www.italianews.org - L'agenzia internazionale di comunicazione e giornalismo

Peacekeepers' day 2014: le Nazioni Unite onorano gli operatori di pace
A Brindisi la base Onu celebra l'evento con una giornata dedicata al binomio Sport & Pace

BRINDISI (Italy) - La Base delle Nazioni Unite di Brindisi celebra la Giornata internazionale dei Peacekeeper sul tema lo Sport per la Pace. La scelta dello sport quale strumento educativo riprende il messaggio dell’Assemblea Generale dell’ONU che ha istituito quest’anno la Prima Giornata Internazionale dello Sport per lo Sviluppo e la Pace e vuole inoltre essere un riconoscimento alla città ospitante, Brindisi, Città Europea dello Sport 2014.

L’evento più significativo ha visto coinvolti i bambini delle scuole di Brindisi impegnati in giochi e gare presso la pista di atletica leggera "Masseriola”. Un momento di grande socializzazione tra gli appartenenti all'intero parco didattico cittadino. Tra loro, anche i giovani che frequentano la "Scuola Internazionale QSI".
A fare gli onori di casa, Maria D'Aprile la liason officer della base delle United Nations circondata da un efficientissimo team composto da rappresentanti della Polizia dell'Onu provenienti da varie nazioni del mondo nonchè, da personale della base logistica brindisina che si è prodigato per regalare ai bambini e ai tanti spettatori presenti, una mattinata all'insegna della gioia, della serenità e dell'amicizia.

Nel pomeriggio, allo stadio di Brindisi, la seconda parte della celebrazione ha visto affrontarsi le squadre di calcio della base Gsc/Unlb e quella del Comune capoluogo.


La giornata ha due scopi: onorare la memoria dei caschi blu delle Nazioni Unite che hanno perso la vita per la causa della pace; per rendere omaggio a tutti gli uomini e le donne che hanno servito e continuano a servire in operazioni di peacekeeping delle Nazioni Unite per il loro alto livello di professionalità, dedizione e coraggio. Il 29 maggio, gli uffici delle Nazioni Unite, insieme agli Stati membri e le organizzazioni non governative, organizzano eventi per onorare le forze di pace. Dal momento che la prima missione di peacekeeping delle Nazioni Unite è stata fondata nel 1948, più di 3.200 militari, polizia e personale civile hanno perso la vita al servizio della pace, in conseguenza di atti di violenza, incidenti e malattie.

Nel pomeriggio, poi, si è svolta la seconda parte della giornata dedicata alla figura dei Peacekeepers che, giova rammentare, in ogni luogo del pianeta e ogni giorno dell'anno affrontano le terribili problematiche che a tutt'oggi vivono le popolazioni in difficoltà umanitaria. La sede, pur sempre sportiva, è passata dai campi di atletica del mattino a quella del tappeto erboso dello stadio di calcio "Fanuzzi" di Brindisi. Una sede storica in cui ha visto gloriosi trascorsi la squadra cittadina e sul cui manto verde oggi si sono affrontate le squadre della base Gsc/Unlb e quella del Comune capoluogo. In verità, la giornata uggiosa non ha frenato i tantissimi spettatori che hanno voluto sostenere i propri 22 beniamini che, per questa sola occasione, hanno vestito la casacca emblema della Pace & Sport. Un incontro, che seppure vinto per 3 a 2 dalla squadra azzurra delle United Nations, ha regalato intensi momenti di puro e sano agonismo. (Giorgio Esposito)

Visualizza anche: La base Unlb/Gsc di Brindisi addestra gli operatori di pace - UN Day 2013


Riproduzione non consentita ©


Brindisi Indagine epidemiologica

Ferrari F14T
Alonso - Raikkonen


Giornata della
Memoria 2014


Emirates nuovi
collegamenti aerei

Le destinazioni top
viaggi del 2014

Pensioni: i requisiti
per 2014 e successivi