www.italianews.org - L'agenzia internazionale di comunicazione e giornalismo

Berlino festeggia la caduta del Muro condannando il comunismo quale veicolo di stragi umanitarie
Venticinque anni di libertà e democrazia. Lo speciale di "Viaggi e turismo" dedicato a Berlino

ROMA (Italy) - Sembrano lampioni, invece sono 8mila palloni illuminati che percorrono i 15 chilometri di quello che una volta era il Muro di Berlino. Accesi venerdì sera dal sindaco Klaus Wowereit, hanno dato ufficialmente il via alle celebrazioni per i 25 anni dalla caduta del confine che divise la città per 28 anni. E domenica, quando alla Porta di Brandeburgo Daniel Barenboim dirigerà l'Inno alla gioia, i palloni saranno liberati in volo.

La commemorazione dell'anniversario, che ricorre domenica 9 novembre, è iniziata venerdì in mattinata al Bundestag. In serata, poi, sono giunti l'ex presidente russo Michail Gorbaciov (fautore della riunificazione tedesca), che ha incontrato una folla di giovani al Chekpoint Charlie. Gorbaciov ha poi sottolineato come "dobbiamo trarre insegnamento dalla storia".


Anniversario caduta del Muro di Berlino: i principali eventi. In queste ore la grande festa entra nel vivo. 8.000 palloncini luminosi sono pronti ad arricchire un percorso compreso nell’ex tracciato del Muro e lungo ben 15 chilometri. C’è grande attesa per il 9, quando saranno lasciati volare via a ricordare simbolicamente la fine della Guerra Fredda. A liberarli un padrino, scelto tra le oltre 100 associazioni di interesse collettivo che fanno parte del progetto. Sette le aree tematiche cittadine dove gli eventi a tema si svilupperanno. Sono giorni in cui è possibile prendere parte a visite guidate tra classici percorsi a ricordo del Muro e anche nuovi. Non mancano le proiezioni di film storici e incontri tematici per parlare di una ferita aperta che non deve restare solo tra le pagine dei libri di storia, ma essere ricordata anche dalle giovani generazioni. Questi sono giorni importanti per tutto il Paese, quelli in cui sono in corso i festeggiamenti per ricordare quel momento, ma negli ultimi mesi e anni è soprattutto il turismo ad aver avuto un positivo incremento, grazie all’estrema attenzione per l’ambiente e per i viaggiatori con disabilità e mobilità ridotta. La destinazione, dunque, è diventata una meta sostenibile e senza barriere, in grado di accogliere chi ama gli itinerari culturali e chi, invece, ne vuole scoprire il suo cuore più verde.

Il Muro fu eretto nel 1961, nella notte del 15 agosto, per arginare la fuga dei Berlinesi nel settore ovest della città, sotto il controllo degli " occidentali". La città era stata divisa in quattro settori, americano, francese, inglese e russo, nel 1945, alla fine della seconda guerra mondiale, dalle nazioni che avevano sconfitto la Germania di Hitler. Successivamente fu divisa in est e ovest, russi da una parte e alleati dall'altra, e creato un check-point per il controllo dei documenti, chiamato affettuosamente Charlie. Le fughe iniziarono quasi subito, allora le autorità della Germania occidentale, sotto lo sguardo vigile dell'URSS, fecero costruire il muro, dotato di sentinelle armate e filo spinato. Le fughe proseguirono, allora il muro fu rinforzato con cemento armato e il suo percorso superò i 42 km. Ciò non scoraggiò il desiderio dei berlinesi di ricongiungersi con le loro famiglie, poiché interi quartieri erano stati divisi dal muro. Sono morte molte persone nell'attraversamento. Il muro è stato smantellato il 9 novembre 1989.

Germania 2015: nuovi percorsi e progetti. Tra i progetti locali c’è sicuramente quello di preservare il ricco ambiente naturale e permettere a chiunque lo visiti di scoprirne le peculiarità con quanti più comfort possibile. Tutto il Paese punta al green e molto richieste sono le vacanze dedicate alla salute e al benessere. In questo senso, sono state aperte nuove piste ciclabili anche nelle strade di campagna, Spa che propongono trattamenti naturali e proposte alternative forme di vacanza, a cominciare da quelle in fattoria a diretto contatto con la natura e la vita all’aria aperta. Il territorio, del resto, aiuta molto, visto che un terzo della sua superficie è boscosa e molte aree (ben 39) sono Patrimonio Unesco. Dieci di queste si trovano nelle regioni dell’Est. In tutto comprende: 15 parchi nazionali, 15 riserve della biosfera, 104 parchi nazionali.

La Germania è avanti pure nella gestione delle risorse e delle energie rinnovabili, nella raccolta dei rifiuti e nel loro riciclaggio, diventando anzi pioniera nel settore. A livello di trasporti sono stati impiegati recentemente mezzi poco inquinanti, con risultati notevoli a breve e lungo termine. In cinque anni i pernottamenti sono cresciuti del 13,5 per cento e buona parte dei viaggiatori che scelgono il Paese utilizzano internet per pianificare il viaggio. Tra i nuovi percorsi turistici e gli eventi più frequentati non ci sono solo quelli connessi a manifestazioni ad hoc e ad un periodo dell’anno specifico, come il Carnevale di Colonia e l’Oktoberfest di Monaco. Per il 2015 sarà promossa una campagna dal titolo “Tradizioni, usi e costumi in Germania” per aiutare i viaggiatori ad organizzare vacanze tematiche e alternative nel territorio. Le aree rurali e remote, ad esempio, continuano ad essere proposte e sono quelle che permettono di provare specialità culinarie più tipiche e di scoprire stili di vita differenti da quelli delle grandi città, apprezzandone pure l’artigianato. Gli itinerari più richiesti in questi mesi sono legati alle sagre del vino lungo i borghi del Reno, Mosella e Meno e ora si comincia a pensare ai Mercatini di Natale.

Un altro grande della Terra, Obama, per l'occasione ha detto che "una Germania unita ha un ruolo di primo piano in Europa e nel mondo, e gli Usa sono orgogliosi di avere i nostri amici tedeschi tra i nostri più forti alleati. L'Europa è più integrata, più prospera e più sicura. Ma, come ci ricordano le azioni della Russia contro l'Ucraina, abbiamo ancora lavoro da fare per realizzare pienamente la nostra visione condivisa di un'Europa unita, libera e in pace". (Redazione)

Visualizza lo speciale Travel - "Germania, Berlino: una metropoli dinamica e cosmopolita nel cuore dell'Europa"


Riproduzione non consentita ©


Immigrazione: un
milione pronti a partire


India: Latorre e Girone
detenuti illegalmente


Ucraina tra democrazia
e dittatura russa

Emirates nuovi
collegamenti aerei

Le destinazioni top
viaggi del 2014

Pensioni: gli ostacoli
di tutti i governi