www.italianews.org - L'agenzia internazionale di comunicazione e giornalismo

D-Day, l'anniversario dello sbarco in Normandia accoglie i potenti della terra
Obama, Putin, la Regina Elisabetta, Merkel e anche Napolitano celebrano l'evento a Caen

ROMA (Italy) - Il presidente francese, Francois Hollande, lanciando questa mattina a Caen le celebrazioni del D-Day, ha reso omaggio alle circa 20.000 vittime civili dello Sbarco in Normandia e delle battaglie che dal 6 giugno infuriarono fino al 22 agosto 1944. La regione fu definitivamente liberata dal giogo nazista solo il 12 settembre.

I grandi del mondo, fra cui i presidenti americano e russo Barack Obama e Vladimir Putin, e la cancelliera tedesca Angela Merkel, si ritrovano oggi sulle spiagge della Normandia per onorare i soldati che parteciparono allo Sbarco. La cerimonia per il 70esimo anniversario del D-Day in Normandia è stata anche l'occasione per il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano per avere alcuni brevi colloqui con i capi di Stato e di governo presenti, tra cui Barack Obama e Angela Merkel.


Il presidente francece, François Hollande, ha accolto a colazione al castello di Bénouville, nei pressi delle spiagge che furono protagoniste dello Sbarco in Normandia, la ventina di capi di Stato e di governo presenti per il 70esimo anniversario del D-Day. Primo ad arrivare, in elicottero, Hollande ha salutato alcuni minuti dopo la regina di Inghilterra. Accompagnata dal duca di Edimburgo in alta uniforme, Elisabetta II indossava un abito stampato impreziosito da un cappellino verde acido. La coppia è stata accolta, come gli altri invitati, da un distaccamento della Guardia repubblicana. Il nuovo presidente ucraino Petro Poroshenko è arrivato subito dopo seguito via via da tutti gli altri ospiti, fra cui il presidente Giorgio Napolitano, il presidente russo Vladimir Putin giunto a bordo di una lunga limousine nera. Il presidente americano Barack Obama è arrivato per ultimo, poco prima delle 13,30, accompagnato da un ex combattente che ha salutato a lungo Hollande.

Il presidente Napolitano ha innanzitutto ricevuto un'affettuosa accoglienza dal presidente francese Francois Hollande al suo ingresso al castello dove è stata offerta la colazione ufficiale. Prima della colazione Napolitano ha avuto uno scambio di battute con la cancelliera Merkel anche per brevi considerazioni sulla situazione europea che successivamente ha condiviso con Herman Van Rompuy, il presidente del Consiglio europeo uscente che sta sondando tutti i partner europei per le nuove nomine. Il presidente della Repubblica ha anche avuto modo di salutare il nuovo presidente ucraino Petro Poroshenko e ha conversato cordialmente con il presidente polacco Bronislaw Komorowski e con il primo ministro francese Manuel Valls. E infine la colazione è stata anche l'occasione per un affettuoso saluto con la regina Elisabetta.

Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama è arrivato al cimitero americano di Colleville sur Mer, in Normandia, per ricordare i caduti dello sbarco del 6 giugno 1944, nel settantesimo anniversario del D-Day. Atterrato in elicottero nel camposanto che ospita le tombe di circa 10.000 soldati americani, Obama ha accolto il presidente francese prima di dare avvio alla cerimonia.

Il villaggio di Sainte-Mère-Eglise è rimasto ad un'epoca passata. Uomini in uniforme della seconda guerra mondiale o semplici curiosi affollano lo spazio "Geronimo", dove è ricostruito un campo militare americano. Altri si ritrovano al café Gondré, il primo locale liberato dagli americani. Siamo in Normandia a settanta anni esatti dallo sbarco. "Che si tratti del settantesimo o di un altro anniversario poco importa: il rispetto per chi ha combattuto nel 1944 è incommensurabile". A parlare è un collezionista di materiale militare appena arrivato al campo. Continua ad affluire gente prima dell'arrivo dei potenti della Terra per le celebrazioni ufficiali. La Normandia è meta di una sorta di pellegrinaggio di reduci o di appassionati di storia intorno al 6 giugno. Lo chiamano turismo della memoria. "Da tredici anni vengo in Normandia in questo periodo e ogni volta incontriamo molti amici", racconta Jean-Pierre. Quest'anno è prevista una crescita del turismo del 30 per cento, il "settantesimo" attirerà in Normandia circa otto milioni di persone tra giugno e settembre. Tra le 9.300 croci bianche del cimitero americano di Colleville-sur-Mere si muovono ogni anno un milione di turisti per rendere omaggio ai caduti. E' il sito più frequentato. "E' grazie a loro - dice un turista - che oggi non parliamo tedesco" (Redazione)


Riproduzione non consentita ©


Brindisi Indagine epidemiologica

Ferrari F14T
Alonso - Raikkonen


Giornata della
Memoria 2014


Emirates nuovi
collegamenti aerei

Le destinazioni top
viaggi del 2014

Pensioni: i requisiti
per 2014 e successivi