www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo

Tra i pochi che partono e i tanti che restano ecco il Natale degli italiani
Crisi batte vacanze 5-1, questa infatti è la proporzione tra chi sognerà da casa e chi invece viaggerà sul serio

ROMA (Italy) - Sono 48 milioni gli italiani che non si sposteranno di casa durante le festività e 30 milioni di essi non lo faranno per motivi economici. Per Natale saranno poco più di 6,2 milioni gli italiani che si muoveranno dalla propria città, dormendo almeno una notte fuori casa mentre a Capodanno saranno circa 5,6 milioni gli italiani che si muoveranno dalla propria città. Le mete italiane più gettonate sono ancora una volta le città d'arte seguite da località montane, mentre per gli appassionati esterofili restano tantissime le variabili tra Mare e Montagna. In aiuti per gli indecisi i nostri reportage da tutto il mondo.


Per Natale saranno poco più di 6,2 milioni gli italiani che si muoveranno dalla propria città, dormendo almeno una notte fuori casa, per un incremento del 3%. Tra chi potrà permettersi una vacanza l’88% resterà in Italia, mentre il 12% andrà all’estero. La vacanza preferita sarà in montagna (40%), seguita da una città diversa da quella di residenza (24%), dalle città d’arte maggiori e minori (16%) e dal mare (14%). Il 70% di chi andrà all’estero sceglierà le grandi Capitali europee. Per chi resterà in Italia l’alloggio preferito sarà la casa di parenti o amici (41%), seguito dall’albergo (28%), dalla casa di proprietà (10%), dai rifugi alpini (7,2%) e dai B&B (4,5%). A Natale gli italiani in vacanza dormiranno in media 4,6 notti fuori casa per una spesa media pro-capite di 657 euro per un giro d’affari di 4,1 miliardi rispetto ai 3,55 del 2013 (+15,6%).

Per Capodanno saranno circa 5,6 milioni gli italiani che si muoveranno dalla propria città, dormendo almeno una notte fuori casa, per un -6,2% rispetto al 2013. Ad essi se ne aggiungeranno quasi 900 mila che faranno vacanze lunghe da Natale. Il 69% resterà in Italia, mentre il 31% andrà all’estero. Per chi andrà all’estero le grandi Capitali europee assorbiranno l’83%. Per chi resterà in Italia la vacanza preferita sarà ancora in montagna (37%), seguita da una città diversa da quella di residenza (30%), dalle città d’arte maggiori e minori (17%), dal mare (10%) e dalle località termali e del benessere (3%). L’alloggio preferito sarà l’albergo (36%), seguito dalla casa di parenti o amici (30%), dai B&B (11%) e dai rifugi (9,5%). Gli italiani dormiranno in media 3,7 notti fuori casa per una spesa media pro-capite di 660 euro per un giro d’affari di 3,7 miliardi rispetto ai 3,4 del 2013 (+8,8%).

Ma quanti italiani partiranno? Per le prossime festività, saranno in viaggio poco più di 10 milioni di italiani, il 21%, un numero sostanzialmente stabile rispetto al 2015. Capodanno rimane l’occasione più scelta per un viaggio: per la fine dell’anno sarà in vacanza quasi un italiano su dieci, il 9%. Il 5% degli intervistati ha invece indicato Natale, mentre il 7% andrà in villeggiatura in un altro periodo delle prossime feste. Il 74% degli intervistati passerà le vacanze in Italia, mentre il 20% opterà per una destinazione europea. Complessivamente, per il 35% dei nostri connazionali in viaggio si profila una vacanza all’insegna della cultura e delle città d’arte, mentre il 29% ha scelto una meta in montagna.

Le mete italiane più gettonate sono ancora una volta le città d'arte seguite da località montane, mentre per gli appassionati esterofili restano tantissime le variabili tra Mare e Montagna. Una ricca fetta si dirigerà verso paesi esotici alla ricerca della perenne abbronzatura mentre una buona metà sceglierà le capitali estere seppure europee. Il restante si orienterà verso destinazioni straniere di oltre oceano come l'immancabile New York con tutti gli USA da visitare. Per chi è ancora indeciso, ecco il panorama dei nostri reportage e consigli di viaggio:

Viaggiare... è sognare, esplorare, scoprire... ecco i reportage da tutto il mondo


Riproduzione non consentita ©

Emirates si espande e con Panama City offrirà il volo no-stop più lungo della storia aerea: 17 ore e mezza. Il colosso aereo medio orientale aggiunge nuove destinazioni al suo già ricchissimo "global router". (Continua...)