www.italianews.org - L'agenzia internazionale di comunicazione e giornalismo

Presentazione della regata internazionale Brindisi - Corfù 2014
L'edizione 29 ripropone il binomio sport-solidarietà. La presenza della barca del Wfp delle Nazioni Unite

ROMA (Italy) - Sarà una manifestazione in cui sport e solidarietà abbracceranno la città e la proietteranno verso scenari internazionali. Si presenta così la XXIX edizione della regata Brindisi-Corfù che partirà l’11 giugno e si concluderà il 13 in Grecia, con la cerimonia di premiazione. Un anticipo, invece, si avrà già il 7 giugno con le Giornate veliche Bocche di Puglia. Il neo presidente del Circolo della vela, Teo Titi, ha presentato le novità previste per questa edizione: per il primo anno è prevista la partecipazione delle imbarcazioni d’epoca mentre per la categoria maxi è previsto un percorso obbligato lungo la costa salentina, in prossimità di Otranto.

La regata mantiene il suo supporto al World Food Programme delle Nazioni Unite. “Un motivo, per noi, di grande soddisfazione”, ha precisato Vincenzo Pirato, presidente della componente Regione Pugli, che proprio a Brindisi detiene la base più importante del mondo.


Come di consueto la festa di benvenuto per gli equipaggi è prevista il 10 giugno; le imbarcazioni saranno ormeggiate su lungomare Regina Margherita. Forte la presenza di Assonautica che quest’anno, oltre alle manifestazioni per i suoi associati, ha previsto anche un supporto logistico fornendo due gommoni per l’assistenza ai regatanti. L'organizzazione ha deciso di confermare a bordo di ogni imbarcazione la presenza di un sistema di tracking e, attraverso una sezione dedicata del sito www.brindisi-corfu.it, ha creato una sezione per chi cerca o offre un imbarco. Numerose saranno anche le iniziative di solidarietà. La regata mantiene il suo supporto al World Food Programme delle Nazioni Unite. “Un motivo, per noi, di grande soddisfazione”, ha precisato Vincenzo Pirato, presidente della componente Regione Puglia. Ma è prevista anche la possibilità di partecipare alla competizione ai ragazzi diversamente abili grazie alla presenza della associazioni GV3 e Alba Mediterranea. La famiglia Montefusco, invece, ha deciso di dedicare la partecipazione di Idrusa ai due marò, Latorre e Girone, ancora trattenuti in India. Quest’anno la trasmissione di Rai 2, Linea Blu, seguirà la regata. La Lega navale di Otranto, già da questa edizione, promuoverà la regata di ritorno Corfù-Otranto, cosiddetta 800 Martiri, con arrivo previsto il 15 giugno, con un percorso di 65 miglia e con un trofeo simbolico. Dal prossimo anno, questa diventerà una vera e propria tappa.

“Per Brindisi sarà un momento di grande vivacità – ha commentato il direttore della rivista 'Il Nautilus', Salvatore Carruezzo perchè lungomare Regina Margherita tornerà ad essere animato da tante imbarcazioni. E’ un’occasione, ancora una volta, da sfruttare per promuovere quella vocazione turistica di cui si parla ma su cui poco si lavora e si programma." E proprio a questo proposito, può essere utile citare una informazione che traccia già il successo di questa edizione 29: a distanza di più di un mese sarebbero già un centinaio le barche pre-iscritte alla manifestazione. "Un plauso va anche a chi ha pensato di veicolare un messaggio di vicinanza verso i nostri marò attraverso una manifestazione internazionale come la Brindisi-Corfù”. "Appare importante - ha poi concluso Carruezzo - la continuità che questa edizione ha voluto sancire attraverso l'appoggio di tutte le imbarcazioni, ai progetti umanitari delle Nazioni Unite ed in particolare al World Food Programme che proprio a Brindisi detiene la base più importante del mondo." (Francesca Cuomo)

Anche quest'anno la Regata Internazionale "Brindisi-Corfù" si arricchirà della presenza della barca che veleggerà con i loghi delle organizzazioni che curano tematiche umanitarie. "Team Sistiana WFP Italia", sarà, infatti, l'imbarcazione ambasciatrice dei progetti del WFP delle Nazioni Unite, della Cooperazione Italiana per lo sviluppo del Ministero degli Affari Esteri, del Rotary International e di Poste Italiane presente attraverso il brand "Mypostepay". Partners d'eccezione "Filia Solis - Terra di Brindisi" che contraddistingue l'accoglienza territoriale. A fare gli onori di casa, il "WFP Italia" che oramai rappresenta una costante nella partecipazione alla più importante gara velistica dell'Italia meridionale.

Il WFP Italia è un’Organizzazione senza scopo di lucro, impegnata nel sostegno delle attività e delle operazioni del Programma Alimentare Mondiale delle Nazioni Unite (WFP) con la sede centrale a Roma è attivo sul territorio nazionale con iniziative di sensibilizzazione, informazione, promozione sulle tematiche legate alla lotta contro la fame e alle emergenze alimentari sul nostro pianeta. Il WFP Italia ha una storia recente che si basa sull’esperienze ed attività internazionali del Programma Alimentare Mondiale delle Nazioni Unite dal 1963, anno della sua nascita, ad oggi.

Il Programma Alimentare Mondiale delle Nazioni Unite (World Food Programme) è il braccio operativo delle Nazioni Unite per gli aiuti umanitari, istituito nel 1963, da circa 50 anni e’ impegnato nella lotta contro la fame nel mondo, attraverso operazioni di emergenza e progetti di ricostruzione e sviluppo nonchè interventi sociali che permettono, ogni anno, di raggiungere milioni di persone. La citta’ di Brindisi, con collocazione baricentrica nel Mediterraneo, ospita la base di Pronto Intervento Umanitario delle Nazioni Unite (NETWORK UNHRD), che è diventata punto di riferimento, insieme alle Basi di Panama, Ghana, Dubai e Malesia, per tutte le iniziative umanitarie condotte nel mondo. (Visualizza lo speciale Regata 2014.....)


Riproduzione non consentita ©


Brindisi Indagine epidemiologica

Ferrari F14T
Alonso - Raikkonen


Giornata della
Memoria 2014


Emirates nuovi
collegamenti aerei

Le destinazioni top
viaggi del 2014

Pensioni: i requisiti
per 2014 e successivi