www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo

Elezioni in Francia, Front National di Marine Le Pen primo partito. Il fallimento dei socialisti
La destra nazionalista conquista il consenso del 40 per cento dei francesi. Il ruolo di Marion Le Pen

ROMA (Italy) - Il Front National di Marine Le Pen diventa il primo partito di Francia con il 27,9% ed è in testa in sei delle 13 regioni francesi. L'unione della destra che unisce i Repubblicani di Nicolas Sarkozy, MoDem e Udi arriva seconda al 26,8%, mentre i socialisti del presidente Francois Hollande sono terzi con il 23,3%.

E' questo il risultato del primo turno delle elezioni regionali che segna un'avanzata per il partito di estrema destra nel primo appuntamento elettorale. Il futuro del FN si chiama, Marion Marechal-Le Pen. Bella e bionda ha solo 25 anni, ma siede già dal 2012 nei banchi dell'Assemblea Nazionale francese come unica rappresentante del Front National e più giovane deputata della storia della repubblica.


Marine Le Pen ha ottenuto un forte successo personale nella regione del Nord-Pas-de Calais- Picardie dove ha ottenuto il 40,6%, sbaragliando il candidato della destra Xavier Bertrand (25%) e il socialista Pierre de Satignon (18,1%). In Provenza- Alpi-Costa Azzurra, trionfa sua nipote Marion Marechal Le Pen con il 40,6%, mentre il sindaco di Nizza Christian Estrosi per la destra si ferma al 26,5% e il socialista Christophe Castaner è al 16,6%. Il Front National è primo anche in Alsazia-Champagne-Lorena con Florian Philippot al 36,1%, in Borgogna- Franche Compté con Sophie Montel è al 31,5%, in Linguadoca- Roussillion- Midi-Pirenei con Louis Alliot al 31,8% e nel Centre con Philippe Loiseau al 30,5%.

L'unione della destra è in testa nelle regioni Auvergne-Rhone-Alpes, nella Loira e l'Ile de France. In Normandia è praticamente un testa a testa fra la destra e il Front National, mentre i socialisti sono primi in Aquitania- Limousin-Poitou-Charente, in Bretagna (dove il ministro della Difesa Yves le Drian ottiene il miglior risultato della sinistra con il 34,9%) e in Corsica.

Marine Le Pen era stata rieletta alla guida del Fronte con il 100% dei voti. Unica candidata alla presidenza del partito, la Le Pen ha ottenuto a Lione l'unanimità dei consensi espressi dai militanti attraverso un voto per corrispondenza. Secondo i risultati ufficiali, i votanti sono stati 22.329, di cui 22.312 per Marine Le Pen, mentre le schede nulle sono state 17. Il Fn vanta un totale di circa 80mila iscritti. La figlia di Jean-Marie, fondatore del partito nel 1972, era stata eletta la prima volta alla guida del Front national nel gennaio del 2011 al Congresso di Tours, avendo la meglio sull'altro candidato, Bruno Gollnisch. Per le 15 è atteso il 'discorso della vittoria' della Le Pen.

Il futuro del FN si chiama, Marion Marechal-Le Pen. Bella e bionda ha solo 25 anni, ma siede già dal 2012 nei banchi dell'Assemblea Nazionale francese come unica rappresentante del Front National e più giovane deputata della storia della repubblica.

Eletta con il maggior numero di voti al Comitato Centrale del Front National in novembre, appare destinata a contare sempre più nel partito, dove incarna una linea molto più identitaria e anti immigrati del nuovo corso voluto da sua zia, la leader del partito Marine Le Pen e dal suo braccio destro Florian Philippot.
Se Philippot preme per moderare i toni di Marine su immigrazione e i gay, Marion è in prima linea contro il matrimonio omosessuale e postula l'incompatibilità fra Islam e Repubblica francese. Marion è più vicina al nonno Jean Marie, su una linea nazionalista-identitaria, contraria allo statalismo assistenzialista, gradita all'elettorato meridionale fatto di commercianti e artigiani della classe media.

Marion è figlia di Yann Le Pen, secondogenita del fondatore del Front National Jean Marie Le Pen. Il patrigno Samuel Marechal, dal quale la madre ha poi divorziato, l'ha riconosciuta. Ma Marion, come fu rivelato dal settimanale Express, è in realta figlia biologica del giornalista Roger Auque, che fu tenuto in ostaggio per un anno dagli Hezbollah libanesi nel 1987 ed è poi stato nominato ambasciatore in Eritrea durante la presidenza di Nicolas Sarkozy. Già all'età di due anni, Marion appariva su un manifesto elettorale del Front National, in braccio al nonno. Alle elezioni del 2012, si candida con successo alle politiche nella circoscrizione provenzale di Vaucluse. A chiederle di correre per il partito è il nonno, ma Marion accetta solo dopo l'intervento di Marechal, ex responsabile della sezione giovani del Front National, che lei considera il suo "vero padre". Quando nacque Marion, Yann non era ancora sposata con Marechal e zia Marine ha fatto da seconda madre alla nipotina alla quale è molto legata. Ora sembrano incarnare due scelte diverse per il partito e c'è anche chi ipotizza una futura successione in un Front National che appare sempre più retto da una dinastia. Sposata con l'imprenditore Matthieu Decosse, Marion è cattolica praticante e ha una figlia, Olympe, che compirà un anno a settembre.


Riproduzione non consentita ©