www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo

La Thailandia scossa da una serie di attentati. Esclusa la pista terroristica, 4 morti
Tra i molti feriti delle unduci bombe esplose anche due italiani

ROMA (Italy) - Una raffica di esplosioni ha sconvolto la notte thailandese. Undici bombe, per la precisione, sono state detonate in 5 diverse province: Surat Thani (600 km a sud di Bangkok), Puket e Phang-nga sarebbero stati i centri maggiormente colpiti. Una doppia esplosione, invece, sarebbe avvenuta a Hua Hin, residenza estiva della famiglia reale, mentre altre cinque a Thani. Il bilancio dei morti, ancora da confermare, sarebbe di quattro persone (una rimasta vittima dell’esplosione di Thani, due a Pukhet e una a Trang). Tra i feriti due italiani. Secondo la Farnesina Lorenzo Minuti, 21 anni, e Andrea Tazzoli, 51 anni, sarebbero rimasti vittime dell’attentato.


Il corrispondente della Bbc, Jonathan Head, ha dichiarato in un tweet che “le bombe sono esplose a una distanza di 50 metri l’una dall’altra” ma non simultaneamente poiché la seconda sarebbe esplosa mezz’ora dopo la prima. Tra i feriti due italiani. Secondo la Farnesina Lorenzo Minuti, 21 anni, e Andrea Tazzoli, 51 anni, sarebbero rimasti vittime dell’attentato. Il primo, portato al pronto soccorso è già stato dimesso. Il secondo, invece, seppur non riportando gravi conseguenze, sarebbe stato colpito da schegge alla schiena. Oltre i due italiani altri 20 feriti, tra cui quattro tedeschi, tre olandesi e un austriaco.

Gli ordigni erano stati nascosti dietro alcune piante e sono stati attivati a distanza da telefoni cellulari. Il livello di sicurezza nelle zone a rischio è stato elevato, nel frattempo il sito www.viaggiaresicuri.it curato dall’Unità di Crisi della Farnesina, raccomanda “di evitare la zona, tenersi informati sugli sviluppi e seguire scrupolosamente le indicazioni delle autorità locali”.

La polizia al momento ha eliminato la pista terroristica imputando l’attentato ai gruppi separatisti che operano nel sud del Paese. “Le bombe sono dello stesso tipo di quelle utilizzate nel sud. Non si tratta di terrorismo ma di sabotaggio locale” hanno dichiarato. Non è da escludere, però, che l’ondata del terrore abbia colpito nei giorni in cui si festeggiava l’84 esimo compleanno della regina Sirikit. Un gesto simbolico, forse, a sottolineare quanto poco stabile sia l’unità del Paese. In molti, infatti, hanno attribuito l’accaduto al referendum di domenica scorsa con il quale è stata approvata una Costituzione alquanto controversa che ha acuito gli scontri tra il governo militare guidato da Prayuth Chan- ocha e l’opposizione democratica dell’ex premier Thaksin Shinawatra.

Dopo l’abolizione della monarchia assoluta, avvenuta tramite un golpe il 24 giugno 1932, il Regno thailandese è stato segnato da una lunghissima serie di colpi di stato e nuove costituzioni. Lo scorso 7 agosto, infatti, è stata votata la 21esima costituzione dal ’32. Il referendum, convocato dalla giunta militare, (che ha preso il potere con un colpo di stato il 22 maggio del 2014) è stato duramente criticato dall’opposizione che ha accusato il primo ministro Prayuth Chan- ocha di aver impedito agli avversari di fare campagna elettorale. Più di 120 persone, infatti, sono state arrestate per aver violato le durissime regole imposte prima dell’elezione. (Marika Del Zotti)


Riproduzione non consentita ©


Emirates migliore linea aerea del mondo. L'annuncio da Skytrax World Airline Awards 2016. Questa è la quarta volta che Emirates vince il miglior riconoscimento da quando i premi sono stati introdotti 15 anni fa; la compagnia ha vinto il primo riconoscimento Skytrax come Migliore compagnia al mondo nel 2001, ancora nel 2002 e nel 2013. In totale, Emirates ha vinto un totale di 20 premi Skytrax World Airline dal 2001. (Continua...)