita e amata sia dai turisti italiani sia da quelli stranieri. Piacevoli passeggiate nel borgo, soprattutto nel tardo pomeriggio e di sera, allietano il relax di viaggiatori e turisti. Una visita merita anche il percorso tra la “Punta dell’Inferno" e la "spiaggia del Pozzillo”, sede della possente Torre del sistema difensivo costiero normanno e aragonese. Verso nord, poi, l’immensa spiaggia dorata corredata da campeggi, villaggi ed alberghi.

San Marco di Castellabate è un porto turistico accogliente e ricettivo, ricca di testimonianze di storia greca e romana; scavi archeologici, infatti, hanno permesso di ritrovare reperti tombali custoditi presso il Museo di Paestum. E' proprio dietro il porto che si può vedere quello che resta dell'antico porto greco - romano e non si esclude la presenza di antiche ville patrizie. A ridosso centro cittadino, il bosco del Castelsandra è un parco con sentieri naturalistici. Le spiagge sabbiose presenti sono: quella "del Pozzillo", condivisa con Santa Maria e quella "della Grotta", che prende il nome dalla grotta naturale emersa dove sono stati ritrovati i reperti paleolitici. Deliziosa la Piazza con la chiesa dedicata a San Marco.

Piazzetta di Castellabate

Borgo di Castellabate

Piazza di San Marco Castellabate

Licosa è un promontorio caratterizzato da un parco forestale coperto da tipica macchia mediterranea. Suggestivo è il tratto di costa cilentana tra Punta Licosa e Ogliastro, qui un sentiero stretto costeggia il mare, con tratti ombreggiati, e collega le due frazioni attraversando luoghi incantevoli come Punta della Scala e Torre di Mezzo, ma il percorso di trekking più amato e conosciuto è quello che parte da San Marco di Castellabate e raggiunge Punta Licosa. Durante questo itinerario spettacolari sono gli scorci panoramici sulla Baia di Castellabate e Punta Tresino, ed è possibile ammirare all'orizzonte la Costiera Amalfitana e persino l'isola di Capri.

Acciaroli è una delle più belle locations della costa del Cilento, con spiagge candide e un mare cristallino. Il borgo rappresenta il centro storico e la marina con i ricordi di Hemingway che, proprio ad Acciaroli, ha trovato l’ispirazione per scrivere Il vecchio e il mare. Lo spirito dell’antico villaggio di pescatori si respira ancora tra i vicoli e i negozietti del centro, regalando dei momenti in cui baypassare tutto lo stress della vita quotidiana. Ed è proprio la costa di Acciaroli a vantare un mare tra i più puliti d’Italia con la decantata spiaggia di Pollica. Una spiaggia da record. Difficile infatti trovarne una che abbia ottenuto così tanti riconoscimenti. La spiaggia di Pollica è un vero gioiello, definita “la perla del Cilento”. Ma Acciaroli è anche la patria di "Angelo Vassallo" il Sindaco pescatore che fu assassinato per non piegarsi alla volontà del potere politico.

Palinuro è una splendida e colorata località del Cilento meridionale, nota per le sue grotte marine e l’arco naturale, sul cui promontorio è collocato il Faro che separa il golfo di Velia da quello di Policastro. Il promontorio di Capo Palinuro, che cade a picco sul mare, offre dei panorami indimenticabili sulla costa rocciosa con una miriade di grotte con interni dai colori simili all'arcobaleno. Una per tutte è la mitica Grotta Azzurra con le sue splendenti acque blu cobalto. Ma Palinuro è notissima in tutto il mondo per le sue spiagge. Una tra tutte, la spiaggia dell’Arco Naturale che anche al tramonto dona scenari stupendi.

Marina di Camerota è una delle mete del Cilento più frequentate, preferita dal turismo balneare per la bellezza delle spiagge (certificate con le cinque vele di Legambiente) e per il mare cristallino. La costa è frastagliata, ricca di grotte naturali scavate nella roccia a pelo d'acqua e caraibiche spiaggette sabbiose. Le spiagge di Marina sono numerose (alcune sono state location di film come Gli argonuati 2 e del recente Wonder woman). Ma la marina offre spazi sociali anche di sera con una buona vita notturna svolta tra le varie Playa Beach ed i numerosi ristorantini che rallegrano lo spensierato relax dei tanti turisti che affollano la lovalità soprattutto in estate. Naturalmente è d'obbligo una visita alla cittadina di Camerota che si erge sul promontorio a 400 mt. con le sue caratteristiche chiesette, il Museo Civico, il Castello e il Teatro Kamaraton.

La Certosa di padula - La nascita di Padula risale al IX-X secolo quando, cessate le incursioni saracene, la popolazione che si era rifugiata nelle alture, preferì insediarsi sulla collina, in prossimità della via consolare, dove ancora sorge il centro abitato. Alla fondazione del sito della Certosa contribuirono i monaci Basiliani. Lo stile architettonico è quasi prevalentemente barocco, infatti sono davvero poche le tracce trecentesche superstiti. Il complesso conta circa 350 stanze e il chiostro, il più grande del mondo. La Certosa di San Lorenzo, grazie alla sua vasta estensione è seconda solo alla Certosa di Grenoble in Francia. Visite 9-19, martedì chiuso. Costo 4€.

Le Grotte di Pertosa-Auletta sono l’unico sito speleologico in Europa dove è possibile navigare su un fiume sotterraneo, addentrandosi verso il cuore della montagna offrendo un affascinante e inconsueto viaggio in barca. Le Grotte si estendono per circa tremila metri nel massiccio dei Monti Alburni, dove stalattiti e stalagmiti decorano ogni spazio con forme, colori e dimensioni diverse, suscitando stupore ed emozione. La visita guidata prevede un viaggio di oltre un chilometro, con 400 metri da percorrere in barca navigando sul fiume sotterraneo, per giungere alla cascata interna e visitare la Sala del Paradiso, per poi continuare sul ramo settentrionale scoprendo la maestosità della Grande Sala, le particolarità della Sala delle Spugne e il fascino del Braccio delle Meraviglie.

Le Grotte di Castelcivita, conosciute anche come le Grotte di Spartaco, si estendono per svariati chilometri nel massiccio dei Monti Alburni, nei comuni di Castelcivita e Controne, ma solo 1700 metri sono accessibili ai visitatori. Si tratta di un complesso di cavità carsiche particolarmente ricche di stalattiti e stalagmiti dalle mille forme.

Quando andare in Cilento - La stagionalità preferita dai turisti resta l'Estate con punte ad Agosto. Il periodo ideale resta da Maggio a Settembre con preferenze di piena vivibilità dei luoghi nel mese di Giugno e Luglio quando le temperature scaldano il mare e i siti non sono ancora affollati. Ci si arriva in Autostrada A2 Salerno Reggio Calabaria - Uscita: Battipaglia e poi SS 18.

Consulta: Viaggiare... è sognare, esplorare, scoprire - tutti i reportage in giro per il mondo


Riproduzione non consentita ©


Emirates migliore linea aerea del mondo. L'annuncio da Skytrax World Airline Awards 2016. Questa è la quarta volta che Emirates vince il miglior riconoscimento da quando i premi sono stati introdotti 15 anni fa; la compagnia ha vinto il primo riconoscimento Skytrax come Migliore compagnia al mondo nel 2001, ancora nel 2002 e nel 2013. In totale, Emirates ha vinto un totale di 20 premi Skytrax World Airline dal 2001. (Continua...)