www.italianews.org - L'agenzia internazionale di comunicazione e giornalismo

Nella Base Logistica delle Nazioni Unite di Brindisi (Gsc) ci si addestra alla sopravvivenza in zone di crisi
Si è appena conclusa l'edizione 182 del Cpt (Civilian Predeployment Training) per 15 frequentatori

ROMA (Italy) - Il team Security del UNGSC/UNLB (United Nation Global Service Centre) di Brindisi conduce l’esercitazione dell’edizione 182 del CPT (Civilian Predeployment Training). Un addestramento riservato al personale delle Nazioni Unite destinato ad essere impiegato in territori di crisi. L’attività addestrativa, che consta di 4 ore di teoria ed 1 ora di esercitazione, all’insaputa degli allievi, è intesa quale sopravvivenza a situazioni di stress e pericolo nelle quali i frequentatori possono imbattersi durante il loro impiego in aree geografiche pericolose.

Spettatori di eccezione, i 54 componenti internazionali del UN Symposium ICC (Centro di Calcolo Internazionale) che in questa settimana si tiene presso il locale Training Center della base Gsc/Unlb. Il team è formato da civili e militari provenienti dalle aree più disparate del pianeta.


In particolare, questa attività targata 182esima edizione ha visto l’impiego sia di 6 unità degli uomini della Security della base brindisina sia di 12 militari forniti del locale Distaccamento Aeroportuale. Una sinergia, questa, che continua con grande affiatamento da alcuni anni e che vede spesso fianco a fianco personale Security Nazioni Unite e militari dell’arma azzurra, non solo della base aerea di Brindisi, ma anche di altre strutture operative nazionali.

Spettatori di eccezione, i 54 componenti internazionali del UN Symposium ICC (Centro di Calcolo Internazionale) che in questa settimana si tiene presso il locale Training Center della base Gsc/Unlb. Il team, formato da civili e militari provenienti dalle aree più disparate del pianeta, ha assistito al proficuo addestramento complimentandosi, alla fine, per l’organizzazione che ancora una volta è stata impeccabile.

La “regia operativa” del Cpt di oggi è stata tenuta dal responsabile della Security locale Mr Pompeo Leopardi su input della dirigente dei corsi Civilian Predeployment Training Juliana Ribeiro. Mr. Leopardi ha diretto le operazioni dalla Sala Operativa coordinando gli interventi dei 15 partecipanti all’attività e quella svolta dagli “operativi”. Lo scenario ha previsto una simulazione di un check point da parte di forze governative ed un attacco da parte di terroristi ad un convoglio United Nations durante il quale i componenti “armatissimi” del Commando “hanno sferzato” i malcapitati costringendoli con “angherie” di vario tipo ad una situazione il piu’ realistica possibile.

Da citare, la partecipazione all’attività odierna del nuovo Capo della Polizia delle Nazioni Unite (SPC - UNPOL) di Brindisi, Maria Appelblom che, nell’attuale sede gestisce un gruppo di 30 persone.

Il Centro di Calcolo Internazionale (ICC) è il fornitore leader di tecnologia dell'informazione e delle comunicazioni (TIC), dei servizi all'interno del sistema delle Nazioni Unite. Nel corso degli ultimi quattro decenni, ICC è stato in continua espansione dei servizi che fornisce ai suoi partner in varie parti del mondo, e in varie zone della ICT. Come parte della famiglia delle Nazioni Unite, ICC abbraccia gli stessi valori che l'ONU fa suoi. Come fornitore di servizi, i suoi valori fondamentali sono senza pari e restano alla base della sua continua crescita: la fiducia, attenzione al cliente, la responsabilità, la comprensione delle differenze cross-culturali, l'eccellenza, l'innovazione e il lavoro di squadra. Questa combinazione ha reso ICC il fornitore privilegiato di servizi ICT condivisi all'interno del sistema delle Nazioni Unite.

ICC servizi sono a disposizione di qualsiasi organizzazione del sistema delle Nazioni Unite tra cui programmi e fondi, agenzie specializzate e altri enti delle Nazioni Unite. Attualmente, ci sono più di 35 organizzazioni partner situate in 12 luoghi diversi. ICC usa il termine partner per evidenziare la particolare natura del rapporto che alimenta con le sue organizzazioni clienti delle Nazioni Unite.
(Giorgio Esposito)


Riproduzione non consentita ©


Immigrazione: un
milione pronti a partire


India: Latorre e Girone
detenuti illegalmente


Ucraina tra democrazia
e dittatura russa

Emirates nuovi
collegamenti aerei

Le destinazioni top
viaggi del 2014

Pensioni: gli ostacoli
di tutti i governi